Martedi 19/02/2019 ore 18:22:00 Disclaimer

Archive - November, 2013

 
Fabio Longo Trade Blog   fabiolongo.com TradeBlog  
 
Most recent entry is first.
Search blog
 
 

Close Novembre 2013

29 November, 2013

Sono stati giorni scialbi ma comunque positivi frazionali per la borsa, giorni che abbiamo vissuto "off-line" per via di impegni di lavoro. Come nota di colore abbiamo ritrovato la nostra Roma, con visite di lavoro nel cuore della città apprezzando quella bellezza storica e culturale che non trova paragoni al mondo e che è semplicemente sconvolgente. E' la nostra Roma ! Oggi siamo entrati in una chiesa che stava "buttata lì", dietro un angolo, sconosciuta ma semplicemente fantastica: ci si sente piccoli a vedere tanta arte così ammassata per la strada... I mercati hanno fatto bene in un clima "festivo" USA, con i major che aggiornano i top e con FTSE/MIB che procede over level short-coverage. Al close euro non siamo di buona view su indici Major, mentre sul nostro mercato azzardiamo ipotesi bullish nonostante il nervosismo di oggi.

Per il trading ieri vendute in profitto UC e Mediobanca, denari che oggi abbiamo consolidato su FTSE/MIB a mezzo ETF nei pressi di minimi di giornata. Inseguito tuttavia il sell su Tenaris, che avremo desiderato di levarcela definitivamente dai coglioni (in profit).

Oggi chiude anche il mese: noi soddisfatti con una performance del 3,1% sul capitale, di cui 1.3% contabilizzato e resto come recupero di posizioni di portafoglio in perdita. Crediamo di poter affermare che abbiamo battuto il mercato in quanto FTSE/MIB ha performato -1.7% mensile, quindi BATTIAMO IL MERCATO QUOTIDIANAMENTE : auauaua bububu ! Bene anche il fatto che la liquidità è ritornata al 14% e consolidiamo via via un portafoglio troppo frammentato.

Buon WE

 

posted on 18:11   link   . . . . .  up

 

Scenario opening 28 Novembre 2013

28 November, 2013

Ieri non abbiamo aggiornato al close per via di impegni di lavoro e probabilmente non riusciremo nemmeno oggi. 
Lo scenario non è evoluto in linea alle nostre previsioni di breve termine, visto che si è registrata una seduta positiva con America che ha aggiornato un nuovo massimo storico, al solito con un piccolo passato avanti, "quatta-quatta" come in tutto questo periodo (brilla HPQ con un +9%). Questa evoluzione ci smentisce ma ci fa chiaramente piacere in quanto di strategia long sul portafoglio, che soffre adesso delle posizioni short su SP500 e DAX ma che comunque vede un consistente apprezzamento sui rialzi dei mercati azionari. Ieri abbiamo venduto in leggero profit ISP,  su cui eravamo in forte sofferenza, sell da considerare alternativo alle strategie di stop loss che vengono raccomandate in letteratura e che appaiono oramai ridicole. Oggi potremmo bissare su UC dove da tempo siamo long con PMC 5.35 ma la scadenza del timing bear S9T su FTSE/MIB (come da chart qui a lato) potrebbe suggerirci di tenere la posizione in modalità trailing stop. Difatti con un close FTSE/MIB over middle daily o meglio con un apertura in gap-up o con un andamento over 19017 individueremmo timidi segnali bullish che potrebbero portarci fino in area 19350 e poi 19500 dove si gioca la partita del toro data anche la presenza di una linea di forza metafisica con il quale il mercato non si è mai misurato a partire dagli anni 2000, di elevata forza ribassista. E questa vittoria, stando in un quadrant over 18791, sarebbe forse la conferma della correttezza dei nostri target price/time di Aprile 2014. 
In bocca al lupo al mercato.

 

posted on 06:17   link   . . . . .  up

 

Scenario opening 27 Novembre 2013

27 November, 2013

Negli ultimi minuti il mercato americano si rimangia tutta la prestazione positiva, come da snapshot yahoo. 

Crediamo che questo fatto possa essere indicazione dell'avvio del reversal USA che aspettavamo per questa week (consolidamento bearish) e che quindi attivi sin da oggi una "bear trap" sul mercato italiano sulla quale proveremo nuovi acquisti (o sell short totale) ma solo dopo risoluzione positiva del test dei 18300, da cui i brokeroni si sono allontanati a sufficienza (2.6% circa) proprio per attuare questa trappola con discreta violenza.

Nel mentre questo, forse, si avvererà, noi ci divaghiamo con Mario Biondi (a Natale compreremo il suo ultimo album perchè davvero merita un riconoscimento).

