Giovedi 13/12/2018 ore 09:44:49 Disclaimer

Candlestick (Candele Giapponesi)

In questo articolo: Introduzione Candlestick Candele Giapponesi Long Blach White Body Marubozu Opening Bozu Closing Bozu Short Body Spinning Top Upper Lower Shadow Dojy Lines

INDICE CORSO DI BORSA     TRADING WAYS

 

La pubblicità ci consente di portare avanti il sito senza metterci del nostro e mantenendo quella totale autonomia ed indipendenza che ci ha sempre contraddistinto ...

 

Introduzione

Come nota introduttiva di valore della review del 2013 rispetto alla pubblicazione originale del 2005, il metodo analitico delle candele giapponesi rappresenta un mito dell'analisi tecnica ma a mio avviso, nei mercati finanziari moderni, la valenza dei segnali predittivi buy/sell offerti da questa analisi non è affatto alta; sostanzialmente direi medio-bassa ossia leggermente superiore al 50% di probabilità di successo. Solo corredando questa analisi con ulteriori elementi, come descritto nel mio testo Trading Ways, si può avvalorare il segnale teorico offerto dall'analisi di candlestick, pervendendo a segnali operativi maggiormente attendibili.

Del resto sono strumenti analitici molto comuni e diffusi, da tempo utilizzati anche da software di signaling long/short, quindi ben sfruttabili da chi fa il mercato per mietere vittime fra i trade on line. Quanto segue quindi è la pura nozione teorica così come appresa durante la mia formazione negli anni precedenti al 2005.

Il metodo delle candele giapponesi è un metodo molto antico di previsione dei prezzi di un bene. Nato nel Giappone orientativamente nel 1700 con il "trader" giapponese Munehisa Homma e destinato alla previsione del prezzo del riso, questo metodo di analisi tecnica è uno degli strumenti di borsa maggiormente utilizzati dagli day-trader per la previsione dei prezzi .

Molti dei vocaboli utilizzati per descrivere le figure dell'analsi delle candele giapponesi traggono spunto proprio da termini bellici, causa un forte parallelismo tra la vera guerra e quella solo figurata della speculazione commerciale.

Senza voler anticipare le conclusioni di questa trattazione, che ritengo molto affascinante, c'è da dire che anche questo metodo analitico vuole fornire indicazioni relativamente precise in alcune specifiche circostanze, indicazioni più deboli e meno attendibili in altre, ed addirittura nessuna indicazione nella maggioranza dei casi.Inoltre, come tutti i metodi di analisi tecnica, non può ovviamente predire eventi "economici fondamentali" ma solo indicare cambiamenti (o conferme) del trend basate sull'osservazione dell'andamento dei prezzi precedenti.

L'analisi di candlestick può essere utilizzata all'interno di un arco temporale micro (minuti e ore)breve (giorni), medio-breve (settimane), medio (mesi) rivolgendosi ad "aggregazioni" dei dati settimanali. L'analisi delle candele evidenzia le forze del momento trascurando quella che è la storia di un titolo per concentrarsi sul valore della sessione precedente, od al più del breve passato. Ricalca dunque quelle che sono le logiche del mercato di beni e prodotti in termini di domanda/offerta.

La candela

La candlestick è definita da 4 valori (numeri) relativi all'andamento del titolo all'interno di una sessione di borsa.

  1. Apertura
  2. Chiusura
  3. Minimo
  4. Massimo

Questi 4 volori determinano la ragione di corpo (real body) definita da apertura chiusura e di ombre (shadows) definita da massimo e minimo.

Schema Candela

Per quanto verrà nel seguito è conveniente conformarsi alla terminologia inglese, in modo da familiarizzare con termini propri dell'analisi di candlestick che sono largamente utilizzati nella letteratura di borsa. A tal proposito la letteratura occidentale preferisce grafici di OHLC (Open, High, Low, Close), identici per contenuti ma diversi nella rappresentazione grafica perchè prevedono linee per rappresentare i valori di apertura e chiusura (anzichè figure bi-dimensionali come il corpo).

Schema Candela in Inglese

La prima distinzione della candela è quella del colore, nero (od anche rossa) in caso di chiusura inferiore alla apertura, bianca in caso di chiusura maggiore della apertura.

Nel caso di candela nera il significato è che hanno prevalso le vendite sugli acquisti, il contrario nel caso di candela bianca segno della predominanza degli acquisti sulle vendite.

Ma il colore della candela non è l'elemento significativo di questa analisi, quanto i seguenti:

  1. Ampiezza del real-body
  2. Ampiezza delle shadow-line
  3. Rapporto fra le shadow-line ed il real-body.

Quello che una candela non può rappresentare è il movimento interno alla sessione, ossia quante volte sia raggiunto il massimo (H), o se questo sia stato raggiunto prima o dopo il minimo (L). Tuttavia evidenza quelle che sono le proporzioni tra i valori più importanti di una sessione (OLHC)

A seconda delle combinazioni vengono definite delle figure con specifici significati, ossia in base all'andamento dell'ultima sessione e di quelle precedenti si prevedono evoluzioni successive.

