Lunedi 17/05/2021 ore 14:20:16 Disclaimer

"Un bel 12 luglio" logo fabiolongo.com

 

12 July, 2016 - 18:08

E' stato un bel 12 luglio che abbiamo vissuto intensamente cercando di non perderci nemmeno un minuto nonostante il gran caldo del litorale sud laziale, dove però sta per arrivare un buon maestrale, vento amico di chi odia il caldo. Bella pescata stamattina nonostante mare torbido da "acque cotte", battuta in cui primeggia un Gronco di oltre 2 kg, pesce non affatto considerato dal mercato (forse perchè senza squame e con un grasso di odore lievemente sgradevole) ma in realtà eccezionale per zuppe ed altre preparazioni che ne esaltano la dolcezza della carne. Poi metteremo delle foto.
La borsa pure ha regalato una prestazione eccezionale, inattesa sul FTSE/MIB che non vedevamo sopra i 16670 e che invece spacca con un close in forza sopra i 17600, quindi non solo sopra i 16450, segnale di denaro fresco, ma anche proiettato sui 17000/200 che probabilmente segnerà uno stop pesante. Parliamo solo di un altro 2% circa, quindi il grosso è già stato fatto, ben 1500 punti, circa il 10%, praticamente tutto di un fiato. Giornata incredibilmente positiva per il settore bancario per news di cui rimando ad altrove (per non dilungare) con UC che fa +14% (!!!)  con un close a +2.11, con uno short coverage che passa a 2.23 circa; raggiunge quindi un primo target tecnico dato oggi con un long su Operatività FTSE/MIB (long sopra 1.94 intraday, SL sotto 1.73 (ma non lo metterei), primi target a 2.1 poi a 2.23) ma non ancora un target finanziario che cambierebbe le sorti di un titolo venduto da sempre nonostante giornate "tecnico/brokerage" come quella di oggi. Crediamo ad UC e quindi al paese Italia ed al suo "management" ? Poco ci importa del lungo termine (DEFAULT) e per adesso godiamo assieme a quelli che come noi hanno cavalcato il settore bancario sapendo che non valeva così poco: adesso in molti vorrebbero salire sul carro dei vincitori ma vanno presi a pedate in facce lasciandogli stampato il 43 o chi il 37, come le belle fiche del nostro Privé d'Elite. Peraltro adesso è molto difficile un trading sul titolo: da trading sarebbe da longare con SL corti che sicuramente entrano, come probabili scrollate, per non cadere in un approccio con SL tecnici che sarebbero ampissimi, più dell'upside residuo prima del vero test di forza, quindi come si "longa" si sbaglia. Non sarebbe però sbagliato averle comprate prima, con un rischio/rendimento molto più basso, gestendo la posizione come i professionisti del cazzo, l'ovvia "gestione della posizione" dopo aver fatto il prigionero, ovvio che si vende a pezzi senza precludersi mai l'apertura alla prateria che lo attende fino ai potenziali 3 euro. Il trade si fa quando si compra, osando necessariamente. Per il resto settori energy tentano la progressione su crude che dava segnali di forza poi rientrati e comunque da valutare al close...
Due alert: S&P500 che da 2167 a 2208 probabilmente piegherà e settore equity americani con titoli oramai sopra i 20 di PE, quindi difficile anche lo stock picking dove oggi pomeriggio ci siamo guardati un po di "food e beverage" (coca cola, WFM, Fresh del Monte, ADM ecc...) molto cari ed alcuni incomprabili sui fondamentali. Anche sul settore banking USA, tipo AMEX, non siamo stati convinti per i forti rialzi dell'ultimo periodo, anche se sono titoli con un grande spazio... che fare ?  
Per il trading seduta dal 1.75%: ieri sera venduta INTC, oggi volevamo vendere PDLi che tradiamo sempre 3.00-3.30$ ma per far contento il nostro stimato Hedge Fund Mario G, non abbiamo venduto. L'Hedge Fund ci ha dedicato grande spazi nel suo report semestrale e lo ricompensiamo con la fiducia di tenere PDLi che pure il nostro Capitano ha in PTF. Abbiamo tenuto anche WDC che oggi va a +15% dal nostro PMC, sulla scia di Seagate che oggi fa +20% per il taglio di migliaia di posti di lavoro. Sappiamo quanto rete e dischi cresceranno nel tempo, secondo noi WDC è strategica e va tenuta, così come rientreremo su Intel e poi CISCO quando i prezzi saranno più umani. Venduto invece turbolong FTSE/MIB a 16700, con gli short che buttano sangue oramai, crediamo, irrecuperabili nel breve periodo. Ingresso su Crude ore 14:30, come da segnalazione, a mezzo di ETF x3 3OIL a 1.09, adesso con PMC a 1.18, close a 1.11, posizione che vogliamo considerare alternativa a obbligazione Venezuelana che non siamo riusciti ad riacquistare. Venderemo a 66$.
www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000