Mercoledi 26/06/2019 ore 08:15:08
Home Corso di Borsa Trade Blog Libro Trading Ways Trading Utility Market Forecast Disclaimer

 

Archive - February, 2013
 
Fabio Longo Trade Blog   fabiolongo.com TradeBlog  
 
Most recent entry is first.
Search blog
 
Archives 
 

Seduta del 28 Febbraio 2013

28 February, 2013

Stamattina nella ricerca dei segnali di trading avevamo individuato tanti bullish reversal a matrice ipervenduto BB su titoli del nostro mercato ed anche su quelli del paniere principale. E ne abbiamo indicati un paio fra quelli che potevano essere i migliori. Ma non c'era un segnale di reversa su FTSEMIB, anche se questo indice è composto da titoli.

Stasera, al close, il segnale c'è anche sull'indice, sebbene risicato e pericoloso che sia. Ma l'indice avrà subito a che fare con una quota di resistenza a matrice non tecnica, che è quella metafisca Ganniana che indicavamo ieri e poco sopra con altri livelli di natura manipolativa: come sempre a salire ci vuole forza e tempo ed a distruggere tutto ci vuole poco, qualche ora. Tante forze che si misureranno, ma come al solito quella di tipo pragmatico/manipolativo ha un peso maggiormente importante delle altre. Comqunque noi crediamo che in questi giorni im mercato Italiano debba salire, non per le considerazioni dei prezzi (quote), ma per aspetti di timing noti agli amici del privè. Per adesso il mercato ha tenuto ed ha fatto un passettino avanti. Coraggio.

Entreremo poi in un momento delicatissimo, quello dei setup di marzo che quest'anno si sovrapporranno alla scandenza del derivato. Le prossime settimane, quindi, saranno molto calde. Noi ci siamo già fatti un idea. Speriamo sia corretta.

 

Per il trading non ci siamo andati ad immischiare, oggi, nell'ultima seduta del mese, in situazioni che ci avrebbero rovinato la performance: chiudiamo il mese di Febbraio in profitto.

 

posted on 18:43   link   . . . . .  up

 

Seduta del 27 febbraio 2013

27 February, 2013

Eccoci in figura con la nostra nuova compagna per un breve commento sulla seduta odierna: siamo preoccupati benchè convinti ad andare avanti, questa la sintesi. 

Il bel close percentuale del nostro mercato, unito alle performance di ieri del mercato americano ed a quelle di oggi del mercato euro, non ci lascia molto sereni. Al di là dei motivi "fondamentali" che hanno animato questa seduta positiva, che non commentiamo per brevità, non ci piace questo close o quantomeno non ci rende tranquilli. E' vero che il mercato ha preso due dei tre target ribassisti che prevedevamo nel commento del weekend come scenario peggiore, è vero che per inizio marzo dovremmo stare sopra i 16400 circa (secondo nostro timing), è vero che dopo un ipervenduto di queste dimensioni ci sono tutte le condizoni per un rimbalzo, è vero che siamo praticamente arrivati al 50% di retrace dell'ultimo pattern bullish, è vero anche altro di ragionevole e di positivo ma volevamo al close un numero maggiore di 16078 FTSEMIB che è quota  di fan bullish 1x2 opening weekly oltre che livello di de-attivazione di forze ribassiste su mercato SeDeX. Speriamo che al close weekly non perda questa linea dinamica di supporto.

In alternativa ci avremmo creduto con uno spike in area 15300 che purtroppo non c'è stato in questi giorni difficili.

 

Ciò nonostante, di animo long, teniamo tutto il commitment su FTSE/MIB  che in open, e quindi non al meglio, abbiamo leggermente incrementato con una altra trentina di posizioni a mezzo ETF Lyxor, in alternativa ad UC e ISP che erano partite troppo forti per i nostri gusti.

 

posted on 18:07   link   . . . . .  up

 

Seduta del 26 febbario 2012

26 February, 2013

Anche se con largo ritardo vogliamo commentare questa giornata che ha presentato degli eventi importanti.

