Mercoledi 19/12/2018 ore 04:41:08 Disclaimer

Il metodo di Joel Greenblatt

In questo articolo: Breve introduzione al metodo di Joel Greenblatt.

INDICE CORSO DI BORSA     TRADING WAYS

 

La pubblicità ci consente di portare avanti il sito senza metterci del nostro e mantenendo quella totale autonomia ed indipendenza che ci ha sempre contraddistinto ...

 

Joel Greenblatt, gestore di importanti fondi di investimento e docente della Graduate School of Business presso la Columbia University, è famoso come Value Investor Guru e padre della Magic Formula Investing. Il suo modo di investire in borsa, ovvero sul valore delle aziende (o su aziende di valore), ha creato una vera e propria corrente di pensiero per l'operatività sui mercati finanziari che fa capo l value investing, quel paradigma di investimento definito da Ben Graham e David Dodd sin dagli anni ’30 che prevede diverse forme di applicazione, tutte accumunate dal fatto che si devono comprare aziende il cui titoli sono sotto prezzati sulla base di misure fondamentali, quali alti dividend yield, bassi multipli price/earning e bassi price-to-book ratio.

Per battere il mercato, secondo Greenblatt, sarebbe sufficiente una precisa strategia di gestione del portafoglio e pochi valori fondamentali per eseguire la selezione delle aziende (titoli). Nel suo libro, The Little Book that Beats the Market, evidenzia che una società deve eccellere in due precisi parametri per essere selezionabile: il ROC e la redditività sul valore di mercato, lo EY. Con questi due parametri ed una precisa metodologia di portafoglio management si può costruire una strategia vincente che, a detta di Greenblatt, ha battuto SP500 quasi sempre (oltre il 90% dei casi) ed ha avuto una media annuale di redditività superiore al 30%.

Più in dettaglio la sua metodologia/strategia è sintetizzabile come segue:

  1. stabilire una soglia minima di capitalizzazione di mercato come perimetro iniziale nel quale selezionare i titoli. Questa soglia è citata in 50 milioni di dollari senza ulteriori precisazioni.
  2. escludere aziende del settore utility e finanziario
  3. escludere le “aziende estere” (più precisamente le American Depositary Receipts, quindi scambiabili sul mercato USA ma di proprietà estera)
  4. determinare il valore EY
  5. determinare il ROC
  6. eseguire un “ranking” di tutte le aziende su questi due parametri. Per il significato di ranking rimando ad altri testi ma comunque si tratta di creare una semplice classifica percentuale
  7. comprare le 20-30 aziende con il più alto ranking in un periodo complessivo di un anno, accumulando quindi titoli di due - tre aziende per mese su un periodo di 12 mesi
  8. eseguire un ri-bilanciamento del portafoglio una volta per anno, vendendo i “perdenti” una settimana prima del compimento del loro anno di portafoglio ed i vincitori una settimana dopo tale data.
  9. continuare su un periodo di lungo termine (3-5 anni).

La strategia, che vuole solo "battere il mercato" senza pretesa di fare profitto sicuro, sembra estremamente valente nella sua oggettività razionale, orientata appunto al value investing; sul testo Trading Ways sono indicate sia le modalità con cui calcolare EY e ROC sia alcune valutazioni sulla strategia del Value Investing e delle Formule Magiche, che si applicano in generale e quindi anche al metodo di Joel Greenblatt.


Italia, Gennaio 2016
Fabio Longo

www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000