Martedi 12/11/2019 ore 05:28:58 Disclaimer

"Lungo la via al 5 maggio" logo fabiolongo.com

 

05 May, 2016 - 18:32

Seduta volatile e comunque interlocutoria sul nostro indice che chiude in sostanzialmente in pareggio dopo aver tentato in mattinata l'attacco alle quote di forza (non confermate al close, quindi non valide), e successivamente  andando a ribasso e trovando supporto su un nostro level, anch'esso tenuto al close e quindi mantenuto. Pertanto è un nulla di fatto sul nostro indice che però sottoperforma gli altri indici, generalmente positivi anche se solo di un frazionale. America anch'essa leggermente positiva anche se tutta questa positività numerica è insignificante, non serve a nulla in questo modo, e quindi si procede sulla stessa via fino a nuovo avviso.
La seduta è stata caratterizzata dalle trimestrali e dall'andamento del petrolio, oltre che da dati ,acro di difficile interpretazione anche se tecnicamente in linea con la attese. Ad affossare il mercato ci si mettono oggi le banche fra le solite paure dei giorni scorsi (le speculazioni sui NPL e Pop Vicenza),  una brutta trimestrale Azimut e di altri titoli del settore non bancario, mentre il segmento "OIL" e Utility hanno sospinto il mercato dopo averlo depresso nei giorni scorso, soprattutto quando il future Crude segnava +4% e fischia, poi rientrato a normalità. Quindi si oscilla in un andamento di adirezionale che per il momento non da altre indicazioni oltre a quelle fornite dei trend di riferimento. 
Per quanto riguarda il trading non abbiamo molto da segnalare perchè siamo stati iper-impegnati e non sono entrati ordini automatici di buy e di sell. Entra solo la vendita in profit nella prima mezz'ora delle posizioni short su DAX, che ci dava l'idea di voler recuperare nonostante manchi di alcuni target ribassisti, ed in effetti ha proceduto bene per gran parte della giornata rintanandosi poi al close. Per il resto il PTF si apprezza del 1.09%, recuperando da inizio week, grazie alla partecipazione su USA, tra i quali spicca oggi il +5% della nostra WFM oltre che il netto recovery di alcuni, ma non tutti, titoli del settore OIL; anche un hedging allegerito non ha zavorrato il recovery come risultato del sell dello short DAX e del contrappeso long all'hedging sul crude operato l'altro giorno. Importante quindi andare a ribilanciare sui rialzi, o vendendo in profit posizioni long, o comprando short ed in particolare short su DAX dove siamo esposti su diversi titoli che ci hanno ferito nell'ultima decade.
www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000