 

 

Il primo è personale (e lo rimane), di natura finanziaria, ed ha rappresentato un momento di grande gioia per il sottoscritto. Non so perchè in quel momento ascoltavo la radio, che non alscolto mai. Non so nemmeno dire quale sia il senso di questa canzone, Two Hearts, che era la prima volta che sentivo e che ho cantanto urlando ed improvvisando un conveniente solo tenore, che sarebbe bello in logica Jazz, lanciando note alte come sassi con la mazzafionda, fin sulle nuvole della III ottava, da qui scendendo poi a semitoni ben scanditi e poi a toni della scala naturale cadendo a bomba sulla tonalità, da cui si fugge nuovamente con un semitono in II-V-I alterato. Grande momento amici miei, ben 16 anni di attesa.

 

Il secondo evento rappresenta FTSE/MIB che oggi in aperturta da panico, sulla storia del rischio stabilità ed ingovernabilità, ha raggiunto non solo molti dei target ribassisti ma è andato a testare anche il 50% dell'ultimo pattern rialzista ossia Luglio 2012- Gennaio 2013 @ 15130 circa. Questo è un evento di un certo rilievo. Qui si gioca la partita del mercato bull e noi siamo confidenti di giocarla a rialzo nel breve periodo, supportati anche da un ritrovato ottimismo.

Abbiamo quindi chiuso la posizione short FTSE/MIB in largo profitto per poi andarla a riaprire nel pomeriggio prima di uscire in area 15670. Lo scenario infatti, che abbiamo valutato a metà giornata, non propone nulla di positivo nel breve termine e sempre per via dei soliti aspetti manipolativi legati a prodotti derivati. Quindi abbiamo riaperto questo hedging di portafoglio con primo target 15300 circa, poi appunto 15130 e finalmente anche sotto a 14750 se il 15130 non verrà colpito in spike. 

Per domani puntiamo Telecom Italia al nostro secondo ed ultimo buy in area 0.53.

Buona Notte ! 

 

posted on 20:04   link   . . . . .  up

 

Seduta del 25 Febbraio 2013

25 February, 2013

Seduta caratterizzata da forza sullo scenario Europeo e da stallo, attualmente, su quello Americano. Il nostro mercato fa capitolo a parte con una gigantesca volatilità derivata dall'andamento delle elezioni; quando sono usciti i primi dati sulle consultazione elettorali (exit pool) il mercato, già pimpante, ha fatto il test della nostra quota spartiacque bull/bear 16750, andando a 16880 di massimo; poi si sgonfia sull'andamento meno netto delle elezioni che, in via teorica, porterebbe instabilità politica e questo non è mai gradito ai mercati finanziari. In questa fase alcuni titoli vengono sospesi, credo per superamento degli spread massimi sul book.

 

Cosa dire della giornata ? Al di là di motivi tecnici sapevamo che il vero test di forza sarebbe stato closed over 16750 oppure permanenza over per almeno 4 ore di borsa. Qui si gioca la partita della "mietitura" sui prodotti derivati SeDeX. E non siamo ottimisti sulla settimana in quanto ci sono dei setup negativi per il breve periodo (in particolare III mercoledì del mese). L'andamento conferma quindi la mancanza di forza "assoluta" sul nostro mercato quantunque noi siamo ben long ed in particolare stamattina in open avevamo anche incrementato leggermente le posizioni sull'indice FTSE/MIB a mezzo ETF Lyxor (prodotto non leveraged) trovandoci in un buon gain al momento del test di arera 16750. Posizioni che come al solito trattiamo esenti stop loss, ovvero in DICTAT "NO PROFIT NO SELL".

Non abbiamo voluto vendere in profitto e forse adesso ce ne pentiamo un po, ma resta tuttavia aperta la posizione di hedge, short, aperta venerdì sera su FTSE/MIB a mezzo leverage certifcate short 17750 (non commentata perchè non abbiamo aggiornato il blog) che speriamo vada a stop in quanto ci consegenrebbe un bel bottino sul portafoglio, come non abbiamo fatto in questo inizio anno solare 2013.

Posizione short da chiudere in area 15750-550 in netto profitto oppure, come alternativa, da lasciare aparta ma rafforzando la posizione su FTSE/MIB o sui Bancari Italiani ed in particolare su Unicredit. Tutto questo in logica di medio periodo perchè poi crediamo venga l'evento che aspettiamo dal 2007, ossia la fine della crisi ....

 

Buona Serata 

 

posted on 17:43   link   . . . . .  up

 

Pre-apertura 22 Febbario 2013

22 February, 2013

Ieri purtroppo niente spike down per FTSE/MIB, anzi chiusura black marubozu ossia candelone nero con chiusura sui minimi.

