Giovedi 18/04/2019 ore 21:00:01 Disclaimer

Archive - April, 2015

 
Fabio Longo Trade Blog   fabiolongo.com TradeBlog  
 
Most recent entry is first.
Search blog
 
 

Buon Primo Maggio 2015

30 April, 2015

Si chiude oggi il mese solare ed il semestre fiscale dell'azienda in cui prestiamo servizio, e questo ci solleva psicologicamente da un periodo che è stato violento nel lavoro ed avaro di soddisfazioni. 
Per l'aspetto borsistico le ultime due settimane di aprile hanno danneggiato, e non poco, la buona performance fatto sul mercato da inizio anno, performance che non era obiettivamente brillante, da un lato per la scarsa confidenza in un trend così duraturo (sebbene siamo stati sempre di portafoglio long) dall'altro per via di scarsa possibilità di seguire il mercato e di fare trading. Il weekend e la mattina presto dedichiamo tutto il tempo possibile a questa passione, ma durante la fase di negoziazione siamo stati purtroppo "assenti" seppur connessi anche grazie al nuovo device tablet 10'' che ci permette di gestire posizioni. La "testa", ossia il tempo per allacciarla, è stato davvero limitato e stiamo approntando tutte le misure correttive perchè questo non si ripeta più. Le ultime 2 week ci hanno penalizzato molto su equity USA e Commodity, anche per via del deprezzamento del dollaro, responsabile degli andamenti delle trimestrali USA e quindi, per adesso, in indebolimento per riequilibare un po la situazione su economia americana, anche se questo trend di forza dell'USD non pensiamo possa essere duraturo. Oggi poi questa dinamica di fallimento su USA è sigillata dal -8% di Avon Products e dal solito -5% di WLT, 2 legnate secce "quotidiane" che ci fanno imbestialire e che si controbilanciano solo parzialmente con Crude in rialzo, a beneficio del nostro ETF, e della posizione su Venezuela.
Detto questo oggi abbiamo visto un mercato molto volatile ma essenzialmente sideway, dove la nostra strategia daily ha ben funzionato, considerando che area 22700, supporto strappa-long, ha tenuto perfettamente addirittura con 25 punti di più dello spike potenziale. Di rimbalzo si tratta, ad ogni buon conto...
Per il trading abbiamo solo messo le mani su ETF SMI, con un po di pezzi nel pomeriggio, indice che negli ultimi giorni ha registrato un bello storno (tipo -5%), leggermente accentuato  su ETF da una ripresa dell'euro verso il Franco, quindi indice più economico in moneta euro. 
Un Buon Primo Maggio a tutti e soli i lavoratori come noi (manco domani ci fermeremo considerando montaggio di attrezzature estive presso nostra resistenza).

 

posted on 19:54   link   . . . . .  up

 

-2 e fischia su nostro Timing esoterico

29 April, 2015

Erano le 17.30 quando il telefono iniziava a squillare ed a ricevere SMS di complimenti e/o indicazioni di forecasting anche data l'assenza dal blog per la giornata di ieri. "La seduta di ieri non ha generato segnali di sorta: trend primaio bull, secondario bearish, terziario bull. Oggi portemmo aver un cambio di trend terziario da bullish ... " questo era l'incipit delle nostre note all'Operatività FTSE/MIB, data puntualmente stamane (l'appuntamento delle 6:00 non lo saltiamo mai...), e puntuamente la strategia è andata in porto. Questa strappatona è infatti avvenuta oggi con il cambio di fase S9T (trend terziario) e nel timing del minor setup di Bradaly (trend secondario), timing PERFETTO che ci titota a dire che ce li leghiamo tutti al cazzo (ci si perdoni l'incisività comunicativa), soprattutto i venditori di ciavatte milanesi che da tempo hanno deciso di andare assieme ai loro simili all'IT Forum di Rimini  a sentire come si batte quotidianamente il mercato dai migliori professionisti del risparmio. Hai capito ?!
Ed adesso invece ? Adesso siamo proprio su un primo target/supporto che mancava all'appello ma il tming e lo scenario non depongono certamente a favore di un rimbalzo di rilievo; potrebbe attuarsi un immediato recovery, di tipo shock oppure anche diverse sedute di laterale,  ma fino a quando non si supererà il livello di short-coverage quello del FTSE/MIB sarà sempre un mero rimbalzo di un trend secondario bearish. La partita del primario si gioca invece ben sotto queste quote... ocio quindi a seguire il trend primario immediatamente, già lunedì alcuni volevano andare long a target 25000... 
Per il trading ieri grande dolore per non aver optato per un take profit su AVON Products in open, oggi di conseguenza non abbiamo esitato col sell di Engie (nuovo nome di GDF Suez) e siamo entrati su ETF Russia. Quello che ci dispiace è vedere l'euro così forte (oggi 1.11) e le nostre posizioni obbligazionarie Venezuelane sotto botta, anche se sono entrambe posizioni di lungo termine. Quello che recriminiamo invece a di non aver venduto WLT a +10% il giorno stesso che le avevamo comprate  ed oggi siamo sotto di 17 punti... avendole preferiti alle più massicce Marlboro nella seduta del 15 aprile... la colpa, qui, è solo di aver avuto poca liquidità per percorrerle entrambe e lasciare WLT dove avremmo dovuto, in linea alla sana practice di portare i soldi in ca$$a.

