Martedi 12/11/2019 ore 05:26:52 Disclaimer

Archive - December, 2013

 
Fabio Longo Trade Blog   fabiolongo.com TradeBlog  
 
Most recent entry is first.
Search blog
 
 

Forecast FTSE/MIB 2014

31 December, 2013

E' on line il tradizionale forecast sui mercati finanziari per il 2014 (essenzialmente FTSE/MIB).

Rinnoviamo gli auguri per un magnifico 2014.

 

posted on 19:19   link   . . . . .  up

 

Alla fine del 2013

30 December, 2013

In un clima festivo con andamenti ingessati (a parte l'open) si chiude oggi il 2013 borsistico con una seduta frazionale positiva, sostanzialmente piatta ovunque. Altre country infatti in stato di frazionale negativo o di lieve pareggio. Non è andata male per le borse e per il settore azionario nel corso del 2013 e di quelle che sono le prospettive per il futuro ne parleremo nel tradizionale articolo di forecast del nuovo anno solare dove daremo la nostra previsione sull'andamento della borsa nel 2014. Con uno sguardo veloce al close mensile di FTSE/MIB, oltre che close annuale, ci rallegra enormemente il close over Gann Level 24/64 (18791) ma su grafico mensile c'è un pericoloso pattern di reversal da BB/candle che ci auguriamo voglia abortire per non portarci noie nella prima parte del 2014. Ne riparleremo nell'articolo.

falco 2014Per noi il 2013 è stato un buon anno finanziario viste le operazioni sul settore immobiliare che ci hanno visto abbattere notovolmente le spese Op.Ex., consolidare lo scenario finanziario, ritornando nel tempo in possesso di qualche soldino che ci ha permesso anche delle piccole soddisfazioni sui mercati finanziari oltre che tirare un po fiato in una vita "da infarto". Riponiamo grandi aspettative per il 2014, volendo continuare ad operare con la concentrazione e l'intelligenza di un falco, atteggiamento che riteniamo indispensabile nel prossimo anno. Ma siamo preoccupati di alcune cose; quando anche noi, parco buoi, abbiamo i mezzi per fare allora sistematicamente finiscono i trend così come successe nel 2000 con lo scoppo della bolla new-economy e con il flagello dei mercati finanziari del 2007-2009. E' vero però che abbiamo compiuto rinuncie ed operazioni straordinarie per trovarci liberi da Op.Ex. rispetto allo scenario "comune" e speriamo quindi di essere casi rari (purtroppo bisogna sperarlo). Ci preoccupa poi di "invecchiare" nella mentalità, fisiologicamente parlando, in un mondo che peraltro cambia con frequenza sempre maggiore e che comporta quindi una verifica/aggiornamento continuo, anche alle metodologie ed alle strategie di trading, una sorta di manutenzione continua in tutti i fronti (lavoro, borsa ecc..) dove poi ogni conquista ed ogni regola viene sistematicamente distruttua da quella "major", che la rivoluzione nel lavoro e che in borsa è il crash del mercato finanziario, quando tutto diviene inostenibile. Davvero vorremmo altri problemi che l'update continuum, vorremmo avere tante terre in Sicilia, nei pressi del mare, per coltivare e pescare e raggiungere l'autosufficienza alimentare e magari energetica; olivi, grano, alberi da frutto, ortaggi, polli, maiali, bovini. Dovremmo solo preoccuparci solo di rispettare i tempi della semina e di scovare prede a cui tirare con il nostro fucilone.

Un grande augurio a tutti per un Buon Anno.

 

posted on 18:15   link   . . . . .  up

 

Un buon 27 dicembre

27 December, 2013

Seduta brillante sui listini euro che si allineano alla performance americana dei giorni di festività e poi continuano a salire sulla scia della tenuta americana. Il FTSE/MIB (+1.38% closed) inanella la quinta seduta successiva bullish, con apertura di un terzo gap, e si porta nei pressi di area 19000 punti, a 18924 e poi 20 punti sopra in asta di chiusura , senza ancora una configurazione di ipercomprato. L'America di S&P500 invece viaggia già in stato di ipercomprato, con fuori BB e altri indici come RSI da tempo fuori parametri di normalità. Ragionevole attendere una correzione ma "diligentemente parlando" segnali non ce ne sono ancora.

