Martedi 19/02/2019 ore 18:15:03 Disclaimer

Archive - February, 2014

 
Fabio Longo Trade Blog   fabiolongo.com TradeBlog  
 
Most recent entry is first.
Search blog
 
 

Ancora sotto linea della Vita al close di Febbraio

28 February, 2014

Rappresentiamo un mercato che è stato debole tutto il giorno ma che ha trovato spunto rialzista sui dati americani superiori alle attese, in termini di fiducia dei consumatori (anche nonostante il maltempo eccezionale), vendite case e PIL come da attesa. Il nostro mercato ritorna a combattere con la linea della Vita. Ed adesso ? Al close mancano segnali per il breve, questo è un fatto certo. Sottoperfomano alcuni dei bancari fra cui i titoli su cui avevamo puntato, ossia UC che ha il 10% del nostro capitale e BMPS che ha  il 4%. Unicredit non potrà non essere lei il titolo che ci spingerà a rompere la linea della vita, con una iper-performance, se appunto lo scenario su FTSE/MIB sarà rialzista. Di contro su scenari bearish dell'indice, ENI ne sarà il mezzo principale (nostra opinione). Siamo comunque contenti del trading di Febbraio avendo raccolto il 5.27% al netto delle commissioni, spese e imposta Tobin, significative per i bassi controvalori delle singole transazioni. Il mercato peraltro è stato difficile/shock e concetrato nei primi giorni del mese (forte reazione sui supporti importanti e poi lungo laterale).

Oggi ingresso su Fimeccanica come da segnale al privè, apprendiamo poi della questione della aziende China Cnr ed Insigma. Siamo comunque coscenti che si tratta di un titolaccio che dai 2.5€ che valeva tempo fa, ha fatto già molto (7.12€ al close). Detestiamo rimanere con il cerino in mano, ma l'ordine di vendita non c'è entrato.

Salutiamo con un pensiero al popolo Palestinese di cui ieri avviamo visto immagini molto forti, un popolo costretto a morire di fame per non morire di bombe. Drammatiche alcune scene di ieri con bambini deperiti ed in fin di vita, in uno scenario di distruzione totale, una specie di inferno che praticamente dura da sempre.  

 

posted on 17:54   link   . . . . .  up

 

Sognando un rebound

27 February, 2014

Con largo ritardo commentiamo una seduta che ha visto una forte strappata ribassista sui mercati euro con FTSE/MIB che testa quasi la middle BB. Il pattern inversivo indicato in precedenza si concretizza oggi ma non arriva ancora a target, target che si potrebbe raggiungere nei prossimi giorni con un eventuale crescendo della BB. Al close infatti il recupero è netto ed il mercato potrebbe salire portandosi in crescita la middle. Andamento over linea della vita sarà probabile segnale di strappata violenta a 20700 su cui misurare la vera forza del mercato nel superare la quota e tenerla. Sogniamo questo rebound piuttosto che il crollo a 16500, scenario alternativo che non vorremmo proprio per nostro spirito costruttivo che poco si addice alla logica della borsa.

Per il trading sell in open di ENI. Non viene poi eseguito buy long x 7 FTSE/MIB su middle.  Cerchiamo invano convenienti ingressi long su titoli major. Ci ha "ammazzato" poi vedere BCA Carige a +11%, titolo che abbiamo monitorato in questi giorni con segnali di ingresso non verificatosi. Ci saranno pure altre occasioni, a breve, ma intanto oggi siamo infastiditi. Peraltro il popolo genovese è razza a noi ostile su cui nutriamo desiderio permanente di vendetta... :-) 

 

posted on 19:30   link   . . . . .  up

 

Pre-apertura 26 febbario 2014

26 February, 2014

analisi metafisica ftsemibLo scenario attuale dei musi gialli è di piattezza dopo un'apertura debole, di riflesso ad un close americano altrettando indeciso, anch'essi altalenanti nella seduta di ieri ma comunque forti al punto di bissare i massimi storici ed andare oltre i valori numerologici S&P500 aprendo le porte ad ulteriori rialzi quantunque di escursione contenuta.