 

posted on 06:03   link   . . . . .  up

 

Torneremo a sparare

26 November, 2013

Non c'è ancora break-out sul mercato Italiano, di cui attendiamo una risoluzione rialzista dopo attuazione di bear-trap settimanale, in uno scenario di futura debolezza USA. Lo scenario attuale è ancora di congestione del nosto mercato con America ed altre country che minacciano ribasso dopo continui massimi storici, ma pur permangono sui leve guadagnati sempre con questo move frazionale positivo, francamente un po "del cazzo" dal punto di vista trading operativo. Crediamo in una risoluzione ribassista, che sarà una bear trap italiana, e poi recovery da uno livello spartiacque bull/bear (18300 circa FTSE/MIB) con nosto mercato in anticipo rispetto ad altre piazze. Dispiace però che FTSE/MIB non abbia fatto bene quando doveva, non è mai troppo per un mercato bull, e che adesso ci tedi con questo infinito laterale senza break.out. Ma che possiamo fare ? 

Operativamente inoltre ci tocca far pippa con BMPS ieri ed oggi con un ingresso anticipato su Oro fisico a mezzo ETF. Sopportiamo con difficoltà. Certamente torneremo a sparare ma oggi, non c'era da scoattare troppo perchè quel poco di liquidità rimasta la dobbiamo lasciare per ulteriore heding short. Se non altro perchè se azzardassimo ancora long il destino ci punierebbe sicuramente, leggi della nostra vita piuttosto che di Murphy o simili.

 

posted on 17:39   link   . . . . .  up

 

Seduta del 25 Novembre 2013

25 November, 2013

La seduta è negativa per il nostro mercato e positiva, ma solo frazionalmente, sul resto dei mercati con America che attualmente oscilla intorna alla partità. Mercato quindi poco volatile ma non direzionale, congestionato, incapace di muoversi fuori i precedenti trading range. Rimandiamo alle considerazioni del Privè in sostanza con una view weekly negativa un po su tutti i mercati ma con differenze fra Italia ed America.

Per il trading sovrappesate in open le posizioni short FTSE/MIB a protezione del momento bearish, passate in rosso imvece quelle short su S&P500 e DAX, mentre ingresso su BMPS verso il -6.5%, il titolo poi piega ancora (-7.5%) sulla speculazione da impatti negativi legate a nuove modalità di "testing bancario", che tempo fa avevamo sentito essere favorevole alle banche e che nei prossimi giorni saranno in discussione con Draghi. Comunque sia volumi elevati  sul titolo a confermare ed amplificare, in via teorica, la seduta bear ma noi pesiamo che in questo caso volumi alti siano un momento di accomulo e di scambio regolato di pezzi a prezzi bassi più che di sell-off istituzionale sul titolo.

 

posted on 18:16   link   . . . . .  up

 

I lavoratori del quartierino

22 November, 2013

Con la seduta di oggi consolidiamo l'ipotesi di un market top USA da cui S&P500 dovrebbe attuare delle correzioni decise a partire dalle prossime sedute, dato l'evento di S9T Top Bull ed un setup del III mercoledì del mese negativo (senza conferma del giovedì però, lo ricordiamo). Resta evidente che la "paralisi" di oggi del nostro FTSE/MIB non trova grandi spiegazioni tecniche,  se non il fatto "esoterico" che il nostro mercato, ancora in fase negativa S9T, non recepisce i nuovi massimi assoluti aggiornati ieri da indice DJ & Co, proprio in linea alla data di Gann di market bull del 26 Novembre.  Abbiamo indicato 4 timing in queste righe, che sono tutti corretti e tutti in armoniatra loro e quindi li VALIDANO per il futuro; in base a questo lo scenario per il breve dovrebbe mutare a favore di FTSE/MIB, tra un po di giorni, ma la prossima settimana sembra ancora potenzialmente negativa; poi andando oltre segue bel tempo e poi di nuovo temporali per capodanno.

Con oggi consilidiamo il portafoglio e ci muoviamo bene in profitto come da post precendente. Con il trading non ci siamo arricchiti, anzi complessivamente abbiamo abbassato la qualità della nostra vita, ma da qualche anno abbiamo superato noi stessi, trovando una dimensione diversa, di godimento fuori dalla logica del denaro, in tutto quello in cui ci misuriamo, dal lavoro al trading a tutto. Ovunque onesti, pacifici e scherzosi, determinati nel lavoro perchè non sappiamo far altro che fare e lavorare. Ma non ci piacciono i furbetti del quartirino e poi ci piace scherzare ....  BATTIAMO QUOTIDIANAMENTE IL MERCATO .... :-D   e chi legge fabiolongo.com sicuramente ne sarà contento !  

Buon weekend

 

posted on 17:49   link   . . . . .  up

 

Flash *** Eseguiti 22 Novembre 2013

22 November, 2013

Di ritorno dal cliente li abbiamo trovati eseguiti .... particolare godimento su RCS, il titolo dei furbetti del quartierino che dopo la nostra vendita piega pesantemente .... un tick sotto i massimi di giornata, grazie alla nostra lettura dei livelli ... qualcuno direbbe: è questo quello che vi serve per fare i SOLDI, da chi batte quotidianamente il mercato, metodi di trading vicenti per far fruttare i propri risparmi ... ma senza mai cancellare i post ribassisti.... ahahahaha ahahaahah !!!   