Clamoroso il -11% dell'ETF dell'indice Turco oggi sul quale volevamo tentare un trading che avrebbe dato un buon profitto, 3% considerando il close a -8%, ma andava pesato in modo tale da richiedere buona liquidità per apprezzare un trade e non ce la siamo sentita di buttarci in questa avventura. Modificata la posizione short su S&P500 (hedge) prima a mezzo certificati RBS (venduti in perdita) adesso a mezzo ETF DB X-Track  x2, ma con i long RBS in profitto ed ancora in attesa del loro momento di gloria, almeno in area 1845 - non colpito oggi per qualche decimo di punto. Rimandando a domani in open un take profit su ETF FTSE/MIB, oramai tornato in positivo e pronto ad essere rimpiazzato con un leva 5 che ci risparmierebbe uso di liquidità da dedicare a sottostanti senza leva (es ETF Turco).

 

posted on 17:47   link   . . . . .  up

 

Fortunatamente Bullish

23 December, 2013

La seduta chiude positiva e questo ci rallegra moltissimo perchè oggi abbiamo un setup di medio periodo (stagionale) che trova armonia con altri predict in essere (III mercoledì mese) o in divenire (Bradley). E' proprio il caso di dire "fortunamente bull". Siamo rasserenati da questo close anche se quello italiano è stato pompato in asta di chiusura dato il massimo di 18666.5 poi corretto in asta (evidenziamo numerologia - non di nostra scoperta od applicazione). America attualmente over 1822, cosa che lascia intendere che i massimi del mercato americano non sono questi e vanno ricercati sopra a multipli di 25.

Noi alle 17 abbiamo protetto i recuperi sul FTSE/MIB con una piccola posizione short SG leva 5, in aggiunta ai certificati short RBS su cui siamo in strategia straddle con obiettivo 20000 circa. Sospettiamo infatti sedute di consolidamento ma sempre sopra Gap-up in essere. Il gap non dovrebbe chiudersi prima della fine della nuova gamba bullish, che sarà preceduta da uno scrollo ribassista e limitato nel tempo (crediamo). Non escludiamo diverso scenario che analizzeremo con i dati di fine anno; non quadra infatti l'annuale S&P500 anomalo per intensità e che vediamo in reversal con impatti su mercati euro nei prossimi giorni.


Domani volevamo pubblicare il calendario delle festività del mercato; se non ci sentiamo Buon Natale a tutti.


 

posted on 17:55   link   . . . . .  up

 

Al 20 Dicembre 2013

20 December, 2013

Tutto bene sui mercati finanziari: FTSE/MIB con un bel close, S&P500 adesso al test di un Gann Level, 1822.

Oggi ricordiamo un evento della nostra vita, così drammatico da non riuscirlo a descrivere a pieno, se non con il ricorso di un "sound".  

 

posted on 18:19   link   . . . . .  up

 

Measuring Gap FTSEMIB

19 December, 2013

Bella seduta anche per FTSE/MIB che come previsto apre in GAP-up e che non chiude in giornata. Lo scenario, quantunque sostanzialmente piatto, è di forza forse anche per effetto del movimento FIB unbreakable e proprio a cavallo dei livelli di resistenza indicati al post di stamani. In via teorica questo movimento si configura un measuring gap, ossia un doppio gap-up, che dovrebbe terminare in area 20500 visto che è partito 1000 punti sopra alla prima onda rialzista (circa 17400-19500 ). L'analisi tecnica sembra anche favorevole per assenza di iper-trend (es RSI, BB ecc..) ed accenno di formazione di trend in ADX. Volatilità nella media. Siamo molto rallegrati da questo scenario e speriamo duri fino a fine anno in modo da conclamare un reversal di medio periodo. A noi basterebbe un close domani a queste quote, scenario che obiettivamente sembra possibile ma mai anticipare il segnale.