I nostri mercati viaggiano ancora con un tedioso laterale che è giunto alla settima seduta. Lo scenario metafisico è raffigurato nella figura e non necessata di ulteriori commenti se non il fatto che la middle BB, che rappresenta quel target del debole pattern bearish daily di 1 settimana fa , è cresciuta un altro po ed inizia ad appiattirsi anch'essa. Il numero 7 è un numero valido per invertire un trend, laterale in questo caso, ma ci aspettiamo complessità evolutiva con fenomeni di bull trap direzionale nonostante l'uscita sarà violenta, data la formazione di un micro-cuneo (non rappresentato in figura) che da letteratura dovrebbe risolvere nella direzione dell'ingresso, ossia a rialzo in questo caso. Poco sopra avremo infatti un'altra resistenza metafisica ossia quella S9P in angolo di comando (con linea orizzontale nera) che blocherebbe eventual rialzi in risoluzione rialzista. Pertanto consigliamo prudenza, soprattuto in break-out rialzista, in quanto lo scenario di vittoria sulla linea della Vita è da valutare closed mensile ed a marzo il valore linea si alza (il grafico interpola sul grafico la serie mensile). Fatto sta che una battaglia per la vita val bene un combattimento lungo anche mesi e mesi... La pazienza del resto è un requisito per l'operatività in borsa.

Buona giornata

 

posted on 06:21   link   . . . . .  up

 

Ancora sotto Linea della Vita FTSEMIB

24 February, 2014

Anche questa seduta è stata "stranissima", con un mercato privo di una direzione precisa, stavolta da frazionale negativo a frazionale positivo, volatile, con comportamento "aleatorio" a livello di intraday considerando l'ultima serie storica (in figura gli ultimi giorni con grafico a BB 15'), dove ogni seduta evolve senza una precisa correlazione con la precedente (talvolta imita l'intraday, talvolta lo inverte). Le carateristiche aleatorie intraday si raffigurano anche sul daily, con croci, shadow, e sedute bozu (tutti i comportamenti), proprio da quando il FTSE/MIB fu bloccato nel suo rialzo dalla Linea della Vita 20509, una specie di colpo in testa che ha prodotto una riflessione esistenziale al mercato. Ma l'Italia è un mercato forte ? A giudicare da chi ci Governa direi proprio di no. Per le dinamiche del mercato spesso scriviamo di shock market ed abbiamo classificato in questo modo anche i lunghi laterali dopo lunghe fasi di trading, in quanto sconvolge e "shocca" l'operatività a cui si è abituati (nel breve), prima a cavalcare lunghi trend con trade di posizione poi improvvisamente stop and reversal continui e per giunta per tanti giorni. Adesso un trend laterale avrebbe le carte per durare ancora, almeno fino a quando incontrerà la middle BB daily che oggi viagga ben sotto le quote del close. Ciò per dire che l'aspettativa per uno storno del mercato potrebbe trasfrormarsi in uno storno mozzo di movimento, potenzialmente lungo nel tempo, forse perchè a chi fa il mercato convieniva di più sostenerlo che lasciarlo sprofondare un po.

Il resto dei mercati azionari viaggia meglio di noi e continua nel trend avviato diversi giorni fa, tipo FTSE 100, quindi è un movimento bull di tipo conclusivo ma per adesso privo di segnali esaustivi.

Per il trading oggi fermi in attesa del mercato. Ovviamente sempre long complessivamente ma con straddle su FTSE/MIB in sovrappeso short.  Su un uscita violenta da qualche parte "meneremo bene", obiettivamente lo scenario è poco provedibile e quindi invece di 1 posizione preferiamo avere 2 cavalli opposti e gestire quello in perdita (es la view short FTSEMIB) con uso di adeguate cartucce, in rotazione, a tempo debito, dalla view corretta.

