Domenica 16/06/2019 ore 23:09:26
Home Corso di Borsa Trade Blog Libro Trading Ways Trading Utility Market Forecast Disclaimer

 

Archive - August, 2011
 
Fabio Longo Trade Blog   fabiolongo.com TradeBlog  
 
Most recent entry is first.
Search blog
 
Archives 
 

Milano Spacca ma lo scenario è Bull-Trap

31 August, 2011

Chiudiamo questo mese di Agosto con un momento di sollievo come quando tira un filo di vento durante un'afa metropolitana.

 

Spacca finalmente FTSE/MIB e con lui tutti gli indici europei in un clima di ritrovata fiducia dopo 4 dati in croce, che veri o finti che siano, aprono un po di speranza sulle prosettive future, diciamo un "meno peggio" del previsto. Molto bene il titolo ENI, raramente forte con intraday da oltre +4%, che solleva decisamente il paniere vista la sua forza relativa contro i bancari, taluni in rosso come ISP, e supportato dalle retrovie su altri industriali ciclici come il gruppo FIAT. ENI supera inoltre il suo livello 13.8/9 (cfr blog precedenti) ed anticipa lo scatto finale del mercato, a mio avviso anche su un timeframe più lungo.  

Lo scenario di questi giorni è in figura in grafico BB 15 minuti e si nota la giornata di oggi ben predetta dai comportamenti su BB senza mai generare un segnale di reverse in mattinata, confermando la buona impostazione sul test della middle dopo pranzo e generano un segnale inversivo (ovviamente è micro trend) solo nel tardo pomeriggio sull'esagerazione agli ennesimi dati macro con un entro banda che fagocita l'open della precedente. Al di là di questo intraday boom il mercato ha tutti i connotati di una bull-trap fatta ad ok per raccogliere pesci nella rete " a cintura", appena tornati dalle ferie. Solo closed over 16950-17100 saranno segnale di vera forza e S&P500 già raggiunge il suo tetto (fan bull) in area 1231 oltre la quale c'è un bel segnaccio rosso (fan bear); probabilmente abbasserà la testa al toro che si svilupperò in caso di recupero della fan bull. Difficile dire quanto durerà in USA ed in america, tecnicamente lo sarà quando i pesci saranno grandi abbastanza e/o in numero sufficiente a fare cassa, allora si chiuderà la cinta, ma fino allora noi restiamo a pasturare cercando di saltare la rete o di eluderla sdraiati sul fianco come fa la spigola. Elementi di timing metafisico adesso non li riscontro ma guardando i level cerceremo di vederli a posteriori cercando un trend-follow immediato.

 

L'operatività ha visto acquisto ENI al momento della stella verde (nessun segnale su indice) e ci vede in bel gain percentuale vista la leva. Sell inoltre delle posizioni long FTSE/MIB in area 15500, un po per ansia da performance, un po per allegerire tutte le posizioni long, perdendo comunque 100 punti di upsize residuo - ma avevamo fatto comunque bella strada considerando il recupero di tutto il portafoglietto. Direi che va bene. Ciao

 

 

 

posted on 17:50   link   . . . . .  up

 

Flash *** Esegiito Minilong ENI @ 13.58

31 August, 2011

Ci riproviamo anche stamattina (con un pò più di fiducia nel sangue): ingresso long a mezzo leverage certificate RBS in area 13.58.

Stop teorico 13.30 intraday oppure 13.16 closed. Nella pratica vedremo il da farsi. Ometto eseguito per brevità.

 

posted on 09:13   link   . . . . .  up

 

Nulla di fatto, sempre area 15000 punti

30 August, 2011

Riponevamo grande speranze, e poca fiducia, per la giornata di oggi che alla fine si è tramutata in un nulla di fatto. Dopo l'opening forte i bancari segnano il passo e se non fosse stato per il peso di ENI lo -0.2% closed FTSE/MIB sarebbe stato ben più pesante. Corretto quindi aver puntato su ENI ma nonostante la sua forza relativa il mercato non parte manco per una mezza giornata.