Per il trading siamo in freeze su S&P500 a mezzo certificati, avendo venduto la posizione ETF Ishares (IUSA). Bene la vendita di stamane al primo minuto utile.


measuring GAP FTSEMIB

 

posted on 17:42   link   . . . . .  up

 

Flash *** Monetizzati Long x5 FTSEMIB

19 December, 2013

Portato a casa il bottino su FTSEMIB in open e lasciamo fare il mercato ai ritardatari... sulla NEWS a casa nostra si vende sempre... e se ci sbagliassimo meglio così....

 

posted on 09:06   link   . . . . .  up

 

Scenario al 19 dicembre 2013

19 December, 2013

scenario FTSE/MIB 2013 12 18  con BB dailySi impenna ieri sera il mercato americano, dopo la debolezza intraday, quando alle 20 viene data notizia del tapering;  saranno in molti oggi a cercare di salire sul carro dei vincitori, dove noi avevamo preso posto da giorni (mercato americano) ed anche ieri rafforzando le posizioni in essere (su FTSE/MIB). Probabile quindi opening gap-up sul quale saremo venditori almeno dei pezzi leva 5 acquistati ieri, lasciandoli a chi non crede nei nostri azzardati anticipi dei movimenti dei mercati sempre ben segnalati con il nostro semaforo.

Lo scenario FTSEMIB mostra la presenza di varie resistenze, che probabilmente verranno colpite sull'opening gap-up o comunque in intraday, misurando la forza del mercato. Abbiamo area 18400/50, middle BB e target del bull reversal di breve periodo, aria short coverage, fan 1x3 che varrà 18315 opening next week, abbaimo poi diverso spazio fino a Gann level 18791 che se conquistato al close di dicembre sarà segnalone per un 2014 molto promettente. A noi basterebbe closed over fan 1x3, al venerdì, per continuare a credere al mercato bull del 2013. Ma di questo ne riparleremo nel forecast dei mercati finanziari per il 2014. Per oggi ci basterebbe urlare una bella vendita in apertura, sperando che ce la facciano fare...  


 

posted on 06:19   link   . . . . .  up

 

EC del Movimento FIB

18 December, 2013

Con piacere scriviamo queste righe a descrivere un mercato a rialzo: si è avverata quella singolarità di cui parlavamo ieri, statisticamente possibile ma molto improbabile (1 su 20 ?): open contrario al close di ieri e quindi oggi correggiamo quanto affermato ieri con un pizzico di anticipo; ome da teoria quindi il movimento FIB era BULL. Siamo rallegati dal portafoglio che si riprende ma anche, devo dire, da una delusione del signal, che in effetti non mentiva. E' importante avere mezzi per fare e se i segnali iniziano a non funzionare allora si deve lasciar perdere...  Il reversal pattern di BB e il movimento di ricopertura short che avevamo individuato dovrebbero andare a target, fatti pragmatici che dovrebbero sovrascrive il timing metafisico (solitamente vince l'aspetto manipolativo verso l'esoterismo) anche se questo timing (doppio) ha dimostrato tutto il suo valore "generando" piegate sistematiche di FTSE/MIB sotto 18K punti FTSE/MIB in questo periodo di Natale. Adesso guardando avanti c'è fan in resistenza dimostrata già due volte, poi area 18450 e poi via verso vero bull market. Per il lungo periodo non cambia molto se il mercato da qui a fine anno non mostra un po di trend rialzista. Quindi siamo come ieri. 

Oggi comunque vada sarà giornata importante, III mercoledì del mese, decisioni USA su Annuncio del tasso d'interesse, decisione FOMC, discorso del presidente FED Bernanke, sostanzialmente parlano i padroni del mondo e definiscono le direzioni.

Per il trading, come da teoria, ci siamo messi long usando un leva 5 e non abbiamo liquidato al close. Onestamente parlando su FAN 1x3 18230 avremmo venduto questi pezzi, monetizzando la posizione, tanto il resto del portafoglio è abbondantemente long leveraged e quindi upsize rialzisti li avremmo comunque sentiti.