Volevamo segnalare questo nuovo testo in vendita sul circuito Google : Trading with Bradley Siderograph - True Operating Signals. Robetta esoterica, speciale, unica (in quanto farina del nostro sacco) e ben lontana dal merchandising del circuito della letteratura finanziaria italiana.

 

posted on 21:12   link   . . . . .  up

 

Seduta particolare del 27 Aprile

27 April, 2015

Commentiamo con larghissimo ritardo per via di pesante giornata di lavoro e di traffico impazzito per via del temporale su Roma. 
Oggi mercati euro che chiudono in forza dopo un'apertura incerta ed una violentissima piegata. Su FTSE/MIB si storna dei "soliti 300 punti" nella prima ora (vedi grafico orario sotto) con attacco ad area 23000 (minimo a 23150), livello da cui il mercato si risolleva dapprima quatto-quatto e senza forza e poi spaccando il top del range precedente andando a fermarsi su resistenza S9P in area 23700/800, livello che tiene al close. Tecnicamente la situazione rimane incerta perchè, pur non sapendo e non volendo saper nulla delle ragioni fondamentali che hanno spinto l'Europa a rialzo (notiamo un netto abbassamento dello Spread Germany Italy Bond 10y  oggi a -8% pari a 115 probabilmente legato ai pecarari Greci), il mercato euro rimane forte in uno scenario USA che stavolta è debole, imvertendo la decorrelazione della scorsa settimana, della serie "provochiamo confusione". Inoltre la resistenza S9P sta funzionando ma il mercato potrebbe andare benissimo in area 24000/250 in una sola zampata, quindi anche l'ipotesi della bull trap è decisamente limitata. Quello che conta, su un periodo meno breve dell'orario, è che il mercato ha fatto una configurazione di forza relativa, quantunque qui sembra un po tutto troppo relativo. Non volendo dare altri elementi, leciti, di letture duali e quindi confusionali, attendiamo con serenità momenti e segnali dal mercato che per oggi sembrano bullish ma con leciti dubbi sulla potenziale bullish continuation.
Per il trading non abbiamo fatto nulla, come vendita, avendo la posizione corretta sul mercato e vedendo un buon apprezzamento del PTF dopo la "scoppola" della scorsa settimana, fra storni e costi di trading su USA e su Obbligazione Venezuelana. Un recupero che ci ha concesso di lavorare senza prestare troppa attenzione al mercato (in effetti scarsissima). Non entrano improbabili ordini di acquisto su ETF Russia anche se dopo l'open in smaghinata ci avevamo pure sperato.

 

posted on 19:39   link   . . . . .  up

 

Buon 25 Aprile 2015

24 April, 2015

Tardissimo per il commento al close, causa una pesatissima giornata di lavoro in cui i mercati sono stati essenzialmente nello stesso trading range e ci hanno aiutato a non far nulla, eccetto un sell doverso su Unicredit poco sopra PMC. Mercati infatti ben impostati sin dall'open per via del massimo americano di ieri ma che non violano a rialzo livelli di attivazione "bullish signal", ovvero di SL short, essendo questi a  "23550 per più di 1 ora" e quell'ora ovviamente ha fatto la differenza. Mercati quindi che seppur al limite rimangono di impostazione ribassista considerando il close preciso su middle BB oltre che sotto livello di short-coverage multi-day. In sintesi un altro giorno in più nel lungo laterale settimanale.
Per il trading come detto ci siamo liberati di UC, che era la nostra priorità di sell settimanale, ma il portafoglio ha comunque sofferto per i ribassi su Oro e Crude, su cambio EUR/USD, su titoli USA che ci terrorizzano (pur se siamo stati selettivi nell'acquisto) avendo forecast a ribasso su mercato USA (fonte TC 52-week) e vedendo che questi titoli sono comunque correlati con il mercato. Bene l'equity Italiana ed Europea, ovviamente, a parziale compensazione della negatività estera e delle commodity.