Non c'è dubbio che le date statiche di Gann abbiano funzionato sul mercato americano: provengono da lì e sono grossomodo centrate negli intorni delle festività americane, come quella del president day dei giorni passati. Adesso però c'è un setup del III mercoledì del mese che ci indica forze ribassiste nelle prossime 2-3 week, che andranno in conflitto con forze bull che dovrebbero portare lo stesso S&P500 a realizzare un doppio massimo (1576) nelle prime settimane di marzo, come target price/time a cui crediamo tutt'oggi. Vedremo come evolve lo scenario che attualmente si presenta frazionale positivo al Globex.

 

Quanto a FTSE/MIB con un close sotto 16300/400 "no way" di attivare rimbalzi, ancor prima di parlare di bullish reversal. Rimbalzi daily che invece potrebbero configurarsi oggi con uno test in area 15750. Chiusure sotto 16300 come detto marcano malissimo, nonostante fino a fine mese il mercato dovrebbe avere forza relativa: sarebbe molto probabile l'attivazione di nuovi target in area 15750, poi 15550 fino al potenziale 15350 se closed odierno si incancrenisse sotto 16000 punti. 

 

Non credo che aggiorneremo stasera. Eventualmente qualche flash intraday mordi e fuggi long FTSE/MIB sulla quota indicata.

E buon divertimento !

 

posted on 06:13   link   . . . . .  up

 

Sognando Spike 16000 FTSEMIB

21 February, 2013

Commentiamo questo "close" con largo anticipo per evitare di saltare anche questo commento. Purtroppo gli impegni fra lavoro e cose private sono davvero consistenti e come al solito i picchi non si distribuiscono mai in modo uniforme ma tendono a sovrapporsi quasi fossero animati dalla stessa forza ...

 

Ieri non commentavamo la giornata ma avremmo voluto dire NO 16000 FTSE/MIB NO PARTY, proprio in linea allo scetticismo dell'inversione bullish (o meglio della sua durabilità indicata nel commento dell'alba) che appunto è durato nemmeno un giorno. Sapevamo che area 16200/000 dove essere colpita per avere le condizioni necessarie (ma non sufficienti) all'inversione bullish.

Oggi abbiamo fatto finalmente questo target ribassista sul nostro mercato in linea al clima di "debacle" per tutti i listini europei. Ciò nonostante non sembra condizione sufficiente al revesal perchè il mercato non l'ha colpito in spike, pur avendo reagito su quella quota manipolativa SeDeX,   rimanendo pericolosamente sotto area 16300 al close. Sognamo quindi uno ripresa nei prossimi minuti, close over 16300 (DAJE !!!)  che ci consegnerebbe una netta configurazione di spike down in area 16000 che è quella che vogliamo per credere ad un reversal.

 

Ciò nonostante il setup del III mercoledì del mese è negativo (almeno se S&P500 non gira in positivo entro stasera) e quindi eventuali recuperi anche fossero in spike down non avrebbero vita lunga: ipotezziamo nella migliore delle ipotesi un close sotto area 17100 per Marzo, ovvero più probabilmente sopra 16400, in linea al timing bullish 52-week (porzione 1 Year) che fra pochi giorni andrà a compimento.

Poi vedremo la fase due di questo anno solare che appunto ci porterà fino a Giugno 2013.

 

Nessun trade eseguito

E buona serata.

 

posted on 17:10   link   . . . . .  up

 

Scenario all'opening 20-02-2013

20 February, 2013

Ieri non abbiamo commentato per via di impegni prolungati; oggi lo scenario si manifesta positivo sulla piazza americana che sembra lanciata verso il suo target di medio periodo (quelli che piacciono a noi) già commentato sul provè ed anche su questo sito in tempi non sospetti. DAX con close in forza si allineerebbe a questo rialzo di medio periodo che peraltro coincide con nostro timing su mercato (oggi comunque è terzo mercoledì del mese e gli chiediamo conferma).

Sul nostro mercato la situazione è più delicata in quanto non si sono colpiti, ancora, i target ribassiti in area 16000 ma il mercato prova a risollevarsi dal bottom del lungo laterale di queste ultime settimane.