 

posted on 17:43   link   . . . . .  up

 

Movimento FIB dicembre 2013 Bear

17 December, 2013

E con un pomeriggio pessimo in accelerazione ribassista si chiude una seduta senza spunti, negativa per le piazze euro ed americane (al momento) e con il nostro mercato molto peggio degli altri. Si attiva il movimento FIB che appare essere bear a meno di singolarità di domani, movimento partito proprio a metà pomeriggio con l'attivazione della piegatona, con oltre 40K contratti scambiati e terminato con oltre 56K pezzi, movimento che da quando si è attivato non ha mai girato. Che ci possa essere una singolarità (opening bull domani) non è mera speranza ma fatto statistico, per cui il segnale va confermato appunto domani in open. Ma non ci spererei molto, sembra ridicolo. Non eravamo troppo ottimisti che il mercato sarebbe andato a rialzo (il semaforo è giallo) anche se avevamo individuato ben 2 segnali di reversal sui prezzi, uno di BB ed uno di short-coveraging potenzialmente fino a 19400 (almeno); Ci deprime, ci innervosisce e ci crea "scazzo"il fatto che due nostri segnali non siano andati in porto; purtroppo la presenza di fan in area 19230 open weekly e soprattutto di timing negativi di medio periodo in scadenza come noto nei prossimi giorni hanno prevalicato sul breve termine, 2 elementi a natura metafisica hanno avuto ragione. Pragmaticamente inoltre quella strappata rialzista di ieri in asta di chiusura, di tipo strappa-short, era da sottolineare. Tantè.

Per il brevissimo periodo questo movimento negativo dovrebbe continuare, e sarà probabilmente giustificato dal Tapering in attuazione, generante quindi un setup del III mercoledì del mese negativo, catena di eventi che quindi che mette a rischio il trend bull di fine anno, timing importante per divergenze mercato/siderografo che darebbe segnali rialzisti per i primi mesi del 2014. Questo è quello che ci preoccupa di più, un fine anno bearish per le prospettive del 2014.

 

posted on 17:55   link   . . . . .  up

 

In attesa del Movimento FIB Dic 2013

16 December, 2013

Comincia bene la settimana del derivato Dic/2013, con Europa brillante ed America in rebound bullish come da nostra indicazione già dal Venerdì scorso. FTSE/MIB chiude a +2.33% ma guadagnato in asta di chiusura (closed 18222 con +50 punti da valore delle 17:25), movimento forzato che va sempre considerato con poco peso, ma comunque il mercato aveva fatto bene.

FTSEMIB 2013 16 12

Siamo ovviamente contenti del rialzo generalizzato, ma dobbiamo ricordare che per l'Italia finanziaria questa è la settimana del Movimento FIB, trend di brevissimo periodo che comanderà su tutto, anche fosse la caduta di un'asteriode su Milano. Con i 29K contratti scambiati oggi non si ha ancora rollover, e quindi non c'è attivazione di movimento. Rimaniamo quindi in osservazione come da 5 sedute a questa parte. Sappiamo bene che questo segnale sarà importantissimo e personalmente ci punteremo tutto per il breve periodo (tutto quello che non è già investito). Da ricordare inoltre il nostro level short-coverage 18450 circa e la middle grossomodo a stesso livello che rappresentano uno spartiacque Bull/Bear di più lungo periodo rispetto al movimento FIB. In questo senso ci preoccuperemmo non poco se domani su questo level, che è anche il primo target del bullish reversal segnato oggi su pattern di fagocitamento candle/BB (in figura), si attivasse un movimento FIB bear: saremmo costretti ad aprire short massicci sul nostro mercato anche se vorremo vedere un fine anno in rialzo con scenario di divergenza sul Siderografo. Di contro close over con FIB attivato bull sarebbero una bella luce all'orizzonte, sia per il fine anno sia per i primi mesi del 2014. Noi desideriamo questa seconda ipotesi evolutiva, ci garba ricordalo.  

Per l'operatività preso profitto sulla posizione long FTSE/MIB, abbiamo poi pazientato per il sell dei pezzi long su S&P500 purtroppo senza successo. Buon recupero del resto del portafoglio azionario.