 

posted on 15:55   link   . . . . .  up

 

Seduta del 21 Novembre 2013

21 November, 2013

10 ore fa, nel commento mattutino (notturno ?) propendevamo per una view ribassista per il breve termine. Il mercato è stato debole ma poi ha costruito un discreto rebound che lascia la situazione più indeficrabile ed "indecisa" di quanto non lo fosse stamane. Questo perchè il prezzo di chiusura (le quote) non sono over short-coverage ed il setup di ieri non è confermato al close di oggi (per il momento in quanto USA è ancora aperta). Questo è un altro evento singlolare. Non ci resta che ribadire quanto detto stamattina.

Per il trading abbiamo pensato di comprare qualche pezzo short su DAX a metà pomeriggio, a mezzo ETF Lev 2 visto che il certificato RBS short è troppo vicino al livello di stop loss e quello Barclay ha spread da strozzini (7%). Ci rimane poco margine di liquidità e quindi ci auguriamo di vendere qualche robetta domani per ritornare in possesso della liquidità prevista dalle nostre prassi.

 

 

posted on 17:41   link   . . . . .  up

 

Market Scenario al 21-11-2013

21 November, 2013

Negli ultimi 2 giorni il FTSE/MIB ha abortito lo scenario di bullish continuation di breve termine, ripetendo dinamiche di "non conferma di segnali bullish" (segnali di media-bassa valenza) che aveva già attutato con il close over 19350. Questa singolarità evolutiva ci secca particolarmente, anche se sapevamo il timing del nostro mercato non era/è positivo, ma comunque ne prendiamo atto. La situazione oggi si complica per via dello scenario degli altri indici, ed avvisiamo di nuvole nere all'orizzonte, non tanto perchè questi attuano candlestick pattern dei 2 corvi proprio dei top assoluti, quanto perchè nella seduta del III mercoledì del mese S&P500 chiude negativo. La sperenza che la minuta della FED sul tapering abbia sovrascritto questo setup è lecita ed è proprio per queste possibilità che di solito richiediamo la conferma del close del giovedì. Staremo a vedere.

In questi giorni nuovi ingressi long su titoli, è stata la volta di Tenaris e RCS, ed un po di trading su FTSE/MIB a mezzo certificato leva 5 di BNP. Ingresso short su S&P500 già del martedì mattina. Il portafoglio adesso è zeppo di long a mezzo titoli (oltre che di certificati long RBS su FTSE/MIB) ed è parzialmente protetto da certificati short SG/RBS leva fissa e striked. Siam pronti a caricare short leva 5 di SC su FTSE/MIB (costano meno e ci lasciano ulteriore liquidità) laddove iniziassimo a vedere l'inizio della pioggia, anche se il nostro mercato potrebbe/dovrebbe vivere di vita propria nei prossimi giorni disattendendo ancora ogni forma di "logica" analitica.

Per la strategia sul FTSE/MIB rammentiamo che la permanenza in bull market di breve periodo è sempre sopra 18300 circa , ma il timing di medio periodo non sarà positivo fino a fine anno (grossomodo), pertanto su eventuali salite procederemo a liquidare i long in profitto.

 

posted on 06:48   link   . . . . .  up

 

Scacco al Mercato (solo su fabiolongo.com)

18 November, 2013

Mercati a rialzo, timidamente in USA (al momento) mentre più consistentemente in Europa e, come da commento del weekend (Privè), il nostro mercato fa caso a parte con una prestazione di oltre +2% a recuperare la divergenza con gli altri indici che avevano aggiornato nuovi massimi nella precedente settimana. L'esito politico e quindi aspetti speculativi che sono rientrati in prima mattinata hanno permesso infatti di recuperare dapprima area 19000 con movimenti di short coverage e poi di vincerne anche il level segnalando "denaro fresco" su mercato e quindi aprendo concretamente ad orizzonti rialzisti ben commentati nel mese di novembre ed ancora tali. Speriamo che non ci siano "abrupt" di questa dinamica, anche se ci aspettiamo volatilità da finte e contro finte, tese in linea di massima a scrollare posizioni longhiste sul mercato, quindi con spike violenti ma di durata limitata.

