Sabato 15/08/2020 ore 16:18:08
Home Corso di Borsa Trade Blog Libro Trading Ways Trading Utility Market Forecast Disclaimer

 

"Seduta del 20 Marzo 2012"

 

March, 2013


Seduta del 20 Marzo 2012

20 March, 2013

Con circa mezz'ora di anticipo rispetto al close commentiamo la seduta in ipotesi che i close saranno questi (circa).

In questi due giorni i mercati sono stati dominati, formalmente, dalla vicenda Cipro che si è ben incastrata nella nostra view metafisica di timing (S9T nello specifico) che dava il nostro mercato in angolo bear fino al 19 Marzo. Proprio ieri abbiamo visto un minimo sul nostro mercato che oggi invece riprende "pimpante" ed in over-performance rispetto al resto dei mercati (per il solito peso dei bancari che procedono con prestazioni superiori al 2%). Bene quindi la nostra impiantistica di timing.

Per adessoperò  non andiamo da nessuna parte: la forza rimane ribassista, almeno fino a close over 16100 punti FTSE/MIB.  Sopra questa soglia diversi livelli di upsize del mercato a fasce di 400 punti circa (fra cui la fan bull persa).

Importante però la giornata di oggi e di domani in quanto c'è un doppio setup: stagionale (primaverile) e del terzo mercoledì del mese, quindi di medio e di breve periodo (al solito leggeremo anche il close di domani per evitare fenomeni di rumore). Il mercato Americano si trova sul suo massimo storico e speriamo che non voglia iniziare una flessione proprio fra oggi e domani ... che rimandi di qualche giorno altrimenti sarebbe triste.

 

L'operatività trading non ha visto nulla di fatto in questi 2 giorni; non siamo approdati al livello che cercavamo (15300-15100 FTSE/MIB) per liquidare le nostre posizioni short FTSEMIB (hedge) e nemmeno possiamo pensare di chiuderle senza close over 16100. In ogni caso non le chiuderemo, benchè passeranno in perdita, proprio nella speranza che vadano a stop facendo cassa sul malloppo ETF Lyxor FTSE/MIB che non riusciamo ancora a vedere ancora sopra il nostro PMC (15200 circa) a distanza di qualche settimana. Non ci andiamo quindi ad impicciare su altre posizioni, fra cui ENI che ha rotto una fan bear e continua a rimanerci sopra....

 

posted on: 16:57