Martedi 12/11/2019 ore 05:31:23
Home Corso di Borsa Trade Blog Libro Trading Ways Trading Utility Market Forecast Disclaimer

 

Archive - September, 2010
 
Fabio Longo Trade Blog   fabiolongo.com TradeBlog  
 
Most recent entry is first.
Search blog
 
Archives 
 

E' questo il top che aspettavamo ?

30 September, 2010

Grande prestazione dei mercati finanziari euro ed americani che trasformano l'andamento debole della mattinata in una bella botta esplosiva sui dati USA dell 14.30. Il close Italiano tuttavia non è bello, ritorna sotto la resistenze più volte indicata. Frustrante la giornata per il sottoscritto per via dell'andamento del titolo FIAT già commentato sotto ma anche perchè le numerose posizioni long nel portafoglio, a mezzo titoli ordinari, non strappano come avrei voluto, fatta eccezione per TME e Lottomatica ben forti, lasciando profitti da mancia del bar (manco da ristorante). Fortissimo l'amaro in bocca per l'andamento del GAS LEVA sul dato delle scorte che oggi perde il 6% quando l'equivalente ETF Leva Crude fa sempre 6% ma in positivo. 2 energie, 2 trattamenti diversi, figli e figliastri. E non si dica che di GAS ce n'è in abbondanza perchè i prezzi non esistono nei fondamentali. I prezzi non esistono.

 

Dopo aver ripetutamente affermato che S&P500 avrebbe dovuto fare un altro massimo (nominale il 3 ottobre quindi domani o lunedì) sorge spontanea la domanda se è questo il top che aspettavamo. Il tempo necessariamente ci darà una risposta. E se lo fosse dovrò soffrire, come detto ieri, per le posizioni long in portafoglio, fra cui FTSE/MIB in straddle long:short 1.5:1 e numerose posizioni su titoli, che non venderò se non in buon profitto.

 

Sono "nata vota ngoppa 'o MIG" per il discorso short FIAT contro i nemici RBS: se non vado errato c'è stato lo stop del minishort a strike 11.3 ma indipendentemente da questo il titolo ha avuto un top numerologicamente importante: 11.47. E' in angolo di comando come il già sperimentato 10.37 e i potenziali futuri top a 12.65 e 13.91. Di conseguenza sono immediatamente ripartito short a mezzo MIG armato di qualche bometta ma domani potrei anche impartire ordine decollo immediato di un secondo mezzo short armato con bomba nuclerare per la distruzione totale della base RBS di Torino. In funzione del close USA e dell'open di FIAT di domani prenderò decisone esecutiva. 

 

 Gentile Cliente,
      con la presente Le comunichiamo l'esecuzione dell'ordine N. 20100930207851.

      - Strumento: RBSFSLMS13,5AB12,51E140119 - NL0009287275
      - Operazione: Acquisto
      - Quantità/Valore Nominale: 760
      - Quantità/Valore Nominale eseguiti: 760     
      - Prezzo limite: 0.1735     
      - Prezzo esecuzione: 0.1735
      - Data esecuzione: 30/09/2010 16:55:34.     

 

posted on 18:09   link   . . . . .  up

 

Flash *** Fiat

30 September, 2010

Oggi è successo quello che non doveva succedere: marcati negativi e molto deboli, ma FIAT unica "pecora nera" tiene e poi vola a +3% sulle parole del Marchionne, il grande Manager dai maglioni a giricollo. Misure di cost-saving perchè 'na giacchetta costa troppo...

Chiuso di conseguenza lo straddle in perdita sul livello di stop del certificato senza aver voluto opporre resistenza all'apertura. Questa battaglia purtroppo è persa, ma il titolo appare notevolmente pompato/sovraprezzato. Mettiamo quindi in watch il titolo per ingresso short a mezzo minishort strike 13.13 ai primi segnali di debolezza.

 

posted on 14:11   link   . . . . .  up

 

In viaggio nell'angolo del NORD

29 September, 2010

Al solito il mercato apre in rialzo e poi fallisce l'intento rialzista. Anche oggi FTSE/MIB prova rompere il muro dei 20600/700 ma senza successo. Come detto tante volte, forse pure troppe, l'angolo S9P è di comando e la resistenza è importante. Inoltre il mercato Italiano è entrato in fase bear dal giorno 27. Questa debolezza quindi ci sta tutta. A stasera c'è una chiara congestione dei prezzi fra area 20700 e 20300 che risolverà anch'essa in modo violento ed indipendentemente dai forecast andrà perseguita immeditamente in trend-following per chi ama far trading (e c'ha i soldi per farlo).

Delude invece il mercato USA che sarebbe (ed è) polarizzato bullish e che in effetti resiste meglio a queste giornate bear ma francamente mi aspettavo di più dagli Stati Uniti, che ieri avevano chiuso positivo. Tanto da indicare sul mio privè, stamattina, un long su FTSE/MIB in open con stop se fosse tornato sul livello di open. Resto dell'idea che il top USA non sia questo, ma il mercato mi smentisce.

 

Io proseguo nel frattempo nel mio viaggio nell'angolo del nord S9T, angolo in cui sono accaduti i principali crash del mercato. Negli ultimi 2 anni l'angolo traccia il 5-dic-08, 17-gen-09, 9-mar-09, 7-mag-09, 13-lug-09, 26-set-09, 18-dic-09, 19-mar-10, 26-giu-10 ed una lettura attenta, oltre al famoso minimo di marzo 2009 (che mi diede lustro) noterà che solo 1 ogni 2 eventi è stato rispettato. Ciò non toglie che la prossima data di ottobre possa avverarsi. E' in angolo BEAR. Il viaggio mi porterà con tutta probabilità nelle fredde terre del nord, nella Siberia, dove incontreremo l'Orso che abbiamo tutti imparato a conoscere negli anni passati subendo profonde ferite al fisico ed alla mente. Ciò nonostante lo considero un amico, lo rispetto come elemento fondamentale della natura e cercherò di farmi aiutare a pescare qualche preda, pur se egli proverà ad uccidermi appena mi avrà sotto tiro. In tal senso oggi ho già messo 2 prodotti nel portafoglio, di quelli "immortali", nonostante questo mese abbia dovuto pagare ben 2400 euro di bollette, per via di spese speciali, oltre le solite uscite fisse, sempre e solo dedicate a mio figlio. Il primo titolo è "Il sole 24 ore" che è del bistrattato comparto editoriale e che ha una candle recente assimilabile a quella del SEME, ma non proprio nominale. Se va male rimane nel cassetto. In una configurazione che viene da IPO a 6 euro, ad 1.30 si può operare con "Buy & Hold", le fregnacce della teoria del trading lasciamole agli altri. L'altro non poteva che essere il GAS a mezzo ETF LEVERAGE GAS, come giorni fa. Non ho congelato infine lo straddle FIAT, che è sempre ben impostata e pronta a volare, perchè il timing complessivo è ancora bear.  

 

 

 

 

posted on 18:03   link   . . . . .  up

 

Volata Finale Negata

28 September, 2010

Giornata che ha regalato sorprese nell'evoluzioni intraday e che ha offerto anche delle buone le condizioni per il trading daily, sia long che short.

Il mercato apre debole, sotto la partità e dopo aver stazionato in area 20300 parte a rialzo a razzo e tiene i livelli per tutta metà mattinata. Si tenta l'attacco alla resistenza S9P in angolo di comando (20600/700) con 20700 toccato per ben 3 volte. Il pomeriggio poi regala la sorpresa inversa, sui dati macro USA, complice anche una brutta apertura americana; si realizza una figura semmetrica, ossia in 15 minuti si ritorna da dove si era partiti, per poi andare a riprendere lo stesso minimo della mattinana. Sotto il grafico candle 15' con BB(20,2).

La volata finale che aspettavo per questa settimana viene quindi negata, ed a questo punto, per il mio modo di vedere le cose, sarà difficile che da qui al venerdì si possa concretizzare, nonostante SP500 non stia ancora performando come dovrebbe. Era questo timing a suggerici una settimana in forza, con invalidazione al martedì sera con un close sotto i 20700. Un po dispiace perchè ci contavo.

 

Operativamente non volevo far nulla, non avevo nemmeno inserito un ordine. L'idea era quella di aspettare questa volata finale per vendere bene quello che di long avevo in portafoglio, posizioni aperte anche in agosto quando il mercato andava male e non vendute in attesa di questo cazzo di top.