Un pensiero va al 25 Aprile, festa per noi cara ed importante per le origini ed i valori sociali a noi trasmessi e che noi tramettiamo quotidianamente ai nostri figli. Il mondo oggi è cambiato ma dobbiamo molto a nostri avi fra cui il nostro Nonno, partigiano combattente impegnato nella lotta contro il fascio, a cui la vita ha chiesto solo di dare ... per mai raccogliere... Avremo un altro 25 Aprile, nel futuro, che sarà quello dalla liberazione degli extra-comunitari, dinamica frutto della globalizzazione e della colonizzazione estera del nostro paese. In origine vennero polacchi e marocchini a lavare i vetri delle macchine, poi sono arrivati gli albanesi, i rumeni di merda e le loro puttane senza più frontiera, poi la calamità naturale dei musi gialli, adesso siamo al top, con gli africani del nord che sbarcano a vagonate a nostre spese ed all'interno dei quali si annidano/formano i terrositi dell'ISIS, packistani, iraniani, ed altri orientali dal muso marrone e con la barba lunga a cui il paese ha pure dato asilo politico...  Detestiamo l'invasione etnica, dove altri popoli vengono nella nostra terra ad imporre la loro cultura piuttosto che prendere la nostra ed adeguarsi alla nostra società civile, concetto inaccettabile che solo un governo colluso può permettere e giustificare. In questo senso l'unico vero baluardo rimasto in piedi, l'ultimo moicano, è proprio il buon Matteo Salvini che giorno dopo giorno diventa sempre più importante e sempre di più il nuovo partigiano contro l'invasione Italiana dei barbari.
Buon 25 Aprile

 

posted on 20:58   link   . . . . .  up

 

Una giornata di ferie primaverile

23 April, 2015

Già da ieri sera ci siamo recati alla nostra residenza estiva dove abbiamo trascorso una giornata di ferie, lontano da un lavoro divenuto un incubo, andando a coltivare due nostre passioni: la pesca e la borsa. Ieri sera abbiamo fato il sopralluogo lungo riva, trovando un mare piatto e totale assenza di vento (scenario rarissimo), divenendo eccitatissimi per la giornata di oggi al punto di svegliarci ripetutamente nella notte per desiderio di andare. Eravamo in acqua alle 6:15 e siamo usciti alle 9:30 solo perchè ci siamo infastiditi dei disoccupati del loco che, signorini pur se non c'hanno un lavoro, sono entrati in acqua verso le 9:00 e di tanto spazio sono venuti a rompere i coglioni proprio dove stavamo pescando noi, avendo identificato tane abitate. Comunque usciti con 2 scorfani, 5 saraghi, 1 orata tutti belli grossetti ed col rammarico di una mustella non colpita perchè si è annodato il filo sul fucile (il colpo non è arrivato a bersaglio) ... doveva andare così.
Per la borsa abbiamo aperto, verso le 10:15 (tempo tecnico per sistemare attrezzature e pescato), con uno scenario bearish ma sempre nei range di questi giorni, come da figura sotto a grafico orario.
Ben poco quindi da dire se non che lo scenario equity italiano risulta volatile proprio su UC ed ENI, nostri titoli di PTF, e mena a ribasso sulle capitalizzazioni minori (inclusi nostri titoli). Euro in rialzo e questo ci penalizza sia sulla posizione strategica EUR/USD sia su l'azionario USA in nostro portafoglio, anche se su Avon product pensiamo di aver fatto un prigioniero e siamo pronti a take profit appena la plusvalenza diviene importante. Per il resto continua il periodo di positivà su Russia che non ci ha dato modo di rientrare (e di questo soffriamo) e tutto nel complesso sembra come ieri, solo che c'è un giorno in più: lo spegnimento del news flow positivo che ha caratterizzato i mesi precedenti, ossia il news flow negativo greco, col GREXIT, riduce il tempo a disposizione considerando anche il periodo di dividen washing/stripping che avremo a Maggio sul mercato Italiano, quindi in sostanza view bearish ma il tempo utile  passa (verrano poi altre fasi).
Per il trading c'abbiamo messo ben 2 ore ad entrare su obbligazione Venezuelana 9.25% 2027, per via dei problemi di spread su HIMTF e del suo modello price driven (= ordine al meglio su MM) e book non visibili su circuito EuroTLX. Alla fine siamo entrati su EuroTLX mettendo un prezzo "ragionevole a +2% da ieri, inseguendo letteralmente sto cazzo di titolo...  E' stata la nostra scelta per quel 15% di obbligazionario della nostra assett class che ci mancava totalmente (a parte pezzature EUMTF Inflaction Linked), ingresso fatto con capitale aggiuntivo prorpio per l'eccezionalità della soluzione finanziaria e ben cosci di poter perdere tutto. Vediamo infatti positivamente, nel lungo termine, una fase di recupero del crude, un rilassamento dei rapporti USA - SudAmerica (adesso in cerca di alleati sulla scia del modello Cuba), una scarsa pubblicità delle stesse (a differenza dei famosi Bond Argentini) e finalmente un premio di rischio notevolissimo considerando la quotazione attuale e il valore della cedola, in USD. Nostro Hedge Fund MG ci ha confermato ieri sera la validità della picture.