Sappiamo che il timing negativo durerà ancora un po di giorni ma al tempo stesso abbiamo ormai il verdetto del closed di Agosto con cui dovevami costruire la view di lungo periodo: non per nostra colpa ci troviamo sotto la linea della vita (e pure sotto la linea della morte) e non vediamo, al momento, condizioni e segnali che possano scongiurare il proseguire del mercato bear con target profondissimi in particolare per FTSE/MIB area 11000 punti - se non addirittura 9400 punti. Speriamo che nel frattempo ci sia una gamba rialzista a farci alleggerire il portafoglio long e contestualmente attuare qualche copertura short.

Saremmo ben felici di sbagliare in quanto quando il mercato scende per prassi fabiolongo.com compra senza farsi troppi problemi...

 

L'operatività ha visto sell delle posizioni ENI in misero profitto ma al tempo stesso passaggio in straddle FTSE/MIB con posizione minilong targata 13500 con l'idea che, fra qualche tempo, verrà una consistente bull trap sul quale smolleremo tali long per tramutarli in ulteriori posizioni short.

Il ritorno di un po di liquidità il sell dei titoli ENI ci permetterà inoltre anche di cavalcare ENI stessa, over 13.8, a mezzo levearge certificate cercando di dare un po di leva a questi trade corretti, operati a mezzo titoli, ma purtroppo sempre sterili se non caricati almeno con uno stipendio.

 

Buona Serata

 

posted on 17:58   link   . . . . .  up

 

Scenario al 30 Agosto 2011

30 August, 2011

L'andamento over 15114 FTSE/MIB, primo debole livello di ricopertura individuato nell'analisi del weekend, unito al closed over (15141) conforta scenari rialzisti di breve termine per il nostro mercato. Anche S&P500 conferma questo scenario in quanto chiude sopra un nostro livello, 1207, spinto dalla tenuta della middle BB che aveva testato nel recupero di venerdì sera a mercati euro chiusi. Trattasi comunque di rebound e non di vera FORZA ed in aggiunta i volumi sui singoli titoli non confermano ancora il reverse. E' sempre difficile prevedere e talvolta ci si può solo che provare...

 

In questo scenario, già da ieri, ho pensato di puntare su ENI visto che da un lato ho un portafoglio tutto pieno di titoli "bancari" dall'altro aveva recuperato una fan bull che per questa settimana passa a 13.17, con un minimo intraday a 13.16. Il peso di ENI sul paniere è fondamentale ed il titolo avrebbe tutto lo spazio per crescere sostenendo l'indice verso i target rialzisti di breve termine. Il superamento di 13.8/13.9 di ENI, livello di resistenza S9P in angolo di comando nonchè livello di ricopertura short di medio periodo, aprirà le porte ad un consistente rebound dell'indice e ritengo che sarà un segnale anticipatore della dinamica sul mercato FTSE/MIB. Qui di sotto l'impianto fan con quello bullish che risale al 1995, che dimostra un'ottima valenza delle fan quantunque non tutti i target price/time siano stati colpiti anche per via della forza delle resistenze S9P in angolo di comando (segnate in rosso).

 

Buon divertimento con ENI.

 

 

 

 

posted on 07:48   link   . . . . .  up

 

Non ci fidiamo ma ci proviamo

29 August, 2011

Anticipo un po il commento per via di impegni.

 

Mercati oggi discrtamente pimpanti, in bassa volatilità ed in trend rialzista; piazze europee ben positive nell'intorno del 2-3%, FTSE/MIB in linea agli altri mercati, America positiva. Tutti i settori beneficiano del rialzo, Bancari, Enegeritici ed anche ciclici.