Quando però ho visto che le 2 posizioni a +5% rischiavano di perdere il profitto maturato, le ho vendute immediatamente ed in particolare 2 posizioni cassettiste (al solito nate come cassettiste ma gestite in trading), Unipol Priv e GAS Naturale preso ieri e che oggi rimbalzava almeno un po. Erano ben impostate e francamente mi è dispiaciuto vendere, ma volendo domani potrò ricomprarle anche a prezzi più bassi. Debole FIAT che sui ribassi accusava botta, ma non ha raggiunto livelli numerologici e/o di AT candle che avrebbero chiamato nuovamente alle armi sullo straddle in essere, in perdita, pesato short. Non riesce l'acquisto al close di UNI LAND, nell'asta di chiusura con enorme spread il brokerone pensa bene di comprare 1 pezzo dalla lettera tramutando un -1,7% in un - 0,8% e questo non depone a favore di andamenti rialzisti.

 

 

 

posted on 18:10   link   . . . . .  up

 

Nulla di Rilevante

27 September, 2010

Altra giornata pesantissima per il mio lavoro e la prosettiva per i prossimi giorni è anche in peggioramento con trasferte fuori base.

 

Il mercato oggi non ha regalto grandi spunti. Non c'erano dati macro rilevanti ed il mercato europeo, dopo essersi allineato alla performance americana residua del venerdì sera, apre in rialzo e poi si ferma. Nel pomeriggio l'america non regala spunti e tutto si ferma. Nei fatti FTSE/MIb non supera la resistenza S9P in angolo di comando, valore numerologico statico che ogni qualvolta si ripresenta, come i supporti S9P, ripete la propria valenza in modo identico. Appunto resistenza statica e livello teorico di apertura posizioni short a "scatola chiusa". Ma non vincono nemmeno le forze ribassiste perchè il mercato comunque è BULL. E quindi l'andamento si schiaccia portando la volatilità a soli 60 punti (BB standard a 15'), quando venivamo da 700 punti del venerdì. Si concretizza quindi "un anestetico" per i trader, mezzo per l'imbambolamento operativo

Da oggi inoltre termina la fase bull S9T del nostro mercato (non di quello USA che è completamente opposto) che concluderà la porzione diversi giorni dopo quella del top americano, portandosi nell'angolo dei crash per il terzo ed ultimo evento annuale.

 

Operativamente non ho chiuso la posizione short su FIAT perchè in apertura ho visto questa resistenza sull'indice che prendeva piede.  E FIAT non è una pocora nera. Proviene da GAP in grande forza (che dovrà essere compensato) e con le problematiche "politiche" in corso non ci sarebbe da meravigliarsi di qualche giornata negativa dove poter sistemare la questione. Però era doveroso comprare un altro po di long in hedging quando a ritracciato quel poco in mattinata. Resta probabile il target di almeno 11.31 confermato close daily per evidenti ragioni di stop.

Non avevo denaro pronto per dei titoletti interessanti ho comunque derogato per il GAS LEVA che non avevo in portafoglio. Dopo il -7% del venerdì e un ulteriore -7% di oggi, al minimo storico (del prodotto ETF GAS LEVA) mi sono tolto la bellezza di 200 euro dal conto corrente per girarli sul conto trading e comprarne un po. Non è buona prassi comprare sui crolli ma quando è troppo è troppo.

Una commodity non si bistratta in questo modo. La portiamo nell'arca...

 

      Gentile Cliente,
      con la presente Le comunichiamo l'esecuzione dell'ordine N. 20100927206382.

      - Strumento: ETFS LEVERAGED NATURAL GAS - JE00B2NFTQ41
      - Operazione: Acquisto
      - Quantità/Valore Nominale: 543
      - Quantità/Valore Nominale eseguiti: 543     
      - Prezzo limite: 0.368     
      - Prezzo esecuzione: 0.3680
      - Data esecuzione: 27/09/2010 16:34:22

 

 

posted on 18:49   link   . . . . .  up

 

La moda dello short ... e della menzogna

27 September, 2010

Questo weekend ho buttato un pomeriggio intero nel tentativo di far funzionare uno screener prorealtime con cicli FOR e IF indentati, che non vuole funzionare e non capisco il perchè. Sarebbe lo screener per la candle "seme", così da me battezzata, perchè nasce da "sotto terra", si solleva rapidamente, con forza, senza mai piagarsi più.

Oltre a fare questo ho letto un po il WEB. Da quando c'è stata la crisi è nata la voglia di operare short sul mercato, voglia che poi si è tramutata in una vera e propria moda. E' una dinamica voluta da chi fa il mercato, solleticare in tempo di crisi l'operatività short da parte dei trader su azioni e derivati. Onestamente nel secondo semestre del 2009, con un mercato che saliva in modo mostruso, la visione ribassista  e l'operatività short ci sarebbe stata tutta. Ma continuare a sostenere analisi ribassiste di qualsivoglia tecnica analitica sembra ormai un vero e proprio suicidio. E quando la razionalità vince sulla dissonanza cognitiva ecco lì recensioni "menzogna": ho letto di tutto, dai più soft (prima short FTSE/MIB con target 19000 punti al cedimento dei 20700, poi diventano  20300, poi diventano 20000 punti) ai più hard (il mercato è sempre ribassista anche se ci sono spunti interessanti con target 23500 .... ). Questa dinamica comportamentale lascia immaginare che siamo "prossimi" ad una presa di beneficio. Dopo il top Square 9 of Time SP500 in angolo di comando assisteremo probabilmente ad una correzione violenta, strappa long, sul quale armarsi di coraggio per ingessi long di peso con primi target area 25000 punti e poi  su over 33000 mentre qualcuno continuerà riprenderà shortare il mercato.

 

posted on 08:04   link   . . . . .  up

 

Sole ... è BULL !

24 September, 2010

Oggi non ho seguito il mercato per via di impegni professionali al limite della sopportazione umana. Questo è il mio lavoro.

 

La lettura a cose fatte conferma le ipotesi di ieri: il mercato è BULL.

SP500 entra in fase S9T bullish. FTSE/MIB tiene il supportone S9P in area 20000/100 e viaggia con ben 600 punti di intraday, una bordata. Il tutto sui dato macro, ieri da scappare, oggi da volare. Resta in piedi la resistenza S9P in angolo di comando, non robetta da poco. Resta in piedi una fase negativa di periodo che dovrà concretizzarsi subito dopo il top di SP500 previsto in accordo al timing S9T. Attenzione.

 

Operativamente qualche refresh ma non ho fatto nulla. Avevo individuato 2 prede small-cap ma non ho avuto denaro in open per perseguirle. Nemmeno per il GAS che oggi perdeva ben 8 punti sui minimi storici (ETF GAS LEVA) anche in ragione del cambio €/$.

Non ho potuto operare la battaglia FIAT, che adesso al 85% si concluderà con stop del mio minishort, anche se da ieri in hedging con minilong. Ma la partita non è finita, quello che conta è il sell che farò lunedì. Magari con altri pezzi long in open...

Sorprende comunque il bilanciamento fatto sul portafoglio, ossia sui ribassi e sui rialzi non subiva grandi oscillazioni, praticamente fermo. Pesano gli short SP500 e FIAT con alta leva e basso investito quando il mercato sale, premiano le pozioni long a mezzo titoli (numerosi) e straddle/long FTSE/MIB quando il mercato sale. E "viceversa". E' come un attendere, ma non so cosa visto che avrei dovuto operare oggi. Purtroppo non ho potuto. E lunedì operare significa vendere in loss gli short. E non sembra cosa saggia, almeno per qualche week. Ed allora aspetteremo.

 

Buon we.

 

posted on 19:27   link   . . . . .  up

 

Solo una Vibrazione

23 September, 2010

Commento senza immagini perchè da stamattina ore 5:15 che sto di fronte a 2 computer, uno del lavoro e quello del push TOL...

 

Il mercato apre bull come da qualche giorno a questa parte ed in particolare con FIAT molto forte. Poi però i dati della mattinata non sono buoni ed il mercato piega con decisione, accellerando al dato disoccupazione USA. L'apertura americana comunque non degenera in un bear market e sul dato "delle case USA" (semplifichiamo) trova un recupero spingendo l'america sulla parità ed euro in chiusure solo frazionalmente negative. Da notare FTSE/MIB sulla resistenza S9P in angolo importante, notoriamente a 20100/000 che regge bene ed unitamente al supporto di una BB riattivano il mercato bull. Questa lettura si sposa con quella di una vibrazione negativa in un ciclo negativo, presumibilmente oggi un bottom di breve periodo visto che da oggi l'USA dovrebbe innescare una ripresa spingendosi temporaneamente nell'angolo S9P dei TOP. Questa ad oggi la mia previsione, difficilissima, di breve termine. Meglio dire qualcosa che non dire un cazzo come i trader/blogger democristiani che aspettano la rottura del 20700 (ma poi non si mettono short).