 

 

posted on 18:03   link   . . . . .  up

 

Seduta del 21 Febbraio 2014

21 February, 2014

Commentiamo brevemente in leggero anticipo. Ennesima seduta di indecisione per le piazze che restano sui market top o poco sotto. Il nostro FTSE/MIB per la quinta seduta ripete l'intraday in modo sistematico con ribassi mattutini e recovery nel pomeriggio od al close. Dal punto di vista di prezzi lo scenario è difficilmente prevedibile in quanto il consolidamento avuto è troppo leggero ed i segnali di reversal ci sono già stati con target più bassi dei 19100 (al momento). Ma il mercato non sembra digerire ne lo storno ne il rialzo e quand'è così poi le direzioni di uscita sono violente. In questo senso operare su un trend secondario short sembra un azzardo, anche se dovrebbe pagare, perchè potenzialmente travolti da un crescendo di più lungo periodo ed anche a botto in questo caso.

Per il trading ingresso UC quando era in negativo. Manteniamo sovrappeso short su FTSE/MIB con certificatoni leva 7.

 

posted on 17:19   link   . . . . .  up

 

3 Stars FTSE/MIB

19 February, 2014

Ancora una seduta "entusiasmante" per il recupero, che è quasi la fotocopia di ieri. Ci riferiamo al FTSE/MIB senza commentare l'andamento degli altri mercati che comunque chiudono solo leggermente positivi rispetto al negativo frazionale italiano. La seduta bissa open in forza, pigatona mattutina e recupero pomeridiano. Al close c'è una configurazione che assomiglia ad un candlestick pattern di "3 star", anche se invece di dojy congestionate (croci) ci sono croci formate da lunghe lower-shadow. Le 3 star secondo letteratura sono segnale modarato di bear reversal; così dai nostri appunti on-line del corso di borsa "Dopo un forte impluso positivo si formano 3 dojy tutte allineate rispetto al valore primo valore, o comunque nei pressi. La dojy è di per se un segnale di indecisione del mercato o di debolezza verso il titolo (possibile a ridosso di festività). Ma quanto questo avviene in una fase di trend positivo  in cui si sommano volumi e prezzi stabili si è in fase di distribuzione." Alcune delle condizioni qui indicate non sono verificate e quindi si tratta di un forzatura, ma comunque al segnale candle si aggiunge quello di BB/candle che chiama un target a middle. Staremo a vedere.

Per il trading siamo un po appassiti per questioni personali, questioni che ci flaggellano l'animo, noi colpevoli di peccato mortale che mai cancelleremo dalla nostra memoria e che ci porteremo fino alla morte quando finalmente verremo giudicati. Così, non siamo in condizioni psicologiche idonee al trading. Abbiamo quindi lasciato tutto "as is" fatto salvo aver preso profitto da una posizione su ETF Sugar.

 

posted on 18:12   link   . . . . .  up

 

Trema ma non crolla

18 February, 2014

Mercato che dopo un'apertura in forza trema con una piegata decisa di 400 punti (FTSEMIB) ma che poi reagisce andando a recuperare lentamente fino a portarsi nuovamente in positivo; così il castello non crolla. In mattinana sembrava volesse piegare ma al close ci rimane solo una figura di due pseudo-corvi in ipercomprato, matematicamente però per una decina di punti il segnale è di short-sell su BB/candle reversal daily . Per il trading sell in open dei leva 7, buy malloppo di ETF in area 20300 (prodotto per accumulo pensando che fosse iniziata piegatona) e sell degli stessi pezzi a 20508 Linea della vita, restano in portafoglio ENI e UC comprati sempre sul ribassone col desiderio di farli camminare... ma questa è sempre la stessa gamba rialzista e sugli strappi li vendiamo ...

 

posted on 17:37   link   . . . . .  up

 

Washington's Birthday

17 February, 2014

La seduta di oggi è stata caratterizzata da mercati USA chiusi per ricorrenza, con euro zone che ha galleggiato nei pressi della parità, con eccezioni di forza su FTSE 100. Il nostro mercato tiene i livelli di ipercomprato rinviando a domani il probema di dove muoversi; tecnicamente una seduta inutile a meno del fatto che questo close rend più semplice la formazione di un pattern di reversal. Detto in altri termini il terreno quindi è pronto per uno short sell ma non ci sono segnali a supporto e nulla vieta una bull continuation violentissima. Il momento si inquadra comunque in una coda di una fase rialzista, ancora in corso da 18800 e che giorno dopo giorno aumenta la probabilità di reversal come tutte le cose nella vita.