Per il trading oggi deve essere stata proprio una giornata fortunata in quanto abbiam stracciato il mercato, più che battuto: abbiamo letto che solo i guru del ITForum riescono a BATTERE QUOTIDIANAMENTE IL MERCATO (testuali parole), quindi per noi deve essere un altro colpo di fortuna, avendo performato il 2.42% sul capitale e il 3.77% sull'investito (per la cronanca in gran parte in recupero sui minilong RBS si cui non abbiamo applicato strategia stop loss- strategia OBSOLETA sui mercati finanziari di oggi). Trattandosi di fortuna non abbiamo la faccia come il culo di scrivere E' QUESTO QUELLO CHE VI SERVE PER FARE I SOLDI, anche perchè noi non abbiamo quei metodi e quella dote , e quindi non possiamo trasmetterla agli inferiori...  Al di là di questo "recall" sulle merdate dal sapore tutto itagliano quello che ci rallegra maggiormente è aver venduto ENI in profitto ma soprattuto aver messo sotto scacco il mercato: aspettavamo area 19000/100 per gestire il nostro portafoglio e così abbiamo congelato (più o meno) il malloppo di minilong sui cui eventualmente prenderemo profitto in area 19850 e lungo la via rasperemo altri gain a mezzo posizioni titoli (numerosissime). Siamo più che certi che le posizioni short le chiuderemo in profitto, prima o poi (e non troppo poi), ma questo non importa in quanto abbiamo congelato la situazione e i ribassi non ci preoccupano più. E' scacco matto a FTSE/MIB, solo su fabiolongo.com !!!

 

posted on 17:58   link   . . . . .  up

 

La paura dell'Orso

15 November, 2013

Commentiamo un'altra seduta debole in cui il nostro mercato sovraperforma negativamente gli atri indici euro per via dei bancari fortemente deboli e con S&P500 che raggiunge un nuovo massimo storico, vicino ad un potenziale top numerologico (1798) e ad una linea di forte resistenza 1810 opening weekly. Questo fatto unito alla mancata continuazione di oogi dell'andamento bullish attuatosi ieri nei pressi del primo confine bull market (non a caso richiedevamo conferma over 18900, massimo di oggi, e lasciavamo il semaforo rosso) ci porta a preoccuparci dell'orso e francemente temiamo una debacle per il nostro listino, da qui a fine anno, laddove S&P500 iniziasse a stornare con violenza. Del resto il sondaggio letto giorni fa era di sentiment bullish e quindi ci aspettiamo prima o poi l'evento di storno USA. Vero è che per adesso non ci sono troppi pericoli, tecnicamente parlando, ma il destino ci è sempre stato contro quando abbiamo fatto incetta di certificati RBS long FTSE/MIB, sistematicamente. E venerdì scorso per fare qui 400 punti del cazzo a rialzo abbiamo derogato a questa policy rimanendo immischiati in uno straddle in negativo e con un portafoglio tutto long. Certo che ci vuol poco a venderli in loss od a sovrappesare con una tonnellata di certificati short leva 5 (la liquidità è pre-allocata) ma tuttosommato non crediamo sia arrivato il momento di farlo. Aspettiamo infatti un nuovo spike down, come quello di ieri ma in area 18400/300, per provare il sell short and keep long sul quale poi valuteremo il da farsi, ma non crediamo che l'evento possa avvenire a breve. Valuteremo meglio nel WE. Del resto è quello che ci meritiamo perchè non siamo esperti che battono quotidianamente i mercati, come quelli dell'ITForum 2013  (così c'è scritto) e non abbiamo ricevuto adeguata formazione per muoverci con sicurezza sui mercati finanziari perchè non conosciamo le strategie che li rendono vincenti sui mercati. Porca puttana e mo come cazzo famo ??!!   Resta evidente che il timing negativo che da tempo avevamo indicato si è attuato ed adesso attendiamo un reversal di breve perido, almeno come polarizzazione che eviti la debacle e ci consenta di gestire il portafoglio in area 19000 punti FTSE/MIB con dei profit lungo la via. In questa logica oggi ingresso su Telecom Italia su una resistenza del nostro S9P (Squares 9 of Price).

Buon WE.

 

posted on 17:40   link   . . . . .  up

 

Reazione su primo bull level FTSE/MIB

14 November, 2013

I mercati aprivano bene sulla scia del buon close USA di ieri, con FTSE/MIB in area 18900 ma poi giravano verso (non ho seguito il news flow e non so dire perchè) ed il nostro mercato sprofondava in area 18500 (-2.6% intraday) dopo aver perso la configurazione di doppio minimo, confermando l'inutilità delle teorie del secolo scorso come comprare sulla configurazione di doppio minimo e sui segnali degli indicatori tecnici "di precisione della minchia". La giornata quindi si evolve in linea al nostro forecast bearish postato proprio 24 ore orsono (peccato per chi non ci legge), anche se è solo un caso che noi abbiamo venduto i long sui massimi e gli short sui minimi di oggi (venduto un leva 5 bear a 19500 e fatto comprato ETF Lyxor FTSE/MIb ad un collega appena finito il pranzo). E' solo un caso perchè non abbiamo mai partecipaato all'ITForum di Rimini e quindi si tratta necessariamente di un evento fortuito. Menomale che semo fortunati.