 

Operativamente ho fatto rotta "su torino" (FIAT) per uccidere il nemico RBS ma essendo questo ancora nascosto sopra la 1x4 bullish ho avuto mandato di non osare per nessuna ragione, anche per via della presenza di posizione contraere a Settimo Torinese. Il comandante mi ha ordinato di stare calmo e di osservare la città ad alta quota. Quando finalmente il titolone nazionale ha perso colpi ed ha ritracciato a -1,5% sono partite le truppe alleate in posizione LONG via LC @ 8.3 (singolare certificato a parità 1 che quota 2.5 al close invece dei solti 0.XYZ) procedendo quindi con hedging di posizione short. Ricevuto mandato di liquidare la long o la short alla rottura dei livelli chiave che ben sapete immaginare. Adesso che spacchino pure a rialzo.

Sell del minishort FTSE/MIB in profitto in area 20140 (oggi comunque RBS prezzava " a merda" nonostante gli aggiustamenti derivati dal divendo ENI), portanto lo straddle 1.5:1 long:short.  Poi vendita del GAS in profitto del 3.5%, sul +4% daily, dopo che aveva perso tutto lo splendido +5% fatto in controtendenza con i mercati, scrollo arrivato sul dato scorte (che peraltro erano in diminuzione!) ma che poi ha fortunatamente recuperato riportandosi appunto sul +4% . Ingresso LONG su Lottomatica con pochi pezzi (27), trattasi di primo ingresso a 11.20. Oggi sono 6 candle nere e non sono poche, statisticamente per il titolo, e siamo sui bottom considerando i massimi storici a 35.

 

Finisco informando gli amici del privè che ASAP metterò a disposizione un documentino di 2 pagine su quelle che penso essere le "Candle Magiche": sui titoli a bassa capitalizzazione c'è un nuovo pattern che ho osservato da mesi. Tutto cambia, anche l'universo si muove: questo è uno dei nuovi modi di accumulare titoli a bassa capitalizzazione sui minimi di periodo, in laterale "lungo", senza farsi troppo notare. 4 casi ben documentati. I vecchi pattern di reverse sappiamo che sono simulati od aggrediti perchè visibili ormai al mondo intero.

 

posted on 17:51   link   . . . . .  up

 

Mercato difficile

22 September, 2010

Seguito il mercato on-line fino alle 9.30, poi chiudevo il TOL per riaprirlo solo alle 15:00.

Poco dopo l'open eseguivo la vendita dei miei pezzi CLASS EDITORI, visto che l'asta di preapertura non prometteva nulla di "speciale". Realizzato un profitto percentuale di oltre 20%. Soddisfatto per il trade. Ritornerò sul titolo sui "livelli di tenuta"del grafico candle 15', liquidità permettendo.

Ruotavo immediatamente l'incasso sul titolo ANSALDO STS, prefernedolo a Pierrel ed a IlSole24ore, 3 titoli in canna.  Poi vedendo il GAS LEVA perdere nuoviamente il 3%, rieseguivo ingresso long a 0.418 con la speranza che abbia preso la fase con questo prodotto finanziario e possa "mugnerlo" a dovere a botte di 4-5%, pur dovendo pagare ritenuta Capital Gain su plusvalenze maturate via ETF/ETC.

 

Sorprende l'enorme forza del titolo FIAT che apre in GAP (secondo GAP daily) ad oltre 2,5% con un mercato bear... è un massacro sul minishort sebbene di investito molto modesto. Fortunatamente l'evoluzione del mercato penalizza anche FIAT che avrebbe fatto un +5% prendendo lo stop del mio certificato short (11.31), adesso nel mirino del nemico RBS che legge questo blog dalle sedi nazionali. Per adesso sono salvo e domani proverò l'attacco risolutivo su grafico BB "15 minuti", avendo più tempo disponibile per il TOL. Sappiamo che in area 10.49 c'è un importante FAN bearish, oltre che stop di vari certificati. Per il secondo razionale avevo anticipato l'ingresso short anche se non c'era il segnale di mancata rottura FAN, che appunto sarebbe stata decretata solo al prossimo venerdì. Nei fatti il titolo sta invece sfondando la FAN (rottura) ma la settimana non è finita e se i mercati rimarranno deboli è molto probabile che il titolo vada a chiudere anche il primo GAP ritornando sui prezzi del PMC del mio certificato short, aperto appunto in anticipo rispetto al segnale FAN anche per la presenza del GAP nei pressi dello stop di un certificato. Non avrei immaginato infatti una prosecuzione del trend nei giorni successivi che, per la violenza in cui si concretizzata a livello daily, si è immediatamente tramutata in una posizione fallimentare. Domani farò rotta su Torino nella speranza di poter colpire l'obiettivo. Che SP500 ci aiuti.

 

Il mercato per il resto è molto difficile in quanto nervoso, volatile, privo di una direzione di breve quantunque rimanga comunque forte nella sua dinamica di imprevedibilità. Al mercato penseremo più avanti, domani c'è un'importante appuntamento.

 

posted on 18:13   link   . . . . .  up

 

Fiducia Ritrovata

21 September, 2010

Ben impostato il mercato nella giornata di oggi e se non fosse stato per UC la performance del listino italiano sarebbe stata nettamente migliore. Tutto questo movimento dovrà passare però l'esame FED di questa sera, con un mercato americano indeciso ma comunque sempre sui massimi di periodo. E' una dinamica Bull per eccellenza, forse anche troppo palese, con un solo giorno di indecisione a regolare "lo sconto" sul FIB dicembre di cui a precedenti blog. A feeling l'evoluzione di questi giorni ci sta consegnando un mercato da shortare nel breve termine.

 

Ritrovo la fiducia oggi vedendo il titolo FIAT che non prosegue la corsa feroce di ieri (da oggi manca qualche player in denaro ?), poi vendendo il GAS in profitto, ma sopratutto registrando la performance di Class Editori che ESPLODE e chiude al +18% dopo lunghissima sospensione, la prima iniziata già in mattinata sul +13% e poi nel pomeriggio dopo aver riaperto solo per qualche minuto con grandi pezzature a mangiare 7-8 livelli di book. Perchè comprare Class ? Gli ultimi saranno i primi, così commentavo ad una nuova amicizia conquistata questa estate sul litorale sud laziale, suggerendogli l'acquisto del titolo come avevo fatto io stesso, nonostante il settore Media fosse da anni battuto in vendita, le peggiori performance di settore. Senza spiegargli che la macchina software del brokerino Class avrebbe dovuto ricoprire uno shorting che proseguiva da mesi interi. Noi l'abbiamo inculato con un trade della famiglia I HAWK, posizione non ancora chiuso perchè c'è la possibilità di una performance residua non affatto trascurabile. Ed ho resistito tutto il giorno da schiacciare il tasto sell.

Il mio stile di acquisto sulla debolezza lo preferisco a quelli dei più gettonati trader professional master italiani che comprano sulla forza "certi del successo", raccogliendo magari uno stop loss 2 giorni dopo e poi vedendo altri 2giorni dopo che il titolo che ritorna sopra quota di stop. Nulla è certo sui mercati finanziari. Comprare sulla debolezza è una delle cose più naturali e semplici, quantunque considerata sbagliata, ma i titoli a casa mia se comprano quanno scennono e se vendono quanno sargono ...

Per il resto in apertura freeze dello strade FTSE/MIB, cosa ben fatta, e lasciavo in canna short FIAT e shortino SP500. Inizio a monitorare UC sui pressi dei supporti S9P per entrata long a mezzo titolo.

 

posted on 18:42   link   . . . . .  up

 

Missione RBS

20 September, 2010

Dopo un inizio molto debole, sostenuto soprattutto dalla performance di FIAT e con ENI, ENEL che compensavano i segni meno dei bancari, il listino italiano trova l'accellerazione rialzista e nel pomeriggio, con il supporto del mercato americano, chiude in forza.

