Martedi 10/12/2019 ore 09:35:41 Disclaimer

"Ferocemente Bearish ma c'è Dragon" logo fabiolongo.com

 

07 January, 2016 - 18:07

Fortuna che la seduta è finita così, con un seme di positività dopo una giornata drammatica nata sulla scia del nuovo -7% Cinese. Per molti versi questa seduta ha ricordato quelle del Gennaio 2008, sempre anno bisesto (anno funesto),  somiglianza che sembra aver notato anche George Soros in un articolo che abbiamo visto figurare su Yahoo Finance ma che non siamo riusciti a leggere (sicuramente è meglio il suo del nostro).  Noi non siamo per la view catastrofica (soprattuto quando le cose si mettono male) e tutto ha un prezzo che il mercato ha già scontato in buona parte, ma come noto siamo per la fine del bull market entro certi tempi del 2016. La giornata di oggi segna proprio questo trapasso su FTSE/MIB che sembra perde definitivamente una linea di forza mensile del Gann Square (il mese è lungo ma il gap è enorme) e quindi sprofonda dove non c'è più supporto utile, chiudendo un vecchissimo gap-up in area 19900, azzerando prodotti derivati long in area 20000 e facendo un measuring gap (doppio gap) fino in area 19400 circa. Questo livello è stato grossomodo colpito proprio in apertura con lo spike in area 19600. Micidiale quindi proprio l'apertura del mercato, già a target, anche perchè si aggiunge a giorni e giorni di martellamenti e tecnicamente il mercato nemmeno aveva connotati di ipervenduto record, che ha iniziato a formare solo oggi dopo l'apertura. 
Andando a parlare del futuro, che è quello che interessa di più, oggi segnalavamo questo su nostra Operatività:  "Per i long c'è Crude che sta toccando una fan, quella bearish che ci porta a 26$ nel 2016 incrociando la bullish (vedi forecast 2016), direi che ci siamo come avvio ribassista e dovrebbe rimbalzare. Quindi ingresso su apertura mercati USA, SL in chisura sotto i 30$, primi target ..." Ebbene al di là della correttezza del forecast è proprio dal crude che viene un momento di speranza perchè potrebbe avviare un rimbalzo non daily ma un po più duraturo nel tempo  andando a sostenere i listini, permettendogli di recuperare almeno il primi livello di short coverage e poi magari di ritrovare un po di spunti rialzisti visto che oggi alcune "occassioni a saldo" c'erano ed hanno catalizzato parecchi soldi, con volumi elevati, tipo ENI con candela dragon (da confermare domani), ma un po tutti i titoli che poi si sono risollevati hanno fatto volumi. Staremo a vedere se esce fuori un drago cinese od un topolino cinese fatto di plastica tossica. 
Per il trading oggi all'apertura il PTF è stato travolto con robe indescrivibili su BMPS, Obb. Venezuelana, e tutto il comparto equity. Abbiamo comprato ENI a 12.70, appena di ritorno dalla sospensione a 12.3 (dove non eravamo stati eseguiti), close a 13.07 e siamo quasi sul nostro PMC 13.15, forse la migliore operazione di trade di oggi fatta considerando che quando si comprano titoli non si sbaglia mai. Abbiamo tentato ripetutamente l'ingresso su ETF x3 OIL in area 1 con ordini rifiutati dal mercato, che però intanto processava altri ordini, ed alla fine siamo riusciti a comprare a 1.067. Abbiamo messo in vendita nel pomeriggio a 1.17 non venendo eseguiti e ricorrendo il titolo fino a 1.13... poi siamo rientrati a 1.17 come i cornuti però con meno soldi. Una parte li abbiamo messi su short FTSE/MIB targato 28000 punti perchè non possiamo andare senza hedging, quindi ci auguriamo di vederli buttati, come quello S&P500, che oggi dopo tanti mesi era tornato in positivo, alla faccia dei Dogs of the Dow ...
FTSEMIB 2016 01 07 BB 15 minuti

www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000