Mercoledi 19/12/2018 ore 05:13:09 Disclaimer

Esempi Onde di Elliott

In questo articolo: Esempi Teoria di Elliott su casi reali del mercato azionario con rispetto delle proeizioni teoriche delle onde

INDICE CORSO DI BORSA     TRADING WAYS

 

La pubblicità ci consente di portare avanti il sito senza metterci del nostro e mantenendo quella totale autonomia ed indipendenza che ci ha sempre contraddistinto ...

 

In questo articolo sono riportati esempi di onde di Elliott tesi a dimostrare l'aderenza della teoria, almeno in certi casi. Si rimanda alla sezione della teoria di borsa su delle mie considarazioni circa l'effettivo utilizzo nella pratica.

Negli esempi sono scelti dei casi in cui la teoria ha trova un'ottimo riscontro, ma va ricordato che non sempre le figure si adattano alla perfezione anche forzandone l'interpretazione e le approssimazioni. C'è da dire però che quando la toeria ed il modello delle 8 onde si adattano bene all'andamento dei grafici allora i risultati sono molto precisi.

Onde Implusive - AMD

Nella figura si cerca di modellizzare con Elliott l'andamento rialzista di AMD.

Le onde di Elliott per AMD

Si prenda da riferimento un ciclo minor di 5 mesi da inizio maggio 05.

L'ipotesi è che l'inizio delle tre onde impulsive (1,3,5)  è a inizio luglio da un valore di circa 14 $.

  • Onda 1 termina a circa 18,5 $ . L'incremento è di 4,5 $
  • Onda 2 termina a circa 16,5 $.
  • Onda 3 termina a circa 24 $ . L'incremento è di 7,5  $. La conformazione di onda 3 si può modellizzare con un comportamento esteso di 5 sotto onde, a dir il vero molto poco precise ma comunque assimilabli a un path di estensione 1-5
  • Onda 4 termina a circa 21,5 $. Si noti il fatto che onda 2 è stata lenta e quindi onda 4 ritraccia rapida. 
  • Onda 5 termina a circa 26 $ . L'incremento è di 4,5 $
  • Segue una onda A di ritracciamento "feroce" (chi avesse comprato al topo di onda 5 avrebbe perso circa 5$ a titolo, dunque il 20%.

Come si vede si ha il rispetto delle regole base:

  1. L'onda 2 non può mai scendere sotto l'origine di onda 1.
  2. L'onda 3 non può mai essere la più piccola:
  3. L'onda 4 non può mai scendere sotto il livello della onda 3

Per quanto riguarda le percentuali di ritracciamento e con riferimento alla figura seguente si ha:

Esempio di rapporti delle onde di Elliot

  • H1= 4,5
  • H2 teorico = 4,5 x 1,618 = 7,281 ; H2 effettivo = 7,5
  • H3 teorico = 4,5 x 2,618 =11,78;  H3 effettivo =  12
  • H3 teorico = 7,5 x 1,618 =12,13;  H3 effettivo =  12

Utilizzando invece la previsone delle estensioni sul riconoscimento delle due prime onde impulsive si ha che onda 5 può valere 1, 0618 o 1,618 di onda 1. In questo specifico caso vale estamente quanto onda 1, ovvero 4,5 $.

L'esempio dimostra una forte capacità previsionale della teoria elliottiana in questo specifico contesto. Il margine di errore è notevolmente basso.

Per quanto riguarda le onde A, B, C si può osservare un forte ritracciamento di onda A a superare i minimi di onda 4. Il resto al momento è tutto da definire. Tuttavia si sa che la teoria elliottiana è molto incerta dopo onda 5, e comqunque evidenzia comportamenti instabili od orientati al ribasso.

L'analisi a posteriori rivela che il titolo successivamente si è spinto da 20 fino a quota 42.5 circa con un gigantesco percorso di crescita, per poi ripiegare fino a sotto 12 euro alla data di Aprile 2007, in altrettanta drammatica realtà. Quindi praticamente non vi è stata una vera e propria ABC ma a seguire di questo ciclo si è innestato un ciclo di più ampia scala. Per queste spiegazioni rimando sempre alle conclusioni della sezione dedicata alla teoria di Elliott:  la realtà non è come la teoria racconta, ma la teoria è utile.