Noi oggi avevamo impostato 3ordini di vendita a 19550-650-750 di tutti i residui pezzi long leva 7 di cui quello a 19550 è entrato. Iniziamo quindi sentire un consistente sovrappeso short sul FTSE/MIB, pronti a incrementare short e facendolo tecnicamente vendendo i long sui rialzi, noi mai senza cartucce long ...  Da capire a quando potrà essere il ritorno sugli short dato il lungo trend che ne ha distrutto il PMC (come sperato peraltro ...); non siamo propoensi a nuovi interventi short, preferiamo comprare long sui rialzi e gestire una posizione hedged short in fallimento, fino al 2017 dove contabilizzeremo la perdita (se non vale farlo in anticipo per compensare plus/minus valenze).

 

posted on 19:20   link   . . . . .  up

 

Sulla LINEA DELLA VITA

14 February, 2014

linea della vitaSembra quasi un giorno magico per la coincidenza del San Valentino degli innamorati con il mercato italiano che raggiunge un nuovo massimo e batte la testa sulla linea della Vita, al massimo di quello che poteva fare, in iperforza rispetto a tutti. Eravamo addirittura preoccupati per il nuovo megalomane, Renzi (quello che mentre parla al microfono con i giornalisti fa  la chat ed i twit senza guardare il monitor - un megalomane). Non pensavamo, con tutta franchezza che potesse andare così bene, e questa coincidenza ci rallegra molto per quel senso  di "giusto" e  di "bello" che lega amore e vita. Ci piace poi che l'impiantistica fan continui a dimostrarsi valida e, come noto, più passa il tempo più gli impianti si rafforzano: da quel rimbalzo su fan il mercato non si è più fermato.

Detto questo guardiamo al futuro e vediamo tante sfide per il mercato. Siamo a target del Measuring GAP di tanti mesi fa, siamo sulla linea della vita, poco sopra c'è una resistenza S9P in angolo di comando e non sono certo minchiate. Se vinte è probabile ci sarà un effetto esplosivo ma è ancora presto per parlare di tutto questo ed anche stasera ribadiamo il concetto che un consolidamento sarebbe più salutare vista la salita da 9% punti tutti in trend, circa -45% sui leva 5 short, loss sufficienti per avere dilaniato chi shortista a 18800 è voluto entrare a ribasso in prosecuzione della correzione. Adesso che forse le posizioni short sono saltate il mercato riprenderà fiato almeno per un po.

Per il trading operatività a mezzo di ordini immessi al mattino dopo l'apertura: UC a 6.3, ENI a 17.23 e il leva 5 long SG a 60 ordini entrati con tanto di strillo quando ne abbiamo appreso notizia. Posizione FTSE/MIB in totale freeze a mezzo leva 7 long e leva 5 + 7)short: ci siam fatti 1600 punti in sovrappeso long + pezzi azionari ed adesso prendiamo fiato pure noi. Ingresso su S&P500 nel pomeriggio a mezzo ETF ISHARE non leveraged, in profitto al close quello RUSSO di ieri: differenziamo un po in attesa del break-out Italiano. Bene i nostri metalli preziosi. Non entrano long su altre emergenti, purtroppo sfuggite in open (o per fortuna ?). In sintesi siamo long nel portafoglio, in freeze su FTSEMIB in attesa di capire dove metterci per il breve periodo.

