Lunedi 17/05/2021 ore 16:13:47 Disclaimer

"Prima di Dicembre 2015" logo fabiolongo.com

 

01 December, 2015 - 18:32

Nella figura sotto notiamo l'andamento del nostro indice a compressione 15 minuti per gli ultimi due giorni di borsa, e quella di oggi, anche sugli altri indici euro, è stata una seduta birichina che in qualche senso ci rallegra. Si apre in forza, si piega poi si tenta l'attacco alle resistenza numerologiche e pi si piega nuovamente, stavolta in accelerazione e con close che inizia ad essere pesante su alcuni indici (es DAX).  I dati cinesi della notte non avevano scosso il mercato cinese che appunto era rimasto allegro andando a gettare ottimismo su questa seduta, ma poi fra dati tedeschi, notizie americane e notiziole sul crude lo scenario si è deteriorato dando vita a quella flessione che aspettavamo per i primi giorni della settimana. Sostanzialmente non è che sia successo nulla perché siamo esattamente ai valori del close di venerdì, in un trend volumetrico comunque basso, ma adesso lo scenario si presta a bullish continuation, considerando anche un margine di ulteriore deprezzamento nella giornata di domani, dove potremo testare i supporti al bull maket magari verso le 11 od alle 14.15 su occupazione non agricola USA andando cosi a costruire le condizioni per un rebound il giorni BCE Draghi, divenuto ormai l'evento fondamentale più importante del mese. Ben vengano quindi scorribande ribassiste nella giornata di domani, fino ai level che indicheremo.
Per il trading oggi abbiamo abbandonato SNAI che stentava a partire e su cui eravamo in posizione da alcuni giorni. Non stiamo certamente a parlare di profitto, visto quello che ci abbiamo raccolto, ma di perdita potenziale evitata o di guadagno mancato se esplode come da nostra iporesi, ma non siamo nelle condizioni di tentare trade in cui non siamo sicuri. La candela di ieri non era bella ed oggi non abbiamo visto un follow-up a supporto del move-up, quantunque il close fosse a +2.5% (ma con volumi bassi) Vedremo eventualmente di fare qualcosa domani nonostante "il terrore" di beccare una bull trap. Abbiamo poi venduto TEVA su NYSE a +11% dal nostro PMC, quando segnava 65.4 (eseguito a 65.31), con logica di take profit meritato ma anche qui non immischiarci dove non siamo convinti, in questo caso per via di ipercomprato. Abbiamo poi comprato pezzature UC a 5.555 a pochi secondo dal close, come da segnalazione su Privé, con SL cortissimo (teorico), closed, poichè è uno dei titoli che potrà beneficiare da eventuali mosse BCE a favore del settore bancario, fra cui acquisto di obbligazioni corporate, anche se il titolo e l'azienda non ci piace affatto.  Per il resto male l'obbligazione Venezuelana sulle notizie Crude.
www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000