 

posted on 18:07   link   . . . . .  up

 

Seduta del 22 aprile

22 April, 2015

Commentiamo in largo ritardo e velocemente una seduta laterale sui mercati euro priva di grandi spunti. Mercati che rimangono di impostazione bearish ma ad un passo da invertire la tendenza (trend secondario) con alta probabilità che si vadano a creare trappole. Su FTSE/MIB le trappole possono essere sia bullish over 23550 circa sia bearish sotto 22950, così da rendere difficile il trading in quanto da un lato il trading range supponiamo sarà violato (quindi gli acquisti in logica di contenimento nel range dovrebbero fallire, es short sul top e long sul bottom) dall'altro il range breakout potrebbe essere la carta errata. Tutto ciò porta a pazientare ed affidarsi a livelli meno "orari" e più daily, soprattutto se supporti o resistenze importanti. La view comunque è bearish e aggiorniamo il semaforo a rosso. Close USA fondamentale in questo scenario adirezionale.
Per il trading non abbiamo fatto nulla. Domani probabilmente entreremo su obbligazione sovrana estera quasi in stato di default... aspettiamo solo qualche conferma ed un book migliore a quello di oggi su mercato HIMFT in quanto a spread denaro lettera... 
Sempre sotto botta ma ad un passo dal pareggio su UC, nostra prima priorità di sell della settimana.

 

posted on 19:38   link   . . . . .  up

 

Seduta short-coverage 23535 FTSEMIB

21 April, 2015

Seduta volatile sul mercato italiano con un simile scanario europeo, tutti inizialmente in tenuta ed in continuum della seduta precedente fino a quando il mercato tocca area short coverage con precisione quasi maniacale e poi crolla di oltre 500 punti. Questo modo di fare analisi ci emoziona ancora, a distanza di tempo, confermando la bontà della nostra operatività daily che per oggi era stata descriita, qualitativamente nelle note "il buon rialzo del crude e la tenuta S&P500 dovrebbero portarci a salire anche oggi, almeno in mattinata, con obiettivo middle (23421) e poi short-coverage (23537) sul quale chiudere in profitto il long ed eventualmente tentare short a quel punto con SL cortissimo".  Nulla da aggiungere quindi a quanto già scritto quando tutti, fortunatamente, ancora dormono e non rompono i coglioni.
Lo scenario adesso si fa difficile iniziando a lateralizzare in ampio trading range con probabili trappole da break-up dei livelli di contenimento (23500-22900), pertanto togliamo il semaforo rosso (bearish forecast) e mettiamo un bel giallone in attesa di segnali netti dal mercato.
Per il trading non è stata una giornata fortunata oggi in quanto proprio quando il mercato ha toccato short-coverage eravamo fuori e non avevamo inserito ordini di acquisto pezzature short FTSE/MIB. Oltre al mancato guadagno, i puponi americani dello zucchero ci hanno ferito profondamente su ETF Sugar, portandoci ad un saldo weekly che sarà difficile da recuperare qualsiasi cosa succeda su equity e commodity. Cercheremo di ricucire lo strappo. Siamo estremamente seccati di questo e ingaggiamo nuova guerriglia contro il nemico USA da cui vengono tutti i mali del mondo, compresa la guerra al Comunismo che faceva crescere persone anzichè ladri e delinquenti dai mascelloni pronunciati. Oggi puntavamo ancora ETF Russia ma non c'è stado modo di vederlo flettere, quindi abbiamo sciolto la riserva su questo acquisto e siamo entrati long x5 su USD/EUR a cambio 1.07(aumentata la posizione ETF)  e su General Electric a 26.8, entrambe posizioni strategiche su cui al close già paghiamo pegno. Liquidità prosciugata in attesa di liberare qualcosa che non ci è riuscito fare oggi (Molmed e UC). Altro problema da gestire.

 

posted on 18:00   link   . . . . .  up

 

Una giornata di respiro (pronti a partire)

20 April, 2015

Seduta di respiro (rimbalzo) per i mercati euro con performance superiori al punto percentuale dopo lo svarione della scorsa settimana; sono proprio DAX e FTSE/MIB a segnare le performance migliori a recupero dei candeloni rossi della scorsa seduta. Il movimento si inquadra ancora in un rimbalzo, non avendo superato quota short-coverage, approccio ribassista che viene confermato dal fatto che non si è nemmeno scalfita quota 23000 che rappresenta un livello psicologico per lo strappo di posizioni long. Pertanto il mercato da segnali di confidenza bullish, che per il nostro modo di fare analisi spesso contrarian non reputiamo affidabili vista la tenuta dello short coverage. Se del caso rivedremo questa view che sarebbe a noi più gradita di quella di un ribasso, avendo uno sbilanciamento long su equity wordwide.
Detto questo oggi accusiamo il colpo sul portafoglio per via della brutta prestazione dello Sugar, o meglio dell'ETF Sugar che in "qualche modo" è correlato a quello del future :-)
Mancava poco al livello su cui avremmo liquidato almeno una parte delle nostre posizioni. Il -3.8% closed è stata una brutta legnata essendo il titolo più pesato in portafoglio. 
Comunque oggi non abbiamo venduto nulla ed abbiamo messo in portafoglio AVON Products su NYSE a 8.62 poco fa, anticipando il livello di acquisti, titolo fra quelli suggeriti dal nostro hedge fund MG, realtà nazionale di grande successo, successo REALE senza nascondere mai nulla. 
Per il resto siamo pronti a partire con il capitale residuo a mezzo certificati leva 7 short, sull'avvincinamento a quota short coverage. Quindi rotta Short su Milano oppure ci accontenteremo di longare l'ETF Russo che è sempre la prima priorità settimanale

 

posted on 17:52   link   . . . . .  up

 

Dopo mesi e mesi...