Vediamo grandi resistenze in area 16950/17150, range in cui passa la BB daily, la fan opening weekly, il 50% di retrace dell'ultimo pattern ribassista ed anche altro di tipo manipolativo. Osserviamo che sul settimanale un pattern inversivo bear attivatosi settimane fà e giunto grossomodo a compimento nella seduta di ieri arrivando a testare la middle (meno un centinaio di punti). Tutto ciò per dire quanto sia (potenzialmente) possibile l'avvio di una gamba bullish sul nostro mercato in linea agli altri mercati ma al tempo stesso, mancando dei target ribassisti e stando sotto 17100 circa, non v'è molta confidenza della "durabilità" della eventuale inversione di questi giorni.

 

Noi oggi, probabilmente, non prederemo posizioni sul mercato, essendo già long in forza e senza nemmeno hedging di portafoglio.

 

 

 

 

posted on 06:24   link   . . . . .  up

 

Nulla di fatto il 18 Febbraio 2012

18 February, 2013

Con il mercato americano chiuso per la festività del president day non ci aspettavamo nulla di sostanziale sul mercato euro. Seduta infatti debole per molti dei mercati europei, frazionalmente positiva invece per DAX e CAC; sul nostro listino scambi molto limitati per gran parte dei titoli ed in particolare per i bancari. Confermiamo ad ogni buon conto la vision indicata al commento generale nel weekend.

Si segnala rimbalzetto di Telecom: per adesso è solo un rimbalzo nonostante adesso ci sia un debole segnale inversivo, segnale che non c'era giorni fà quando alcuni ci avevano copiato l'idea vedendo una candela lower shadow in un trend bear contraddistinto da ipervenduto. Questi non sono segnali dei mercati finanziari di oggi... Non crediamo tuttavia, nonostante il segnalino di oggi, che potrà seguire  un bullish reversal, perchè di mezzo c'è un doppio minimo del cazzo: almeno scaramanticamente siamo per una tesi ancora bear, noi che comunque non vendiamo mai in perdita a costo di ingaggiare lunga battaglia contro il mercato.

 

Data la giornata noisa "ravviviamo il blog" con la nostra posizione politica. Se riusciremo a votare (perchè in questi giorni abbiamo cambiato residenza e non so dove ci accetteranno) voteremo il meno peggio ossia la persona di Mario Monti, un tecnico ed una buona immagine dell'Italia nel mondo. Non ci vergogneremo come nella legislatura Berlusconi di essere Italiani ... saremo contenti di essere rappresentati da una persona competente e di buoni costumi (quantunque ci abbia fatto il culo a strisce con IMU e tasse varie).

Noi di fabiolongo.com crediamo che la più grande minaccia di questo paese sia Silvio Berlusconi che ci porterebbe alla bancarotta, alla guerra civile alla dittatura.

Di contro non siamo per dare il voto ai PD che di Comunisti e di Intellettuali non c'hanno più nemmeno la giacca di velluto ... e ci disgusta il ricordo delle lobby catto-comuniste italiane che abbiamo incontrato nella nostra vita.... dall'Università, ai ministeri ed ovunque c'era Stato (ladro). Persone che hanno ricevuto lavoro e sono andate in pensione gestendo i soldi del terremoto dell'irpinia per ben 40 anni ...  

La speranza dell'Italia pulita, ossia della certezza di Pena (che avrebbe migliorato questo Paese, dalla notte al giorno) si è infranta con Di Pietro. Perchè ??!! 

Grillo ed il Movimento 5 stelle non possono governare un paese.

L'antifascimo è un valore della costituzione Italiana oltre che della famiglia Longo e dei partigiani morti per noi. Tedeschi e Fascisti riciclati non sono mai benvenuti a casa nostra.

Mario Monti o scheda nulla  è l'unico voto che mi sento di consigliare.

Ricordo che votare, anche scheda nulla, è un nostro dovere.

