Mercoledi 19/12/2018 ore 05:14:02 Disclaimer

Rottura dei Massimi e Bull Trap

In questo articolo: Bullish Bull Trap concetti di riconoscimento trappole per tori con descrizione qualitativa connotati tecnici

INDICE CORSO DI BORSA     TRADING WAYS

 

La pubblicità ci consente di portare avanti il sito senza metterci del nostro e mantenendo quella totale autonomia ed indipendenza che ci ha sempre contraddistinto ...

 

Questo articolo è stato scritto nel 2007 e ritengo sia valido anche a distanza di tanti anni. La valenza è limitata a periodidi trend bullish in cui si vanno appunto a rompere resistenze relative od assolute.

Chi si cimenta con il trading ha imparato ad entrare sulla rottura con forza dei massimi relativi od assoluti in quanto questa scelta spesso vincente soprattutto se motivata da ragioni che pososno essere "fondamentali" o tecniche.

A livello daily ma sopratutto intraday possono realizzarsi però delle trappole per tori, ovvero viene simulata dal marcato (dai gestori del titolo) la rottura dei massimi o di significativi livelli di resistenza per ingannare coloro che andranno ad assumere una posizione long. Una delle tattiche di trading è quella di entrare sulla forza alla rottura delle resistenza, teoricamente con stop allo stesso valore di ingresso. Quello che può succedere e da cui bisogna difendersi è appunto la bull trap ma anche solo di unfallimento della dinamica di forza. A tale scopo alcuni attendono la formazione di pattern successivi alla rottura della resistenza che dovrebbero aumentare l'affidabilità del segnale, ma poco conta per chi guarda il mercato sempre con quella diffidenza e pessimismo in cuiqualsiasi cosa si possa fare l'esito sarà comunque fallimentare.

Presi ad esame nella descrizione originale il titolo Premafin HP quotato su Milano, titolo su cui io vidi in opera la prima bull trap di rilievo e titolo di bassa valenza in termini di fondamentali. Si aveva una resistenza di lunga memoria (oltre i 5 anni, forse ben 16) a 2.55 euro.

resistenza storica

E' chiaro che dopo tanti anni di contenimento alla rottura di quel valore i trader entrino in posizioni long.

Nell'ultimo periodo, il 26 Febbraio 2007, si evidenzia la rottura intraday fino a 2.60, con close a 2.585, quindi definisce un ingresso long. Nei giorni precedenti ci fu un path di 2 candelstick di esaurimento bull, ovvero bear reversal pattern, che suggeriva nuovi massimi di periodo con inversione di tendenza. Quindi i più saggi avrebbero lasciato la posizione, la candela rossa in open confermava il sentiment orso anche se non andava ad indivuare un breakaway da quota 2.50. Ma il 26 Febbraio il cambiamento inaspettato con nuovi max confermati al close.  Sembra che aveva reagione chi era entrato long. Ma alla fine anche questa è risultata un trappola in quanto chi è entrato si è trovato impiccato, se non fosse passato lo stop, con un candle lungo e negativo in area 2.45 (-6%). E' una trappola od un attacco non riuscito per via di condizione di mercato ? Poco importa, consideriamola trappola.

esempio bull trap

Altra trappola nel cerchio di ultima seduta. Strappo nel giorno precedente fino a 2.55, con volumi, e classica candela da insostenibilità dei prezzi: apertura successiva a 2.52 con close a 2.48, sempre sotto l'apertura. E forse ci sono esempi ancor più calzanti di quello qui indicato, con volumi, che nella lettura del "nastro" prezzi/volumi sui tempi, suggerirebbero un cambio di trend confermato dai volumi.

La bull trap solitamente prevede un open in forte gap col close o con il max precedente. La ragione del gudagno per chi la realizza, soggetti in mano di di grosse quantitativi di titoli oppure di capitale a sufficienza per l'acquisito e senza ostruzione di un altro operatore, è nella vendita a prezzi superiori agli acquisti. Nella schematizzazione più semplice vengono infatti transate tutte le lettere su diversi livelli di book a partire da un un dato livello, con un numero N di azioni. Quando entrano in denaro trader o comunque il mercato con una quantità totale di azioni superiori a N, ovvero molto superiore, viene liquidato il quantitativo in denaro del book fino ad arrivare al punto in cui si esauriscono i pezzi ad un prezzo superiore all'acquisto di prima. In pratica chi realizza la trap compra ad un valor medio inferiore a quello in cui le rivende successivamente ai trader in massa che si accodano in denaro. Non è sbagliato pensare che si hanno ulteriori benefici se si possiede già un quantitativo di azioni a minor prezzo da scaricare successivamente assieme a quelle comprate in seduta, dando luogo a vendite a prezzi ben superiori a quelli origine e distribuendo inoltre azioni "esaurite" al mercato dei trader.

Riconoscere una bull trap non è facile, e il metodo dello stop loss in questi casi evita fastidiosi rompicapo od anche perdite laddove si volgia comunque calvacare la potenzialità di un rialzo e di un nuovo ciclo Bull per uno strumento. Si rinuncia a capire e si opera con dei limiti. Entrare sulla forza di un opening GAP è quasi “doveroso” per un trader azzardato, in quanto pur se il GAP potrebbre chiudersi in poche ore o giorni, nel frattempo potrebbe fare un rialzo da sospensione e chiaramente un bel profitto in poco tempo. Sono questi i casi in cui la trappola è evidente, per così dire, ma essendo trappole ci sono modi ben studiati per simulare un nuovo ciclo bull. Volendo cercare di riconoscerla, i connotati sono:

  • apertura in GAP o forte trend a rottura di una resistenza. Oppure ripresa da configurazioni di bottom tipo doppio minimo, testa e spalle rovesciato, dragon-fly ecc... tutto ciò che lascia presagire un ciclo positivo su base di qualche AT. Se ci sono segnali di AT a favore della posizioni long la bull trap è molto probabile.
  • volumi sostenuti, a conferma di quanto detto sopra
  • spostamenti di diversi punti percentuali (5%) nelle prima ora
  • formazione di patter di candlestick di tipo Bull Reversal o meglio Continuation di un trend nei giorni precedenti, che ha spinto il titolo a dei livelli importanti di resistenza
  • news flow positivo

Roma, Aprile 2007
Content Update Gennaio 2013
Format Update Agosto 2013
Fabio Longo

www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000