Buon WE


 

posted on 17:55   link   . . . . .  up

 

Respiro FTSE/MIB a 19814

13 February, 2014

Con un close frazionale positivo si chiude una seduta debole per il nostro indice e per i mercati euro in genere, che ritrovano vigore solo nel pomeriggio con l'apertura americana, anch'essa debole ma comunque al momento positiva. Il nostro mercato tecnicamente "respira a ritmo cardico accelerato": flessione in intraday fino a 19814, imprevedibile come dinamica intraday ma poi riprende subito, disegna una lower shadow, lunga tutto il corpo della candle di ieri, con un close a perfetto martello (od anche impiccato). La configurazione candle dojy di per se è di indecisione e diciamo che è lecita e salutare visti i 7 giorni di trend, e non avvenendo in ipercomprato non fornisce segnali di reversal. Senza continuare nella disamina noi in sintesi ci aspettiamo dei giorni di consolidamento, anche perchè il nostro timing (top di ieri) è stato rispettato e qualche giorno di debolezza è normale e forse più probabile di un immediato consolidamento. Ma non ne siam molto sicuri... negli ultimi mesi infatti i trend sono stati molto lunghi, persistenti e profondi, quasi fatti a posta per massacrare chi era contrario con prodotti a leva fissa daily (i x5 o x7 SG), che in un mercato di trend diventano proprio la cosa più scomoda da avere in portafoglio. Ragioniamo su questo per cercare segnali su questo tipo di prodotti che non hanno lo stop loss...

Per il lungo periodo il mercato rimane BULL con target ambiziosi. Inutile che dicano che il mercato azionario è choppy, ossia non sa dove andare... da qualche parte andrà e bisogna leggerlo, spesso nei segnali nascosti e nei piccoli movimenti. 

Bene oggi operazione di trading su ENI, sell dopo apertura sui massimi, tra i pochi titoli positivi over +1%; riacquisto in giornata sul ribassone. Al close abbiamo fatto un prigioniero. ENI è un bel titolo e vorremmo tenerlo per strapparci almeno un 10%, senza stare incollati al monitor, quindi sopporteremo anche eventuali -50% e sui ribassi ne compreremo ancora. Ingresso infine su ETF LYXOR RUS, in rispetto della Grande Madre Russia e del credo politico antifascita, detto con rispetto comunque per la corrente polita del nuovo centro-destra di Angelino Alfano a cui dobbiamo il merito di aver tenuto il Governo in autunno, fatto che ci ha portato a 20000 di indice. Grazie Angelino :-)

 

posted on 18:12   link   . . . . .  up

 

Su un Market Top di Gann

12 February, 2014

Come da nostra timing chart qui a lato oggi è data di market top per il mercato azionario ed almeno questo nostro timing è stato rispettato. Lo scenario mostra anche un potenziale top di price avendo raggiunto, sul nostro mercato, la BB+ (o quasi). Nel breve periodo esistono possibilità di ulteriori upsize, soprattuto per domani che ha ancora il beneficio del giorno di tolleranza sui timing di Gann, ma lo scneario ha un rapporto rischio/beneficio molto elevato e si configura come ingesso da ritardati del trading, considerando la violenza rialzista che si originò diversi giorni fa sulla nostra FAN, livello su cui coglioni del forecast erano ribassisti con scenari catastrofici e mezzi-coglioni gridavano al "lupo al lupo" sulla news OMT. Scenario bullish che avevamo confermato l'altro ieri con semaforo verde al test della middle, segnali d'oro di AT, gli unici esistenti, e troppo semplici perchè la gente li capisca e li accetti. Amano i grafici con le sinusoidi e i tracy e se la prendono sistematicamente nel culo. La gente purtroppo è così, desiderio di protagonismo e scarsa intelligenza, tutti dei piccoli Berlusconi.

Noi contentissimi del trading: ieri bel trade Banco Popolare, splendita vendita, oggi forte recupero del portafoglio, passano in profitto ENI ed UC e sulla perla bancaria abbiamo preso profitto su metà delle posizioni di portafoglio. Quando si ha la fortuna (o la bravura) di fare un ostaggio diventa elementare gestire la posizione in profitto. Altro take profit su ETF Palladio. Contenti inoltre di essere tornati in possesso di liquidità di circa il 25% del capitale per gestire al meglio i nuovi sviluppi.