 

posted on 17:53   link   . . . . .  up

 

Flash* 16 Dicembre 2013

16 December, 2013

Abbiamo accoltellato un broker FTSE/MIB con prodotto leva 5 SG FTSE/MIB acquistato nella seduta del 9 dicembre. Abbiamo messo nel miro un altro muso giallo, S&P500. Tutti i commenti al close

 

posted on 14:51   link   . . . . .  up

 

Close weekly sotto 18K - noi long S&P500

13 December, 2013

Ha performato anche bene in intraday, quasi al punto percentuale, ma poi il nostro mercato ha subito il peso di una America debole; e così il FTSE/MIB chiude praticamente sul pareggio. L'America oltrepassa lo stato di ipervenduto nel giorno di top bear, che conclude oggi la sua fase S9T. L'analisi dell'ultimo anno è che S&P500 ha sempre invertito il trend bear in stato di ipervenduto daily BB(20,2), e lo ha fatto entro la seduta successiva con una candle di reversal verde.  Il segnale non ha mai fallito. Abbiamo quindi aperto posizioni long su S&P500, un po in anticipo sembra, benchè crediamo che USA sia un mercato iper-valutato. Non abbiamo però lasciato gli short, che erano in profitto (posizioni aperte tempo fa su S&P500 via certificati RBS);  ci può stare infatti uno residuo di timing bear, lunedì. Casomai nella peggiore ipotesi usciremo in pareggio. L'intenzione della posizione short è quella di porteggere un long che sui ribassi accumuleremo ancora. Non ci interessano profit, e speriamo che non ce ne siano in ogni caso siam pronti con tranche long in area 1740.

Buon WE

sp500 2013 12 13

 

posted on 17:48   link   . . . . .  up

 

Ancora Spauracchio Tapering

12 December, 2013

Giornata negativa che ha evoluto le forme di debolezza di ieri con una dinamica di persistenza e rafforzamento sui dati USA. Pesa oramai la minaccia del tapering come principale market mover e paradossalmente il mercato apprezzerebbe di più ed apprezza dati macro negativi in modo che l'immissione di liquidità non venga meno a supporto di una finanza fragile (questo come noto a tutti). A nostro avviso è un po una costruzione per investitori colti e competenti ma nei fatti è solo uno spauracchio; quantomeno gran parte della contrazione è già stata assorbita dal mercato. Da breve inoltre dovremmo assistere anche a polarizzazione bull reversal su USA. Per le prossime 2-3 edute siamo quindi più rialzisti che ribassisti. In questo senso abbiamo comprato un po di Long FTSE/MIB leva 5, poca roba a difesa del profitto sugli short. Ma lo scenario è ancora ribassista ed i supporti importanti sono ben lontani, sperando di non doverli vedere.

 

posted on 17:56   link   . . . . .  up

 

Sotto i 18K punti FTSE/MIB

11 December, 2013

E con un brutto pomeriggio il mercato italiano chiude sotto i 18K punti in uno scenario WW di debolezza diffusa. A dire il vero nel tardo pomeriggio c'era stato anche un tentativo di reversal in candlestick 15 minuti, ma il mercato nemmeno ci prova e viene subito soffocato dalle vendite. Siamo così sotto i 18K punti closed, level che ci aspettavamo entro il 21 Dicembre, precisamente sotto i 17.9K in base all'impiantistica di timing, mentre per questa settimana eravamo per una tenuta fra 18100-18700, scenario che s'era avviato nei giorni precedenti ma poi interrotto in modo prematuro. Spesso il nostro mercato anticipa gli altri mercati, ed in questo senso non ha partecipato al reboud  bullish degli altri indici major in quanto si è trattato appunto di un move destinato a finire. Adesso da questo evento bear dovranno esserci news altrettanto importanti e positive, come soprese sul tapering e sulla liquidità al settore bancario, per pensare di invertire il trend di breve. Ci dispiace solo per non aver visto i 20K punti quei giorni di Novembre, quando il mercato poteva farli. Per il resto la view ribassista di dopo novembre era corretta.

