Mercoledi 26/06/2019 ore 08:15:00
Home Corso di Borsa Trade Blog Libro Trading Ways Trading Utility Market Forecast Disclaimer

 

Archive - October, 2010
 
Fabio Longo Trade Blog   fabiolongo.com TradeBlog  
 
Most recent entry is first.
Search blog
 
Archives 
 

L'Ottobre magico

31 October, 2010

Sono dell'idea che bisogna essere pronti a prendere quello che la vita vuole darci. Ottobre inizialmente mi ha dato molto nel trading ma poi l'onda si è andata spegnendo pur essendo soddisfacente.

La pesca invece è andata in crescendo e quindi ieri ho insistito con una nuova battuta subacquea, anche perchè non c'era da andare al lavoro in giacca e cravatta. Il mare mi ha regalato ben 12 Kg di pesce, che non è un record, ma lo è per un polpo gigante che sono riuscito a prendere.

La bilancia che uso dopo i 3 Kg segna errore e questo è sicuramente over di qualche etto. E' stata una vera battaglia nel fondale ad oltre 3 metri, durata quasi mezz'ora perchè la besta era davvero fortissima e non riuscivo a strapparla fuori dalla tana. Dopo averla colpita si era aggrappata nel fondo della tana, con i tentacoli grossi come mai visti nella mia vita, fino a "4 dita". Mi ha condotto all'esaurimento delle forze, anche perchè non la perdevo mai di vista e mi ossigenavo solo per il necessario, ritornando immediatamente alla lotta sul fondale. Alla fine l'ho presa con le mani tirandola per la testa con tutta la mia forza e riuscendo a metterla nel sacco, sbalordito dalle dimensioni e francamente un po impaurito, visto che un polpo di 1 kg con il becco è capace di tagliare il tendine del polso di un uomo.

Una bestia fantastica che avrà un posto nella mia memoria eterna.

 

 

 

 

posted on 07:54   link   . . . . .  up

 

Una bella giornata: GAS, Fonsai e 9 Kg di Polpi

29 October, 2010

Una bella giornata dopo che ieri era andato tutto male.

Stamattina non mi sono sentito di farmi angosciare dal mercato alla luce del solito andamento dei musi gialli cagasotto e della chiusura americane di ieri. Sin dalle 5 me ne partivo per il mare dove mi misuravo con una spendida caccia subacquea. Il mare alle 7, quando la notte diveniva giorno, faceva davvero paura soprattutto nelle profondità, piene di percoli tra cui le reti dei pescatori locali non segnalate e talvolta abbandonate fra gli scogli. Ne uscivo con quasi 9 Kg di polpi veraci, purtroppo "solo quelli", tra cui una spendida bestia da 2.4 Kg al centro della figura. Grazie Signore, rispetto il tuo regno ed amo la natura.

 

Il mercato poi mi concedeva finalmente il +10% del GAS Leva, dopo settimane intere a tener botta su quelle che sono le ultime picchiate dei broker, le ultime mazzate per rompere le ossa ai chi è dentro; belle anche le loro scrollate intraday che passavano momentaneamente il +9 in un mero +3%; io ne ho vendute sul pareggio, al +11%, quante ne dovevo per un corretto money&portafoglio mangement.


Anche la "sopresa" FONSAI ha regalato gioia, avendola segnalata e presa solo qualche giorno fà. Dopo lunga sospensione per la notiza del Group Amà il titolo chiude a +6% a 8.53. Titolo scovato col metodo delle candle e dei volumi, ma non più applicato ai valori del giorni prima (teoria di letteratura classica) quanto ad un timeframe precedente unito a specifiche verifiche di condizioni di "inviolabilità successiva".Prima o poi troverete gli screener nel privè, per chi vuol provare. I movimenti ormai si fanno "prima" per poi rimanere "in silenzio" qualche giorno/settimana per far demordere indicisi e trader daily, modificando anche i signal degli oscillatori. Comunque la famiglia dei Ligresti non mi piace affatto e numerologicamente 8.61 è una resistenza forte, per cui sono uscito dal titolo a 8.56 con ottimo profitto. Evito l'eseguito dei miei 40 pezzi. Attenzione alla bull trap a 8.50, c'è una ricapitalizzazione in corso...ed 8.61 è resistenza S9P in angolo di comando. E poi Ligresti non è uomo generoso come Fabio Longo, i titoli se li tenga.

 

Eseguivo infine ingresso Long su Italcementi  a mezzo titolo, a 6.06, ormai in forte stato di ipervenduto sotto quote "umane".

 

Per quanto riguarda i mercati questo ottobre finisce in laterale, senza tener quota 20500 (mio pareggo long) ma senza abbandonare i 20300; sembra ormai imminente la creazione del classico top dei primi di novembre, con FTSE/MIB incaricato di portare prima a stop i soliti 2 LC: vedremo. Nel frattempo studeriemo i livelli di sell long/ingresso short. E nel frattempo ci godiamo anche i ribassisti che spostano sempre in avanti le dati di reverse del trend... prima o poi ovviamente le coglieranno.

 

posted on 17:38   link   . . . . .  up

 

Il mercato che mi odia

28 October, 2010

Oggi giornata "storta"; si danneggia il portatile alle 8 richiedendo la completareinstallazione del KIT Windows 7 e così perdo il bellissimo open del mercato sulla scia del rebound di ieri del mercato americano. Nessuno ci aveva creduto come me, da settimane intere contro i ribassisti ed anche ieri sera stesso riponevo fiducia quando la strappata ribassista si faceva molto seria. Al logon al TOL, solo verso le 12, osservo ENI in grande forza, oramai sopra al mio ingresso short di ieri. E' stata per mesi interi a galleggiare ed a sottoperformare il listino, ieri ero in profitto da subito dopo l'ingresso, stamattina lo sarei stato ancora dopo l'open ed invece alle 12 la posizione a leva segna un loss del 10%. Le tengo perchè non ci sono gli estremi per lo stop a livello di sottostante. Forse al close del venerdì scatterà il segnale. Di contro sul dato americano il mercato zompa a rialzo provo rafforzamento dei long su indice FTSE/MIB ma il mercato non si stabilizza a rialzo. E quindi sulle nuove tranche perdo 100 punto di sottostante. Da segnalare inoltre il buy dato su IWBank stamattina (stanotte), non perseguito dal sottoscritto per impossibilità operativa, e che strappa di 15 punti percentuali. Ed infine la nuova brutta performance del GAS, con tentativo di bear trap prima del dato delle scorte, il -8% del prodotto ETF leveraged si trasforma poi in un -3% ma pur sempre in close negativo quando ieri eravamo a pochi tick dal pareggio, dove era importante ridurre l'esposizione perchè ad oltre il 30% del capitale. Certe giornate va tutto storto, davvero tutto. Speriamo sia finita qui e che l'alba di domani mi consegni quei piccoli successi che vado cercando e che credo di meritare.

 

 

posted on 17:30   link   . . . . .  up

 

Mercati deboli

27 October, 2010

Mercati deboli, quantunque nella mattinata ci sia stata una ripresa del brutto open europeo portandosi anche in frazionale positivo. I livelli indicati erano buoni. Future americani sempre negativi. Mercati che nel pomeriggio piegano la china pur senza traccollare, almeno per oggi, anche sulla scia di dati macro in chiaroscuro.

Con oggi terminava un timign bullish su SP500 e si appresta ad abbattersi una polarizzazione S9P negativa a target la prima decade di Novembre, di grande coralità. Tuttavia c'è anche una forza positiva a scadenza primi novembre, data di massimo di Gann. Vedremo chi la spunta o se ne esce un laterale. Per me alcuni target rialzisti devono essere presi prima che il mercato crolli, ed erano a portata di mano, solo 200 punti, fattibili.  Se il mercato scende senza verli presi non penso che crollerà di molto. Su web su parla di 19000 punti. Non sono d'accordo.