 

posted on 18:04   link   . . . . .  up

 

Di nuovo armati (long)

10 February, 2014

operativiLa seduta europea procede come da manuale ossia con un insostenibile gap-up frutto dell'incremento del venerdì sera americano (avvenuto a mercati euro chiusi) e del close dei musi gialli. Proprio questo scenario daily lo discutevamo ieri sera con una delle persone a noi più care, PAOLONE leveraged (trader italiano con doti di coraggio che definisco sconvolgenti - e uomo di grande generosità proprio come noi), fra coloro che sono impegnati con malloppi long leva 7 sul nostro mercatone. In questo scenario indicavo infatti di chiudere le posizioni long e di verificare il mercato al test della middle BB daily, test che si è verificato alla PERFEZIONE con un minimo di seduta a 19573 FTSE/MIB, colpito nell'evoluzione giornaliera, dopo aver chiuso appunto il gap-up, middle da cui ci si è ripresi nel pomeriggio in un dolce rebound. Si evolve così con uno scenario di consolidamento sulla middle, in una seduta completamente priva di dati macro; questo segnale (teorico) è di tenuta e noi ne vogliamo prendere atto (si richiedono tuttavie conferme e si tollera anche uno scenario di oscillazione su questa linea, senza particolari attese nel breve). Il consolidamento in avvio di settimana, anzichè di evoluzione bull-continuum (che avrebbe segnato una dinamica di insostenibilità weekly), ci conforta inoltre su un'evoluzione settimanale positiva, come da forecast, a patto che il mercato americano rimanga sopra propria fan bull e che si reagisca con una ragionevole celerità .

Per quanto riguarda il trading oggi abbiamo tirato fuori un po del nostro spirito operativo, della serie "entrata in stanza con calcio in petto e gancio pieno", armando al meglio tutto il nostro portafoglio. La stretegia era di non alterare le posizioni in straddle FTSE/MIB per non complicarci la vita e vivere sereni ed abbiamo voluto puntare su un titolo selezionando BANCO POPOLARE in affiancamento all'altra mondizia MPS già in portafoglio ed oramai sul PMC. Non sono entrati infatti i nostri segnali preferiti. Ovviamente queste posizioni "junk-investing" non superano la metà del controvalore Unicredit. Segnaliamo di tener d'occhio al ETF Natural GAS per un trade daily nei prossimi giorni (max 24-48 ore di portafoglio).

 

posted on 18:03   link   . . . . .  up

 

Altra bella giornata di Febbraio

07 February, 2014

Non è stata una seduta in trend benchè nettamente positiva, fatta da nervosismo (non il nostro) sulla news OMT e sui dati macro, minchiate di cui potrete trovare dettaglio altrove  visto che questo è un sito serio :-) Tre belle zampate rialziste hanno segnato l'andamento del mercato seguite da scrolloni "al lupo al lupo", ma al close oggi il segnale è di forza (quantunque striminzito). C'è poco da dire, il grafico BB dailt FTSE/MIB è di seguito raffigurato, il test della middle è positivo. Ci aspettiamo tuttavia probabili consolidamenti sulla middle stessa, dati i 4 giorni di trend BULL mentre tutti erano short. Discorso a parte su S&P500, aspettiamo il close per le valutazioni del caso, c'è una perdita della fan...

FTSEMIB su middle

Per il trading in apertura, sulla prima forza (open gap-up), abbiamo comprato manciata di short FTSE/MIB leva 7 a parziale protezione dei recuperi sui long, mettendoci però nelle condizione di raccogliere meno in salita dal malloppone long (meno del 50% di sbilancio).  Sold di Generali in un altra splendida vendita in stile trading. Bel recupero di UC, nostra perla di portafoglio. Male i "value investing" ENI SAIPEM che se son rose fioriranno a rotazione dei bancari. Rientro su ETF Sugar al close, ovviamente long.

Buon WE e forza America (mejo dei musi gialli) ! 