Per il trading tecnicamente avremmo dovuto metterci short al close, ma alla fine abbiamo deciso per il non operare pur avendo preparato l'ordine. 

 

posted on 17:51   link   . . . . .  up

 

Flash *** Onore al combattente Paolone

11 December, 2013

Vogliamo e dobbiamo dedicare qualche riga al nostro amico Paolo per ciò che ha fatto ieri. Per noi è un dovere elogiare un coraggio ed un carisma così enorme, singolare al punto di essere più unico che raro in uno scenario di persone mediocri (come quelli che cancellano i post ribassisti e non campano di trading ma di minchiate vendute al parco buoi). Paolo invece è un nostro amico intimo che ha ben apprezzato le nostre strategie di trading esenti Stop Loss ed applica la piramidazione selvaggia riuscendo a strappare profitto da una posizione che secondo teoria (la teoria degli altri) si sarebbe dovuta gestire con lo stop loss del cazzo. Ci ha lasciato sbaldorditi : ecco qui su nostro buy FTSE/MIB un gain di mille euro con 72K€ investiti su un prodotto a leva 5 (oltre 350K€ di sottostante), tramutando una brutta perdita (5K€) in un bel profitto nel giro di quale minuto di borsa aperta grazie alla piramidazione su nostro leveling. Onore a PAOLONE.

 

posted on 13:34   link   . . . . .  up

 

Market Status 10 dicembre 2013

10 December, 2013

Appuntiamo una seduta insignificante sulle piazze finanziare con indici generalmente deboli ed incapaci di sostenere un movimento rialzista accennato in apertura. America che galleggia senza arte ne parte e senza prendere posizione nello scenario Euro. Probabile un movimento bear da qui a chiusura. Costatiamo invece rialzi su commodity ed in particolare sui metalli preziosi che da tempo viaggiano in larga debolezza e che come sempre, se in apprezzamento, potrebbero essere precursori di storni sull'equity. Del resto abbiamo già ripetutamente detto la nostra sul settore azionario da qui a fine anno.

Appuntiamo inoltre una giornata terribile per le nostre finanze personali, bersagliati da multe incredibili e da "tenativi di truffa" (no so come definirli meglio) in ambito logistico attraverso circuiti on-line che dispongono pure di brand consolidati. Gli faremo un po di pubblicità se le cose non si risolvessero ASAP. Inoltre ieri il broker Merryll Lynch non ci ha abilitato alla vendita delle nostre azioni americane mettendodoci nelle condizioni di perdere 3 punti percentuali rispetto al close del venerdì. Siamo largamente "avvelenati" ed abbiamo bestemmiato a lungo nel pomeriggio, anche se stamattina eramo sereni e paciosi, cantanto a scuarciagola close to you di Mario Biondi & duke orchestra - (si trova su youtube) sin dalle 6.30 di mattina. Insomma siamo sotto botta...

Anche il portafoglio soffre con BPEL e Tenaris, di conseguenza aumentate un po le posizioni short FTSE/MIB con logica sempre di hedging per il breve periodo, visto che sto periodo nun è aria de stasse a fidà ...

 

posted on 17:42   link   . . . . .  up

 

Bullish Reversal Pattern FTSEMIB

09 December, 2013

Dopo FTSE 100 e DAX oggi anche il nostro FTSE/MIB segna un reversal pattern di breve periodo che secondo teoria dovrebbe approdare sulla middle BB daily, ossia 18694 ad oggi, come primo target rialzista. In quella quota passerà anche un livello di short coverage. Il timing dovrebbe essere favorevole almeno per qyesta week, poi comanderà il movimento FIB (di cui siamo in osservazione ma con i 16K contratti non è ancora started). DAX e S&P500 sono già sui target e stanno eseguendo il test della middle ed in questo senso si trovano in anticipo rispetto al nostro mercato. Noi siamo relativamente ottimisti per questa settimana ma in logica di short-coverage, visto che per un nuovo mercato bull di medio periodo, ossia dinamiche boom-boom in trend, dovremo aspettare almeno l'inizio del 2014 prevendendo nel peggiore dei casi affondi per Natale sotto i precedenti minimi. E comunque niente nuovi massimi FTSE/MIB.