Il nostro indice non supera, per il momento, quota 15227 (cfr blog precedenti) ma supera comunque un primo debole livello di ricopertura short in una dinamica fluida, ossia senza esagerazioni con riferimento alla misura Bollinger Band(20,2) a grafico candle 15'.

Quantunque la view di timing rimane negativa (vari elementi ciclicli) e quantunque questo movimento è in linea a quanto ho descritto nel commento generale del weekend (Bull Trap), ho provato a seguire questo trend con obiettivo massimo 16400/16800 (linee della morte e della vita opening Agosto). L'ho fatto entrando long su ENI in area 13.26 (che tratterò il logica cassettista) non prima di aver aperto un'assicurazione sul portafoglio tutto long a mezzo minishort FTSE/MIB 17000 in area 15070 fair-value.

 

posted on 17:09   link   . . . . .  up

 

Brutto 26 Agosto

26 August, 2011

Oggi infortunato malamente al punto che avrei dovuto recarmi al pronto soccorso per suture. Anime buone e di grande senso etico, con cui ci lega un forte senso di appartenenza alla località Lavinio ed alla tradizione della Pesca, hanno evitato questo regalandomi un momento di felicita' anche per l'affetto dimostrato e per l'attenzione ricevuta. 
Non ho seguito il mercato, per ovvi motivi, ma anche qui e' stata una brutta giornata. Ieri ci avevamo provato senza perderci nulla e nonostante la vision ciclica negativa, oggi abbiamo evitato altri problemi pur rimanendo seccati di aver perso movimenti cosi' importanti che nel signaling odierno avevamo ben suggerito.

 

posted on 18:40   link   . . . . .  up

 

Over 15230 ma con aborto

25 August, 2011

Breve commento da dispositivo mobile. 
Si passa il livello in tarda mattinata grazie alle prestazioni dei bancari che fino a poco prima dei dati macro segnavano rialzi nell'ordine  del 7%. Tutto lasciava pensare ad un prestazione di forza mentre sul dato americano delle 14.30 il mercato segna il passo e su grafico BB 15min si segna una canale inversionista. Qui abbiamo chiuso la posizione long pagandoci il calippo al netto delle commissioni...
Adesso e' nuovamente tutto da rifare. Valutiamo lo scenario domani mattina anche se poi saremo impegnati a Roma per una visita.

 

posted on 17:49   link   . . . . .  up

 

Flash *** Ingresso long area 15130

25 August, 2011

Troviamo eseguito l'acquisto di un po di pezzi minilong a fairvalue 15130 a mezzo minilong 13500. Speriamo bene sui dati macro, tra un'ora, dove prenderemo profitto al meglio.

Meriteremmo questo trade in quanto oggi il destino ci ha tolto una preda: ci è sfuggito il pesce dell'anno 2011, stamattina verso le 9:30: era un cefalo pinna gialla che a giudicare dalle dimensioni sarà pesato come minimo 3 Kg... l'ho atteso con il sole alle spalle, ho sparato finalmente con il mio fuciletto (Mares mini-mini Sten) ma purtroppo si è slamato immediatamente, con violenza, lasciando attaccato alla fiocina branchie grosse come monete di 1 euro.. non meritavamo questo. Dannazione ! 

 

posted on 13:36   link   . . . . .  up

 

Commento di pre-apertura 25 Agosto

25 August, 2011

Ieri fra i tanti problemi ci si è aggiunto anche il servizio UMTS Vodafone a partire dalle 14.15, dapprima con tempi di reply al ping di oltre 1000 ms, poi con perdita di pacchetti e per concludere con il definitivo timeout.  Quindi non abbiamo potuto operare sui dati macro del pomeriggio, che sono stati buoni, anche se probabilmente non avremmo eseguito ulteriori ingressi long visto che le quote di riferimento non sono state scavalcate durante la seduta.

