Sabato 15/08/2020 ore 03:31:57
Home Corso di Borsa Trade Blog Libro Trading Ways Trading Utility Market Forecast Disclaimer

 

"Seduta del 25 Giugno 2013"

 

June, 2013


Seduta del 25 Giugno 2013

25 June, 2013

Commentiamo dopo un lunedì che ha consegnato alcuni target ribassisti sul nostro mercato e che sembrava potesse attivare un segnale di bull reversal. La seduta di oggi non aggiunge nulla, purtroppo, rispetto a ieri: non c'è ancora un bullish reversal nonostante il notevole ipervenduto che si è accentuato nell'ultimo periodo sulle scenario di politica monetaria USA. Mentre gli altri mercati vanno benone, nei termini che resistono meglio, il nostro FTSE/MIB soffre proprio per via del peso dei bancari. Notiamo uno spread ITA-GER che si è riportato sopra i 300 punti base: quando a Febbario con lo spread sotto i 250 pt base consigliavamo di votare Monti "per il bene del paese" (garanzia di lobby bancarie pro-paese, politica economica "sana", immagine del paese ecc... ) qualcuno a noi vicino ci ha anche rimproverato: con i comunisti di merda al governo, non c'è proprio da essere allegri; ci meritiamo quanto succede perchè ovviamente la politica del governo del coglione Letta sarà a favore della spesa pubblica, sostenendo l'impiego e le ruberirie di province, regioni, comuni, ministeri di merda che fanno gare d'appalto da milioni senza nessun razionale, solo per spartirsi la stecca con la solita storia dei distributori e dei rivenditori: l'intermediario compra a 10 da un'azienda produttrice, vende a 20 al ministero e i 10 d'avanzo si dividono tra le parti con fondazioni, consulenze e servizi mai erogati, spese di rappresentanza ed altre invenzioni della mente ladra. Questo scenario unito a considerazioni metafisiche, tecniche (close sotto i 15100) e geo-politiche sostengono un futuro in linea con i nostri predict: a fine anno 2012 (e poi per tutto l'anno sul nostro privè) parlavamo di tenuta del mercato fino a massimo inizio estate e così è andata.... anche se preferivamo essere sconfessati dai fatti e speriamo ancora oggi di sbagliarci con il pallino dei target in area 11000 punti FTSE/MIB, quando poi il paese verrà svenduto a musi gialli, russi, sceicchi, americani e tedeschi, proprio per il suo peso nello scenario commericale mediterraneo.

Noi vedevamo una gamba rialzista in questo perido (e l'attendiamo ancora) anche se la nostra operatività è stata molto azzardata in tal senso (long) e probabilmente avremmo fatto bene a metterci short in linea al nostro forecast di medio periodo piuttosto che di breve. Ma siam fatti così: vedevamo l'ultima gamba rialzista prima dell'ultima grande gamba ribassista ....

 

Per il trading ieri abbiamo preso SNAM per via del peso relativo sul paniere e uno slot disponibile sul portafoglio ma oggi siamo sotto. Oggi però non ci siamo lasciati sfuggire il profitto su UC in open, vedendo target ribassisti del mercato almeno in area 14800 (per il momento). Oggi siamo entrati su Banca Popolare Milano (PMI) che secondo noi dopo 7 giorni di candle nere (bear) e target manipolativi raggiunti al close potrebbe inveritre o rimbalzare one-day (short coveraging) consegnando un bel rimbalzo domani su qualche news tirata fuori dal cilindro. Sottoscritto inoltre l'aumento di BPEL, la banca dei Muratori dell'Etruria e del Lazio e rediamo onore ai muratori come nei fatti siam noi di fabiolongo.com :-)

 

posted on: 18:16