Sabato 15/08/2020 ore 15:02:08 Disclaimer

"Nubi d'Ottobre Rosso" logo fabiolongo.com

 

28 September, 2015 - 19:42

Quel close a 21339 FTSE/MIB, ossia 1 punto sotto 21340, è stato un segnale millimetrico che non abbiamo trascurato nell'analisi del weekend, avendo messo un freno al buon bullish reversal pattern che si era formato nella seduta del venerdì. Non ci fa piacere riconoscere segnali ribassisti sui mercati, perchè ci piace il bull market, ma quando ci sono non mettiamo certamente la testa sotto la sabbia. Dal punto di vista fondamentale i dati USA del venerdì e quelli Italiani di oggi, tarocchi che possano essere, sono positivi ed uniti alle politiche di liquidità (QE) non possono non consegnare un view fondamentale positiva sul nostro mercato, ed anche su quello estero, nonostante tutte le minacce da Cina, da Commodity, da quello che sia incluse le ondate scissioniste dei pellegrini spagnoli. Quello che è successo è che i recuperi da Agosto, belli ed entusiasmanti che possano essere stati, non hanno mai superato le quote di short coverage sui pattern ribassisti attivati dagli hedge fund su crisi cinese. Solo quando i mercato torneranno a livelli di basso rischio e di alta profittabilità, i rebound avranno la forza di superare livelli di short coverage e consegnare un trend duratuto, magari fino a fine anno, ma per adesso vediamo solo nubi d'ottobre rosso nella lettura dei prezzi, nonostante, ribadiamo, non ci siano giustificazioni fondamentali di sorta alla distruzione del comparto azionario se non quella speculativa dei 7 pezzi di merda che fanno il mercato. Armi in canna quindi per cogliere buone opportunità che verranno su FTSE/MIB da area 19900 a 19150 circa... e su S&P500 che ha ancora un superciclo bullish ben saldo.
Per il trading oggi abbiamo comprato short x7 FTSE/MIB in open, come da operatività FTSE/MIB e come da strategia di portafoglio. Usciamo comunque con le ossa rotte (qualche bella frattura intendiamo) per via del ribasso esteso a tutto (sui listini si salvano obbligazioni sovrane euro che non abbiamo a portafoglio, tipo i BTP 2036), anche commodity e nostre pezzature Venenzuelane. Siamo pronti con capitale aggiuntivo nel prossimo mese solare per sistemare le cose da qui a fine anno.
Volevamo infine, ma non per ultimo, ribadire un concetto che ho ripetuto a molti in questi giorni: alcuni si sono accorti che i prodotti a leva 7 di SG, per un ritorno del sottostante ad un certo prezzo, non ritornano a valere quanto valevano prima. Se qualcuno non se n'è accorto basta che veda quanto valevano nel passato, sia un long che uno short, confrontando un valore dell'indice ed il valore del prodotto in due tempi distinti: deprezzamenti notevoli. Il problema NON è di SG e non è del sottostante, sarebbe uguale su Crude, su DAX, su long e su short: è solo un fatto (e non una anomalia) matematico della leva composta su performance daily, che vale con qualsiasi prodotto a leva fissa daily (es ETF) e che avevamo cercato di spiegare anche in alcune sezioni del corso di borsa. Non ci sono anomalie, non ci sono truffe, la "finezza dell'inculata" è nella leva daily, nella mera matematica su cui si basa il prodotto. Questi prodotti NON possono essere utilizzati, quindi, per accumulare o per gestire un trading range, vanno presi per un trade direzionale e/o per un periodo limitato per evitare gli effetti della leva composta, visto che il deprezzamento è notevole. Assurdo quando ci sentiamo raccontare che alcuni ci caricano 50K€ ... addirittura qualcuno viaggia a trade da 350K€ su un leva 7 ... chiedendo poi consiglio dove mediarlo e con quanto mediarlo per strappare un pareggio sul primo rialzo... Con cifre di questo tipo è meglio fare FIB e MINI-FIB che per un ritorno al sottostante valgono lo stesso (ricordo però "lo svantaggio" di perdite illimitate) e meglio ancora opzioni future che non hanno perdita illimitata, come ha il future, se si compra e non si vende allo scoperto (ossia compro una call dicembre 2015 o compro una put dicembre 2015 e non vendo allo scoperto ne call ne put), mal che vada l'opzione varrà 0 e perdo il capitale. Sono sicuramente prodotti che, per cifre come quelle su indicate, sono più idonei anche se l'operatività con i derivati non è idonea a nessun profilo di rischio. Io peraltro non capisco perchè non si comprano i titoli normali, come ENI e Caterpillar, andando "in fissa" con la leva e moltiplicatori vari perdendo il senso della ragione.
www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000