Nel pomeriggio siamo stati fortemente combattuti vendendo l'altro leva 5 short (ben carico) in ottimo profitto, più di quanto raccolto con ISP e l'altro short leva 5, posizione che però sta proteggendo i pacco di minilong RBS oggi in profondo rosso, loss all'ITForum vi insegneranno a vendere in applicazione della regola di stop loss. Noi invece siamo indisciplinanti, ostinati, vendicativi, dissonati cognitivi, cattiviti trader insomma... Aspettavamo il primo livello utile di bull market (area 18360 circa) per chiudere gli short in profitto e tentare il recupero sui long (tattica di straddle) ma non si è verificato l'evento con la precisione che cercavamo ed abbiamo tenuto fede al piano vendendo il profit stemperarsi fino a passare in negativo al close. Nella salita, pur se in recupero sui certificati long, siamo rientrati su ISP per cercare di fare giornata domani. Per il forecast di breve termine di FTS/MIB lasciamo "il rosso" perchè aspettiamo conferma della candle di domani, aspicabilmente sopra primo livello di short coverage (18900 circa) per aprire nuove posizioni long in logica trading a mezzo TITOLI del paniere FTSE/MIB. Comunque c'è una netta reazione rialzista sul primo bull level FTSE/MIB e questo ci lascia ottimisti anche senza ulteriori segnali.

 

posted on 17:44   link   . . . . .  up

 

Flash *** Sold ISP

14 November, 2013

Sell e strillo in apertura dei pezzi ISP comprati ieri sul ribassone pomeridiano. Portiamo a casa un bel profitto percentuale, pur senza aver partecipato al ITForum 2013.... ma come è possibile ??!!

 

posted on 09:15   link   . . . . .  up

 

Seduta del 13 novembre 2013

13 November, 2013

Seduta a ribasso che conferma l'ipotesi bearish sui mercati azionari avanzata nel weekend anche se nei fatti si storna forte rispetto a ieri ma non si raggiungono nuovi minimi significativi per FTSE/MIB, quindi il -2% circa intraday è espressione di un movimento forte ma relativo e potenzialmente non conclusivo.

Le altre piazze sono anch'esse negative ma mai quanto il nostro mercato, zavvorato, come in europa, del peso dei bancari. Le nostre UC e Mediobanca fanno -4% e fischia, Banco Popolare anche -6%, performance che coscentemente aspettavamo ma che non ci preoccupano più di tanto. Come noto noi lavoriamo esente Stop Loss. Nel pomeriggio abbiamo comprato, di conseguenza, UC, ENI e ISP che nel rialzo ci avevano dato un buon profitto percentuale ma a cui abbiamo voluto rinunciare perchè erano una mancia in termini di guadagno assoluto e quindi lasciamo i soldini investiti fiduciosi in un miglior ritorno. Attualmente viviamo sempre un ribasso di consolidamento in un pattern bullish, perchè tant'è fino ad oggi, ma è difficile dire dove si fermerà a meno che non andiate all'ITForum 2013 dove persone di enorme filantropismo e grande competenza tecnica (con risultati dimostrati sul campo) vi insegneranno metodi infallibili per vendere sui massimi e comprare sui minimi. Loro sanno dove si fermerà questo ribasso e qualcuno sa anche quando avverrà .... sempre grazie all'analisi tecnica. E' solo questo quello che vi serve per fare i soldi facili: vi piace guadagnare facilmente e con un metodo completamente legale come quello del trading on line ? Se sì allora andate a ITForum e avrete vinto, lì c'è gente che vi insegnerà come fare, campano rigorosamente di trading on line, fanno speculazione con l'analisi tecnica e con metodi sofisticati, non comprano mica obbligazioni govenative e BTP con centinaia di milaeuro per raspare un mezzo punto percentuale "sicuro", fanno solo trading on line con le azioni ed i future ... comprano il derivato e i CFD ... sono professionisti, non scavallano il mese vendendo libri, corsi di trading, tutoring, segnali operativi da pantere nere... sono un'altra classe !!

 

posted on 17:56   link   . . . . .  up

 

No Over 19100 FTSE/MIB No Party

12 November, 2013

Con una smaghinata bullish in apertura il nostro mercato tenta l'attacco a quota short-coverage ma non riesce a starci sopra manco per un ora. Tecnicamente siamo per dare per buono il leveling superato se permane over almeno per un'ora, meglio ovviamente se permane al close anche se di contro si rischia di perdere gran parte del rialzo previsto (in questo caso fino a 19350); quindi almeno 1 ora è la nostra regola. La seduta quindi trappola eventuali longhisti (che non leggono fabiolongo.com), che si sono messi appunto long sulla forza di apertura e non consegna poi grandi segnali, ossia siamo sempre in area short coverage, tanto che per tutta la seduta il mercato oscilla proprio nella quota indicata ieri, nostra quota, senza chiudere sopra. Scenario Euro ed Americano frazionale negativo, debole e contratto, e quanto sta accadendo in questi giorni conferma lo scenario di debolezza che sempre si ha quando si viaggia su dei top. Poco altro da aggiungere in quanto non abbiamo seguito la borsa e ci siamo limitati all'operatività in open (che preferiamo in modo assoluto) con questa splendita vendita Unicredit dopo 15 minuti di mercati aperti. Quando la gente arriva in ufficio e prende il caffè parlando di minchiate noi svegli dalle 3:30 (oggi) abbiamo già fatto giornata. Nello specifico abbiamo avuto approccio malfidato, data assenza di segnali bull, ed abbiamo venduto in bel profitto. Riacquisto di un po di pezzi al closing, perchè la vogliamo sempre nel nostro portafoglio...