Per il trading oggi in apertura liquidate in profitto posizioni short FTSE/MIB a mezzo certifivati leva 5 (ultimo quarto a disposizione - non venduto sotto 18000), rimasti long, entrati su certificati  short RBS con 1/2 della posizione numerica di certificati long, quindi al netto siamo long con 4000 certificati e svariati pezzi ETF Lyxor non levegared. I certificati short porteggono quelli long (in perdita), in caso di rialzo take profit su pezzi ETF e freeze totale long:short in area 18600/700 pronto a sovrappeso long in caso di mercato over 19350. Questa nostra strategia "esente stop loss" declinata nello scenario.  

 

posted on 17:57   link   . . . . .  up

 

Scenario FTSE/MIB al 6 dicembre 2013

06 December, 2013

Non siamo riusciti a commentare la seduta di ieri per impegni dal cliente nel tardo pomeriggio. La giornata "BCE" ha dato una coltellata al mercato Bull e come da tradizione Mario Draghi si conferma nemico dei trader ed esecutore degli interessi delle Lobby finanziarie. E' una persona estremamente affidabile nel lavoro che svolge, appunto esecutore degli interessi delle lobby, militanza che gli ha permesso di arrivare così in alto nella sua carriera professionale pur essendo una persona di intelligenza modesta e di spirito taccagno e pulciaro come tutti quelli che sono transitati per Banca d'Italia. Solo grazie a pressioni ed eventi come quello di ieri il mercato perde, almeno temporanamente, il quadrante fan di riferimento: in questi giorni ci eravamo spinti sotto primo importante livello di supporto bull market, area 18360 circa, in stato di ipervenduto, ma rimanendo nei paraggi del level, ieri invece la lobby finanziaria ha affossato il mercato forzando l'ipervenduto addirittura sotto fan 1x3 opening this weekly... Ma non tutto è perduto: dopo 5 sedute bear il mercato potrebbe innescare un rimbalzo, anche solo modesto, che lo porti sopra il livello di fan 1x3 openening next weekly e confermare quindi la permamenza nel quadrante in una dinamica di temporanea tenuta dal quale di potrebbe attuare un breve camminamento, per il mese di dicembre, per poi iniziare proprio nell'inizio del 2014 l'avviamento del pattern bullish in area 23000 punti per aprile. Di contro il medio periodo sarebbe segnato da dinamica bear che eventualmente commenteremo a tempo debito: non c'è dubbio che i nostri timing erano corretti (quelli bear per fine dicembre) ma certamente non desideravamo che fossero così marcati al punto da minacciare un bear market di medio periodo. 

 

posted on 06:04   link   . . . . .  up

 

Seduta del 4 dicembre 2013

04 December, 2013

Commentiamo in breve una nuova seduta negativa per il nostro mercato in uno scenario europeo di debolezza in cui l'apertura del mercato americano ha funzionato solo come "calmante" con i suoi andamenti "frazionali positivi". FTSE/MIB chiude con una seduta in candle "spike down" (lower shadow) con scenario di ipervenduto daily a misura BB(20,2), condizione necessaria ma non sufficiente per un reversal. Siamo tuttavia fiduciosi per un reversal bullish, nell'importante giornata di domani (BCE), anche perchè il minimo di 18150 non viene confermato al close e si viaggia sui livelli di frontiera bull market (18362) con close down forzato in asta di chiusura. Inoltre siamo oramai su una fan bull (18071 opening weekly) dalla quali sembra abbiamo prontamente rimbalzato. Tre segnalini (candle/BB, level bull e fan 1x3) che necessitano di conferme nelle prossime sedute ma intanto meglio di un calcio nel sedere. Inutile dire altro, vedremo domani se il mercato invertità almeno temporanamente il trend anche se ricordiamo che da qui ad un mese non dovremmo vedere nuovi massimi dato lo scenario di correzione suggerito settimane fa da Bradaly con mercati che erano sui top e ben segnalato al privè al di là della mia operatività sempre long.