 

Operativamente:

  1. sell dei long FTSE/MIB in area 21490, in profitto; riacquisto in area 21400, non chiusi 
  2. buy minishort ENI sul -0,6% del sottostante, nel pomeriggio
  3. buy FONSAI a 8.05 nel tardo pomeriggio.

 

posted on 18:10   link   . . . . .  up

 

E.C. Banco Popolare

27 October, 2010

La serie storica su ProrealTime di Banco Popolare è diversa da quella Banca Sella che ieri avevo usato per l'analisi numerologica. Probabilmente Sella ha gli aggiustamenti da dividendo (od altro). Con la nuova serie storica non si evidenziano i supporti indicati ieri. L'impianto FAN ed il suo S9P sono infatti diversi. Dovrò lavorarci ancora.

Buona Giornata

 

posted on 06:02   link   . . . . .  up

 

Credere e Provare

26 October, 2010

Mi scuso con gli amici del privè per non aver aggiornato stamattina la share. Qualcuno ha comunque seguito il segnale long su Arena della precedente settimana e ha comunicato all'IR di avergli "spaccato il culetto"... mettendomi in copia Bcc. Complimenti all'amico Carlo.

 

Poco da dire sull'andamento dei mercati di oggi: è una giornata negativa che si somma a quella di ieri ma che stavolta coinvolge anche gli altri indici europei. L'america invece tiene i livelli e consolida questi top. Nonostante i supporti di bullish continuation di brevissimo termine si siano rotti e persi definitivamente (es 21500 FTSE/MIB), restano però intatti i supporti più importanti quali area 21000 per FTSE/MIB dove passa un livello di AT, una MM200, un supporto S9P e forse anche altra robetta. In questo senso non credo che il mercato faccia un flessione da manuale in configurazione di doppio minimo, proprio perchè lì sarebbero in molti, in troppi, a tentare ingresso long a prezzi realmente vantaggiosi considerando dei TP ancora validi di almeno 800 punti sopra. Diciamo che area 21100/21200, i minimi odierni o forse qualcosa meno sono talmente insignificanti in termini di AT da poter generare il reversal del mercato per una prosecuzione bullish, anche se non sono valenti dal punto di vista metafisico (e non ci vanno in contraddizione). Prima resistenza S9P sempre in area 20600/700 e successivamente spaccherà in accelerazione di 200 punti l'ora. Ci credo e ci provo.

 

Operativamente dunque ingresso long in area 21280 a mezzo minilong 19100: pochi pezzi. Incrementare over 20400 e valutare sell in area 20600.

Bene inoltre Tiscali mentre Creval rimane debole ma non c'è fretta per le posizioni immortali cassettiste.  Oggi il GAS Leva segna a +8-59%, a 0.278€, fra i migliori dell'intero MTA. Spero di venderlo ad 0,7€ a pezzo, o meglio spero di venderlo prima dei miei 50 anni....

 

Qualcuno mi ha chiesto, ieri sera, un parere su Banco Popolare. In termini numerologici ho costruito il suo S9P ed ho abbozzato l'impianto fan dai minimi del 2009 con un primo path bullish (Marzo-Maggio 2009) classificato come una bullish 8x1. Tutto su share. In questo senso 3.95€ (S9P) e 3.89 (fan 1x3 this week) sono un importante supporto che nella prossime settimane coincideranno a 3.95€ formando una "magnifica armonia". Sempre che l'impianto fan sia corretto (devo rivederlo). Questo livello produrrà anche stop loss di eventuali ingressi su "doppio minimo del cazzo". Pertanto proverei e proverò ingresso a tal livello sul titolo o via Leverage Certificate. Fra i LC esistenti quello più liquido e con meno spread è NL0009054808. Stop mandatorio alla perdita del livello visto il vuoto che ci sarebbe sotto. In bocca al lupo accoltelliamo in nemico in modo infame alle spalle, determinati, senza esitazioni.

 

posted on 17:56   link   . . . . .  up

 

Una giornata buia

25 October, 2010

La giornata non ha offerto nulla di buono, nè nel lavoro e vita privata nè tantomeno nel trading. Una giornata davvero buia.

 

Indipendentemente da quello che verrà domani o dopodomani sui mercati finanziari, quanto successo oggi lascia davvero un grande amaro in bocca: sulla scia delle novità del G20 il close asiatico era buono, così come la chiusura di SP500 over 1082 del venerdì. I mercati euro erano impostati per una continuazione del rally e così è stato per tutte le principali piazze ma non per l'Italia che sotto il peso dei bancari registra quasi un -1% in intraday riprendendosi un po un chiusura ma sempre sotto i 21500. Concedo che il -5% su Banco Popolare ci possa stare tutto e concediamo anche quello del MPS come "vittima innocente". Ma cosa centri il -3% di ISP e di tutti gli altri bancari davvero non lo capisco. O forse è la solita "immancabile sopresa" frutto della perturbazione dei tradere: erano in molti, forse troppi, ad essere long sul mercato (e qualcuno oggi ha mollato l'osso) e questo era un campanello d'allarme che nei precedenti post avevo indicato richiamando alla prudenza. Anche i timing bullish erano in esaurimento già dal precedente fine settimana: con oggi FTSE/MIB avrebbe fatto un top S9P, ed in open l'ha fatto. Ma prima di effetturare una correzione ero e sono ancora dell'opinione che ci siano almeno 2 stop leverage certificate short da prendere, così come è stato per quelli su DAX ed oggi per S&P500. Non possono rimanere vivi prima di un'importante correzione. Speriamo che con la giornata di oggi le posizioni long sull'indice si siano drasticamente ridotte...

 

Operativamente in ingresso decidevo per dare il fratellino a Credito Valtellinese: l'ho chiamato Tiscali e ricostruisce quella strategia "da cassettista" che aveva dato buoni frutti dopo l'estate. Poi sotto 20500 "confermato dopo 3 ore" ho dovuto chiudere le posizioni long a mezzo LC 19100, in perdita. La cosa più importante è non perdere. E con prodotti a spread  come i LC purtroppo il rischio è ineliminabile, può essere solo mitigato con operatività sui livelli chiave. Nulla di grave questo stop ma oggi avevo sperato che RBS mi avvesse regalato il cappotto per l'inverno, ci contavo. Sopra 20500 cercherò di nuovo operatività long, più decisa di prima e mi basterebbe arrivare in area 21810 per togliere il disturbo.

 

posted on 18:01   link   . . . . .  up

 

Noiosa Vibrazione

22 October, 2010

Ho seguito il mercato solo a partire della 12:30. In mattinata, sin dalle 6.40 quando ancora era buio, decidevo per la pesca (sub). Mare calmo ma ancora molto torbido, scarsa visibilità fino alle 9.30. Pochi pesci. Me la cavavo con 2 polpi giganti, proprio in chiusura, sfiancato perchè per ben 2 volte perdevo il fucile...

 

I mercati non riescono a proseguire a rialzo e segnano una vibrazione negativa in questo ciclo bullish in fase di completamento. Ma non troppo negativa: noisissima la giornata odierna, almeno nel pomeriggio, dove il mercato è debole ma non crolla; reggono quote di primo supporto di breve termine; il mercato quindi rimane bull. Pericoloso l'ipercomprato euro e la lunga serie di candele weekly positive su SP500. Anche il vecchio massimo di AT 20700, ovviamente coincidente con una resistenza  S9P 20600/700, ancora è intatto. Come regge anche 1082 SP500, che ci porterebbe in un'altro quadrant Gann Square. E' sempre dura progredire e costruire. Ciò nonostante l'impressione è di proseguio a rialzo.

 

Appena sul TOL entravo long in area 20580 a mezzo ML 19100, volendo fare quel trade long daily. Ma per non confidenza (giusta) 1 ora dopo lo chiudevo in "profitto" del 4% , meglio 18 euro in sacca che perderli. Poi provavo un secondo identico ingresso; ma il mercato accentuava la correzione ed aprivo quindi il doppio delle posizioni short con l'idea di chiuderle in buon profitto in area 20500. Ma non ci è arrivato e si è ripreso. Le sono riuscite a vendere in perfetto pareggio poco prima del close, ma pagando commissioni. Rimangono quindi i pezzi long in portafoglio; considerando che siamo sopra i supporti di breve periodo e ci sono 2 certificati short in pipeline non è cosa azzardata.