17 April, 2015

FTSEMIB -2.4%, DAX -2.5%, CAC -1.5% e  S&P-1% in intraday ... erano mesi e mesi che non vedevamo queste giornate dato lo "storico" trend rialzista originatosi a gennaio dalle news BCE e mai interrotto fino all'altro ieri.  Negli ultimi 2 giorni, dopo il segnale di bearish reversal pattern dato in diretta su questo blog, il FTSE/MIB ha perso 1000 punti tondi, pari al 4% e questo ricorda a tutti che le discese sono sempre violentissime e quindi terreno fertile per chi ama trade short mordi e fuggi, molto interessanti se audaci e compiuti on/off con prodotti a leva come quelli presenti sul mercato negli ultimi anni (certificati leva 5 e 7). A differenza delle volte passate, quando il mercato piegava un po, stavolta abbiamo la perdita della middle BB, livello sul quale il mercato avrebbe potuto rimbalzare; stavolta, fra Grecia e altre minchiate speculative, non lo fa e quindi attiva un secondo segnale ribassista di più ampia portata, sebbene arrivato a poco dal target, rispetto al semaforo rosso dato giorni orsono. Studieremo le implicazioni nel weekend grazie alla nostra preziosa timing chart che ci guida, più o meno, durante le nostre traversate "temporali", quest'anno lunghe e non per nostra colpa (Bradley Timing).
Detto questo oggi abbiamo allegerito un po la posizione short, proprio in area 23390, conserviamo comunque un bel pacco di pezzature dato l'enorme potenziale ribassista, movimento sul quale andremo comunque long, protetti, con strategia long di partecipazione.

 

posted on 17:50   link   . . . . .  up

 

Seduta del 16 aprile

16 April, 2015

Molto tardi per il commento al close ma lasciamo comunque una nota su una seduta negativa sui mercati euro fatta di accelerazioni che portano ad un close "bozu" su area euro e con USA in leggera ripresa a frazionale negativo. Tensioni su Grecia ed altro hanno originato il movimento ribassista che su FTSE/MIB è in linea al bearish signal del martedì e che ieri era arrivato al limite della validità e di cui non avevamo mai ipotizzato un fallimento. Bene quindi la view bearish sul mercato che abbiamo lasciato intatta, e bene la validità del segnale che stamattina all'alba commettavamo come RARO e particolarmente AFFIDABILE.
Per il trading ci siamo liberati a poco dal PMC di alcuni pezzi ETF Crude, che pensiamo sia arrivato a importante livello di resistenza, anche per una view sui fondamentali. Il portafoglio ha perso un po per via dello storno dell'equity, limitato sui nostri titoli e ben bilanciato da tutte le posizioni leveraged x5 e x7 short incrementate nella seduta del martedì  su segnale sell FTSE/MIB. Bene quindi la strategia. Certamente rosichiamo forte di non aver preso profitto su UC e soprattutto di aver scelto, ieri, WLT al posto di PM. Anche se WLT ieri faceva, in volatilità +7%, oggi PM ha dato i risultati e si è accessa come una bella marlboro rossa, in open già a +6%, intradabile per il nostro modo di fare. Non sapevamo della news sui risultati che avrebbero dato oggi,  altrimenti avremmo fatto un po ed un po. Ci rimane la consolazione di avere il brand sempre in saccoccia, in figura, pittosto che in portafoglio... 

 

posted on 20:31   link   . . . . .  up

 

Marboro Morbide o Walter Energy ?