Nel mio forecast settimanale prevedevo, per l'inizio di settimana, un mercato debole senza però degenerare in bear market: non ero sicuramente della stessa opinione di molte firme illustri del web che per queste giornate prevedevano un mercato bear con target in area 19000 (urka !), nell'evoluzione ribassista, una volta rotti i supporti importanti della scorsa settimana fra cui area 20700.  Per loro è inutile adesso correre ai ripari con nuovi post che spingono in basso quelli errati. Quel che scritto rimane.

Tuttavia non mi aspettavo nemmeno un mercato così forte in open di settimana, l'arrivare a battere i top settimanali già al primo giorno, di fatto invalidando il mio sceanario evolutivo laddove questo non sia il solito falso lunedì. Un lunedì del cazzo. 

 

Da notare FIAT che dopo l'andamento degli ultimi giorni sarebbe sicuramente stata pompata per lo stop di 2 minishort RBS e l'apertura in GAP over 10,47 era un segnale chiaro che comunque fosse andata con gli indici il titolo non sarebbe sceso di nemmeno un tick. Al close RBS manda a stop ben 3 certificati short, soldi incassati alla grande, grande strike del player finanziario, ma non va a stop quello che avevo preso io a metà mattinata NL0009287283, con stop loss ad 11.3, scelto appositamente con stop over 11 per poter "respirare" almeno 1 giorno prima di iniziare l'agonia. E' la battaglia del trading, la mia missione RBS, che combatto come fossi un compagno russo, senza grandi possibilità economiche ma con dei mezzi che comunque possono permettermi di vincere.

 

L'andamento della giornata, comunque, è deprimente: la perdita realizzata su tale certificato short fiat, sebbene con soli 1000 pezzi in area 10.6 di sottostante, pur essendo di una qualche decina di euro impatta sul morale e sull'autostima. Che quel GAP si trasformi in pattern di bear reversal, adesso che mancherà un importante player in denaro, non è cosa improbabile e per questo operavo short. Ma intanto le cose non vanno ed il dolore monta pur se non va applicato lo stop.

Però poi un'altro "errore", almeno per adesso: decidevo di vendere i minilong Tenaris che da giorni stentavano a decollare, per passare nuovamente sul GAS LEVA, sul -6%, prodotto in qualche giorno è arrivato ai minimi dal 2000 (considerando anche euro/$ 1.30) e che mi sembrava e mi sembra ancora maggiormente appetibile e meno rischioso. Appena venduto il titolo Tenaris saliva ed il GAS leva perdeva altri 2 punti.

Eppure oggi avrei dovuto fare grandi acquisti secondo l'oracolo. Che siano le posizioni short su S&P500 in area 1135 a mezzo minishort RBS ? Oppure tutte e 4 ?

 

posted on 18:42   link   . . . . .  up

 

Perso il pattern bullish di breve

17 September, 2010

Oggi ho seguito solo a tratti il mercato: da dopo l'open fino a tarda mattinata e poi solo dopo le 16 visto che preferivo la "fuga" da Roma piuttosto che il presidio del TOL, anche per come si erano evolute le cose.

Bullish e bello ridente è stato l'open europeo sulla scia del close asiatico e sulla buona tenuta USA di ieri. Qui a mio parere MM sul derivato andavano a ricoprire "al meglio" le posizioni short sul sottostante FTSE/MIB aperte negli ultimi 3 giorni per generare il Movimento FIB bearish. Inspiegabilmente, ossia senza dati macro "pubblici" o notizie condivise sul "default e simili" il mercato EURO ed in particolare FTSE/MIB iniziava la scesa rimangiandosi il guadagno e poi perdendo terreno in modo drammatico, fino a rompere i nostri 20500 che avrebbero mantenuto il pattern bullish di breve termine. Rotta questa soglia il mercato su poggia su Gann Level 26 20357 (fatti 20358) intraprendendo poi una ripresa. I 600 punti di ribasso avranno ben castigato tutti i longhisti FIB "a sconto" al roll-over di giorni fa, a meno di non supportare marginazioni di 3000 euro in uno scenario di grande incertezza rialzista. Chiusa la partentesi sul FIB è doveroso adesso riconoscere che il patter bullish FIB è perso e sarà rivalidato solo over resistenza S9P 20600/700 ed in particolare sul level quadranti a 15' molto prossimo a quella resistenza. SP500 e l'america invece si mantengo sulla vetta anche se qui, come detto, esiste un target price/time ribassista che potrebbe essere percorso a mezzo minishort NL0009476456 su eventuali rialzi sotto 1034 (es oggi in open).

 

Due righe sul GAS. Questo il grafico di Commodity Future Trading Charts che evidenzia come ieri non ci sia stata seduta con i minimi non inferiori al close precedente e non si capisce quindi, nemmeno con il cambio €/$, come ETFS GAS Leva abbia potuto fare -5%... qualche malidato sta pensando ad un "movimentone-strappa-pezzi" del MM ? Fattostà che oggi il prodotto incasella un +10% intraday... Ho chiuso la mia posizione proprio sul +10% (con dolore) perchè il recupero era molto consistente (100€ di perdita), perchè quella chiusura del GAP richiede adesso conferme rialziste ed anche perchè gli ETF a leva sono costruiti matematicamente per replicare l'andamento daily; questa circostanza sui ritorni a prezzi origine della commodity non produce, matematicamente, un ritorno al prezzi origine del ETF LEVA. Lo è invece con un ETF senza leva, quindi non il mio caso. Occhio con gli ETF leva come spesso indicato agli amici del privè, è vero che non scade mai ma non è lineare in un time-frame accomulativo.

 

Per il resto sell dei minilong Tenaris in trailing stop (piccolo profitto) e riacquisto al close visto che il titolo tiene area 14, valore fan bull NEXT opening weekly. Incrementata la posizione TME che oggi era uno dei rari titoli in positivo con volumi...

Un consoliglio pubblico è quello, a mio avviso, di non tenare sui titoli ingressi sui titoli ai massimi di periodo, sulla forza, ne equivalentemente short sui titoli sfonnati come i cementieri. Io sarei più orientato provare i long senza stop sui titoli alla frutta da qui a metà Ottobre.

 

 

 

posted on 18:29   link   . . . . .  up

 

2 Pacchi de' Marboro

16 September, 2010

Eccomi per il blog, nonostante la febbre sopraggiunta nella nottata e un pesantissimo viaggio A/R, ancora in corso, anche perchè in un treno INVASO da Cinesi, popolo che francamente non mi piace affatto.

 

Non ho seguito il mercato se non con dei refresh via sella mobile, ma a quanto vedo con un pò più di calma non è successo nulla di particolare ed i dati macro sono belli. Il mercato storna in accordo al movimento FIB ed acchiappa qualche minusvalenza di coloro che si erano posizionati long al roll-over dei contratti (vedasi precedenti blog). FTSE/MIB non tocca nemmeno il supporto 20500 (nostro potenziale bottom del trading range weekly) e SP500 regge la sua quota 1120/15 anche se su questo mercato esiste un target price/time lievemente ribassista che invece non percapiamo ancora su FTSE/MIB in termini numerici (nonostate entro metà ottobre qualcosa docrà succedere). Il mercato comunque è BULL nel lungo termine.

 

Oggi altri "2 pacchi de Marboro morbide", che sono meglio di un calcio nel culo, su un buy/sell minishort UC @ 2.3: sono i 400 pezzi che vedete comprati e poi rivenduti nel pomeriggio, di cui evito "prova". Numero 2.04 è la resistenza di comando e con un mercato che doveva scendere anche oggi (Movimento FIB) non potevo non cercare il trade short su UC. Trade eseguito immettendo oridini in pre-aprtura ed ad ora di pranzo. Con la liquidità oggi disponibile. Verranno tempi migliori.
In chiusura, sempre via Mobile, altro acquisito di posizioni long su FTSE/MIB portando lo staddle short:long a 1,37 dal 1.95 di ieri. Intatte tutte le altre posizioni, ossia tutti i long via titoli. Anche il certificato long su Tenaris rimane in canna in sostanziale pareggio.

 

posted on 19:23   link   . . . . .  up

 

Solo una strappatona

15 September, 2010

Brevissimo commento per via di impegni che mi vedranno fuori base da domani alla 6 fino alle 22.

La violenta strappata ribassista non pregiudica al momento il pattern bullish in essere fino al mantenimento di area 20500 per l'operatività di breve termine, mentre per il lungo termine i livelli di attenzione sono ben più bassi. Da notare la tenuta del 1120/15 di S&P500 a supporto di tutti i listini europei. Trascurabile la prestazione dei musi gialli derivata da questioni di cambio con il dollaro.