 

E chiudiamo col GAS che dopo il -7% di ieri oggi decideva di fare -4.5%. Al close sul -4.3% non mi sono potuto esimere da comprarne altri pezzi. In 5 giorni ho moltiplicato x5 i pezzi originali in portafoglio. Il PMC è ovviamente molto basso (0.3). E se scende di altri 10 punti sarò lì a comprarne ancora.

 

Buon WE.

 

 

 

posted on 18:11   link   . . . . .  up

 

Adesso Prudenza

21 October, 2010

Anticipo il commento per via di impegni.

 

Il mercato è volato dopo l'ennessima apertura incerta causa chiusura americana sotto i massimi, future americano in negativo e non potevano marcare i musi gialli a chiudere in rosso. Ma alla fine il mercato parte a rullo compressore a raggiunge (ore 17) un primo target rialzista, potenzialmente potrebbe in questa mezz'ora rimanente prendere anche il secondo a 21700 e rotti.

Nonostante tutto proceda secondo ipotesi fatte, sarei comunque prudente almeno su FTSE/MIB per via dell'ipercomprato registrato via BB, per una resistenza numerologica S9P in area 20600/700 ed anche per l'avvicinarsi della scadenza dei timing bullish di breve periodo che avevano originato questa fase bullish a partire dal lontano "11 ottobre".

 

Operativamente vendevo nel pomeriggio tutte le posizioni long su indice, al livello di stop del primo minishort, poi non mi sentivo di ricomprarle anche perchè il transato in uscita dagli altri LC short mi è sembrato "sufficiente". Ma ciò ha importanza relativa.  Chiudevo anche lo straddle SP500, questo purtroppo in piccola perdita. Devo evidenziare inoltre l'ultima "rogna" ossia il -7% del GAS LEVA sui date delle scorte. Qui ho proceduto ad ulteriori acquisti, adesso mi sembra davvero una grande esagerazione senza considerare che sul prodotto non è mai arrivato il +10% del future di alcuni giorni fà. Rimane Creval in portafoglio, sola soletta con il GAS, vedremo cosa farcene visto che il titolo stenta a partire anche nelle giornate migliori.

Domani non sarò presente in mattinata e vedremo a pranzo se osare qualche trade rialzista da chiudere a fine giornata. Ma comunque adesso prudenza perchè l'eccitazione del mercato è elevata.

 

posted on 17:09   link   . . . . .  up

 

Flash*** L'avemo Sfonnati !!!

21 October, 2010

Sono mesi che i siti istituzionali di borsa e finanza parlano di fase ribassista in vista. Molto gettonata l'area 19000, alcuni indentificando livelli efficientissimi di resistenza in area posti in area 21000-21350... soggetti a valore aggiunto nullo e palesementi complici delle mani dei broker, stuzzicavano lo short sul mercato quanto c'erano 3 stop RBS in pipeline.  Il mercato ha fatto 20600...

Per non parlare dei blog dei trader indipendenti, che adesso usciranno fuori come i sorci la notte, anch'essi ribassisti sul mercato. Vediamo adesso che "festa faranno" entrando long a 20600...

E per finire gli amichetti di RBS che oggi si sono portati a casa lo stop del minishort FTSE/MIB e in tutta probabilità anche quello FIAT e forse SAIPEM nelle prossime ore/giorni.

Anche loro li abbiamo sfonnati. In diretta, su fabiolongo.com. A gratis, per il popolo, dal popolo, col popolo.

 

Cordialmente

Dr. Longo

 

 

 

 

posted on 14:02   link   . . . . .  up

 

Con Coraggio

20 October, 2010

Per via di impegni oggi un breve commento senza immagini .

Anche oggi giornata di finta originata ieri dagli amichetti americani e dei musi gialli questa notte. Di fatto l'europa apre in rosso ma non in modo drammatico con FTSE/MIB che segna un GAP-down immeditamente richiuso. Poi il gioco si manifesta per quello che era: i mercati girano a rialzo con grande prova di forza e chiudono sui massimi di giornata. In tutto questo FTSE/MIB gode di particolare smalto perchè ci sono quei famosi Target Price da Stop da raggiungere, non è concesso scendere, il trattore deve andare avanti anche se scoppiasse una guerra.

Statisticamente con la giornata di oggi non si è più in fase di ipercomprato - siamo nella Bollinger Band (20,2) - ed il trend bullish procede fluido.

 

Con coraggio oggi ho fatto le operazioni che dovevo: nulla in apertura poi over 20250 chiudevo tutti gli short dello straddle FTSE/MIB, liberandomi da questo macigno sulle spalle, in area 20400 vendevo i long e rimanevo flat, poi nel pomeriggio un trade a vuoto sulla center-BB a 15' minuti  che non ha tenuto e che mi è costato 10 euro di loss commissioni incluse. Poi verso le 15 vedendo gli andamenti bull che tenevano eseguivo ingresso con 3000 pezzi su minilong 19100  a prezzo di fair-value grazie alla presenza in lettera di un umano non convinto delle mie teorie da stop. Rimane in portafoglio solo Creval poco sotto il PMC, il GAS, e lo straddle SP500 sovra-pesato long oltre che "sti cazzo de 3000 pezzi long" che speriamo di vendere a botte di 1000  sui 3 stop sotto indicati. Stop teorico della posizione sotto 21000 punti, stop pratico sotto 21330 intraday. Il trattore non deve fermarsi.

 

posted on 17:32   link   . . . . .  up

 

Un'altra giornata difficile

20 October, 2010

Brutta chiusura ieri sera del mercato americano, con SP500 che si trova davvero su livelli di confine per attivare ulteriori ribassi di breve termine.

I musi gialli rafforzano sempre i trend americani ed oggi ci si mettono anche le istituzioni cinesi con l'aumento del tasso di interesse. Mercati quindi che oggi si trovano a farei i conti con stati di ipercomprato e news-flow negativi. Attesa apertura euro nettamente negativa. FTSE/MIB non è esente da questo ma al tempo stesso che non ha completato i target rialzisti dove avrei lasciato il testimone long ai più convinti.

Operatività di breve termine quindi molto difficile che affonterei in sostanza con long over 21250 (poco probabile) e short solo alla perdita di 21000 punti confermata almeno a 4 ore dall'open.

 

 

posted on 06:14   link   . . . . .  up

 

Fuori 1

19 October, 2010

Il mercato euro procede bene per tutta la mattinata, con rialzi soprendenti a livello statisitico visto il un notevole fuori banda BB(20,2) su FTSE/MIB ormai in chiaro stato di ipercomprato. Nella mattinata si segna lo stop di un certificato short DAX. Poi però il dati macro non sostengono questa "esasperazione" ed il mercato ritraccia in modo consistente, anche per sono giorni e giorni che SP500 non tira il fiato. Brutta comunque la candle "long upper shadow"che si disegna sul grafico daily FTSE/MIB. C'è però da osservare la presenza di numerosi "rompi coglioni", i trader in possesso di bei soldini donati dal papà per fare trading e che si muvono in ingresso sul break-out delle resistenze, in genere sulla rottura delle congestioni. Sono i grandi geni del trading che vengono a perturbare l'andamento del mercato. Un po per questo un pò per il fatto che la rete va gettata diverse volte per raccogliere quanti più pescetti possibili (i irbassisti), il mercato attua questa negazione bullish che per il mio modo di vedere rappresenta sempre una trappola ribassista o meglio uno "scrolla rompi-coglioni" fino alla tenuta di 21040 come ipotesi più accomodante possibile.