 

posted on 17:42   link   . . . . .  up

 

Una giornata di sole (6/2/14)

06 February, 2014

Dopo giorni di pioggia, sia reale sia figurata sui mercati finanziari, oggi è stato un bel giorno di sole con un close in splendido segno +: FTSEMIB oltre 2%, DAX bene, ma anche il "populino" americano dei pusillanimi anti-sigaretta (sondaggio yahoo di oggi) viaggia in positivo. La giornata era iniziata bene, con leggero gap-up poi chiuso. Si sale in mattinata e si tiene il livello fino alla conferenza BCE che abbiamo vissuto in diretta e sulla quale si tentano strapponi a ribasso (es FDAX dei bori del trading ha notevole spike) e finte ribassiste, non essendoci novità di sorta ne sui tassi ne sul resto, in uno scenario che, per quanto abbiamo capito dalle parole di Draghi, è "annamo avanti pronti a fa tutto (ma co nulla de preciso)". E va bene così ! Comunque l'evento BCE  cade in concimitanza di dati americani che reputiamo positivi (per il mercato).

Al close i verdetti sono diversi: il segnale bullish che avevamo dato era valido, si raggiunge lo short coverge indicato giorni fa e si sta in area middle BB, per cui il movimento bull è già a target. Vedremo se ci sarà denaro fresco. Altro verdetto che gli shortisti sono rimasti inculati. Questo nonostante avessimo avvertito in modo esplicito: supporto e reazione su nostri livelli metafisici, segnale di bullisk revesal BB che è l'unica analisi tecnica che merita di essere fatta (lasciamo fare l'esperienza degli oscillatori e dei trading system sui prezzi a chi non è capace di ascoltare gli altri...)  fabiolongo.com è un entità che non ricerca nè follower e nè "mi piace" a pagamento, sostanzialmente non ci inculiamo nessuno ed andiamo avanti per la nostra strada come se il decadentismo che ci circonda non esistesse, perchè nella vita c'è ancora il sole, il mare, la terra che meritano la nostra vita... Mi auguro che tutti la pensino così. 

Per il trading abbiamo venduto a metà mattina l'ETF FTSE/MIB in profitto e subito ruotato su Generali con un apprezzamento al close di oltre un punto percentuale, anticipando il segnale "al close" dato stamane. Con poca aspettativa e fiducia guardiamo comunque le prossime sedute, una giornata di sole è forse servita a far chiudere qualche short e manca ancora denaro fresco. Ben venga da domani: il nostro portafoglio è ben nutrito di posizioni a mezzo titoli e certificati long. 

 

posted on 18:00   link   . . . . .  up

 

Bullish Reversal 19030 FTSEMIB

05 February, 2014

In un contesto di debolezza e di volatilità relativa del mercato Europeo, il nostro indice chiude in frazionale positivo una seduta sostanzialmente priva di grandi spunti. Era inziata bene andando a scalfire l'area 19100 FTSE/MIB che ci aveva aperto le porte in area 19450 dove eravamo in vendita con i pezzi ETF, ma poi il mercato cede nella pre-apertura USA e si porta anche in negativo da cui risale nel tardo pomeriggio. La seduta appare significativa solo per un bullish reversal pattern su BB daily  , con target middle, che è un po attenuato dalla candle upper-shadow, ma comunque un segnale buy c'è e lo vogliamo considerare valido con tutti i condizionali del caso. Ci farebbe piacere soprattutto per gli shortisti che finirebbero con un bel pisellone nel culo, persone che solo adesso pensano di fare una grande tradate short con il mercato che poggia millimitricamente sui nostri supporti metafisici. 

Per il trading non c'è molto da dire avendo inserito nell'ultimo periodo dei cavalli sbagliati per il breve periodo, come ENI e SAIPEM su cui noi stessi avevamo dato segnali short di breve. Siamo convinti che l'investimento fatto con la logica del medio periodo ci ripagherà nel tempo anche perchè già eravamo long su diversi Bancari e dovevamo diversificare su qualche buon titolo.

Nessun trade eseguito, quindi ne in buy ne in sell. Non particolarmente fiduciosi guardiamo a domani.