 

 

posted on 17:48   link   . . . . .  up

 

Seduta del 15 Febbraio 2013

15 February, 2013

Commento flash: ancora stallo  e debolezza. I mercati non accennano a nessun movimento  e non generano segnali di micro trend. Prossima week sembra comunque risolutiva in un verso o nell'altro. Male i nostri titoli incluso l'oro fisico che talvolta anticipa movimenti contrari dell'azionario. Magari fosse...
Buon WE

 

posted on 17:31   link   . . . . .  up

 

San Valentino 2013

14 February, 2013

In questi 2 giorni i mercati hanno mantenuto un'impostazione laterale; FTSE/MIB si è mosso più degli altri, ovvero è stato più volatile, ma al close di San Valentino non c'è alcun segnale nuovo. Massimo relativo di periodo del FTSE/MIB, di oggi, è 16813, nei pressi del valore della fan bull  che prossima settimana si alzerà di qualche punto rendendo ancora più stringente l'eventuale segnale bull legato a questa riconquista, od equivalentemente più ampia validità di un segnale ribassista che perdura da giorni e che come detto non accenna a configurazioni di bullish reversal. Questo è quanto c'è da dire.

Rimaniamo comunque dell'idea rialzista, sempre previo spike + bear trap in area 16200/000.

 

Sembra che tutto questo sia colpa nostra, se il mercato non spacca a rialzo, se ENEL non supera 2.99, se non si generano segnali di micro-trend che saremmo ben lieti di andare a perseguire. Amici del trading si lamentano di questo stallo. "E' colpa tua": così molto spesso ci hanno additato persone importanti della mia vita che non ci hanno amato (e così scherzano con me gli amici che conoscono le mie vicende personali). Ci sarebbe da lasciare delle memorie che sarebbero ben più valenti di quelle dell'infamità dei clienti della mia azienda: il lavoro è business e si può essere anche cattivi nella dinamica, ma i comportamenti della vita privata/etica/sentimentale/affettiva delle persone dovrebbero trovare un giudizio diverso che, non per vendetta, ci auguriamo esista nel grande mistero vita, dei poveri e dei ricchi, in egual misura, senza pietà.

Non è un San Valentino triste quello di oggi, quantunque siamo massacrati dal lavoro e con poche soddisfazioni di trading in questo periodo (forse proprio per l'impegno del lavoro e della logistica del cambio casa e numerosi annessi di cambio vita), ma c'è rimasta una ferita nel cuore che solo Nostro Signore un giorno ci saprà (e ci dovrà) spiegare.

 

posted on 18:05   link   . . . . .  up

 

Sempre più difficile (12-02-13)

12 February, 2013

Descriviamo una situazione sempre più complessa dal punto di vista tecnico. Al di là della piattezza dei big WW, il nostro FTSE/MIb presenta maggiore volatilità andando prima a testare area 16350 ma senza colpire target ribassisiti e poi si risolleva con più forza ma senza superare quota 16800/900. Il mercato entra in congestione laterale e quindi ci sarà una probabile uscita violenta, come sempre preceduta, potenzialmente, da trappolaccia...

In questa debolezza e difficolta di interpretazione, leggiamo e ci convinciamo sempre per una risoluzione a rialzo, che per noi significherebbe positiva.

E' bene comunque non andarsi ad immischiare con le difficoltà, se le cose non si amano, e la borsa sicuramente non può essere questione di cuore.

Tutto ok.

 

Performano bene ISP ed ENI, come indicato stamane, ma ENEL non supera il livello di forza, che per oggi era 2.99 close over. 

Telecom Italia chiude sotto 0.64 indicata stamane. Il close oggettivamente è brutto però adesso è possibile che il titolo inverta trend, essendo libero da una forza ribassista.

 

posted on 17:51   link   . . . . .  up

 

Scenario pre-apertura 12 Febbraio 2012

12 February, 2013

Ieri mercati sostanzialmente fermi in zona Euro ed anche in America, fa eccezione proprio il nostro mercato che chiude un po peggio degli altri con un frazionale negativo. Lo scenario al Globex alle ore 6:00 è ancora di debolezza, con S&P500 che è frazionalmente negativo.

Di sotto invece lo scenario FTSE/MIB al close di ieri. Sapevamo che sarebbe stata una settimana di difficile interpretazione perchè non c'era armonia tra il timing (in ingresso bull) ed il pricing del mercato. Mancano infatti di alcuni target ribassisti in area 16200/000, che lo abiliterebbero a svincolarsi della forza ribassista dei brokeroni milanesi, ed anche di quella derivata dalla perdita della fan 2x3 ben visibile in figura. Proprio in area 16000 (valore nominale 15850 opening weekly) passa anche una fan a supporto che potrebbe innescare quel movimento di rebound bullish che prevediamo porti il mercato su dei massimi relativi entro fine febbraio. Operativamente quindi non consiglieri ingressi short sul mercato, per fare 500 punti a ribasso, ma cercherei dei punti di ingresso nelle aree indicate ed in alternativa a mezzo titoli fra cui le migliori opportunità sarebbero, sulla debolezza, ENI ed ISP mentre sulla forza sempre ENEL che rincorriamo con ingressi condizionali da qualche giorno senza "successo".