 

Operativamente in mattinata ho fatto fuoco lanciando un bel missilozzo colpendo ed affondando l'areo RBS dalla spalle in modo decisamente infame: bel sell di parte delle posizioni long su FTSE/MIB, prendendo vantaggio dall'ennesimo ingresso "in anticipo" di ieri sera. Sulla scesa ri-provavo ingesso long ma il mercato piegava costringemendomi a chiudere immediatamente le posizioni in sovrappeso, lasciando cadere i missili in mare con piccola perdita.  La tenuta del 21250 confortava lo scenario rialzista e quindi eseguivo nel tardo pomeriggio un nuovo ingresso long ma con pochi pezzi in sovrappeso, pronto a caricare altri missili domani in open funzione degli eventi. Avrei evitato di generare transazioni e l'ho fatto per tutto il giorno ma nel pomeriggio eravamo sul filo del rasoio e la cosa andava fatta. 

Domani cercherò di chiudere tutta la partita se il mercato mi darà il movimento numerico che cerco.

 

posted on 17:53   link   . . . . .  up

 

Mistero GAS Naturale

19 October, 2010

Ieri la commodity (che di fatto è un future) ha registrato un balzo di circa il 10%. Il valore del sottostante del ETF LEVERAGED NATURAL GAS, ossia DJUBSNG, no. Mi chiedo cosa sia questo DJUBSNG a questo punto...

Questi i dettagli:

 

 

http://www.bloomberg.com/apps/quote?ticker=DJUBSNG:IND

 

 

 

posted on 09:25   link   . . . . .  up

 

Tra fine e contro finte

18 October, 2010

Giornata oggettivamente bella per i mercati finanziari che pur aprendo negativi trovano la forza di chiudere in positivo con FTSE/MIB in particolare luce grazie all'andamento dei bancari per pesano particolarmente sulla definizione del paniere. Si testa addirittura la BB superiore su grafico daily. Un po meno bella per il sottoscritto che ho vissuto momenti di grande nervosismo sin dall'alba per via dei soliti musi gialli e del future americano che sembravano decretare un'apertura in profondo rosso al limite della validità dei pattern bullish. Sappiamo che quando si opera bisogna mettere degli "stop" basati sull'analisi OGGETTIVA del mercato, su livelli di "confine" della validità delle proprie strategie. Chi poi non vuole perdere nemmeno 20 euro si trova costretto ad alzare questi livelli su base "loss tollerabile" e magari riduce il loss ma spende molto di commissioni laddove il mercato oscilli sui propri livelli operativi.  E la cosa si complica se ci mettiamo gli spread sui levegare certificate che ammontano a 50-70 punti di indice con il mercato che oscilla sulle linee di confine proprio di quelle quantità.

Quello che è successo a me oggi lascia un po l'amaro in bocca perchè il mercato in questi ultimi giorni ha fatto finite e controfinte e mi ha costretto a generare tante transazioni lasciandomi di fatto con un pugno di mosche di profitti netti. Ed era tutto giusto, questo è quello che mi duole tanto quanto il "pugno di mosche" ed il "mancato guadagno": c'erano tonnellate di ribassisti su WEB ma il mercato è stato bull; titoli dati long mesi fa (es Finmeccanica, ENEL ecc..) quando molti trader meritevoli ne prevedevano ribassi e che invece hanno performato alla grande al punto di essere sulla bocca di questi, ora, in notevole ritardo.

 

Operativamente prendevo "profitto" dal sovrappeso dei minilong in area 21200 per poi rientrare "a mozzichi" in area 21240 al close, 5 ingressi con ben 2 ordine errati, invece di comprare 1000 pezzi ne compravo 100 e non so dire se avevo scritto 1000 nella quanità. Chiudo con un sovrappeso di 3000 pezzi long e pagando 20 euro di commissioni totali.

A mio avviso sono in PIPELINE RBS gli stop di tutti e tre i LC short FTSEMIB qui di sotto, vista la chiusura a 21258 che è sopra 21243. Pipeline è l'ultimo stadio di un processo di forecast degli ordini di una multinazionale americana: fannel, forecast, forecast commited, pipeline, ossia l'ordine è in arrivo sul FAX a giorni (e se non arriva succede un macello... ). Con chisura SP500 over 1182 è praticamente fatta.  A me basterebbe il primo target 21613 per godere della strategia di essermi accodato alla PIPELINE RBS. Gli siamo alle spalle sui loro stessi mezzi e con il dito sul grilletto.

 

posted on 18:02   link   . . . . .  up

 

Flash***: strike in vista

18 October, 2010

I problemi all'orizzonte sembrano aver preso un'altra direzione, dopo avermi fatto sangue amaro già di prima mattina...

Ecco in figura i potenziali target del mercato Italiano laddove quota 21040 o meglio 21240 si tenuta per le prossime ore, dunque al close. Ho sovrappesato a bomba i long.Tutti i commenti al close. In bocca al lupo.

 

 

posted on 12:44   link   . . . . .  up

 

Problemi in vista

18 October, 2010

Il lungo weekend ha portato questa sorpresa nonostante il close di venerdì in tenuta dei mercati USA: stamattina il future americano si presenta purtroppo negativo di oltre 1/2 punto percentuale. I mercati asiatici chiudono in rosso anche in ragione delle politiche economiche americane di cui ai discorsi di Bernanke della scorsa settimana. E' immediato attendersi un'apertura a ribasso su tutti mercati euro. Questo rappresenta un problema perchè con un'apertura di 1% sotto saremmo in area 20850 FTSE/MIB, ai limiti della validità del pattern bullish di breve periodo. Operativamente quindi non solo non perseguirò i long indicati al PT ma devo anche posizionarmi in "zona franca", vendendo i sovrappesi long in open (a meno di sorprese) e pronto ad incrementare l'operatività short in caso di perdita di area 20800. Inutile evidenziare il grande disappunto per questa sopresa. Volendo tramutare un problema in opportunità ci sono certificati short DAX e FTSE/MIB a grande leva. 

 

posted on 07:39   link   . . . . .  up

 

E' solo il pull-back ?

15 October, 2010

La giornata purtroppo non regala l'evoluzione attesa: FTSE/MIB per tutta la mattinata mantiene il livello chiave centrato intorno a 21055 (22055 nuovo valore di strike del minishort a leva 20), cercando anche di rompere l'area di 21250 che l'avrebbe portato a spaccare. I dati USA delle 14.30 inizialmente supportano questa dinamica, ma poi quelli successivi pesano sui listini USA che piegano trascinando a ribasso anche il mercato europeo con FTSE/MIB che ci mette il carico, rompe il livello e poggia in area 20900. Che sia il pull-back della rottura del cuneo non c'è dubbio a questo punto, ma che sia solo un pull-back rimane comunque un'interrogativo a cui potremo rispondere solo con i fatti, anche perchè nella ripresa avviata dalle 17 fino al close il mercato non ritorna sopra 21100 che avrebbe comunque dato maggiori conferme di un proseguimento bullish.  Io comunque rimango per evoluzioni rialziste a target 21700 circa.

 

Operativamente ho passato un'ora e mezza davvero pesante a partire dalle 16. Il mio stop dei sovrappesi long era in area 20800, ma il mercato ha tirato a ribasso in modo deciso e psicologicamente ho accusato il colpo vedendo il portafoglio in perdita. Ho comunque tenuto, cercando di leggere i fatti come sopra.