15 April, 2015

Seduta a rialzo per i listini euro dopo apertura tentennante ma già sui primi livelli di forza; sul FTSE/MIB non si perde mai il livello del close di ieri, si supera area short-coverage ed il mercato riparte andando a bissare i massimi di periodo, ossia quelli dell'altro giorno. Così, alla fine, quella di ieri è stata un'altra seduta di debolezza di quelle che durano solo qualche ora... Detto questo la situazione tecnica non è certamente di facile lettura in quanto il pattern bearish di ieri è ancora valido, ma a poco da essere annullato. Sarebbe già la seconda volta consecutiva per un pattern che in effetti ha sempre grande probabilità di avverarsi ed è molto raro. Questo il commento tecnico.
Quello "fondamentale" si spiega con le performance del settore energetico legato al rialzo del crude ed a speranze di normalizzazione dello scenario mondiale, anche se su questo siamo molto scettici.
Per il trading non abbiamo venduto nulla ma abbiamo rosicato di non esser riusciti a rientrare su ETF Russia in questi primi 3 giorni della settimana, essendo il nostro primo obiettivo di buy della settimana. Non si sono create situazioni utili. Bene comunque il nostro portafoglio in netto apprezzamento. Abbiamo rimesso le mani su Molmed, ai minimi di giornata come ci eravamo riusciti ieri, oggi a 0.453 con un minimo di 0.451. Non abbiamo venduto sul +3% di recovery, le vogliamo tenere addirittura con l'idea di lunghissimo periodo. Poi è nato il dilemma: Philip Morris, ossia le nostre amatissime Marlboro Morbilde, oppure Walter Energy, azienda indebitatissima da debit/equity a 1000 ma con importanti investor dentro e divenuta Penny Stock ? Abbiamo scelto la seconda, sia perchè in quel momento WLT faceva -3% (titolo estremamente volatile) sia perchè le Marlboro le vorremmo vedere ad un altro colpetto a ribasso, anche se siamo proccupatissimi di trovarci in uno scenario come quelli di GE o Avon Products da +10 o 14%  il giorno che volevamo comprare...  La sigaretta elettronica è morta... e quindi sui ribassi entreremo su PM senza andare in fissa per averla a prezzi ancora non a sconto.

 

posted on 18:11   link   . . . . .  up

 

Bearish Reversal Pattern del 14 aprile

14 April, 2015

Lasciamo  due righe veloci dopo che ieri abbiamo  saltato l'appuntamento perché  impegnati a Milano.  Anche oggi siamo fuori in questa trasfertina che ci ha fatto conoscere una città  che non ricordavano così  messa male fra traffico ed invasione di musi gialli, ossia della più grande calamità  per il pianeta terra, animali evoluti in cerca solo di denaro... tanto che abbiamo apprezzato il pensiero  "intelettuale" del buon Salvini ... povera Milano.
Bearish Reversal Pattern sul ftsemib,  poco da aggiungere se non che oggi questo pattern ha già  fatto un bel pezzo di strada.  Noi avevamo dato anche un livello intraday che si è rivelato buono, visto che il close lo conferma.  Per il trading tradata Molmed  come da piano con livello di ingresso sulla debolezza 0.444 e se 0.464...felici di averla scappata per la terza volta dopo che ieri ci era sfuggita mentre eravamo in autogrill. ... poi al closing acquisto pezzi short ftese/mib sempre come da operatività di stamane.  Buona serata.

 

posted on 18:51   link   . . . . .  up

 

Un bel 10 aprile

10 April, 2015

Una bella giornata questo 10 aprile  sia per i risvolti borsistici sia per un parziale regolamento di conti sul lavoro, parziale perché speriamo di continuare a vendicare l'inaccettabile  e gratuita cattiveria  subita ieri mentre eravamo vicino ai nostri cari in ospedale.. infamante di alto livello che meritano tutta la nostra attenzione...
Venendo ai mercati non è stata una seduta di grande forza, sebbene in positivo frazionale scarso, ma per il nostro portafoglio  l'apprezzamento è  stato consistente grazie alla STRATEGIA impostata da tempo e che ci ha premiato nonostante ci aspettavano mercati a ribasso su timeframe weekly. Non è importante, più di tanto, che le previsioni siano giuste, quello che conta è che ci siano profitti, secondo le migliori massime della borsa. In questo senso non ci siamo mai accaniti a shortare il mercato ed abbiamo attuato strategia long di partecipazione ma non sull'indice, piuttosto selezionato titoli esatti in quanto a sovraperformance attese, approccio che oggi ci consente di dire che abbiamo BATTUTO il mercato. Soprattutto con le vendite fatte sui top durante la settimana. Diverse conoscenze sentono adesso "la colpa" di non aver partecipato al Bull market: quando tutto partì in quel modo così in modo meschino, noi abbiamo  mantenuto il piede in due staffe, ossia long ma con trading Short in Hedge ed oggi questo approccio complessivammente ci premia al 10 aprile. Il fatto che molti abbiano buttato la spugna e non colgano l'opportunità short è  un netto indizio ribassista per la settimana a venire che analizzeremo con profondità nel week end. 
Oggi vendite di ETF Russia, ETF x5 long usd/euro (metà della posizione strategica), e ETF SMI (non documentato  in figura in quanto eseguito successivamente  allo screenshot, a poco dal close).
Una giornata  da +1% di capitale e da 2.5% weekly nonostante i pezzi  short ancora in canna in profondo rosso ... buon weekend.

 

posted on 18:25   link   . . . . .  up

 

Seduta del 9 aprile

09 April, 2015

Due righe di commento da dispositivo mobile per via di importanti impegni personali che sembrano evoluti in linea alle speranze. Finalmente da domani avremo anche tablet 10 pollici per una migliore operatività daily, quando offline da postazione trading (impossibile da cel...)
Seduta a rialzo per i merrcati europei ed anche per il nostro indice che si porta a rialzo a superare le resistenze esoteriche, mancando quindi la generazione di un segnale ribassista facile a formarsi. Lo scenario tecnico per quanto di forza non è di facile lettura e rimaniamo attendisti a close weekly. 
Per noi oggigiornata comunque positiva con la vendita di Salini Impregilo quando strappava +7 nel classico trade di vendetta con una corretta view di fondo. Bene il resto del portafoglio con ETF Russia, long USD EUR e tante altre posizioni azionarie fatto salvo le pezzature short di hedging. Bene tutta la giornata, complessivamente, quantunque iniziata dal fondo...