 

posted on 17:52   link   . . . . .  up

 

Short Coverage FTSE/MIB

11 November, 2013

Rappresentiamo una seduta a cui abbiamo partecipato solo nel pomeriggio per eventi conclusivi della nostra convalescenza.  Di mattina presto abbiamo trovato una Roma bellissima,  in un'aria pulita e freddina, un bell'evento in uno scenario indimenticabile ... 

Siamo in area short coverage FTSE/MIB, che avevamo indicato al privè in 19086 ed al close il mercato lo segna con errore della frazione di punto, anche se in asta di chiusura aggiorna e segna i 19107. Siamo in area short coverage. America ed alte country tutte positive, quantunque anch'esse prive di verve più del nostro mercato.

Oggi pomeriggio ingresso su Mediobanca. Altre posizioni invariate.

 

 

posted on 17:41   link   . . . . .  up

 

Time is over per FTSE/MIB (8/11/13)

08 November, 2013

Seduta aperta all'insegna di una bed news, il declassamento debito francese e che segna una debolezza in area Euro su cui il nostro mercato comunque sovra-performa bilanciando la pessima seduta di ieri. Su dati USA, che erano in linea alle attese, prima un movimento ribassista e poi lento recupero con close sui massimi di giornata, grazie anche all'America "supportive". Si è evoluta una giornata in linea alle nostre attese, ossia di mercato piatto, non si superano i primi livelli di ricopertura short, non c'è denaro fresco sul mercato e tecnicamente nuovi acquirenti a questi prezzi sotto la minaccia del "famoso tapering" non si trovano facilmente; nasce quindi un meccanismo di carenza di domanda che crea terreno nei book per scorribanda shortisti organizzati, che fino a quando il mercato sarà sopra il 50% dell'ultimo trading range bull allora saranno pur sempre attacchi short ad un mercato long di lungo, e che possono creare proprio condizioni di acquisto più convenienti e dare vita a temporanei rebound bullish. Quindi monitoreremo i due livelli, short-coverage e strappa-long. Comunque Time is over per FTSE/MIB (parliamo di breve periodo) e speriamo sempre di sbagliare.

Oggi buy di short FTSE/MIB e sell sui dati macro di alcune delle nostre posizioni short, che abbiamo poi riaperto poi 100 punti sopra. Trade mordi e fuggi su Telecom Italia; nel tardo pomeriggio ci siamo fatti 0.6715-0.683 e così non paghiamo la tobin tax. Nel futuro saremo in acquisti sui ribassi a passo di gambero, ossia 2 passi indietro 1 in avanti, noi cerceremo di entrare sul passo in avanti, ma comunque torneremo alla normalità la prossima week quindi con diverso approccio al trading, ossia ben più cassettisti di questo lungo periodo anomalo forzato.

 

posted on 17:45   link   . . . . .  up

 

Una bella giornata di trading

07 November, 2013

E' stata una giornata emozionante per i tanti appuntamenti, da quelli euro ai dati macro USA; il nostro mercato ci ha regalato due grandi sorprese che abbiamo visssuto con divertimento e che alla fine ci lasciano contenti su quanto fatto. Dopo l'euforia delle news Euro il mercato rimane per un'ora sui top ma con nervosismo, poi piega su un apertura non convincente USA, il FTSE/MIB inizia a vivere di vita propria e inanella un andamento ferocemente ribassista per 6 quarti d'ora fino a rompere area 19000 ed a precipitare in un -2% e fischia da cui comunque non si riprende al close. E' un andamento tutto a se ma di cui avevamo allertato già da ieri in termini di timing S9T per il nostro indice. Adesso è difficile dire cosa farà domani il mercato, probabilmente non si muoverà di molto, ma viviamo un momento quantomeno di incertezza in quanto il timing FTSE/MIB è finito (non quello USA) e la correzione in arrivo dovrebbe essere importante e lunga. Unica nota di disarmonia è la mancanza del target a 19900 ma il close sotto 19350 è segnale di "pressione rialzista assente".

Quasi perfetti sull'operatività di oggi: sulla prima freccia sell UC e ISP sulla seconda ci siamo levati dai coglioni l'ETF FTSE/MIB rimandendo con il pacco dei certificati long le 3 posizioni short (certificati RBS, SG e BNP) di cui abbiamo chiuso quelli BNP in profitto sulla terza freccia. Qui potevamo fare di più ma il -2% non ce l'aspettavamo e comunque va bene così, "400 punti di short e vaffanculo ! ". Abbiamo poi ricomprato UC e riaperto manciata di posizioni short FTSE/MIB sempre BNP. Vedremo se girarci bearish domani sui ribassi, oggi peraltro abbiamo recuperato i mezzi (liquidità) per poterlo fare con quel sell sulla news che tanto avevamo agognato.