In mattinata avevo chiuso in open lo short ENI: il cane mi ha dato quella zampata che mi ha fatto registrare una piccola perdita. Poi compravo il GAS a mezzo ETF LEVERAGED NATURAL GAS, come da indicazioni di ieri aumentando di 1.5 le posizioni in portafoglio. Nel pomeriggio ero costretto a chiudere le posizioni long che erano in profitto, ossia minilong ENEL (quasi tornata sul pareggio), ANSALDO e poi IL SOLE 24 ORE che oggi spaccava bene a rialzo. Questo sell forse è stato sbagliato perchè il titolo ha mostrato forza, ma c'erano quasi 10 punti da portarsi a casa. Il buy è stato dei migliori, della famiglia I HAWK nonostante il basso investito, motivato dalla candela seme da me "definita" o forse "scoperta" come dinamica di reverse dei mercati moderni. La stessa che ci guidò su CLASS EDITORI, acquisti sulla debolezza, meglio dire sulla distruzione compiuta, da eseguire in anticipo quando il seme caccia la foglia da sotto il terreno... alcuni lettori mi hanno chiesto delucidazioni, ne farò un piccolo articolo della sezione di borsa appena posso e poi farò funzionare lo screener prorealtime che certi giorni gira e certi no, senza possibilità di debugging. In merito a questo oggi il provider mi ha mandato il router ADSL di ricambio... ma era rotto... dunque li ho mandati a fare in culo ed ho deciso di andarlo a comprare per tornare a lavorare da casa la mattina alle 5, già da lunedì. Per adesso c'è questa descrizione qualitativa e parzialmente quantitativa con indicazione delle 5 condizioni che lo definiscono, in inglese perchè maggiormente sintetiche.

 

Buon WE.

 

 

 

 

posted on 17:50   link   . . . . .  up

 

Stand-by

14 October, 2010

Giornata di grande indecisione sui mercati euro ed americani che aprono deboli e chiudono peggio in una giornata che non ha visto grandi spunti nemmeno sui dati; in particolare FTSE/MIB non prosegue il movimento rialzista ma non si porta sotto quota 21060/80, livello di particolare importanza per il valore di certificato short targato "22300" già discusso ieri. Ritengo che fino a quando questo livello venga tenuto, che pronostico al 90% di probabilità, il mercato debba fare un'ulteriore deciso spunto rialzista in trend continuun fino alla fatidica quota già indicata ieri. Per quanto riguarda la possibilità evoutiva del cuneo non ci sono indicazioni sul timing di pull-back, almeno nella letteratura che conosco, e quindi nulla vieta che questo pull back possa avvenire dopo l'evento di stop. Potenzialmente domani i corsi potrebbero ritornare rialzisti su buoni dati macro. Sono di questa idea

Questa "picture" di breve in trend continuum viene invalidata con la perdita di area 21060 confermata per 2-3 ore o più.

 

Operativamente oggi è stato un vero tormento per chiara indecisione di forecast: vendevo in profitto parte del sovrappeso long su indice, poi sugli stessi valori vendevo in pareggio anche tutto il sovrappeso con la seconda posizione long, poi riacquistavo una differenza di 1000 pezzi vedendo la tenuta del livello indicato, pronto a triplicarli aver 20250. Nel frattempo il portafoglio perdeva perchè ENI, il cane a 6 zampe, decideva di andare a ritestatre la fan bear a 16.29, millimetricamente e senza romperla: speriamo che qualcuno gli rompa un paio di zampe, ma non tutte, in modo che vada a rompere i coglioni da qualche altra parte. Bene invece ENEL ma poco pesata. Rinunciavo ad ingresso su ISP a mezzo minilong per via di indecisione nonostante i bancari dovrebbero performare per realizzare "lo zompo". Soffirvo vendendo l'ennesimo ribasso del ETF GAS LEVA, anche per via dell'andamento di forza dell'euro, ma ritengo che questi siano i bottom di lungo periodo per tale prodotto. Non mi sentivo comunque di comprare ancora, anche quando il -6% diveniva -1,5% sui dati delle scorte. Piuttosto sovrappesavo long SP500 sperando di non aver preso un palo clamoroso perchè sarebbe una vera beffa.  Beffa come lo è stata finmeccanica, osservando che quando mollo un prodotto per gestire un'altra posizione, come fatto ieri, quello abbandonato sovra-performa puntualmente la nuova posizione.

 

posted on 17:44   link   . . . . .  up

 

Evoluzione Cuneo FTSE/MIB

14 October, 2010

Mancano pochi minuti alla pubblicazione dei dati macro USA che si preannunicano davvero un bel market mover.

Con riferimento a questa teoria di Murphy http://www.fabiolongo.com/borsa/altrefigure.html ed a due interpretazioni di ingresso (azzurra e rosa), ecco le possibilità evolutive del grafico dell'altro giorno, da completarsi dopo la fase di pull-back. Evidenzio anche contatto sulla MM200 che potrebbe attivare anche oggi tale pull-back per consolidare il livello conquistato. Il ritorno sotto la diagonale discendente invaliderà entrambi gli scenari bullish.

 

 

 

posted on 14:12   link   . . . . .  up

 

Bella giornata !!

13 October, 2010

Prima del commento una nota di servizio ovvero causa rottura del modem ADSL non sono in grado di eseguire lo screening del mattino; il provider si è impegnato a cambiarlo per venerdì mattina. Sono spiacente.

 

Oggi grande gioia per l'andamento del mercato che finalmente si manifesta bullish: FTSE/MIB rompe la configurazione di cuneo commentata nei giorni precedenti, sputa infaccia ai ribassisti, accelera a rialzo di 300 punti in pochi minuti, onora quindi il termine di una ciclicità negativa di breve, e senza esitazioni di sorta prende anche quota 21100 molto importante come segnale di continuazione per via del livello 0.1 del Minishort "22300" che ha stop a 21745. SP500 invece si appresta a combattere con la quota metafisica di 1182, Gann Level 48. Il massimo di oggi di 1181.7 non è affatto casuale, ritengo. Comunque vada non mi aspetto comunque andamenti dei mercati particolarmente rialzisti fino a fine Ottobre per via di altri timing negativi di medio periodo. Ma se mi sbagliassi non sarei affatto dispiaciuto visto il portafoglio decisamente long.


Operativamente oggi ho eseguito diversi trade in area 21060/90, sostanzialmente vendendo parte del sovrappeso long su FTSE/MIB per poi ricomprarlo a prezzi leggermente superiori ma con quantità ben superiori con la speranza di cogliere il suddetto stop. Non mi sentivo confidente di vendere gli short, nemmeno oggi e quindi operavo per sovrappesi. Prendevo inoltre profitto dal minilong Finmeccanica per via della posizione long ben pesata su indice e del guadagno in essere. E comunque decidevo di aprire una posizione short su ENI con stop mandatorio sopra 16.29 di ENI in chiusura settimanale: ottobre è andato molto bene, per adesso siamo al +15% del "capitale", non permetto a nessuno di rovinarmi la bella cacciata !

Bene l'andamento del GAS e delle 3 posizioni cassettiste a mezzo titoli rimaste in portafoglio, anche se appaiono sostanzialmente initili per via del consistente investito a mezzo leva 5-7 su prodotti RBS. 

Unica grana è lo straddle SP500, congelato con posizioni long pochi giorni fa, che si dirige verso lo stop della posizione primaria: over 1182 dovremo far qualcosa anche se per via degli spread dei certificati RBS su mercato USA sembra che ci sia ben poco da fare per porre rimedio alla situazione. Sotto 1182 invece si aprirebbero possibilità di gestione essenzialmente operando long su potenziali ribassi del mercato americano. Poi ci pensiamo, adesso godiamoci questa giornata davvero bella.

 

posted on 17:38   link   . . . . .  up

 

Ci siamo ?

12 October, 2010

Il maltempo atteso nominalmente per la data di ieri è arrivato anche sul mercato finanziario con questa giornata di forte debolezza. La cosa rallegra per la valenza all'impianto S9P FTSE/MIB.  Nel commento del venerdì ipotizzavo inoltre "una trappola di "mezza giornata" contro il movimento del trend, nuovo movimento che attendiamo bullish come risultato del termine delle polarizzazioni negative già spesso commentate". Ed allora speriamo che questa di oggi sia stata quella mezzora che aspettavamo, ossia la bear-trap per scrollarsi di dosso i trader long prima della prepotente gamba rialzista che sognamo tutti ci porti in area 25000 punti nei prossimi 2-3 mesi. Io ci credo nonostante mi aspetti debolezza ancora per qualche giorno perchè l'america dovrebbe continuare ad essere debole. Che la dinamica non ci attanagli più di quanto lo siamo oggi !