Operativamente l'aperura del movimento FIB mi ha spiazzato perchè sostanzialmente in pareggio, ma il verso poi l'ha preso... anche questa è stata una noia. Dunque ho venduto i long che poi ho ricomprato in parte (50% delle posizioni short) perchè ero ansioso. Avrei potuto aspettare 20700, se l'avessi saputo prima :-)

Ingresso su minilong Tenaris a 14 di sottostante (stop loss sotto fan bull 13.90 opening weekly). Sell minishort UC (2 pacchetti di marboro morbide al netto delle commissioni). Nuovo ingresso su CREVAL a prezzi inferiori al sell di ieri, su primo supporto S9P utile. Scarsa liquidità in portafoglio, necessario risolvere lo straddle, sperando che il mercato faccia il movimento di rottura: occhio quindi ai livelli 20500 e 21200 per l'operatività di breve. Il resto è noia, sebbene siano ben 700 punti di indice.

 

posted on 17:28   link   . . . . .  up

 

Buono come Top

14 September, 2010

La giornata di oggi è stata caratterizzata da incertezza in un micro-trend ribassista ma senza mai tramutarsi in un crollo nemmeno sul cattivo dato del ZEW tedesco. Non ci si muove molto sui dati ma poi violentemente, in 15 minuti, monta un mercato bear sull'andamento americano, che puntualmente si ferma su una resistenza S9P a 1120/15 di valenza media che fa il suo dovere. A sopresa si recupera nelle utime ore accellerando addirittura a riconquistare un segno nominalmente positivo dal -1% di metà pomeriggio. Di fatto il mercato disegna un'altra candle della famiglia dojy su un top di periodo. Da questo punto di vista c'è quantomeno incertezza di "bullish continuation".

Non ci sono dubbi invece che oggi sia partito il Movimento FIB, che per chi non lo conosce è spiegato nel mio corso di borsa on-line. Con i 47 mila contratti di cui 31 mila in roll-over future Dic 2010 si segna il passo. Ecco che sono "regalati" ai longhisti FIB circa 150 punti di indice a contratto, visto che il future di dicembre vale 20850 circa, pari a 750€ a contratto. Quanta generosità ! Ma come finirà ? Indipendentemente dalla prossima settimana sappiamo bene che l'opening di domani, per quanto lasci solo 2 giorni di operatività, è da perseguire senza esitazioni. Allo scopo ho dovuto predisporre delle armi in canna che mi permettano di fare morti su leverage certificate.

 

Infatti nelle prime battute non ho seguito il mercato per via di una importante ecografia. A metà mattinata, prima del dato ZEW, provavo a lasciare la posizione long su FTSE/MIB con un profittello di circa 100€, aprendo contestualmente uno short "leggerissimo" su UC che non superava la nota resistenza in angolo di comando. E non l'ha superata come anche ENI non ha rotto la fan bear. Due segnali concreti: buoni come top di periodo "settembrino", incluso quello dell'indice.  Nel pomeriggio però un po preoccupato della tenuta riacquistavo long FTSE/MIB in area 20830, per un totale del 75% della posizione short. Ora in profitto, su questa posizione opererò per il movimento FIB vendendola in caso bear, incrementandola in caso bull. E per poterla incrementare accetevo al cassettino titoli vendendo CREVAL. Da questa notizia ho capito che probabilmente l'antipatica proprietà (quando valeva 12 euro spargeva notizielle sul mercato via amichetti bancari) dopo essere stata short per mesi (i conti del PDF non tornano), tornerà long sul titolo o sull'obbligazione, ma nonostante ciò il titolo si trova sulla resistenza in angolo di comando del suo nuovo S9P (il minimo storico è recente, il nuovo S9P è sulla share). Quindi il 7% glielo abbiamo levato, difendendo il profitto e trasferendo polvere da sparo nei bombardoni leverage certificate long, pronti a lanciare su piazza Affari laddove il dovere ci chiamasse.  Nulla di rilevante per tutte le altre posizioni. Domani è trading senza esitazioni.

 

posted on 18:02   link   . . . . .  up

 

La parola ad ENI

14 September, 2010

FTSE/MIB ha definito ieri una configurazione di Shooting Star Gap, di media valenza ribassista (famiglia delle star da confermare con la terza candle) che oggi potrebbe trasformarsi in una figura bearish reversal tipo Abandonated Baby, più precisamente Evening Star (Gap, BodyStrong o GapBodyStrong) laddove si registrasse una seduta negativa con o senza GAP ribassista. Vista le brillanti performance dei bancari la sorte rialzista del listino è legata soprattutto all'andamento di ENI che è il titolo a maggior peso sul paniere.

Attualmente il titolo è alle prese con la sua bear 1x4, come giorni fà SP500, fan definita nel luglio 2007da un pattern iniziale ribassista 4x1. In figura l'impianto fan "storico" che forse presenta qualche perplessità sulle fan bullish visto che la serie storica prorealtime parte "solo dal 1995". In ogni caso l'impianto bear del 2007 è corretto ed il titolo sul grafico weekly è a contatto con il valore opening-weekly della fan la cui rottura aprirà importanti spazi rialzisti di medio periodo.

 

Su grafico daily si evidenzia la rottura della resistenza S9P in angolo di comando (15.9) dei primi di settembre, la candle di volumi "bullish" di qualche giorno fa, il valore della MM200 proprio in corrispondenza del valore fan (apprentemente rotto perchè su grafico daily). Importante quindi la rottura confermata close weekly 16.58/16.60 per un proseguio bullish dell'intero listino.  Direi che il titolo sovraperfomerà in verso o nell'altro l'andamento del paniere FTSE/MIB.

 

Anche UC a contatto con una resistenza, parliamo di quella S9P in angolo di comando 2.04/05. Potrebbe essere un titolo da cavalcare short per scenari ribassisti.

 

 

 

posted on 07:22   link   . . . . .  up

 

Resistenze ed impredicibilità

13 September, 2010

La giornata di oggi, caratterizzata dall'assenza di dati macro, ha visto i mercati euro in apertura a rialzo per poi galleggiare tutta la giornata sulla scia del future americano e poi dell'apertura in positivo del mercato. In particolare l'andamento di FTSE/MIB, in figura su candle 15' e BB standard, evidenzia l'apertura in GAP che poi non viene chiuso per 70 punti, dunque nominalmente è stato aperto e non si è chiuso.  

Nel corso della giornata il mercato tiene con armonia BB il livelli conquistati, ma non scavalla quota 21200, particolarmente importante per note ragioni di leverage certificate short, diminuendo la volatilità fino ai 100 punti di BB. Il mercato comunque tiene i livelli conquistati in trend-continuum, nello specifico sia con minimi sia con massimi daily sempre superiori ai precedenti. Dinamica bull per eccellenza.

 

 

Operativamente nessuna operazione di rilievo perchè la prima da farsi era la vendita di leverage certificate FTSE/MIB attualmente in straddle, cosa che avrei fatto abbandonando la parte long sulla BB superiore, in area 21190/200 in bel profitto per poi tentare l'ingresso a prezzi inferiori, probabilmente oggi stesso se fossi stato indeciso. Il mercato non ha però fatto l'ultimo pezzettini fino alla BB superiore, che ci sarebbe stato tutto nell'armonia del movimento, lasciandomi senza trade anche perchè con i successivi 100 punti di volatilità c'era poco da fare facendo i conti con lo spread dei certificati.

Alle 17 vendevo il minilong Tenaris in trailing stop orario, visto la prestazione debole e la doji formatasi sul daily a ridosso di una resistenza. E francamente avrei voluto shortare ENI in questa giornata che sembrava perfetta per l'apertura short sia per il pricing del titolo e sia per l'impatto negativo che darebbe sul listino per realizzare il contenimento del valore dell'indice (21200) con il proseguio bullish del settore bancario. Ma non l'ho fatto soprattuttto perchè manca ancora lo start del movimento FIB ed i moviementi del mercato sono relativamente imprevedibili su questi livelli.

Sul movimento FIB ancora nessuno start visti i "soli" 19926 contratti scambiati, delude un po che il rollover non sia partito giorni fa e lasci quindi solo qualche giorno di operatività anche laddove avvenisse domani in open.

 

posted on 18:02   link   . . . . .  up

 

Timidamente Over

10 September, 2010

Se il close SP500 sarà questo, ossia over 1103, allora il segnale per il medio termine è dei migliori. Altrimenti si ritorna, come detto ieri, nel tormentone da risoluzione cuneo. La giornata di oggi non ha infatti regalato emozioni, nonostante la ricorrenza dell 11 settembre un po dimenticata dal mercato, evolvendo un movimento ribassista in open e lavorando poi a ridosso della parità per tutto il resto della giornata.