 

posted on 17:55   link   . . . . .  up

 

Dolce Trading

04 February, 2014

Si rialzano i mercati dopo un avvio pesante derivato dal close americano, che ieri sera aumentava le perdite dopo la chiusura euro. Dai musi gialli non c'era da aspettarsi nulla di buono, stamane chiudevano malissimo e qualsiasi cosa che fanno è sempre a danno dei nostri paesi oppure della natura. Dovremmo aprire una doverosa partentesi su questo tema, sia a livello di mercato globali danneggiati da una concorrenza sleale (fatta di copie di IP, di lavoro incivile, di inquinamento) sia di danneggiamenti permanenti alla natura come la pesca dei tonni o del pesce in genere nel Mar Mediterraneo con sistemi GPS che rincorrono i branchi: siamo per affondare le loro barche con raid aerei come superano lo stretto di Gibilterra; siam pronti a liberare le nostre terre dall'invasione gialla !

Ritornando ai mercati puntuale la reazione sui nostri livelli, quello fan bullish FTSE/MIB per ben due volte in intraday. Siamo comunque sempre in un rimbalzo tecnico visto che non si superano livelli importanti di prima resistenza. Su FTSE/MIB la situazione dei livelli di short-coverage non è elementare: a 19100 c'è un primo livello di breve periodo ed a 19450 un secondo di più lungo respiro. Diciamo che la rottura di 19100 oraria dovrebbe portarci in area 19450 e close daily over questa quota sarebbero un bel segnale di forza. Comunque per adesso è solo una reazione in area 18800 nostro livello di fan e gann level. Da verificare inoltre il comportamento  su eventuali salite in area 19580, middle BB che oramai ha preso un andamento discendente: close over conclameranno un andamento positivo ma in tutta franchezza non ci crediamo almeno nei prossimi giorni dato una polarizzazione bear sul nostro mercato.

Per il trading abbiamo trovato eseguiti gli ordini di acquisto su FTSE/MIB in area 18850 a mezzo ETF e di SAIPEM. Nel pomeriggio prendiamo profitto dalla posizione ETF Sugar che ci ha regalato quel sapore di dolce trading che a noi piace tanto...

 

 

posted on 17:55   link   . . . . .  up

 

Un brutto inizio (3/2/2014)

03 February, 2014

Inizia male la settimana ed il mese di Febbario 2014 con una seduta pesante per i mercati azionari: dopo un avvio in forza prende piede la volatilità e FTSE/MIB termina con un -2.6% a 18907 con close sui minimi (-600 punti di move), altri indici Europei negativi ben oltre il punto percentuale, si accelera nel pomeriggio dopo che gli americani aprono negativi e testano un primo livello di supporto al bull market (1752). Nella precedente settimana i bastardi USA avevano stornato un po e si erano appoggiati sulla loro fan bullish che ipotizzavamo potesse tenere (e forse terrà,  visto che i verdetti sono sempre close weekly). Il nostro mercato al close di dicembre ha disegnato una configurazione rialzista per il lungo periodo, e lo confermiamo visto che con il nuovo mese abbiamo voltato pagina sul blog e non è più visibile; però avevamo ben indicato al privé che mancavano segnali bull per il breve periodo, che stazionavamo sotto un livello di short-coverage e che il nostro mercato passava in polarizzazione S9T bear proprio da oggi. Eccoci qui a commentare, quindi, uno scenario molto pericoloso, con una rottura daily a ribasso del cuneo grafico. Ma non per "tigna" quanto per evidenza numerica (quote) vogliamo conservare una view rialzista, visto che la serie di supporti che abbiamo poco sotto queste quote ancora è intatta: c'è la fan, c'è un Gann Level, c'è un gap-up, c'è il livello long di medio periodo. Insomma essere disfattisti sembra prematuro anche se oggi il mercato è andato malissimo: coraggio !

Per il trading ancora soffocati dal lavoro (e lo saremo anche domani) abbiamo visto eseguito in profit un ordine di vendita immesso al mattino sui leva 7 short FTSE/MIB, una parte del nostro hedging long (siamo oltre 2:1 long short) ed ovviamente è un contentino visto che sui leva long siamo stati massacrati... Male anche la posizione UC e gli altri titoli del portafoglio. Ma nei limiti dei nostri mezzi compreremo fino a 9000 punti di indice: non ci può essere altra strategia sul mercato che comprare i titoli del nostro paese.

 

posted on 18:18   link   . . . . .  up

 

top of page

 

www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000