 

Un po di rammarico nel vedere il titolo Unipol Priv viaggiare a rialzo con volumi dopo che l'avevamo raccattata in area 0.33 non troppo tempo fa, e venduta qualche manciata di punti sopra in difesa del profitto. Peccato. Per il resto l'operatività ha visto ingresso short su ENI a mezzo certificato short NL0009403740, trade che ho chiuso in buon profitto percentuale nel pomeriggio perchè non credo che su eventuali girate del mercato ENI possa andare in contro-tendenza in modo così deciso, anche se palesemente debole da mesi. Il titolo aveva toccato la fan bearish proprio ieri, era nel mirino già da qualche giorno su livello fan, ed il segnale è stato davvero dei migliori. Su andamenti bearish del mercato potrebbe essere un buon cavallo di battaglia per amplificare l'andamento ribassista.  In area 20650, al mattino, compravo pezzi del minilong FTSE/MIB 18000 per sovrappesare nuovamente le posizioni long sull'indice senza togliera ancora la zavorra short perchè sarebbe azzardato, non essendoci conferme dal mercato ma solo sogni...

 

posted on 17:41   link   . . . . .  up

 

Cuneo FTSE/MIB

12 October, 2010

L'andamento di ieri di S&P500 (dojy sui max) unito a quello asiatico di stamane ed al future americano non lascia sperare in una giornata di forza.

 

Nella figura l'analisi grafica di FTSE/MIB su daily con evidenza del cuneo che si è definito a partire da una bandiera con lati paralleli alla fan bullish (verde), ossia con il suo pattern price/time di crescenza, e la serie di massimi decrescenti dell'ultimo periodo. L'ingresso nel cuneo è dal basso, lasciando presagire un'uscita al rialzo, ipotesi che rimane valida fino a quando non viene rotto a ribasso (base del flag).

In figura è cerchiato anche il vecchio target price/time di incrocio fan (weekly) di maggio e il comportamento di forza (ripetuto) sulla diagonale del Gann Square (marrone) che ha originato nei mesi precedenti grande fiducia su andamento rialzista del mercato di lungo periodo, sconfessando area 17000 per settembre. Presente anche la MM200 per dar "colore" al grafico ma che presagisce negatività laddove non venga conquistata definitivamente.

 

Sul PT identificati 2 titoli a grande capitalizzazione per trade short e due titoletti "alla frutta" per ingresso long. Vista la composizione del mio portafoglio opererò short in apertura su uno dei due indicati laddove venga rispettata la condizione di ingresso condizionale.

 

 

posted on 05:48   link   . . . . .  up

 

Nulla di fatto

11 October, 2010

La giornata di oggi non regala sorprese, i mercati europeo non offrono grandi spunti durante la mattinata, nè cambia qualcosa con l'apertura americana. FTSE/MIB non supera il vecchio massimo relativo in area 20860, ne piega sotto i minimi della scorsa seduta, quindi si accentua e si esaspera la fase di congestione che adesso graficamente è in conformazione di cuneo, lasciando immaginare un'uscita violenta quando appunto sarà il momento. Per l'aspetto di timing oggi, 11 ottobre, era giornata di crash sul mercato Italiano, crash che è fallito a meno di un'acquazzone sulla nostra penisola. Avevamo comunque già osservato che questo S9P incontra bene tutti i crash del mercato in questo angolo con l'accezione che solo 1 data ogni 2 viene rispettata dal mercato. E questa veniva fra quella del Giugno 2010 e la prossima del Febbraio 2011. E' andata così, e va bene anche così, laddove a Febbraio le cose combacino come devono.

Non deve destare invidia l'andamento del mercato americano, che a mio avviso resterà "debole" per qualche altro giorno, perchè tutto sommato le prestazioni dal bottom del marzo 2009 sono paragonabili: 75% USA contro il nostro 69% direi molto in linea all'under-perform di un paese come l'Italia che non è nè un'economia emergente nè il colosso americano che fà l'economia del globo.

 

Operativamente oggi tornavano alla base un po di MIG usciti nel pomeriggio del venerdì: in apertura deluso, ma cosciente, dell'andamento senza verve del mercato portavo quasi in freeze lo straddle FTSE/MIB con un sell di 1000 pezzi minilong 19100, in piccolo profitto. Poi nel pomeriggio ritornavano alla base anche i MIG su short SAIPEM e su long TENARIS, questi percheggiandosi definitivamente a Mosca, senza alcun danno, per riaccendere i motori se e quando sarà il momento. La prima regola è non perdere e queste operazioni erano necessarie.

La seconda regola è difendere un profitto e quindi ho difeso quello Tiscali che dal +15% era passato al +9% in questi giorni e qui ho preso profitto. Sempre come prima regola ho dovuto congelare completamente lo short su SP500, in quei pochi minuti che è passato in negativo.

Adesso cercherò di applicare la terza regola che è quella di "non cacarsi sotto" operando con decisione in direzione di trend a mezzo dei ritrovati "MIG" appena qualche livello di supporto o resistenza verrà rotto. Sono comunque long sul mercato nel computo complessivo delle posizioni, le incrementerò laddove il mercato mi dia almeno un po di confidenza, almeno un segnalino di conforto.

 

posted on 18:10   link   . . . . .  up

 

Over 8 Kg YEAH !!

10 October, 2010

L'investimento del giovedì (muta da 5 mm ed accessori) si è rivelato giusto nel concetto e nel timing visto che sabato mattina la battuta di caccia sub nel litorale laziale ha fornito oltre 8 Kg di pesce (tolte le interiora).  Classica ottobrata romana con mare freddo, piatto e trasparente, con leggero vento di scirocco. Oltre i pesci in figura (cliccare per ingrandire), quasi tutti polpi di cui 3 sopra 1.5 Kg, c'era anche una spendida aguglia di 1 Kg che ho gentilmente devoluto ad un amico del loco.

Da registrare comunque profondi tagli al palmo della mano destra che hanno richiesto ricorso all'ospedale di Anzio, ma come dice un amico "una cacciata del genere val bene un taglietto ..."

Adesso manca quella sui mercati finanziari per consegnarci un momento di grande felicità dopo aver comunque sofferto e combattutto in entrambi i casi.

 

 

 

posted on 07:42   link   . . . . .  up

 

Nell'ultima mezzora...

08 October, 2010

E dopo una mattinata esageratamente piatta ed un pomeriggio volatile ma che non aggiungeva nulla alla lunghissima lateralità di questi giorni, nell'ultima mezzora il mercato sembra trovare quel coraggio per mettere la testa oltre le "linee nemiche". Negli ultimi giorni la rottura di quota 20800 non era mai riuscita, ritornando al close sempre sotto la resistenza S9P a 20600/700. Ben tre sedute con formazione di candle 3 star sinomimo per eccellenza di grande indicisione del mercato peraltro su livelli lontani dai supporti e dalle resistenze, nel mezzo del range, completa impredicibilità sebbene c'era un rafforzamento sui supporti. Oggi il mercato ha chiuso sopra questa soglia e sembra apprestarsi all'avvio di una fase di trend magari dopo aver attuato una trappola di "mezza giornata" contro il movimento del trend, nuovo movimento che attendiamo bullish come risultato del termine delle polarizzazioni negativi già spesso commentate.  Potenzialmente tuttavia questa "solfa" durerà anche fino a fine mese. Non me lo auguro.

Il mio forecast comunque era sbagliato in quanto mi attendevo una candle weekly nera, con accelerazioni in fine settimana e senza volatilità Il mercato essenzialmente ha fatto tutto il contrario ma comunque senza spaccare le quote di resistenza sempre in onore alla ciclicità negativa che a breve dovrebbe esaurirsi.