 

posted on 18:02   link   . . . . .  up

 

Rotta su Milano

08 April, 2015

Mercati euro a ribasso dopo pessimo close USA che degenerava ieri nella mezz'ora finale. I mercati Euro aprono comunque senza crollare, tengono il livello, il FTSE/MIB tenta anche un rebound ma poi la realtà esce fuori ed  il mercato rimangia l'apprezzamento daily e poi si porta violentamente in negativo. Così al close abbiamo un frazionale negativo sui principali indici Euro e la nostra ipotesi di bull trap sembra valida così come la picture per aprile sebbene il mezzo punto di storno non sia nulla di eclatante ed ancora in zona strappa-long, quindi in configurazione bull market.
Per il trading abbiamo lasciato alcune pezzature ENI in area 17, a vendetta dell'ulteriore strappata SAIPEM, pronti a rientrare sul titolo a prezzi migliori. A poco dal close abbiamo comprato pezzi Unicredit  (a quasi -2% rispetto alla vendita di ieri) come differenziazione sui finanziari e mantendo il focus sui big del listino, big che sarebbero gli unici a giustificare nuovi pericolosi rebound del paniere. Rinunciato all'acquisto su Molmed ed alla vendita degli short x7 in quanto pensiamo ci siano spazi per una continuazione della correzione, quantomeno fino ai primi livelli di supporto, come indicato ieri. Bene  soprattuto nostre pezzature ETF RUSSIA ed ETF SUGAR che avavemo raccomandato in tempi non sospetti... dovremmo farvi la spiega sulla finanza comportamentale ma andamo di fretta, giusto un cenno che quando la roba viene regalata la gente non pensa più a comprarla...  Pronti a colpire con i nostri mezzi nelle prossime ore, rotta su Milano.

 

posted on 17:52   link   . . . . .  up

 

Ipotesi di Bull Trap 23750

07 April, 2015

Seduta bellissima per forza del mercato Italiano, che è fra i migliori indici del globo (se non il migliore) dopo 4 giorni di pausa per la settimana di Pasqua. Avevamo ben letto, su Operatività FTSE/MIB, la possibilità che il mercato partisse a rialzo dopo i dati deludenti USA (--> rinvio aumento tassi USA) ma nemmeno siamo troppo convinti che siano queste le ragioni per questo 23750 di FTSE/MIB, livello di resistenza importantissimo in quanto rappresenta un fan opening weekly. Adesso speriamo che anche la seconda parte del forecast vada in porto, quello settimanale: la Bull Trap del nostro mercato. In effetti la performance del FTSE/MIB è spiegabile soprattutto sugli energetici che si legano all'andamento del crude (oggi ETF CRUDE +9% anche per via del cambio in flessione euro) con titoli come ENI, Tenaris e SAIPEM che spaccano a rialzo; ENI soprattuto, a +4%, è responsabile della volata del listino per il suo peso elevatissimo. Titolacci bancari tipo UC e ISP, pur se hanno viaggiato in positivo, hanno avuto scarsi volumi e non sembrano forti (anche se hanno fatto performance mensili indimenticabili) ma piuttosto in trend following del paniere. Nella sintesi oggi FTSE/MIB apre un nuovo gap, strappa a rialzo in trend continuum, tocca con la testa un importante livello che riteniamo possa segnare lo stop (pit stop) che attendiamo in aprile sul nostro listino.
Per il trading oggi giornata da +1.5% nonostante la presenza e posizioni short, grazie all'approccio strategico ed alla bella selezione "trattica" di titoli fatta anche nel mese di marzo: parliamo di ENI (consigliata sempre a tutti...) parliamo di GdF (oggi +5%), Saipem, ma anche ETF Russia ben suggerita in acquisto su Privè in varie forme (operatività daily piuttosto che su portafoglio) e su cui vertevano giudizi pessimi dalle fazioni ostili a fabiolongo.com, ad inizio anno, con indicazione di un paese fallito sull'orlo della fine e del fallimento.... consultenti finanziari indipendenti ed altri venditori di ciavatte nazionali. A +10% dal PMC abbiamo allegerito un po la posizione (metà), gli altri pezzi non li lasciamo perchè ci sentiamo Russi nei valori e nell'amore per la loro cultura.  
Liquidata UC come da piano, leggermente sotto perchè abbiamo intravisto debolezza, ed anche SAIPEM, sempre come da piano, anche se potevamo fare meglio nella vendita. Ma un AD non cambierà sicuramente una struttura aziendale mediocre, che assomiglia più ad un ministero che ad un privato. In area 23720 acquisto di pezzature short x7 FTSE/MIB SG a calmierare ancora l'esposizione sull'equity italiano oltre che operazione di trading ,con primo take profit parziale in area 23350, ossia da dove è partita la follia odierna ... e grossomodo livello di strappa-long orario: pensiamo che sia una bull trap ma dobbiamo pure vederla che si concretizza... 