 

posted on 17:48   link   . . . . .  up

 

Flash *** su quel lungo candelone...

07 November, 2013

Sell sulla news: sulla news BCE del taglio dei tassi abbiamo preso profitto con i gemelli del goal, UC e ISP.  Ci rimangono "sul groppone" il pacco di certificati long e l'ETF FTSE/MIB, quest'ultimo in vendita dato il consistente investito ma abbondantemente protetto da 2 certificati short leva 5 (SG e BNP).

 

 

posted on 14:14   link   . . . . .  up

 

Nelle mani della BCE

06 November, 2013

Anche noi siamo caduti nella dinamica delle news delle BCE nonostante volessimo evitarlo. Mercati praticamente piatti dopo un apertura in forza, America che viaggia intorno alla partità fino al close euro. Su FTSE/MIB si verifica un livello di congestione elevatissimo con BB ampia solo 20 punti su 19200 per gran parte della giornata (in figura sotto a candle 15 minuti per le ultime 2 sedute); si smuove leggermente nell'ultima mezz'ora con UC che riduce la sovraprestazione e poi in asta di chiusura alza il close del paniere assieme ad ENI (questa debole tutto il giorno...). Bassi controvalori.

Domani  il noto evento della BCE che deciderà su tassi e LTRO versione 3. Tutti ottimisti e questo davvero ci preoccupa. Anche perchè oggi, con un giorno di tollerenza, termina il timing favorevole al FTSE/MIB con la polarizzazione S9T che esce dell'angolo bullish portandoci in un breve termine efficiente (USA positiva) e quindi news-driven. Ci aspettiamo in ogni caso grandi manipolazioni (quantunque chi è già informato ha già preso posizione sul mercato) ed in ogni caso su news positive noi domani venderemo, anche perchè la situazione di portafoglio si è complicata e dobbiamo risolverla alleggerendo i long. Siamo nella rete BCE con poco peso short (hedging) ed una frammentazione di titoli del paniere assieme a posizioni long a mezzo certificati leveraged che dobbiamo liquidare ASAP.

Per il trading oggi mordi e fuggi su GTECH che avevamo monitorato costantemente nelle sedute precedenti; oggi è entrato il segnale ed un mordi e fuggi con sell a 22.67 l'abbiamo portato a casa. Utilizzaremo questa liquidità per posizioni short, nel caso transitassimo in profondo rosso.

 

posted on 17:50   link   . . . . .  up

 

Negativi con l'America

05 November, 2013

Nel punto di questa mattina (notte ?) manifestavamo preoccupazione per via del fatto che il timing utile ai target rialzisti è in esaurimento. L'apertura a rialzo fino ai 19400 ci dava ottimismo ma durava ben poco, con successivi ribassi del nostro FTSE/MIB prima in area 19200 e poi in area 19030. Si chiude negativi, non sui minimi, ma con l'America che non prende parte al nervosismo ed alla debolezza Europea e rimane negativa anch'essa, nonostante il dato ISM che non era male. Fra le storie che hanno decratato il ribasso dobbiamo evidenziare il settore bancario, con ISP ma soprattutto la nostra UC fra i peggiori del listino, pur se aveva aperto bene, segno che quando c'è da muove il FTSE/MIB si usano sempre i soliti 3-4 titoli e in primis UCG. Ci auguriamo di non vedere close sotto 19050 altrimenti per noi si metterà male, sia con indice che con UCG.,.

Bene il trading fino ad ora di pranzo, poi non ce la siam sentita di vendere un certificato short leva 5  in profitto (quello di BNP Paribas), perchè siamo davvero molto esposti con certificati long RBS 14400. Anzi saremo costretti ad aumentere l'hedging in casi di nuovi andamenti a ribasso. Abbiamo comprato long, invece, su ISP ed ancora UC, ruotando i proventi delle spendide vendite FNC e PMI con l'idea che i gemelli del Goal ci porteranno a 20K punti. Oramai tutti aspettano la BCE, giovedì, evento in cui noi vorremmo liberarci di un bel pezzo del portafoglio.... E rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori. 

 

posted on 17:42   link   . . . . .  up

 

Flash *** colpita Popolare di Milano

05 November, 2013

Era importante avere posizioni "non strattamente correlate" al FTSE/MIB e ieri pomeriggio avavemo lasciato il merdone FIAT (in leggero profit) per passare su PMI che i brokeroni strappavano a ribasso sulle minchiate del CDA.... altro TRADE DI VENDETTA, sold sui massimi di giornata, pari i livelli di short coverage, altro successo di stock picking e sell leveling dopo quello dei vigliacchi di Finmeccanica, altro trade di rabbia e quindi andiamo nuovamente a strillare sotto la curva!