 

Con tutta probabilità oggi queste quote saranno scavalcate, probabilmente testate nella mattinata per poi essere vinte definitivamente nel pomeriggio se i dati delle 14.30 (richieste sussidi di disoccupazione USA) saranno buoni. Per quanto riguarda FTSE/MIB oltre allo snervante andamento laterale (fra 15230 e 14420) delle utlime sedute si è definita una configurazione di congestione a forma di triangolo su grafico giornaliero che è destinata a rompersi in modo violento in un verso o nell'altro. Ottimisti di una rottura a rialzo nella giornata di oggi, il segnale è long alla rottura di 15250 confermata 15' (e volendo essere aggressivi pure per lunghi 5 minuti) mentre è short sotto 14700 (scenario oggi poco probabile).

 

In questi ultimi giorni abbiamo ho preferito segnali long sui titoli a bassa capitalizzazione che solitamente anticipano le dinamiche del mercato, sia a rialzo e sia a ribasso, e ieri sono già entrati 2 segnali long mentre 1 è già passato in WIN (Trevi). L'operatività suggerita è aggressiva ossia senza attesa del close, quindi in intraday, ma per chi vuole essere "cauto" è bene aspettare il close a meno che non si chiuda con +7% perchè il trade diventa automaticamente di posizione visti i livelli di stop indicati su ingressi all'apertura di oggi.  Resta evidente che la vera partita si giocherà su i big 4 (ENI, UC, ISP, ENEL) e su tutti gli altri bancari molti dei quali devono eseguire delle ricoperture od attuare segnali di forza con denaro fresco (es ENI over 13.80/14.00). In questo caso vale la pena mettersi long su ETF con trade di posizione a stop intraday sotto 14700.

 

posted on 06:48   link   . . . . .  up

 

Milano Spacca ma lo scenario è Bull-Trap

31 August, 2011

Chiudiamo questo mese di Agosto con un momento di sollievo come quando tira un filo di vento durante un'afa metropolitana.

 

Spacca finalmente FTSE/MIB e con lui tutti gli indici europei in un clima di ritrovata fiducia dopo 4 dati in croce, che veri o finti che siano, aprono un po di speranza sulle prosettive future, diciamo un "meno peggio" del previsto. Molto bene il titolo ENI, raramente forte con intraday da oltre +4%, che solleva decisamente il paniere vista la sua forza relativa contro i bancari, taluni in rosso come ISP, e supportato dalle retrovie su altri industriali ciclici come il gruppo FIAT. ENI supera inoltre il suo livello 13.8/9 (cfr blog precedenti) ed anticipa lo scatto finale del mercato, a mio avviso anche su un timeframe più lungo.  

Lo scenario di questi giorni è in figura in grafico BB 15 minuti e si nota la giornata di oggi ben predetta dai comportamenti su BB senza mai generare un segnale di reverse in mattinata, confermando la buona impostazione sul test della middle dopo pranzo e generano un segnale inversivo (ovviamente è micro trend) solo nel tardo pomeriggio sull'esagerazione agli ennesimi dati macro con un entro banda che fagocita l'open della precedente. Al di là di questo intraday boom il mercato ha tutti i connotati di una bull-trap fatta ad ok per raccogliere pesci nella rete " a cintura", appena tornati dalle ferie. Solo closed over 16950-17100 saranno segnale di vera forza e S&P500 già raggiunge il suo tetto (fan bull) in area 1231 oltre la quale c'è un bel segnaccio rosso (fan bear); probabilmente abbasserà la testa al toro che si svilupperò in caso di recupero della fan bull. Difficile dire quanto durerà in USA ed in america, tecnicamente lo sarà quando i pesci saranno grandi abbastanza e/o in numero sufficiente a fare cassa, allora si chiuderà la cinta, ma fino allora noi restiamo a pasturare cercando di saltare la rete o di eluderla sdraiati sul fianco come fa la spigola. Elementi di timing metafisico adesso non li riscontro ma guardando i level cerceremo di vederli a posteriori cercando un trend-follow immediato.