 

Nello scenario over 1103, 1102.8 per la precisione, il breve termine sul mercato italiano sarà comunque dominato dal Movimento FIB al suo start, ossia al roll-over dei contratti su quello a scandenza Dicembre, movimento non ancora attivato visto il transato inferiore alla media di periodo. Nel medio periodo, diciamo ottobre, l'ipotesi più probabile è quella di un close sotto i massimi di Agosto ed in particolare l'area 21200 appare ostica per via della presenza del leverage certificate short, livello di resistenza dove si potrebbero cercare appunto posizioni short alla tenuta oraria. In ogni caso cercherò di approfittare del time-frame negativo per liquidare le posizioni short su indice almeno sul pareggio, fermo restando che prima dovrò vendere i long attualmente in buon profitto percentuale. Per il lungo termine già ho indicato un'idea di massima che consoliderò nel weekend con il verdetto S&P500.

 

Operativamente oggi non ho fatto nulla un po per la paralisi da capitale (tutto investito) un po per le 11 ore di lavoro (al momento) un pò perchè il grafico FTSE/MIB candle 15' si è mosso sempre molto armonicamente su BB, che sommato a spread da leverage certificate non avrebbe regalato profitti degni del rischio di operare. Inoltre il mercato è stato sempre incerto ed anche adesso al close stenta a chiudere in positivo anche fosse solo un frazionale. Ma è tipico di un mercato bull salire a piccoli passi, trend-continuum, seminando dubbi giorni dopo giorno, attanagliando chi è long.

Un piccolo trade l'ho fatto, ossia un acquisto, sul titolo small cap segnalato al PT stamattina con i miserabili 100 euro liquidi che avevo, nella speranza che poi scenda per realizzare un secondo ingresso con target di performance 3 digit. Vendendo Gabetti titolo dato long il 7 settembre dopo averlo monitorato dallo spin-off FIAT, certamente si rosica per quanto successo ma si consolida al tempo stessa la fiducia nello stock picking.
Buona la performance del GAS Leva con un close intorno al +7%.


Nota tecnica su Class, questo sotto (cliccaere) il suo book a matrice macchina software rimasto immobile praticamente tutto il giorno, della serie "chi c'ha er titolo se caghi sotto che non lo vende ..." In questi casi chi è in lettera si ammassa alla prima proposta (non può far altrimenti) e solitamente poi passa il pesce grosso che divora i pezzi, ma la trappola non ha riscosso grande successo visto che c'erano solo 10K pezzi per un totale di 4500 euro. Al close compaiono quindi 30000 pezzi a 0.410 del tipo "venni adesso o mai più". Strappate a ribasso nei prossimi giorni con volumi saranno da cogliere in modalità long visto anche l'andamento del titolo ormai da qualche anno, sebbene il sottore editoriale e media non sia dei migliori.
Ma tutto cambia e gli ultimi saranno i primi. Oltre a dirlo chi ci ha creato lo dice la statistica con i looser-portafoglio soprattutto con titoli sotto il valore unitario (time-frame lungo).

 

Nota tecnica: questo weekend ritorno stabilmente a Roma, aggiornamenti alla share disponibili solo domenica pomeriggio.

Buon WE.

 

 

 

posted on 17:36   link   . . . . .  up

 

Buon Segnale

09 September, 2010

Quantunque la settimana non sia ancora finita ed il segnale si consolida solo al close weekly, oggi abbiamo avuto un segnale molto rilevante per il medio-lungo periodo. Da un lato abbiamo avuto una netta rottura della resistenza operativa in angolo di comando S9P per FTSE/MIB e dall'altro abbiamo S&P500 che ha rotto la fan 1x4 bear, proseguendo il rimbalzo dal famoso 1091 dell'altro giorno, che apre scenari rialzisti davvero importanti su quello che è il mercato azionario più importante del mondo.  Di conseguenza vogliamo iniziare a sognare i 33667 punti FTSE/MIB (Gann Level 43) ? Ne dicuterò al commento generale il prossimo weekend.

In questa configurazione infatti viene meno l'ipotesi di bull-trap di cui a precedenti blog, peraltro ieri già invalidata dalla tenuta dei livelli su quadrante 15 minuti precedentemente indicati. Non mi aspetto però che da qui ad Ottobre il mercato possa rompere i precedenti massimi, giacchè dovrebbe chiudere sotto, ma in ottica di lungo periodo questo rialzo appare fondamentale per validare il suo proseguimento. Domani sera la conferma finale oppure un nulla di fatto, ritornando nella configurazione di congestione nel cuneo, anche se questa seconda ipotesi appare davvero poco probabile e francamente non auspicabile visto che rappresenterebbe un nuovo tormento decisionale a cui preferisco rinunicare.

 

La prossima settimana potranno realizzarsi movimenti contro il "nuovo trend" per via del Movimento FIB che ho iniziato a monitorare da lunedì ma che fino a ieri non dava segnale di "start". Se sarà bear ne approfitterò per liquidare le posizioni short su FTSE/MIB che oggi, vista la violenza del movimento bullish, non ho potuto vendere sulla notizia USA (MM assente per prassi).

 

Operativamente oltre i 4 "movimentini"di stamattina non ho fatto nulla se non vendere con 12 euro di loss i 1000 pezzi minishort S&P500 comprati giorni fa quando SP500 piegava sulla bullish. Nessun problema, era un trade da farsi, con incremento delle posizioni sotto 1091 come segnalato nel PT.

Problema invece sul GAS Naturale che è divenuta la mia croce oltre quelle che mi spettano per altre faccende... sappiamo conviverci ma quando le venderò in profitto dovrò godermi la plusvalenza in modo speciale.  Stamattina inoltre volevo comprare Gabetti invece di CLASS Editori, non avendo gli spicci per entrambe, e la fortuna non mi è stata amica vista la sospensione per eccesso di rialzo. Verranno giorni migliori.

Segnalo infine la performance moscia di Tenaris ma ieri qualcuno su LC @ 11.95 ha fatto incetta di pezzi in vendita dal MM e ipotizzo che i titolo sia "contenuto" perchè altrimenti il conto da pagare sarà rilevante. Ecco il transato di ieri fino al primo pomeriggio... fatevi 2 conti di quanto deve pagare il MM se Tenaris volasse...

 

Ora Ultimo Quantità
15:13:25.00 0.216 5000
15:13:23.00 0.216 15000
14:47:09.00 0.216 15000
14:47:07.00 0.216 15000
14:36:50.00 0.216 5000
14:36:47.00 0.216 15000
14:36:47.00 0.216 15000
14:36:44.00 0.216 15000

 

posted on 18:02   link   . . . . .  up

 

Eseguiti Mattinata

09 September, 2010

Mi scuso per non aver aggiornato la share stamane a causa di problemi "transportation".

 

L'andamento del mercato nell'ultimo mese e soprattutto nelle due scorse sedute sta consolidando la mia vision di lungo termine per la quale mancherebbe adesso il "bollino blu", ossia la rottura del 1103 S&P500 confermata al close del prossimo venerdì sera.

Il mercato infatti appare ben forte e se il dato delle 14:30 dei sussidi disoccupazione USA sarà positivo il mercato esploderà a rialzo.

Nel frattempo ho modificato la composizione del portafoglio come da immagine qui di sotto, essenzialmente rafforzando posizioni long sin dall'apertura e chiudendo quei pochi pezzi short su ENI che avrebbero potuto passare in negativo. Non riesce la vendita dei minishort SP500 a prezzi accettabili.

 

 

posted on 11:22   link   . . . . .  up

 

Rimbalzone

08 September, 2010

Anticipo un po il commento per via di impegni fino a tarda serata.

 

Se il close del mercato sarà questo, ossia FTSE/MIB sotto 20700 e S&P500 sotto 1103, a mio avviso si tratta solo di un corporso rimbalzone. La ragione tecnica del rialzo, comunque notevole nella dinamica intraday, è essenzialmente legata alle buone news arrivate in mattinata che  hanno fatto invertire l'andamento fortemente ribassista delle prime ore, pur senza che fossero sfiorate le quote limite indicate sotto, a cui si è sommata la buona apertura USA a fomentare gli andamenti rialzisti. La ragione metafisica è invece la tenuta della diagonale ascendente del Gann Square su S&P500 (1091), in figura, che ha contrapposto una forza rialzista di grande valenza a quella ribassista motivata ieri di altrettanta valenza. Di fatto siamo nel cuneo di queste forze e non c'è ancora un verdetto per il medio periodo. Stasera il beige book americano (si scrive così ?) rappresenta un'incognita potenzialmente capace di dare una soluzione a questa congestione metafisica sulla quale opererò di conseguenza se ci saranno segnali confermati close weekly.