Le figure base

Ci sono 16 figure particolari definite figure base che descrivono l'andamento della seduta. Di seguito i dettagli.

Schema Candela base

Long White Body (Black White Body)

Una candela "long white body" è caratterizzata da un corpo bianco consistente e da piccole shadown line. Indica un forte segnale positivo giacchè il titolo ha chiuso sopra l'apetura e quasi al massimo di seduta. Condizioni speculari nel caso di body nero, quindi forte segnale ribassista.

Anche fuori di un contesto di pattern, la candela lunga è segno molto determinato, in positivo od in negativo.

White Marubozu (Black Marubozu)

Si tratta della tipologia Long Body a cui mancano completamente le shadow line. Dunque i massimi ed i minini di seduta corrispondono ai valori di chiusura e di apertura, nel caso di White Marubozu, mentre nel caso Black Marubozu il valore di chiusura corrisponde al minimo e quello di apertura al massimo. Sono candele che indicano segnali pressochè deterministici di un forte trend al ribasso nel caso nero e di un forte trend al rialzo nel caso bianco, probabilmente legati ad eventi importanti (trimestali, lanci di prodotti, alleanze ..) che tendono a perdurare nei giorni successivi. Bene sarebbe anticiparli ovviamente anche se questo è praticamente impossibile.

White/Black Opening/Closing Bozu

Queste quattro tipologie di candele sono caratterizzate da un consistente Real Body a cui manca una delle due shadow line, in pratica una via di mezzo fra un Marubozu ed un Long Body. Anche in questo caso, causa il long body, testimoniano un trend rialzista o ribassista moderati od amplifiicati dalla presenza della shadow line in funzione del colore e della posizione (riflettendo un attimo è immediatamente chiaro quale sia la shadow moderatrice od amplificatrice).

Di per se non forniscono grandi indicazioni se prese singolarmente, ma come vedremo il loro riconoscimento all'interno di specifiche combinazioni fornisce importanti indicazioni per il futuro. Nell'esempio seguente si osservano figure di Long White Body e Marubozu con i successivi valori del titolo in linea con i trend predetto dalle candlestick. Si tratta del titolo Novell su Nasdaq.

Segnali White Black Opening Closing Bozu Candlestick

Dunque per candele "long real body", con o senza shadow, i segnali sono di conferma del trend.

Short White Body (Short Black Body)

Caratteristica di questa tipologia è un real body molto piccolo ed altresì delle shadow molto piccole.

In pratica la sessione si è appiattita sui valori di apertura con un chiaro stato di congestione/blocco dei prezzi in attesa di eventi scatenanti. Tanto più la lower shadow eguaglia la upper shadow, ossia tanto più la figura appare simmetrica, tanto più il segnale di congestione è forte.

Spinning Top

Si tratta di figure tipo short body ma con delle shadow line molto pronunciate. Indicano un chiaro stato di indecisione del mercato, giacchè i valore di apertura e di chiusura sono molto vicini ma durante la seduta di borsa il massimo ed il minimo si sono allontanati molto dall'apertura pur senza prendere una determinata direzione di trend (in chiusura).

Anche in questo caso tanto più la figura appare simmetrica tanto più il segnale di indecisione del mercato è forte. Osservare uno spinning top all'interno di un determinato trend è sinonimo di instabilità del titolo con probabile inversione da confermare nelle sedute successive o con l'analisi dei volumi. Questa indicazione può sembrare inutile, ma torna comoda almeno per sconfortare decisioni non completamente avallate dall'analisi tecnica.

White/Black Upper/Lower Shadow

Si tratta di figure caratterizzate da una unica shadow line molto pronunciata, o in alto (Upper Shadow) o in basso (Lower Shadow) che insistono su un real body bianco o nero. Le upper shadow, ossia quelle con il real body in basso, sono indicazione di un mercato tendenzialmente ribassista indipendentemente dal colore della candela. In effetti il titolo rimane compresso nel valore basso della candela, ossia nel real body, smorzando ogni tentativo di rialzo. Il sentiment ribassista è "moderato" nel caso della candela bianca, causa il fatto che la chiusura è comunque stata superiore alla apertura.

Si noti come due candele apparentemente simili possano darte indicazioni completamente differenti: una White Upper Shadow ed una White Closing Bozu, che differiscono solo per le proporzioni fra shadow e real body, indicano segnali completamente differenti fra loro: la prima debolezza/incertezza/inversione, la seconda forza conferma di trend. In effetti la "legge" di mercato è che nel primo caso le forze ribassiste prevalgono (entro un certo limite) nel secondo le forze rialziste vincono causa il long body.

