Lunedi 10/08/2020 ore 13:42:09
Home Corso di Borsa Trade Blog Libro Trading Ways Trading Utility Market Forecast Disclaimer

 

"Seduta del 10 Gennaio 2012"

 

January, 2013


Seduta del 10 Gennaio 2013

10 January, 2013

risorgere dal nullaOramai è divenuta una noia il ripetere sempre lo stesso commento senza nemmeno godere di vantaggi consistenti da quanto sta succedendo in questi giorni: ancora una seduta di trend, iper-comprato, over-performance FTSE/MIB rispetto agli altri mercato, bancari ferocemente rialzisti, nessun segnale di reverse, volumi elevati, target rialzisti (i nuovi) non colpiti: continuum.

Poniamo quindi l'accento su alcune considerazioni di merito trading. In particolare sono due: la valenza della strategia che avevamo impostato per il 2012 ed il setup di fine anno.

 

Per il primo punto noi, sull'azionario, avevamo chiaramente una strategia esente stop loss, ossia MAI VENDERE IN LOSS e continuare ad accumulare in modo piramidale su nuovi minimi dei titoli in portafoglio, proteggendo con posizioni short su indice sia come hedging di portafoglio sia come trade di breve periodo. Con questa strategia avremmo fatto bei soldini se alcune circostanze non fossero accadute nel secondo semestre del 2012. In particolare eventi della vita privata che ci hanno obbligato da un lato a raccogliere liquidità dalle posizioni in profitto per utilizzarla a scopi extra-trading (e quindi non abbiamo piramidato un cazzo) dall'altro a non essere completamente committed al trading per via di eventi di natura sentimentale che hanno preso il sopravvento senza che facessimo nessun tipo di resistenza. Ciò ovviamente è stato il nostro errore da innocenti perchè oggi avremmo incassato una bella somma... ad esempio Intesa SanPaolo l'avevamo in carico a 1.46 circa e non accumulammo ancora nelle discese estive che la portarono a valere addirittura sotto l'euro. Oggi ci siamo portati a casa la posizione poco sopra al pareggio, avendo comprato ancori oggi li avremmo sfasciati di mazzate....  

 

L'altra considerazione è legata alla fine potenziale della crisi nel fine anno 2013, di cui parlavano nei commenti del 2012 al pivè, in una data che coincideva con il setup di Bradlay ed al termine di una porzione importante del Gann Square: 48/64 del tempo del quadrato, ossia lo 0.75.

Non siamo di questa ipotesi (fine della crisi), benchè di view bullish fino a Marzo (cfr. Forecast Mercati finanziati per il 2013) perchè avremmo voluto vedere un minimo per fine anno, ma qualcosa di importante è comunque successo in quella data. La dinamica nel complesso ci insospettisce, tuttavia, che per il lunghissimo termine (anni ed oltre) non saranno quelli del 2009-2012 i minimi che contano, almeno per il nostro mercato. Ma forse non importa più di tanto per chi vuole fare trading e non cassettista. 

 

Segnaliamo che abbiamo terminato il sondaggio sui mercati e nel fine settimana scriveremo il report

Segnaliamo infine che abbiamo dato una sistemata agli articoli esistenti del corso di borsa e ci prepariamo a nuovi articoli tra cui il primo sarà quello del deprezzamento sistematico degli ETF (alcuni), che chiameremo, come piace ad alcuni amici, con il termine DECADIMENTO.

 

Vorremo scrivere anche due belle righe di questioni personali, belle in termini di profondità del contenuto (IL DESTINO), ma lo rimandiamo a quando saremo meno irritati dal correre a destra ed a sinistra, peraltro reduci da un dispiacere addirittura più profondo di quello di perdere una persona cara. Rinascere è il nostro destino.

 

posted on: 17:46