 

Bello l'andamento di Tenaris che ha sovraperformato l'indice ma la questione Fastweb mi ha colpito molto: seppur ho realizzato dei gudagni ho perso però una grande opoortunità che avevo tra le mani per un regola operativa che in questo caso avrebbe dovuto essere più elastica vista la rilevanza della notizia che commentavo giorni fà, dopo che avevo eseguito l'ingresso in tempi non sospetti. Vedere il bicchiere mezzo vuoto è sempre una mia caratteristica.

 

L'operatività di oggi ha visto l'ingresso su titolo Credito Valtellinese (sempre pochi pezzi in logica cassettista), poi vendita dei minilong Tenaris per switch su Minishort ENI con stop operativo sopra 16,66 close weekly (o daily).  Rimangono in portafoglio tutte le altre posizioni su leverage certificate. Per il resto molto bene Tiscali che fa parte delle posizioni cassettiste mentre al solito il GAS Naturale bastona a ribasso quando l'azionario sale (ma il viceversa non avviene e se avviene dura poco).

 

posted on 17:09   link   . . . . .  up

 

Livelli per il breve periodo

08 September, 2010

Con il close di ieri sera di S&P500 in area 1091 siamo ancora formalmente in territorio "bullish" sebbene il future americano si presenta negativo (ore 7:54) sotto tale quota.

I livelli da monitorare per una tenuta del mercato almeno nel breve periodo sono 20094,5 FTSE/MIB e 1072,5 S&P500, sotto i quali il movimento ribassista assumerà valenza di mercato bear piuttosto che di "presa di beneficio" o "strappa-long".

Mie precedenti considerazioni di "presunta bull trap" del movimento rialzista partito a fine Agosto troveranno conferma alla perdita confermata al close di questi 2 livelli.

 

posted on 07:58   link   . . . . .  up

 

Vince la bear 1x4 SP500

07 September, 2010

Fra i orsi e tori vince la fan bear, ossia la 1x4 bear su S&P500 che era stata tocca al close del venerdì scorso (1005) e che questa settimana si attesta a 1002,8 opening weekly con un massimo in open settimanale americano a 1102,6.  Di conseguenza le 2 posizioni tattiche si trovano adesso in acque pericolossissime.

Non so perchè abbia ipotizzato nel forecast che questa settimana avremmo avuto ancora un coda bullish in trend continuum, almeno fino a giovedì. Devo essere proprio un coglione, sebbene avevo chiaramente indicato che lo scenario bullish sarebbe stato invalidato dalla mancata rottura della fan. Difatti i cicli bullish time-cycle terminavano al più lunedì ed il signaling della fan sull'indice azionario più importante al mondo non andava assolutamente trascurato. Così come andavano considerate tutte le "imbeccate long" che avevo sentito su Radio Classica nei commenti del close fra cui Intesa San Paolo e Monte Paschi Siena come migliori stock picking del migliore settore, ossia quello bancario... Detto questo adesso diviene di particolare importanza la tenuta di 1091 SP500, diagonale ascendente del Gann Square: adesso siamo infatti in una configurazione di cuneo fra queste 2 linee che dovrà comunque risolvere entro poche settimane.

 

Operativamente non bene, purtroppo:

  1. in open non potevo a vendere i mininlong FTSE/MIB in profitto per via dell'assenza del MM. Passati 15 minuti e passati in negativo non mi rimaneva che incrementare i minishort, nello specifico quello a 23000 dove trovavo prezzi accettabili rispetto al fairvalue.
  2. entra lo stop-profit su Lottomatica, a 11.26. Anche per questa preda "cassettista" grande dispiacere all'esecuzione del sell ma è corretta l'operatività SEMPRE a difesa del profitto, anche perchè si possono ricomprare in qualsiasi momento. E poi comunque il titolo è sceso
  3. era ben forte e lo è ancora Tenaris che viaggiava in contro tendenza e che registra un minimo a 13.80, millimetrico rispetto la sua bullish 1x3. Purtroppo ero long sul leverage certificate e dopo averli raddoppiati con grande timore a 13.88 di sottostante, dopo tale test , ho chiuso la posizione nei pressi del PMC sull'open USA che ha dato una temporanea impennata al titolo. La perdita è stata di 13 euro, quindi del tutto accettabile. Questi non sono titoli e quindi vanno trattati come se si giocasse che la benzina, anche per via della grande leva del certificato a strike 11.95. Beato chi ha denaro utile per comprarsi i titoli, tengo a precisarlo. Al close comunque ho deciso di rientrare a 0.20 di certificato con pochi pezzi visto che il signal è ancora long ma i mercati non sono forti e non credo che Tenaris possa essere una pecora nera. Sicuramente performerà più dell'indice nel caso di rebound nei prossimo 2-3 giorni.
  4. ingresso su minishort SP500 (il più basso) per quanto indicato sopra, sempre in mattinata, vedendo l'andamento del future. Pochi pezzi ma andavano comunque comprati.

 

posted on 17:43   link   . . . . .  up

 

Numerologia Fastweb

07 September, 2010

Stamattina ho studiato un po la numerologia del titolo via S9P, sulla base del minimo a 10.60 e dei massimi relativi successivi. Lo S9P, che trovate sulla share "S9Nuovi", incontra bene anche i movimenti precedenti al minimo ed in particolare il massimo di 52,66 fatto nel dicembre 2003.

Detto questo:

  1. Gli amici del privè trovano indicati sul foglio S9P i livelli di ingresso, ossia i 2 primi supporti importanti ma anche tutti gli altri dove tentare un ingresso.
  2. Ipotizzando un de-listing o comunque un movimento bullish derivato dall'acquisto di titoli di SWISSCOM i prezzi potrebbero arrivare ai seguenti livelli: 14,8 - 17.8 - 21,6 - 26,2 - 31,6

 

posted on 09:50   link   . . . . .  up

 

Nulla di rilevante

06 September, 2010

Giornata essenzialmente inutile per via della chiusura dei mercati USA. I mercati europei infatti aprono in rialzo per allinearsi al close americano del venerdì, ossia alle performance residue guadagnate dopo le 17.30 del venerdì, per poi comunque rimanere positivi. FTSE/MIB dopo aver scavallato l'area 20700 perde il livello ma si mantiene comunque positivo sulla resistenza che ricordo essere angolo di comando S9P, quindi decisamente di rilievo.

 

Operativamente ho proceduto ad aprire 2 posizioni tattiche, long nello specifico. La prima su FTSE/MIB via leverage certificate 18000, indice che (purtroppo) ha aperto sopra quella resistenza. Ho immediamente portato quasi in freeze lo straddle FTSE/MIB in essere. Stop sul PMC della posizione long. La seconda su Tenaris, indicato qui di sotto, a mezzo minilong a strike 11.95. Il titolo nonostante la performance "moscia" di oggi dovrebbe sovraperformare il mercato in caso di proseguimento del trend bullish, un po come fatto da ISP nelle scorse sedute .... Purtroppo l'ingresso è stato fatto sui massimi, in open, ed il titolo chiude sotto i valori di ingresso. Con lo spread fisiciologico sul certificato la posizione è già in "buona sofferenza".  Accetto la problematica fiducioso di non sbagliare nell'operatività futura.

 

Entra purtroppo un'altro trailing stop, forse troppo aggressivo perchè messo a mercato aperto. Si tratta di Fastweb sul quale complessivamente ho fatto una ottima performance appunto in termini percentuali considerando i primi acquisti fatti ad agosto in area 11 euro. Queste pezzature che provenivano da 12.66 le ho vendute a 13.5 dopo che il titolo procedeva bene in area 13.75. Immagino infatti uno scrollo pesante giorni prima di eventuali notizie, fase dove cercherò eventualmente un nuovo ingresso con maggiore decisione. Per adesso il titolo si è apprezzato quasi del 30% in pochi giorni e quindi è lecito aspettarsi un movimento di "presa di beneficio" nei prossimi giorni od appunto lo scrollo prima della volata finale. In ogni caso ho difeso il profittello.