 

Operativamente oggi volevo fare un bel paio di trade per ripagarmi delle spese: la muta subacqua intera di 5 mm, con cappuccio, con 10 Kg di piombo (solo quello 4.50€ kg) e  con altri accessori utili con acque fredde, comprati prorpio ieri sera per affrontare la pesca invernale partendo da questo weekend. Manco per niente, praticamente a digiuno. Tiscali infatti non esplode e marca bull-trap, ma al tempo stesso non era ancora da vendere per prenderci quel 10% che ci appartiene.  Quindi vendevo Lottomatica in profitto per operare 3 ingressi leverage certificate che si aggiungono già allo schieramento in portafoglio cercando la leva bullish per performare in modo adeguato: minilong SP500 (1/2 della posizione short, copertura mandatoria per il rinvio di decisioni su questo cazzo di trade), altri 1000 pezzi minilong FTSE/MIB 19100 (in area 19720 di ritorno dal 19800) ed infine minilong Tenaris, titolo già discusso su questo blog.

 

Sono davvero carico di missili long, tutti a buona leva anche se ci sono posizioni short come SAIPEM (che non mostra segnali di bullish continuation), SP500 e FTSE/MIB stesso con 2 certificati attualmente entrambi in perdita e che non ho voluto chiudere in questi giorni, giustamente. Non mi auguro comunque scenari ribassisti oltre il completamento di fase e sui ribassi proveremo il sell delle posizioni short, a costo di riaprile 1 ora dopo se vedessi mal parata ...

 

 

 

posted on 17:54   link   . . . . .  up

 

Non si passa...

07 October, 2010

Giornata "sfortunata" iniziando dal fatto che in open ero già addentrato in questioni di lavoro ad alta priorità, con l'occhio e la mano destra su TOL e la bocca e l'orecchio dedicati al telefono ... tutto assieme, in vero "multi-tasking multi-disciplina". Anche nel pomeriggio impegni pesantissimi e snervanti completati proprio 17.35, demolito dalla giornata fra stress e carico di lavoro.

La giornata di borsa era importante per via dei dati macro euro ed USA, ma alla fine non si passano le quote di resistenza nonostante il mercato ci abbia provato e ci abbia pure creduto sul buon dato USA. Null'altro da aggiungere a questa giornata sempre sotto un timing negativo.

 

Stamattina mi ero preparato 2 prede via leverage certificate nel tentativo di compiere qualche altro bombardamento nelle linee nemiche RBS: SAIPEM in short dopo che ieri è andato a stop un certificato (massacrati gli shortatori a grande/troppa leva) e Tenaris in long in riconquista della fan bullish, avvenuta in open. Il tutto con uno sbilanciamento short su FTSE/MIB di cui all'acquisto di ieri. Ebbene decidevo per SAIPEM con modesta quantità ma poi vendendo come ha proceduto Tenaris ho rosicato un botto. Inoltre sono stato costretto a ricoprire il sovrapperso short su FTSE/MIB rincorrendo il certificato a strike 19100 da 0.144 fino a 0.16 dove finalmente riuscivo a congelare l'acquisto di ieri con un differenziale di -100 punti di indice. Non mollo la posizione short perchè il timing non me lo suggerisce, ma complessivamete lo straddle è pesato long. E quindi andavano bene anche per via diversi titoli del portafoglio fra cui Tiscali al +7% , ma il mercato poi ha abortito l'andamento aggiungendoci pure un -10% del ETF GAS LEVA che ha complicato un po la situazione del portafoglio. Per me non è stata una giornata simpatica sperando che sia finita qui.

 

2 righe su ENEL. Il titolo che performa bene in ripresa sulla fan, con ambiziosi TP (laddove il mercato effettivamente proceda a rialzo). Stamattina (stanotte) avevo trovato il suo S9P dovo averlo cercato a lungo. E' una delle prime volte in cui mettendo al centro il suo minimo (2009) si allinea un massimo fatto in precedenza, ossia quello del maggio 2007. Siamo ai limite della metafisica, si supera l'aspetto numerologico S9P, si supera il confine del tempo, la legge della causa-effetto. Quello che è successo prima è spiegato da quello che è venuto dopo. Impressive.

Questo il suo S9P (cliccare) con angolo di comando delle resistenze, ovviamente, al NORD. Lo condivido con l'umanità perchè appartiene all'umanità.

 

 

posted on 17:58   link   . . . . .  up

 

Tutto Bene

06 October, 2010

Oggi non si passa: resta intatta la resistenza S9P a 20600/700 in angolo dei nord che avrebbe dato impulso al raggiungimento dei massimi in area 21200. Come detto il timing non è favorevole alla "spaccata", nonostante in questi giorni gli USA si siano portati sui massimi di periodo ed i mercati euro tengano comunque le quote di supporto. Abbiamo comunque idea di quando questa fase dovrebbe finire riattivando il mercatone bull.

 

In evidenzia sul listino qualche diversi titoli del portafoglio fabiolongo.com, portafoglio che è ben migliore in termini di performance di quello dei "trader professionisti" che operano 1 volta al mese con 100K€ per cercare di prendersi il 10% di profitto (quando sculano). BRILLANO Tiscali con la notizia dei Cinesi ed il GAS entrambi over 7%, fra i primi dell'intero MTA. Bene anche ISP rispetto alla sorella UC che oggi rimane al palo ed anzi perde malamente... fra questo titolo (dato in buy altrove) e ISP c'era una grande differenza: il supporto di una Gann FAN.

Operativamemente si è conclusa la missione TORINO e sono ritornato nella base di Mosca: bombardata la sede RBS di ISP con i minilong che hanno performato del +36% in 8 ore di borsa; chiuso poi in perfetta parità l'ultimo trade su short FIAT, senza concedere nemmeno un euro al nemico. Il titolo è debole ma non crolla. I danni alle basi RBS di Torino sono comunque ingenti e questo è sola una prima offensiva. Restano in portafoglio i 2 minilong presi oggi, in sostenziale pareggio. Al close però apertura di minishort FTSE/MIB a strike 23000 per difesa delle posizioni long in portafoglio. Questa posizione andrà immediatamente chiusa (in perdita) sui rialzi over 20800, mentre sarà portata in cassa nel corso dei prossimi giorni su andamenti conformi al timing atteso. Oggi quindi tutto bene.

 

posted on 17:49   link   . . . . .  up

 

Flash*** Acquisto Minilong

06 October, 2010

Sono entrato long su ENEL e FINMECCANICA a mezzo minilong rispettivamente con strike 3.21 e 7.05.

Eseguiti non disponibili causa mancato accesso a posta elettronica. 

Ci metto comunque "la faccia".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

posted on 09:14   link   . . . . .  up

 

Meglio così

05 October, 2010

Le buone notizie dal fronte asiatico (tassi allo 0%) non avevano dato grande impluso all'apertura europea, che doveva scontare l'andamento ribassista americano di ieri, comunque caratterizzato da un buon recupero al close. Era comunque sufficiente ad interrompere i 6 giorni di ribasso da cui provenivamo. Poi i buoni dati Euro uniti all'apertua positiva del mercato USA lanciano a rialzo il mercato coerentemente alla visioni rialzista di lungo termine ribadidata proprio ieri quando in molti, la sera, postavano di "grandi ribassi" ed "assenza di opportunità speculative". Letti dal mercato, subito strangolati.

 

Da osservare comunque che anche io non mi aspettavo questa forza proprio oggi, nonostante per adesso si tratti solo di ricoperture da short fino alla tenuta di area 20600/700. Rimango quindi scettico che la nuova prepotente gamba rialzista abbia origine in questa settimana: il timing è bear e se mi sbagliassi meglio così vista la composizione del portafoglio nettamente long da quando il mercato si è diretto nell'angolo del nord. A casa Longo si compra sui ribassi e sulla negatività, preferiamo questa strategia a quella dell'acquisto sulla forza.

 

Oggi in open compravo con gli ultimi 100 euro di liquidità i minilong ISP promessi ieri. Questo c'era in open sul conto titoli. Non mi andava di vendere i minishort FIAT poco sopra al pareggio ma l'aria non era da short e ISP doveva performare a rialzo, cosa che ha fatto in modo eccellente regalandomi un +27% al close sul prodotto indicato. La posizione rimane in portafoglio. Esce invece di scena Telecom Italia Media, venduta oggi al +5.8% con una performance complessiva di quasi 18 punti in poche settimane. Molto bene direi trattandosi di un titolo Junk raccolto ai minimi storici.