 

Due parole infine sul titolo Telecom Italia che ci hanno rubato su Internet i "professionisti del mestiere", in netto ritardo rispetto alla nostra segnalazione ... Sappiamo che quotidianamente vengono a leggere il nostro blog per raccoglierci le idee (anche più di una volta), purtroppo non si può ovviare a questo fatto pur se saremmo in grado con la geolocalizzazione IP di chiudere l'accesso a tutta la zona dei terremotati ... 

Ritengo che per come sono andate le cose, che comunque hanno visto rimbalzare il titolo in area 0.67 e 0.63 nostri livelli di supporto importante S9P, a questo punti ci dovrebbe essere un close sotto 0.64 prima di vederla ripartire. Il titolo merita per la sua importanza strategica sulle comunicazioni del paese Italia. Del debito e di altro ovviamente non gliene fotte un cazzo a nessuno.

 

scenario FTSE/MIB al open del 12 Febbraio 2013 in BB daily e fan

 

posted on 06:26   link   . . . . .  up

 

Seduta del 8 febbraio 2013

08 February, 2013

Ormai è tardi per il commento al close e guardiamo già la prossima settimana. Ci è piaciuto questo bel segno più sul listino italiano che sovraperforma anche gli altri indici proprio il primo giorno del nuovo timing S9T, appunto bullish da oggi e con una coralità con quello americano (di S&P500) che dovrebbe consegnarci tempo sereno fino al 17 febbraio circa.

Ci piace un po meno il fatto che FTSE/MIB non abbia fatto 16200/000 nella giornata di ieri, e ne in spike oggi. Manca questo prezzo a rendere armonico lo scenario prezzi con quello del timing. Ci piace la perfezione, che molte volte non esiste, e che in questo caso genera contraddizione.

Studieremo la cosa nel WE. finalmente a riposo dopo aver fatto "il giro d'Italia" per una settimana intera...

 

Per il trading rientrati long su ETF Physical Gold e non riuscito ingresso long su DAX in open del mercato americano. Non l'abbiamo rincorso.

Non è entrato nemmeno il secondo acquisto già programmato giorni fa su Telecom Italia, a 0.63, (vedi sotto) secondo supporto S9P importante. per pochi tick dal nostro ordine buy. Peccato. O forse Destino. Comunque siamo già abbondamentemente long su tutto, senza alcun hedging. Va bene così.

 

Have a great WE.

 

 

posted on 19:40   link   . . . . .  up

 

Seduta del 7 Febbraio 2013

07 February, 2013

Anche oggi un po di corsa: eloquente il massimo intraday del nostro mercato a 16828 con un valore di fan opening weekly di 16851. Il mercato rimane quindi compresso sotto questa fan (a poche ore dal close weekly). Fatto questo massimo il mercato si è riportato in area 16400, in un pomeriggio in cui anche S&P500 e gli altri mercati europei hanno piegato con flessioni nell'ordine del punto percentuale. Rimaniamo sempre della stessa opinione dei giorni precedenti ipotizzando spike in area 16200 e quindi un bull reversal nei giorni successivi.

 

Per il trading abbiamo messo in vendita Telecom Italia a +5% dal nostro PMC ma il titolo non c'ha dato questa soddisfazione anche se ha performato brillantemente nel corso della mattinata e del primo pomeriggio con oltre +3%; l'ingresso di ieri era buono. Ci siamo rifatti col ETF Physical GOLD che abbiamo smollato a 123€ , proprio quando l'azionario americano piegava con decisione, con l'idea di rientrare nei prossimi giorni quando l'azionario tornerà a salire oppure, in ogni caso, su ribassi consistenti in logica PAC.

