Mercoledi 19/12/2018 ore 04:38:52 Disclaimer

Lo "Scrollo"

In questo articolo: Corso di Borsa Scrollo titolo borsa manipolazione mercato paura

INDICE CORSO DI BORSA     TRADING WAYS

 

La pubblicità ci consente di portare avanti il sito senza metterci del nostro e mantenendo quella totale autonomia ed indipendenza che ci ha sempre contraddistinto ...

 

Questo articolo è stato scritto nel 2007 e ritengo sia da considerare valido come nota qualitativa su alcune dinamiche di tipo manipolativo.Più in dettaglio si fa leva su aspetti della psicologia del trader (la paura) piuttosto che su prassi di trading (il famoso quanto errato stop loss,a meno di non essere sul derivato) per indurre a lasciare una posizione long che è destinata a dare profitti.

Con questo termine si indica una dinamica del prezzo del titolo tesa a far rinunicare quanti più investitori possibili.

E' un momento di grande tensione frutto di una tattica "meschina" e manipolativa delle mani forti che vogliono o entrare in possesso di un gran quantitativo di azioni, poco prima di inziare a pompare i prezzi ed iniziare la fase di trend positivo del titolo, oppure evitare che altri possano prendere profitto da loro ricoperture short. Ovviamente la dinamica ha sempre la solita conclusione ossia penalizzare i piccoli investitori e trader.

E' chiaro che si tratta di movimenti molto consistenti di vendita di azioni, capaci di magiare diversi livelli di book con ordini eseguiti anche in pochi secondi, quindi al meglio. Quello che distingue questa vendita da una di effettiva uscita "per sell" è che viene movimentata una quantità relativamente bassa di titoli, ovvero il meno possibile, l'importante è che il prezzo del titolo scenda di una percentuale sensibile che scoraggi nuovi investimenti o che meglio provochi un disinvestimento tipo stop-loss. Sotto una certa soglia, quella desiderata o forse impostata su macchine software quali HFT, scattano ingenti ordini di vero rialzo dei prezzi. L'accumulazione solitamente è già avvenuta prima.

Lo scrollo può avvenire in minuti, ore, anche giorni. E' veramente difficile, non sapendo chi sta operando e con quali quantità a disposizione, stabilire regole quantitative su quanto debba perdere il titolo e con quali volumi.  Una relazione rispetto alla percentuale di titoli disponibili sul mercato ed ai volumi di accumulazione precedenti alla fase di scrollo è chiaramente la strada per definire il tetto massimo di movimento titoli ai fini di questo "gioco". Noi successivamente al 2007 ci siamo fatti delle idee relativamente ai livelli di ritracciamento, contenute sul mio testo. Ma la ripartenza, per quello che ho visto, è legata più ad un vero ordine di start, ovvero di via alla salita dei prezzi, che di accumulazione e volumi dello scrollo in termini di titoli.

Fino a qui è una dinamica semplice e facilmente sfruttabile per un trader che sia semplicemente attento, peccato che qualche volta si vedono delle vere e proprie finte, dei tranelli, in cui si simula tutto questo per poi, liquidati un certo numero di titoli, si da il via ad una fase di ulteriore ribasso, e così si rimane impiccati molto facilmente. La borsa e le sue dinamiche sono sempre ambigue, anche perchè c'è sempre una lotta intrinseca di venditori/acquirenti e soprattutto perchè nel breve termine ogni azione che si compie ha più altra probabilità di essere fallimentare che di successo.Gli operatori di borsa sono persone molto furbe, diciamo orientati a fare bene il loro mestiere.


Roma, Gennaio 2007
Content Update Gennaio 2013
Format Update Agosto 2013
Fabio Longo

www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000