Domenica 22/05/2022 ore 06:29:11 Disclaimer

"Seduta del 17 marzo" logo fabiolongo.com

 

17 March, 2016 - 18:09

Ci eravamo lasciati il 15 sera con un bearish reversal pattern e con un movimento FIB non avviato. Ieri non è successo molto sul nostro mercato (fortunatamente per noi che siamo stati off), se non la continuazione ribassista attesa col supporto di area 18600. Oggi lo scenario si presentava tecnicamente ribassista ma "minacciato" da segnali rialzisti da crude e da close USA, che poteva far generare un key buy pattern sul nostro indice dopo 3 sedute di ribasso a ridosso di un massimo relativo e con una fase S9T bearish in esaurimento. Ebbene il nostro indice non ha generato questo segnale proprio per alcuni punti, come da nostra operatività  (Long: In intraday se sopra 18950...) avendo fatto un massimo intraday a 18926 (precision signaling) andando quindi a proseguire il ribasso multi-day fino a sconfinare sotto su seduta "post BCE", con il suo minimo di area 18350, livello BCE (18450) sul quale avevamo dato il primo bottom del segnale short. Perfetta quindi nostra operatività e come nota di merito ci complimentiamo con gli amici del privé che in questi giorni hanno scalpato l'indice a ribasso sin da area 19000. E cosa dire del movimento FIB ? questo trimestre il segnale (bearish) è stato offuscato dai super volumi della seduta BCE e della successiva, ma anche in questo caso è stato netto l'andamento in trend (bearish) da quando il move si è attivato (seduta del lunedì). Ma non ci abbiamo contato affatto data la difficoltà di lettura proprio sui volumi. Per il resto ieri è stato terzo mercoledì del mese che sembra confermare l'impostazione rialzista del mercato americano in attesa della FED, i cui esiti li diamo per scontati considerando un sensibile rialzo del EUR/USD proprio come piace agli americani per favorire l'export, adesso che il job report sembra testimoniare uno stato di forte salute dell'economia americana. Draghi ovviamente comanda a Francoforte, già a Napoli non comanda più... Crude, dopo due giorni boom-boom, adesso è sotto al tetto, parliamo di area 41.3$ fan bullish opening weekly (mica la MM200 dai farlocchi di AT) quindi massima attenzione all'evoluzione su queste quote.
Nei prossimi giorni, probabilmente nel weekend, manderemo on-line un nostro articolo sulla "IDEA ECONOMY", la nostra view, sul novo modo di fare business in questi anni: Alibaba è il più grande player di mercato e non ha un magazzino (es Wal-Mart Store), UBER è il più grande provider di Taxi ma non ha macchine e così via... sembra che il vecchio modo di fare business con fabbriche, macchine e risorse "reali" sia destinato a perdere, in un mondo in cui tutti sono connessi alla rete e nel futuro del IoT (dialogo macchina-macchina su Internet e non uomo-uomo); ma in realtà bisogna fare attenzione alle bolle ed alla "sostanza" ... come fu con la new economy e come probabilmente sarà al termine delle politiche semplificazione monetaria.
Detto questo, finalmente, oggi take profit su uno dei due gemelli del trade inseriti giorni scorsi in PTF, 2 titoli USA del settore Mining e OIL: abbiamo venduto il secondo, quello che ci piaceva di meno, ossia BHP Billiton portando a casa 10 punti percentuali, molto limati in EUR da aumento EUR/USD e da costi fissi di commissione. L'altro (chi sarà ?) procede attualmente con il 14% di Gain in 2 giorni, titolo comprato su strappa-long (ma cosa sarebbe ?) e ben segnalato su nostra operatività, dopo che l'avevamo perso sui minimi storici per concentrarsi su OIL nazionale. In area 19400 ci siamo liberati di pezzi short FTSE/MIB in profit, perfetta quindi la nostra operatività daily, anche se il rialzo del crude e rialzo USA (su cui abbiamo hedging pesante) e i costi commissionali hanno ridotto il profit teorico, portandoci un po di delusione. Al close abbiamo leggermente aumentato la quota short Crude per non vedere sfumare via il profit sul settore, nostro cavallo di battaglia da inizio 2016, anche se rischiamo di veder fortemente ridotti i profitti proprio per l'hedging; pertanto se passeremo in profitto su queste posizioni le porteremo in cassa evitando di trovarci sotto di 30 punti (come successo con 3OIS su cui lunedì eravamo in profit); l'hedging dinamico è una delle nostre best practice.
 
www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000