Giovedi 13/12/2018 ore 10:28:06 Disclaimer

Altre Figure di Analisi Grafica

In questo articolo: Figure di AT Grafica Triangoli Cunei Bandiere Triangoli evoluzione attesa ed operatività teorica prevista

INDICE CORSO DI BORSA     TRADING WAYS

 

La pubblicità ci consente di portare avanti il sito senza metterci del nostro e mantenendo quella totale autonomia ed indipendenza che ci ha sempre contraddistinto ...

 

L'analisi grafica individua altre figure grafiche che possono indicare con buon grado di probabilità l'evoluzione del titolo. Sono figure contrassegnate da un determinato andamento dei massimi e minimi e da un trend di entrata nella figura, trend principale, che prevede successivi movimenti intermedi che dovrebbero sfociare/risolvere comunque nella direzione di entrata nella figura.

A dir il vero, infatti, non c'è una capacità predittiva molto alta e pertanto nulla vieta che l'evoluzione delle figure non sia attinente alla teoria. Anche in questo caso per considerazioni a valore aggiunto rispetto alla teoria rimando al mio libro.

Triangoli e Cunei

I triangoli ed i cunei prevedono uno schiacciamento dei massimi e dei minimi su due trendline convergenti che formano un triangolo. Nel casi di cuneo, una delle due trend line è orizzontale.

I triangoli, secondo la teoria, sono classificiati in base alla durata:

  • Triangoli che hanno una durata di 3-6 mesi sono propriamente dei triangoli
  • Triangoli che hanno una durata massimo di 2-3 settimane sono chiamati pendants

La teoria vuole che il titolo compia un certo numero di rimbalzi fra i lati del trinagolo e poi esca solitamente in direzione di entrata. Alcune osservazioni, a dire il vero molto rare, indicano che introno ai 2/3 o 3/4 della sua lunghezza abbia a compiersi il breakout, dunque la rottura della fase di congestione dei prezzi accompagnata da volumi consistenti. Si tratta di figure di riferimento a cui il modello reale va adattato.

I cunei sono triangoli ribaltati, ossia con un lato orizzontale, quindi il minimo (od il massimo) è fisso. Sotto un altro punto di vista sono elebaorazioni di doppi minimi o doppi massimi, nel senso che anche l'altro estremo ha un comportamento grafico razionale.

Schema Trinagoli e Cunei

Nella figura ho volutamente riportato due cunei identici ma con differenti entrate, ossia dal basso e dall'alto del cuneo, con comportamento di uscita secondo la regola di entrata. Ma a dire il vero i cunei contrappongono un comportamento inverso al trend principale, ossia in presenza di un trend rialzista i massimi si schiacciano. La figura corretta è dunque quella di destra, il cuneo ascendente, l'altra è rara trovarla e si cerca la figura speculare, quindi il vero cuneo discendendente con i minimi allineati ed i massimi a decrescere tutto inquadrato in un path ribassista.

Se il break-out non si verifica nei tempi stabiliti è probabile che ci sia rispetto per la regola dei doppi minimi o doppi massimi, dunque si contraddice l'andamento di uscita atteso dai triangolo.

Per quanto rigaurda i target di prezzo alla rottura vale quanto indicato in figura.

Schema Target Price Tringoli e Cunei

L'esempio mostra un triangolo simmetrico di consolidamento dei prezzi in una fase toro. Entro i 3/4 si verifica il breakout (punto a) con una successiva fase di ritracciamento (pull-back dei prezzi, punto b) dovuta alla forza dei venditori. Ci sono 2 target:

  • T1, quello standard, disegnando la parellala alla trend line dei minimi.
  • T2, quello di Murphy, ottenuto sommando l'altezza del triangolo al punto di break-out.

T2, per ragioni geometriche, è maggiore uguale di T1. Diciamo quindi che T1 è l'obiettivo minimo.

Bandiere

Le bandiere sono figure caratterizzate da un contenimento dei valori in una banda inclinata sempre nel verso opposto a quello del trend di entrata.

Schema Figura AT Bandiera

Si verificano dopo una fase di grande forza del titolo con movimenti quasi verticali, dette flagpole, e sfociano nella direzione del trend.

Non c'è molto da aggiungere se non ricordare che si tratta di previsioni "sperimentali" basate su una teoria che prevede indecisione da parte degli investitori con forze contrarie al trend principale ma che comunque non ne modificano l'effetto finale, che a lungo termine dovrebbe predominare.


Roma, Gennaio 2005
Content Update Gennaio 2013
Format Update Agosto 2013
Fabio Longo

www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000