Analogamente  alle upper shadow le lower shadow, ossia quelle con il real body in alto, sono indicazione di un mercato tendenzialmente rialzista indipendentemente dal colore della candela. In effetti il titolo non riesce ad essere schiacciato nel valore basso della candela resistendo al tentativo di ribasso.Il sentiment rialzista è "moderato" nel caso della candela nera.

Nell'esempio seguente si osservano figure precedentemente descritte con i successivi valori del titolo in linea con i trend predetto dalle candlestick. Si tratta del titolo Red Hat su Nasdaq.

Segnali White Black Shadow Candlestick

Doji Lines

Questo gruppo di quattro figure sono caratterizzate dall'assenza del real body, ossia da valore di apertuta e chiusura identici. Sono assimilabili a questa tipologia anche candele che hanno un real body estremamente piccolo, dunque trascurabile rispetto alle shadow.

Le "Dojy" indicano di per se un segnale di indecisione di trend del titolo, ma quando sono inserite all'interno di un trend determinato sono indicazione di una inversione del trend, soprattutto se confortate da altri indicatori come l'indice di ipercomprato (nel caso di trend positivo) o iper-venduto (nel caso di trend negativo). Queste figure spesso necessitano della conferma della seduta seguente per confermare l'inversione del trend, ma vanno comunque osservate e ricercate proprio per la loro importanza.

Doji Line Candlestick

La classica doji-line ossia quella in cui "la croce" è spostata verso il basso, è spesso individuata all'apice di un trend positivo ed in pratica indica un imminente cambio di trend. In effetti il titolo chiude agli stessi valori e anche se si sposta sopra la chiusura durante la seduta tale valore non viene mantenuto. Si noti che questa affermazione sembrerebbe poter essere obiettata al contrario, nel senso che si può porre l'accento sul fatto che il titolo è comunque salito durante la sessione, ma nell'ambito di un trend positivo questa considerazione poco importa perchè tale trend viene interrotto e si chiude come in apertura. Inoltre se l'analisi dei volumi ne dimostra l'aumento rispetto la media, allora il segnale di inversione è ancora più forte (si veda paragrafo dei volumi)

La long-doji-line è una doji line simmetrica, segno che il mercato degli investitori si è praticamente diviso a metà tra coloro che sono stati orientati alla vendita e quelli all'acquisto, senza però uscire dal valore di riferimento di apertura, dunque con una sostanziale parità di "sentiment". E' a mio avviso un segnale di forte indecisione se preso singolarmente, ma inquadrato in un trend forte, rialzista o ribassista, ne decreta ragionevolmente l'inversionea meno di non individuare fenomeni di trappole (bear o bull trap).

Il gravestone-doji-line è la candela in cui "la croce" è al basso, segno che l'apertura e la chiusura rappresentano il minimo di sessione, dunque implicano necessariamente una sessione sopra l'apertura ma con ripiego in chiusura. Questa figura è considerata la morte del titolo, ossia inversione certa di un trend positivo o nel caso di trend negativo (o di un minimo) un momento particolare per la sorte del titolo. Al solito si tengano presenti valutazioni di tipo manipolativo quali trappole.

Per analogia il gravestone-doji rovesciato (detto Dragon Fly) è la candela in cui "la croce" è al top, segno che l'apertura e la chiusura rappresentano il massimo di sessione, dunque implicano una sessione sempre sotto l'apertura ma con ripiego in chiusura. Di per se è un segnale non positivo che apre a possibili evoluzioni positive, nel senso che c'è stata una forte ripresa in chiusura, ma se inquadrato in un tren ribassita crea nuovi supporti dunque conferma uno scenario di ulteriore ribasso per le prossime sedute. Anche in questo caso, presa singolarmente, è una figura di indeterminazione del trend che necessita di segnali successivi, ma inquadrato in trend ribassista ne indica quasi sempre l'inversione.

Le doji line vanno ricercate ed analizzate con più disciplina ed attenzione rispetto alle altre figure, giacchè sono segnali di indecisione/inversione da associare in primis a considerazioni di trend e secondariamene ad altri indicatori tecnici e valutazioni di più ampio respiro come già precisato in introduzione. Come vedremo all'interno di patterj hanno maggiore valenza.

Nel seguente esempio si evidenziano due doji line "quasi gravestone" che predicono 2 comportamenti diversi, giacchè il primo è all'interno di un trend ribassista, il secondo all'interno di un trend rialzista.

Doji Line Candlestick casi reali

Roma, Gennaio 2005
Content Update Gennaio 2013
Format Update Agosto 2013
Fabio Longo

www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000