Giovedi 14/12/2017 ore 19:41:38 Disclaimer

Battere il Bot BullionVault

Articolo tradotto da un'informativa di BullionVault.com

In questo articolo: tratto da un informativa chiara ed onesta proprio di BullionVault, questo articolo introduce meccanismi elementari di efficientamento dell'acquisto sul book gestito da un robot.

INDICE CORSO DI BORSA     TRADING WAYS

 

La pubblicità ci consente di portare avanti il sito senza metterci del nostro e mantenendo quella totale autonomia ed indipendenza che ci ha sempre contraddistinto ...

 

L'articolo è una traduzione fedele (con aggiunta di chiarimenti in parentesi) di un'informativa di BullionVault giunta alla nostra attenzione, che meritava di essere inserita in questa sezione formativa proprio per onestà e trasparenza sui meccanismi di pricing della loro piattaforma. Essenzialmente il broker spiega come funziona il meccanismo di prezzo sul book di BullionVault e quindi come sia possibile eseguire acquisti più convenienti rispetto a quanto si farebbe comprando al meglio quello che si trova sul book. Questo metodo, ovviamente, è immediatamente applicabile anche nel caso della vendita con un'operatività speculare. Seguono poi alcune considerazioni di merito.

Battere i robot
Come avrete notato i robot informatici (programmi software) di BullionVault trascorrono tutto il giorno alla pubblicazione dei prezzi dell'oro sul pannello degli ordini (book).
Ecco una strategia semplice che è possibile utilizzare per ottenere un piccolo vantaggio su di loro. Un bot di solito fa un prezzo che è più competitivo in piccole quantità. Per esempio (si notino i prezzi di denaro/lettera e le relative quantità per vendita/acquisto):
Book Gold secondo BullionVault

Si può essere in grado convincere il robot a vendere più dei 0.75 Kg proposti al miglior prezzo di $ 40.650. Se volete una maggiore quantità disponibile si potrebbe provare ad acquistare ciò che è disponibile al miglior prezzo per vedere cosa succede. C'è infatti una buona probabilità che il bot deciderà che il prezzo vecchio è ancora valido, e ritornerà ad offrire una maggiore quantità allo stesso prezzo, poco dopo.
Perchè succederebbe questo? Perché il bot non offre più quantità nella prima offera ? Beh, è perché i bot sono programmati per rendersi conto che potrebbero non avere le migliori informazioni. C'è una buona probabilità che (noi) si sappia qualcosa che (loro) non lo sanno. Così, dopo ogni vendita il bot aspetta un po' di tempo e poi ricontrolla tutte le sue fonti (informative) di prezzi di oro e argento per ricostruire il book. Se tutto è normale probabilmente inserirà di nuovo lo stesso prezzo (con certe quantità). Quindi la ragione per cui si ottiene un prezzo migliore acquistando a poco a poco in questo modo è perché dà al bot una possibilità in più di controllare che non è per caso che si sta vendendo oro o argento a buon mercato. BullionVault vuole essere incredibilmente ad un buon valore, ma non è stupido! (migliore traduzione possibile di: BullionVault wants to be incredibly good value, but not stupid!). Infatti questa non è una strategia garantita. Se il prezzo è in movimento, il prossimo prezzo inserito potrebbe essere anche un po’ più alto, quindi è necessario saper scegliere il momento, ma questo è solo una di una serie di strategie che è possibile utilizzare su BullionVault per migliorare i termini del trade.


Pur non facendo luce su quali siano i controlli di prezzo che un robot di book esegue ad ogni acquisto/vendita, che immaginiamo sofisticati e tesi a creare un leggero spread denaro/lettera rispetto ad un fair-value di riferimento, questo articolo mostra come sia possibile tentare di acquistare in modo più efficiente rispetto di un acquisto eseguito al meglio su un book gestito da un robot, almeno quando le quantità desiderate siano superiori a quelle messe in offerta. Prodotti di questo tipo, come anche prodotti derivati sui mercati finanziari tradizionali (es MTA), hanno infatti una gestione del pricing necessariamente basata su un robot e questo metodo rappresenta un micro efficientamento per il trading.
C'è comunque da considerare anche il profilo commissionale: se la piattaforma di trading non prevede una commissione fissa su ogni ordine, ma solo una percentuale sul totale scambiato, il metodo esposto probabilmente non introduce alcuna negatività, come ad esempio proprio nel caso del broker in esame che applica una percentuale "flat" sull'acquisto (o vendita) senza ulteriori costi di commissioni (es 0.5%); se invece si applica un costo fisso, tipo costo fisso di di transazione su mercati azionari americani, il vantaggio di prezzo che si avrebbe acquistando in un solo ordine anche dalla seconda o terza posizione sul book, potrebbe venire annullato ed addirittura superato da un maggior costo di transazione complessiva.
Ultima valutazione è la poca significatività di tutto questo per un'operatività da trading sui titoli, dove invece si va a combattere con macchine software HFT che hanno scopo del tutto differenti; non sono soggetti istituzionali di market making, quindi bot per fare il mercato, ma macchine software di privati con obiettivi di speculazione con micro transazioni o peggio via manipolazione del mercato (es short selling e poi short coverage, transazioni false ed altro che trovi qui).

Italia, Novembre 2016
Fabio Longo

www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000