 

posted on 17:51   link   . . . . .  up

 

Pasqua 2015 più dolce con lo zucchero

02 April, 2015

Vogliamo commentare la seduta di oggi prima di un lungo stop che in fondo un po ci rattristisce perche questi giorni abbiamo svolto molto limitatamente la prassi del trading. Sostanzialmente i mercati euro riapriranno martedì prossimo, mentre l'America sarà aperta per una seduta in più. Già da oggi i mercati sono stati poco mossi, dopo apertura in forza ad aggiornamento di un nuovo massimo relativo, qualche punto assoluto sopra il massimo di ieri di FTSE/MIB. Poi tutto si normalizza senza grandi moving intraday, come se molti operatori avessero già preso le ferie. Il panorama americano riserverà soprese solo domani con i dati sull'occupazione, che potrebbero testimoniare lo stato di salute americano. Ciò aumenterebbe la probabilità che si aumentino i tassi in giugno, proprio perchè l'inflazione americana potrebbe aumentare sul rialzo dei salari (vedi operazione McDonald, significativa perchè sono schiavisti per definizione) e sul recupero delle commodity fra cui Crude. Lo scenario di aumento tassi provocerebbe un disinvestimento USA ed una rotazione su Euro come da tempo andiamo supponendo. Su sell americano l'Europa accomoderà/accomoderebbe  il movimento per favorire il roll-over.
Che il mercato si sia dimenticato delle commodity, sul boom azionario durato mesi, è cosa nota a tutti così come è noto che fabiolongo.com giorni fa abbia incrementato la posizione su ETF Sugar sempre in logica anticipatricie e contrarian (in scenari come quello in oggetto e per prodotti di un certo tipo/valore). Oggi questa view ci premia essendo il prodotto finanziario (ETF SUGAR) quello più pesato in portafoglio e quindi con il buon rialzo di oggi ci consegna un Pasqua più dolce rispetto a quanto si paventava stamattina, con le problematiche del nostro lavoro primario (azienda). Unica operazione eseguita è l'acquisto di pezzature short x7 FTSE/MIB in open a mezzo certificato SG come incremento dell'hedging in essere. Nessun sell azionario nonostante abbiamo inserito oridini ed anche modificati ad ora di pranzo a prezzi leggermente più bassi.
Auguriamo Buona Pasqua a tutti sperando possa essere un momento di riflessione più che di diverimento e relax.

 

 

posted on 19:50   link   . . . . .  up

 

Pesce d'Aprile a Gann Level 30

01 April, 2015

Con un andamento surprise da "pesce d'aprile", almeno per noi, il mercato apre debole ma poi si risolleva immediatamente. Pensavamo che una strappata ribassista mattiniera potesse approdare anche in area 22800, sul quale costruire posizionamento long, mentre invece il mercato non ha mai perso il livello bullish ossia non ha mai attivato quello bearish, area 23000, spartiacque tecnico sul quale avevamo costruito l'operatività di oggi. Tanto meglio quindi per il nulla di fatto; le nostre preoccupazioni erano infondate, il FTSE/MIB viaggia a rialzo come da nostro semaforo. Scenario simile sulle altre piazze Euro tipo DAX e CAC in linea alla polarizzazione di Pasqua che noi avevamo predetto come pochi altri.
Il FTSEMIB colpisce in intraday quasi Gann Level 30, 23489, con un massimo in area 23447, e si porta così nell'area target weekly (nostro target intendiamo) che corrisponde alla fascia 23489-23683, quest'ultima fan bullish 1x3 dove costruire opeatività short di una certa entità (almeno per noi). Difficle dire cosa farà domani il mercato data la piegata USA che stempera il trend bullish euro, almeno da quanto visto nelle ore avute in overlapping borsistico fra i due continenti.
Per il trading noi abbiamo goduto solo per il fatto che senza poter fare un cazzo (per via del lavoro e di problemi alla vettura) abbiamo visto apprezzare il portafoglio su diverse posizioni ed abbiamo margini per un take profit qualsiasi cosa succeda domani. L'idea, da sviluppare numericamente ed operativamente, è di aprire posizioni short FTSE/MIB  (altre) con un obiettivo a 15-20 giorni, oppure sell di posizioni azionarie "tirate" che riaccumuleremo sui ribassi. Obiettivamente nulla è tirato pensando ad un obiettivo di lungo periodo in area 25000 punti FTSE/MIB, ma titoli come UC vanno comunque liquidati per lasciar spazio a Value Investing in area euro che ci permetteranno una vita più tranquilla nei prossimi mesi. 

 

posted on 19:19   link   . . . . .  up

 

top of page

 

 
www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000