 

posted on 12:50   link   . . . . .  up

 

Flash *** Purgati i Vigliacchi di Finmeccanica

05 November, 2013

E li abbiamo purgati anche stavolta i vigliacchi di Finmeccanica !!!! Con rabbia e con gioia siamo andati ad urlare sotto la curva ... solo su fabiolongo.com !

 

posted on 09:31   link   . . . . .  up

 

Market Scenario opening 5 Novembre 2013

05 November, 2013

Sta finendo il timing utile ai mercati finanziari per il completamento della gamba rialzista avviata ad inizio ottobre e con esso la nostra lunga convalescenza (di cui conserveremo piacevole memoria). Sostanzialmente siamo estremamente preoccupati dell'attivazione del bear market, per la nostra situazione di portafoglio, che stiamo gestendo day by day al meglio senza voler rinunicare ad un successo di "trade long di posizione", ma iniziando a preparare il futuro bear nonostante l'assenza di prodotti short a strike che meglio si addicono a gestione di hedging. Ieri nei fatti abbiamo avuto un Minor Bradley Setup che è stato di natura Correttiva e che ha confermato lo scenario ribassista per il prossimo timeframe (vedasi commento genarale per i dettagli). Nella snervante seduta di ieri (mercati di difficile interpratazione) abbiamo anche letto diverse previsioni di "analisti forti" (quelli che vanno sul circuito delle news MF-Dowjones) e sfogliato anche diversi magazine alla ricerca del sentiment del mercato. Ci ha colpito questo poll di Yahoo Finance che vede sentiment bullish e ciò è una conferma che probabilmente non assisteremo al rally di fine anno così come abbiamo trovato altri commenti sul nostro indice quali questo : "secondo l'esperto il Ftse Mib dovrebbe effettuare prossimamente uno storno fino a quota 18800-18400 punti, per poi rimbalzare e conquistare quota 20000 punti". Tutto ciò, in logica rigorosamente contrarian, ci lascia abbondantemente confidenti, nonostante la difficoltà di market forecasting dello scenario attuale, che prima de l'appuntamento con la BCE del 7 novembre il mercato italiano, senza storni di sorta, approderà al target in area 19900 circa per poi iniziare in questo timing un change, proprio nella seduta del 7, sulle parole del mercenario Draghi (nemico dei trader) e sulle decisione in tema di tassi e LTRO (dicono che il mercato non sconta che giovedi' ci sara' con alta probabilita' un taglio dei tassi da parte della Bce). La nostra speranza a questa view è legata al buon timing americano e ad altri aspetti commentati nel weekend nella sezione Privé.

Per il trading ieri costruitra l'operatività per oggi (bull market) scambiando FIAT (a short coverage senza break-out) con una Popolare Italiana ed aumentati ancora i certificati long sul nostro indice... portafoglio zeppo di long che speriamo di liquidare a partire dalla prime batture in opening gap-up.

 

posted on 05:53   link   . . . . .  up

 

Primo Novembre 2013

01 November, 2013

Con un massimo di 19368 FTSE/MIB non passa nemmeno oggi la dogana dei 19300/350, fermato nel pomeriggio poi piega sulla debolezza degli altri indici e dell'America in una seduta che comunque era stata già caratterizzata da bassi scambi e clima festivo. Per dare una misura alcuni titoli hanno scambiato la metà del pezzi che mediamente scambiano, altri peggio come UC che ha scambiato 44M di pezzi e non raramente arriva a farne oltre 100M. Questo ennesimo fallimento del livello spartiacque non depone a favore di una bullish continuation perchè appunto è l'ennessimo fault e perchè avviene in una data di mark-top, data di Gann ma che potrebbe essere bissata next week (secondo teoria è dal 2 all'8 ottobre), ma vogliamo chiudere un occhio perchè c'erano veramente scambi sotto la media. Non darei troppo peso a questa seduta.

Noi siamo stati fermati ancora dai broker del MTA. Ancora una volta ci hanno revisionato tutto il portafoglio trovando armi e minacciando azioni violente nei nostri confronti, specialmente sui pezzi Fiat ci hanno detto, ed hanno tentato stop loss su Finmeccanica. Staremo a vedere come evolverà... :-)  Buon weekend.

 

posted on 17:44   link   . . . . .  up

 

Acquisti del primo Novembre 2013

01 November, 2013

Nella prima ora buy Fiat e Finmeccanica con strategia daily trading. Ovviamente opereremo in modalità "esente Stop Loss" comunque vada, fabiolongo.com non da i pezzi agli HFT per chiudere il loro short.  Stamane inseriti diversi ordini di vendita nel tentativo di alleggerire quanto più possibile le posizioni in portafoglio, fatta eccezione per FTSE/MIB che potrebbe andare a target prossima week. 

 

posted on 10:22   link   . . . . .  up

 

top of page

 

www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000