Onde Implusive - CISCO

In questo secondo esempio si osserva un path ribassista per il titolo CSCO, uno dei titoli più importanti di Nasdaq almeno in termini di milioni di dollari scambiati quotidianamente in borsa.

Le onde di Elliott per CSCO

Anche qui si prendo a riferimento un ciclo minor, da inizio luglio 05.

L'ipotesi è che l'inizio delle tre onde impulsive (1,3,5)  è a metà luglio da un valore di circa 20.2 $.

  • Onda 1 termina a circa 18,8 $ . Il decremento è di 1,4 $
  • Onda 2 termina a circa 19,7 $. La correzione è del 78% sulla prima onda. E' un comportamento ralativamente anomalo nel senso che supera 61,8% ma non si attesta sul 100% (sarebbe stato doppio massimo)
  • Onda 3 termina a circa 17,3 $ . Il decremento di 2,4 $. La conformazione di onda 3 non si può modellizzare con un comportamento esteso di 5 sotto onde, quindi si attende un path esteso in onda 5.
  • Onda 4 termina a circa 18,7 $.  
  • Onda 5 termina a circa 16.9 $ . Si perdono 1,8 $. C'è da dire che la figura non presenta ancora una onda correttiva A, ma questa è la scommessa de me fatta in questo caso specifico in data . Ad avvalorarla i grossi volumi avuti proprio in corrispondenza del minimo e che si sono conclusi con una notevole candela bianca dal corpo relativamente lungo (long body)

Si ha il rispetto delle regole base del caso ribbassista:

  1. L'onda 2 non può mai salire sopra l'origine di onda 1.
  2. L'onda 3 non può mai essere la più piccola:
  3. L'onda 4 non può mai salire sotto il livello della onda 3

Per quanto riguarda le percentuali di ritracciamento si ha:

  • H1= 1,4
  • H2 teorico = 1,4 x 1,618 = 2,26; H2 effettivo = 2,9 (ossia 20,2-17,3)
  • H3 teorico = 1,4 x 2,618 =3,66;  H3 effettivo = 3,3 (ossia 20,2-16,9)
  • H3 teorico = 2,9 x 1,618 =4,69;  H3 effettivo = 3,3

Utilizzando invece la previsone delle estensioni sul riconoscimento delle due prime onde impulsive dobbiamo fare innanzittuo una assunzione di quale sia l'onda estesa. Non riconoscendo nulla in onda 1 e 3 si suppone che sia onda 5 in estensione. Pertanto onda 5 è definita dalla relazione:

Delta(0,3): 0,618 = Delta(4,5): 1 . Si veda il paragrafo dedicato alla teoria.

Il valore Delta(4,5) è pari quindi 4,69, che porta il termine di onda 5 a 18,6- 4,69 = 13,9. Questo valore è sensibilmente lontano da 16,9 ipotizzato come minimo, il che indicherebbe un crollo dei valori poco realistico. Pertanto dobbiamo suppore che sia onda 3 ad essere estesa (anche se non lo è graficamente). Con questa ipotesi Delta(4,5) vale 1, 0618 o 1,618 di onda 1. Facendo l'ipotesi di eguaglianza si ha 1,4 e quindi il minimo è 18,6-1,4=17,2 che è il valore di apertura di onda 5$.

In modo forse un po forzato la teoria si applica con le ipotesi fatte. Si potrà verificare nel seguito. A tal proposito ci si aspetta una rottura imminente della fan line evidenziata in figura.

Alla data dell'Aprile 2007 si osserva che questa intepretazione era corretta in quanto il titolo è successivamente esploso fino ad arrivare in area 29. Questo movimento sembra essere, nel suo complesso, una onda 2 di ritracciamento di un path di più grande scala con valori 17-22-17-29... rispettivamente per i punti 0-1-2-3 della teoria.


Roma, Marzo 2005
Content Update Dicembre 2012
Format Update Agosto 2013
Fabio Longo

www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000