 

posted on 18:14   link   . . . . .  up

 

Seduta del 6 febbraio 2013

06 February, 2013

Anche oggi breve commento da dispositivo mobile ed anche in anticipo.
Mercati che si muovono in linea al nostro forecast.
In particolare FTSE/MIB e' stato debole, sempre sotto 16900 e puntando area 16200 con intraday in area 16400.
Confermiamo quanto detto ieri ma il timing S9T bear e' in scadenza...
Oggi ingresso su TELECOM ITALIA. Da tempo aspettavamo questa quota come primo livello di acquisto, primo angolo importante di supporto S9P. Sul secondo raddoppiamo. Trade in logica mordi e fuggi, quantunque possa diventare cassetto titoli lavorando sempre in modo esente stop loss.....

 

posted on 17:04   link   . . . . .  up

 

Seduta 5 febbraio 2013

05 February, 2013

Veloce commento da dispositivo mobile. Seduta di rimbalzo per il nostro listino, max su livelli spartiacque bull/bear 16900/850 (fan, BB middle e manipolazione SeDeX) non vinto al close. Supponiamo debolezza per qualche giorno con  potenziale test dei 16200 in Spike per poi andare verso i massimo di meta' febbraio in linea al nostro timing (S9T ed altri iningresso)

 

posted on 18:16   link   . . . . .  up

 

Partiti per la guerra (4 Febbraio 2013)

04 February, 2013

A qualche minuto dalla chiusura appuntiamo una seduta di profondo rosso per il nostro mercato formalmente derivata dall'instabiità politica e dallo scandalo sulle banche e che ha rialzato "lo spread ITA-GER" del 7% a circa 283 punti base. Non è certamente per l'instabilità politica e per le magagne delle banche di merda che il mercato italiano (ma anche DAX e mercati Americani) stanno attuando questo ritracciamento; sappiamo infatti che il trend bull perdurava da ben 2 mesi, ben forzato, senza prendere mai un momento di salutare correzione che oggi invece si è manifestato con decisione sul nostro mercato. Pur avendo indicato la presenza di diversi segnali inversionisti sul nostro mercato (es quello su BB weekly) e pur sapendo che il nostro mercato stava vivendo una polarizzazione negativa (S9T) eravamo contrarian addirittura alla nostra stessa analisi, nel commento del week-end, propendendo più per una tenuta del listino fino a quando il close fosse stato over 16900. La bontà di questa quota si è dimostrata nella seduta di oggi in cui il mercato è letteramente crollato: la quota era di orgine metafisica (fan) e c'è anche un discorso legato a manipolazione del mercato SeDeX: difficile sbagliare con indicazione doppia.

 

 

Venerdì sera avevamo accettato la mancia sul long DAX e continuato ad avere un atteggiamente prudente. Oggi invece abbiamo deciso di partire per una lunga guerra (lunga in via teorica), proprio in un giorno speciale per la nostra vita privata (omiss). Abbiamo acquistato infatti 2 prodotti che tratteremo con una logica PAC estremamente aggressiva, ossia esente stop loss, piramidale pesante ossia 1-2-6-18-54 X (X=per) sui successivi accumuli di capitale. Siamo entrali long su ETF Lyxor FTSE/MIB (quello senza leva, ovviamente) in area 16750 e su ETF Physical GOLD a 119.8.

Inoltre abbiamo mollato i nostri certitifcati short FTSEMIB (in profitto) che valuteremo in riacquisto appunto in area 16900 con logica di hedging e comunque di breve periodom,vista la view di ripresa/tenuta, almeno temporanea, fino marzo.

 

posted on 17:25   link   . . . . .  up

 

top of page

 

 


Trading Blog e commento sui mercati finanziari. Segnali operativi gioralieri long short per il trading in borsa. Signal buy sell di prodotti finanziari azionari e derivati. Indicazione di operatività, posizionamento, previsione e forecast sul mercato azionario. Trade Blog e Report Trading Long Short con Minilong Minishort Titoli ETF ETC CW FTSEMIB SP500 leverage certificate RBS. Analisi Trend Bull Bear e forecast con analisi di Gann (S9P S9T Gann Square Gann Level FAN), ciclicità dei mercati, signal candlestick pattern, analisi tecnica con Bollinger Band BB(20,2). Strategie e tattiche sul mercato. Trading Utilities


Chiunque acceda e consulti il sito www.fabiolongo.com e tutte le sue sezioni dichiara di aver letto, compreso ed integralmente accettato quanto riportato nel DISCLAIMER.

www.fabiolongo.com