Sabato 04/04/2020 ore 16:46:32 Disclaimer

"Quel 31 luglio ... "


31 July, 2014 - 17:54

Con un po di dispiacere raccontiamo di una seduta molto negativa che non ci ha consegnato quel 21500 su cui avremmo costruito l'operatività short ed un take profit long con i fiocchi. Questo target nasceva da analisi, non ancora consolidate, sulla manipolazione di nuovi certificati SeDex che evidentemente non sono proprio identici a quelli dei loro predecessori. Ma evidentemente molto simili e da leggere meglio con un piccolo fine tuning dei livelli di attivazione delle dinamiche continuum.  Comunque bene i nostri segnali sul Privè, quasi sempre esenti da trappole. Il mercato oggi apre in tenuta e poi traccolla in una mattinata violentissima fra dati euro di occupazione, inflazione ecc.. e anche default Argentina su cui francamente non ho capito molto ma è da punto esclamativo (anche se leggevo di "negoziazioni" e di intenzioni di gestione della circostanza) . Anche i dati USA del pomeriggio non aiutano il mercato. Il FTSE/MIB arriva subito in area 21500. Il close non è veritiero di una debolezza molto diffusa nell'ultima ora, con passaggi sotto 20500 quando S&P500 batteva 1942, con un recupero di oltre 100 punti nei 10 minuti finali che di primo acchitto marca da "strappa-short". Notevoli i dati su ENI, a mio parere, diffusi nel tardo pomeriggio. 

Siamo comunque orgogliosi e contenti del forecast ribassista che avevamo ripetutamente appuntato, già ad inizio luglio, in tempi non sospetti con S&P500 che andava su un massimo numerologico (S9P in angolo di comando), level da cui il mercato è sceso addirittura con un bis da cui oggi registriamo un netto storno. Ai tempi la gente vedeva S&P500 a 2200 punti. Anche i setup di Bradlay e di tutti gli impianti metafisici/esoterici di pricing e timing erano corretti, e se questi saranno i close weekly aggiungiamo un altro timing bearish, peraltro con close pure sotto fan... tutto ciò si commenta da solo.

Per il trading giornataccia. Lasciamo sul piatto bei soldini con tutti i long in essere, e siamo consolati solo dal ceritificato short BNP a strike 21500 che oggi volava a +40% circa, ed ovviamente a +25 l'abbiamo portato in cassa vendendo pure una parte dei long x7 in nostro possesso. Ci abbiamo poi riprovato short per ben due volte nel pomeriggio, pagando molte commissioni; al close siamo short 2:1 su FTSE/MIB con l'aggiunta del certificato BNP short  rimasto aperto. Investimenti eseguiti su ENI a 19.02 prima delle news e su ETF PANAFRICA su cui siamo entrati sui minimi di giornata.  Al close mensile passiamo in negativo proprio su questa giornata del cazzo, e considerando il trade di posizione aperto oggi il recupero non potrà essere immediato. Qualcosa potrebbe venire domani sul close USA negativo (abbiamo ETF short x2) e su FTSEMIB in area 20200 ma immagginiamo una certa piattezza del mercato come tipico dopo giornate così violente.

 
www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000