Lunedi 17/05/2021 ore 15:28:50 Disclaimer

"Seduta interlocutoaria del 25 luglio" logo fabiolongo.com

 

25 July, 2016 - 17:43

Lasciamo un rapido commento al close per via di impegni di natura civile che dobbiamo onorare.
La seduta è stata interlocutoria e er FTSE/MIB ancora in trading range, non avendo scavallato un primo livello di forza che avrebbe aperto spazio (ed infatti lo spazio non c'è stato) e non avendo chiuso sotto area 16670 che avrebbe rappresentato un primo livello di debolezza del mercato anche se sempre in un pattern bullish ancora attivo. Stornano i bancari, e storna un po tutto su ribasso del crude che si sta portando su una linea di confine esoterica. Fra i peggiori del listino la nostra BMPS mentre tiene l'altro titolo in nostro PTF, ossia UC, che a differenza del Monte Paschi aveva superato un primo livello di forza (short-coverage). Non abbiamo molto altro da dire, tutto come venerdì, con un giorni in meno del timing bullish che da oggi viene meno su S&P500 e che infatti ritraccia anche se solo frazionale. Come valutazione di forecast l'evoluzione USA è necessariamente ribassista, da Bradlely Correttivo, anche se  ci sta una limata a rialzo, mentre sul nostro indice lo scenario è molto complesso e teoricamente c'è anche un upside. Tutto è relegato ai bancari (ricordo lo stress test del 29...)  e ci ha sorpreso molto la dichiarazione del testa di cazzo Padovan che ha detto che per adesso il Bail in non serve, "per adesso" come a dire che più avanti servirà. Mi chiedo come sia possibile fare una dichiarazione del genere, tutt'altro che rassicurante, razionale e assurda nel concetto di "dopo".
Per il trading oggi riposizionamento di PTF: aumentato long Crude x3 3OIL, venduta ENI in piccolo profit (quello che era rimasto), alleggerito di conseguenza short OIL (3OIS) che oggi, dopo mesi e "media", è tornato in positivo sul nostro PTF. Lo scopo di tutto questo è stato liberare liquidità (con i due sell) e posizionarsi long sul crude a mezzo posizione "esplicita" (e non via titoli) e con principio di leva (-->risparmio di liquidità). Posizione di trading, ossia non strategica, aperta invece su Telecom Italia come da piano di trading, ma non in open (per via di impegni), ma nella mattinata con PMC 0.702. Chiudiamo in frazionale negativo dello 0.78 e non siamo affatto contenti della giornata di borsa, anche se c'era poco da fare (a basso rischio intendiamo). Dispiacere per TerniEnergia, titoletto che seguivamo da tempo, che oggi spacca con +10%, dopo i rialzi dei giorni scorsi, e che avevamo segnalato nelle nostre note mattutine alcune settimane fà. Peccato.
www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000