 

posted on 17:55   link   . . . . .  up

 

Screening 06 Settembre

06 September, 2010

Purtroppo il sito ftp non funziona e quindi non riesco ad eseguire l'upload del file Piano Trading.  In aggiunta a quando già scritto Domenica, ho aggiunto un solo altro titolo. In realtà ce ne sarebbero tanti, ma ho cercato di scegliere i migliori escludendo a priori le small-cap. Si tratta del titolo Tenaris con strategia di trading a basso capitale, valenza del segnale media, ingresso in open se sopra 13,80, stop solo al close sotto 13,80. 

 

posted on 08:27   link   . . . . .  up

 

Buon Rally

03 September, 2010

L'unica cosa che mi è dispiaciuta di oggi è l'aver venduto ieri i minilong su Intesa con i quali avrei fatto oggi il +50% che volevo. Il segnale della rarissima "magnifica armonia" (bullish) è stato ancora una volta preciso e certe volte i dubbi attanagliano l'operatività anche dove non sarebbe il caso. Ieri infatti avrei potuto tenere le mani in saccoccia e smucinarmi i coglioni invece di fare click sul tasto "vendi".

Per il resto il forte rally settimanale mi lascia soddisfatto di diverse cose anche se molto poco del profitto operativo (per via della presenza delle posizioni short). Bello innanzitutto lo stock picking della settimana scorsa. Poi bello constatare che ancora una volta il time-cycle 52 week anno funzionato, benchè del 2009, con close sopra i valori di opening del 20 luglio; è sempre bello vedere un mercatone-bomarda che avrà messo a tacere i pessimisti e gli infami mediatici di cui al blog del 30 Agosto. Anfami ! Bella obiettivamente l'evoluzione settimanale anche se ero per una candle marubozu o long body e quell'inizio settimanale così tentennante, con minimi decrescenti, mi aveva attanagliato anch'esso visto che doveva essere un movimento in trend "a rullo compressore", come lo è stato da mercoledì. Bello infine il timing che quadra anche su Settembre, dopo il reversal di Bradley di agosto. Adesso all'orizzonte si vede Ottobre ... e puntermo su questo timing.

 

Operativamente stamattina ho comprato minlong FTSE/MIB dopo il test del Gann Level 20357, tenuto. Comprato un 60% della posizione short in portafoglio, come suo hedging e nella speranza di chiuderla al momento giusto, addirittuta in profitto. Quel giorno non era oggi, nonostante anche qui stava scattando un sell in area 20800. Poi sul ribasso a grande malincuore è entrato un trailing-stop sul nostro titolone FINMECCANICA, a 8.25, incassando la plusvalenza. Sì, sono posizioni da cassettista fino a quando scendo sotto il PMC, diventano da trading però se salgono visto che un profitto non si butta mai e i soldi tornano in cassa.

 

Lunedì il mercato americano NYSE e NASDAQ sarà chiuso e forse gran parte della salita di oggi è anche motivata da questo. Come primi segnali non è bella la candle giornaliera con la flessione dopo il dato sull'indice ISM , che seguiva l'esplosione sul dato dell'occupazione non agricola. Non bello il close sotto i 20700 resistenza S9Pm che quindi è ancora viva. Altro sengale "negativo" è la ripresa del GAS sulla scesa del mercato azionario. Dunque segnali di debolezza, i primi che ho visto. Ho atteso però ad aprire short anche perchè generalmente è meglio liquidare posizioni (long nello specifico) per non cadere poi nella paralisi opeativa da mancata liquidità.

 

Buone WE

 

posted on 17:32   link   . . . . .  up

 

Leggermente Avanti

02 September, 2010

Un breve commento oggi per via di una pesantissima giornata in termini di logistica e di attività professionale. Speriamo che domani vada meglio.

 

I mercati aprono con prese di beneficio per poi essere incerti tutto il giorno, leggermente volatili, sempre intorno alla parità. Chiusura dei mercati Euro comunque frazionalmente positivi ma sotto le resistenze di rilievo, nello specifico FTSE/MIB sotto la sua resistenza statica S9P in angolo del nord, notoriamente in area 20600 con +100 punti di tolleranza.

 

Nella prima mezzora rientravo sul titolo FASTWEB con pochissimi pezzi, al prezzo di 12.66, sul -5%. Chiusura sopra al prezzo di acquisto del 3.87%, visto il rebound concretizzatosi dopo lo scrollo iniziale degli indicisi. Punto sul delisting a prezzi nettamente superiori agli attuali. Non eseguirò ulteriori ingressi.

Presa di beneficio su minilong ISP che, seppure il titolo tiene il supporto S9P 2.30, sembra indebolirsi. Nel dubbio ho portato a casa il profitto, buono in termini percentuali. Opererò long su FTSE/MIB piuttosto che su ISP per proteggere le posizioni short in portafoglio, se del caso.

Stabili o leggermente positivi gli altri titoli in portafoglio. Male invece il solito ETF GAS LEVA che dopo aver rimbalzato sul livello di chisura GAP-up di cui ai precedenti blog oggi torna a scendere con decisione.

 

posted on 17:31   link   . . . . .  up

 

MILANO SPACCA !!!

01 September, 2010

Quando le cose vanno meravogliosamente c'è poco da dire: MILANO SPACCA !! E con lei tutti i mercati mondiali, con close intorno al +3%, alla faccia degli articoli terroristici-ribbassiti comparsi puntuamente nello scorso weekend e per i quali rimando al blog del mese di Agosto (cliccare su Archives nel menù di sinistra). E' sempre  buona prassi essere CONTRARIAN alla carta stampata soprattutto a quella nazionale, informazione sterile e sempre ben pilotata a sfavore del popolo.
Molto bene l'aver creduto solo ma totale fiducia e con pazienza a questo rialzo, in assenza di opinioni "illustri", rialzo che prevedevo che sarebbe dovuto partire al più nella giornata di oggi. Bene anche il massimo di FTSE/MIB in corrispondenza di un GANN Level. Bene anche le performance di ISP ed STM segnalate da tempo, fra le prime 3 del paniere FTSE/MIB. Meravigliosa e storica la performance di FASTWEB con doppia sospensione, la prima al +10% la seconda al 17%, titolo migliore di tutto l'MTA, titolo segnalato anche "gratuitamente" sul blog come posizione cassettista pochi giorni fà, con indicazione di un trend bullish non assimilabile a chiusura della macchina software di posizioni short. E' un trade della famiglia I HAWK !

 

Operativamente non sono stato impeccabile, sono infatti un umano, molto umano. Nella mattinata incrementavo infatti, seppur leggermente, le posizioni short visto che ISP dopo l'open scendeva sotto il mio 2.21 fan opening weekly, producendomi forte ansia. Pur di non vendere la posizioni minilong in perdita proteggevo l'esposizione del portafoglio tutto long, ma in totale non ho nemmeno 1000 pezzi short e potenzialmente possono anche andare a stop. Poco prima della prima sospensione vendevo tutti i miei titoli FASTWEB, "venditi e poi pentiti", sì è vero mi sono pentito, ma a posteriori è facile parlare. Però ho mantenuto i minilong ISP dove spero di raccogliere una performance del 50%.

 

Rammento e confermo l'ipotesi di una bull-trap finalizzata sia a strappare posizioni short e sia contestualmente ad impiccare qualche longhista dell'ultima ora appena tornato dalle ferie. Il timing è presente nel commento generale, a natura Time-Cycle 52 week dove è anche atteso il livello di close di questo movimento. Poi vedremo se partirà l'attesa gamba ribassista finale, per adesso godiamoci questo momento di felicità.

 

posted on 17:37   link   . . . . .  up

 

top of page

 

 


Trading Blog e commento sui mercati finanziari. Segnali operativi gioralieri long short per il trading in borsa. Signal buy sell di prodotti finanziari azionari e derivati. Indicazione di operatività, posizionamento, previsione e forecast sul mercato azionario. Trade Blog e Report Trading Long Short con Minilong Minishort Titoli ETF ETC CW FTSEMIB SP500 leverage certificate RBS. Analisi Trend Bull Bear e forecast con analisi di Gann (S9P S9T Gann Square Gann Level FAN), ciclicità dei mercati, signal candlestick pattern, analisi tecnica con Bollinger Band BB(20,2). Strategie e tattiche sul mercato. Trading Utilities


Chiunque acceda e consulti il sito www.fabiolongo.com e tutte le sue sezioni dichiara di aver letto, compreso ed integralmente accettato quanto riportato nel DISCLAIMER.

www.fabiolongo.com