 

Rimane adesso il dubbio di come gestire il minishort FIAT, che comunque è intorno alla parità visto che oggi il titolo ha seguito il mercato al rialzo ma sotto-performandolo nettamente. Si fa presto a mollare la posizione oppure ad entrare long in freeze sul primo minilong, cercando di raccogliere anche da questo eventuale finto movimento rialzista. Altra possibilità sarebbe vendere minilong ISP e minishort FIAT domani in open con un totale comunque positivo.  La notte porterà consiglio.

 

posted on 17:50   link   . . . . .  up

 

Bene così

04 October, 2010

Mercati a ribasso, con scarsa volatilità daily, con chiusura sui minimi di giornata. Questo il verdetto, mercato BEAR.

Contento dell'evoluzione perchè valida le mie previsioni cicliche di breve termine, ossia dopo il top di fase SP500 rispettato nominalmente la scorsa settimana in angolo dei massimi, prende piede la dinamica ribassista FTSE/MIB in angolo dei crash, polarizzazione importante, ultima nell'anno solare.  Davvero tanta merda ho dovuto leggere e digerire, gente rialzista in un siffatto timing che modella un trading system al giorno, pessimisti incancreniti che adesso vedevano il rialzo, furbetti del forecast che adesso tireranno fuori le previsioni ribassiste di 1 mese fa quando il mercato li ha smentiti per un mese intero: tutto sbagliato perchè in mente non hanno un pricing ed un timing di riferimento che è 33667 FTSE/MIB in piena estate 2011. Di conseguenza la fase correttiva necessaria in questo ottobre 2010. Sperando ovviamente di indovinare anche la previsione di lungo termine, perchè senza forecast non si fa nulla nel trading.

 

Bene anche il modesto bombardamento a mezzo MIG sovietici minishort FIAT come sotto registrato. La base RBS di Torino accusa discreti danni pur senza crollare perchè l'investito al solito era modesto, ma dobbiamo aver pazienza perchè c'è un target intorno ai 10 euro... altro che entrata long sul GAP-up come lessi tempo fa non ricordo dove.... Ho riacquistato quindi il minishort, 1000 pezzi, a 0.214, circa 11.02 di FIAT.

Stupisce il GAS nella sua incredibile interminabile discesa, ormai diretto ai minimi storici sul future americano, e con il prodotto ETF Leveraged che rappresenta quindi una grande occasione di accumulo.  Stupisce anche TME, titolo da giorni in grande forza, oggi capace di registrare un close a 1.92% con volumi notevoli e con un mercato ribassista. Oggi gli ultimi sono i primi

In watch entra IntesaSP, con ingresso long a mezzo minilong NL0009543057, ai prezzi indicati al Privè.  Cercherò di pesarla bene ruotando anche il capitale proveniente da vendita short FIAT. Tutto a tempo debito, senza fretta.

 

 

posted on 17:55   link   . . . . .  up

 

Flash *** Short Fiat (2)

04 October, 2010

Bene anche il secondo trade come da indicazioni precedenti. Speriamo di incolonnare anche il terzo durante la giornata di oggi.

 

Gentile Cliente,
      con la presente Le comunichiamo l'esecuzione dell'ordine N. 20101004204321.

      - Strumento: RBSFSLMS13,5AB12,51E140119 - NL0009287275
      - Operazione: Vendita
      - Quantità/Valore Nominale: 1000
      - Quantità/Valore Nominale eseguiti: 1000     
      - Prezzo limite: 0.212     
      - Prezzo esecuzione: 0.2120
      - Data esecuzione: 04/10/2010 12:27:37.     

 

posted on 12:30   link   . . . . .  up

 

Flash *** Short Fiat

04 October, 2010

Questo trade è andato con sell sul primo supporto S9P (11.05). Ci rimettiamo in marcia, ben pesati, oggi stesso a 11.19/20 di sottostante.

 

Gentile Cliente,
      con la presente Le comunichiamo l'esecuzione dell'ordine N. 20101004202062.

      - Strumento: RBSFSLMS13,5AB12,51E140119 - NL0009287275
      - Operazione: Vendita
      - Quantità/Valore Nominale: 760
      - Quantità/Valore Nominale eseguiti: 760     
      - Prezzo limite: 0.205     
      - Prezzo esecuzione: 0.2050
      - Data esecuzione: 04/10/2010 09:45:09.
     

 

 

posted on 09:50   link   . . . . .  up

 

Ce la faremo

01 October, 2010

Anche oggi una giornata senza risoluzione, il mercato Italiano/Euro continua nel suo andamento laterale rimanendo sotto il livello 20600/700 ormai abbondamentemente commentato. Wall Street invece rimane arrampicato sui massimi di periodo, con S&P500 che, nel computo settimanale, non supera due resistenza metafische: quella S9P a 1150/55 e quella Level 47 a 1157. Il tutto nel timing bullish nell'angolo di comando, angolo dove il mercato raggiunse il primo top il 9 maggio 2009 dopo il minimo del marzo 2009. Il modeling sembra corretto.

Sono confidente ma non certo della view "ribassista di breve termine", che al più da martedì p.v. dovrebbe prendere piede in modo consistente. I Timing S9T che guidano la ciclicità/polarizzazione di breve sono relativamente lunghi in quanto a centro diversi anni fa, pertanto l'operatività con questi strumenti è di relativamente lenta per via, appunto, di timing lunghi. Ci vuole pazienza. Qualcuno comunque oggi la pensava come me, un amico del privè, visto l'ingresso short su Minishort SP500 "1250" con questa transazione: ore 15:57:21.00 prezzo 0.065 pezzi 230000, in pratica 15K€, trattasi di uno che ci ha messo "le palle". Onore al combattente sovietico. Io sono al suo fianco con soli 1500 pezzi a 0.085

 

Oggi non è partito l'ordine esecutivo su rafforzamento minishort FIAT. Dalle forti perdite del 2008-2009 vivo il trading con grande serietà cercando di evitare emotività ed ostinazione. Il trading non è più divertimento, è la battaglia quotidiana nel mercato Sed.Ex. contro il nemico RBS, in cui ogni minimo errore significa "morire". Questo video e la sua musica "racconta" il mio atteggiamento, dalla mia preparazione "sin da quando la notte diviene giorno", selezionando le armi da montare sul MIG, seguendo poi il mercato all'apertura come fosse un liberazione, il decollo, per passare nella fase continua talvolta pregando sdraiato per terra e dilianiadomi nella preghiera, talvolta piangendo per il dolore, talvolta urlando rabbia, talvolta ridendo per la gioia, ma sempre cercando di trovare armonie metafisiche del movimento, per poi finire a tarda serata salutando gli amici del blog.
Che la forza sia con noi.

 


http://www.youtube.com/watch?v=KG_EgwoEQdk

 

Buon WE

 

 

posted on 17:32   link   . . . . .  up

 

top of page

 

 


Trading Blog e commento sui mercati finanziari. Segnali operativi gioralieri long short per il trading in borsa. Signal buy sell di prodotti finanziari azionari e derivati. Indicazione di operatività, posizionamento, previsione e forecast sul mercato azionario. Trade Blog e Report Trading Long Short con Minilong Minishort Titoli ETF ETC CW FTSEMIB SP500 leverage certificate RBS. Analisi Trend Bull Bear e forecast con analisi di Gann (S9P S9T Gann Square Gann Level FAN), ciclicità dei mercati, signal candlestick pattern, analisi tecnica con Bollinger Band BB(20,2). Strategie e tattiche sul mercato. Trading Utilities


Chiunque acceda e consulti il sito www.fabiolongo.com e tutte le sue sezioni dichiara di aver letto, compreso ed integralmente accettato quanto riportato nel DISCLAIMER.

www.fabiolongo.com