Per il trading abbiamo venduto in profitto metà delle posizione short FTSE/MIB che avevamo in portafoglio (1/4 di quelle in origine), in area 19200. In open liquidato ETF Crude in profitto. Siamo quindi ready to charge short, ma speriamo di non dover far altri movimenti sul mercato.

Domani parlermo dei diritti sull'aumento di capitale Zucchi e su quello che è successo ai diritti AZA che oggi hanno quotato 0 (0.0002), mai visto nella storia di un aumento di capitale ...

 

posted on 17:45   link   . . . . .  up

 

Sullo spartiacque bull-bear 18362

03 December, 2013

i broker ci danno noiaCon un po di dispiacere commentiamo questa brutta giornata borsistica che era nell'aria già da tempo (lo storno) con le piazze europee ben negative (intorno a -2% con close sui minimi di giornata - seduta marubozu)  ed America debole ma sempre meglio dell'eurozona. I pool di finance.yahoo.com evidentemente non mentono mai ... (vedi post in archivio novembre). Non ci aspettavamo però la deblace dal nostro mercato, non a caso sulle altre piazze eravamo/siamo short da giorni mentre sul nostro mercato eravamo/siamo long. E lo siamo ancora visto che in area 18450 abbiamo venduto in profitto metà delle pezzature leva short 5 e ruotato i proventi su posizione long a mezzo ETF. Non ci piace chi cambia idea quando si tratta di mantenere un programma, li consideramo degli ometti, come il presidente Letta che adesso parla di potenziale avvitamento nel 2014 quando qualche settimana fa parlava di fine crisi assieme al pezzo di merda di Banca d'Italia, il Ministro Saccomanni. Avevamo individuato al livello di close (raggiunto in asta di chiusura) ossia a 18362 lo spartiacque bull-bear per FTSE/MIB e quindi almeno noi, non pretendiamo gli altri a costo di rimanere da soli, manteniamo fede all'analisi e quindi il mercato è ancora da approcciare in trade long di posizione. Non c'è dissonanza cognitiva e siamo liberi dall'ostinazione, certamente siamo al limite delle cose, ma non c'è segnale bear e ci sono eventi importanti nel proseguio della settimana che potrebbero capovolegere le cose. Se poi le cose andranno bene sputeremo in faccia ai traditori shortisti (figuratamente) sperando di non transitarci anche noi nella seduta di domani. :-) Indubbio tuttavia che i broker hanno ripreso a darci noia e quindi nostro malgrado dobbiamo iniziare la battaglia tattico-strategica sui prodotti finanziari. 

 

posted on 18:14   link   . . . . .  up

 

Prima seduta Dicembre 2013

02 December, 2013

Commento in anticipo rispetto al close per via di impegni di lavoro. Inzia male la settimana ed il mese di Dicembre, settimana che sarà ricca di eventi macro, dati  e di decisioni in ambito monetario/finanziario europeo. Le piazze Euro tengono tuttosommato i livelli di massimo storico guadagnati nelle precedenti settimane, con andamenti frazionali positivi (al momento), mentre il nostro listino, sul news-flow negativo, piega oltre il punto percentuale e si ripresenta sui vecchi minimi relativi e con un andamento sotto middle e nuovamente sotto short coverage, aspetti che marcano malissimo con outlook di breve periodo. Ci aspettavamo tutto il contrario e francamente siamo un po delusi da questa giornata del cazzo. Staremo a vedere se gli ultimi diventeranno i primi anche sul settore borsistico oltre che nella promessa Cristiana. Noi ci crediamo sia alla prima che alla seconda.

Per il trading ingresso su FTSE/MIB a mezzo ETF Lyxor in area 18820, in mattinata. Doveroso questo buy in ragione del nostro forecast sul mercato italiano e della presenza di numerose posizioni short anche se come "freeze" di posizioni minilong. Rimaniamo con un po di liquidità per buy trattici durante le sedute di domani e mercoledì.

 

posted on 17:14   link   . . . . .  up

 

top of page

 

www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000