 

L'operatività ha visto acquisto ENI al momento della stella verde (nessun segnale su indice) e ci vede in bel gain percentuale vista la leva. Sell inoltre delle posizioni long FTSE/MIB in area 15500, un po per ansia da performance, un po per allegerire tutte le posizioni long, perdendo comunque 100 punti di upsize residuo - ma avevamo fatto comunque bella strada considerando il recupero di tutto il portafoglietto. Direi che va bene. Ciao

 

 

 

posted on 17:50   link   . . . . .  up

 

Aggiornamento Posizioni (24 Agosto 2011)

24 August, 2011

Ieri sera abbiamo trovato eseguita la vendita delle posizioni short secondo quanto indicato sotto. Stamattina abbiamo chiuso in apertura la posizione long su ETF a 14.92

Entreremo nuovamente long sulla forza od in area 14000 punti.

 

 

posted on 09:08   link   . . . . .  up

 

Commento del 23 Agosto 2011

23 August, 2011

Anche oggi chiudiamo qui per ANGOSCIA da caldo, ribasso da mercati finanziari e soprattutto altro...

 

Non regge nemmeno il mercato in una seduta caratterizzata da volatilità, con apertura in forza e poi continua flessione. Dinamica ben descritta dai livelli operativi indicati qui di sotto, con un massimo intraday a 15213, lungo supporto in area 14830 rotto il quale il mercato piomba in area 14600 (al momento). Dati macro a macchie di leopardo ma forse il dato più importante (indice ZEW), negativo, ha buttato benzina sul fuoco.

Ci rincresce vedere il mercato in questo stato ma era la scorsa settimana che doveva performare, secondo la nostra vision ciclica, ed infatti fra ieri ed oggi ha realizzato una configurazione di doppio massimo in linea al timing S9T sul mercato italiano (mentre per S&P500 rimane qualche giorno ancora). Per questo fummo parecchio sconfortati, la scorsa settimana, perchè avremmo voluto vedere area 16800/17100 per vendere un po di posizioni long in profitto e mettersi short in logica di copertura delle posizioni rimanenti. Non siamo riusciti a fare più di 16000 punti in un timing favorevole...

 

L'operatività ha visto acquisto di posizioni long su FTSE/MIB a mezzo ETF Lyxor in area 14700, mentre è ancora ineseguito l'ordine di vendita del minishort in area 14540 fair value. Se qualcuno si domanda perchè comprare in uno scenario di questo tipo la risposta è semplice: quando il mercato scende si compra, quando sale si vende. E basta.

 

 

 

posted on 15:46   link   . . . . .  up

 

Strategia FTSEMib per il 23 Agosto

23 August, 2011

Seguirò la prima mezzora per poi ritornare sul pezzo nel primo pomeriggio.

In aggiunta ai segnali dati sul privè per la giornata di oggi, visto un future S&P500 ben positivo, per l'indice italiano operererò/opererei come segue:

  • short (per me è mantenimento delle posizioni prese ieri) al cedimento di 14830/20 con primo target area 14500.
  • short su nuovo fallimento di rottura timeframe 30' del nostro level 15220/50
  • long su tenuta in open dei 14830 con primo target 15000/100 (resistenza S9P)
  • long su break confermato 15' di area 15300/200 (supporto S9P)

 

Buon divertimento

 

posted on 07:57   link   . . . . .  up

 

Meglio un +3% che un -4%

22 August, 2011

Chiudo qui la giornata borsistica perchè la giornata è troppo calda per il mio fisico e urge ubicarsi in luogo fresco (mare).

 

Sembra strano il titolo del post ma non siamo soddisfatti dell'andamento del mercato, mercato che oggi è bello pimpante sulla scia del discorso della Libia  e con ENI letteralmente esplosa (oltre +9%) per via dello sblocco di quel  mercato che vale il 13% del suo fatturato. Lasciamo ad altri i commenti sulle ragioni del rialzone, accompagnato comunque da una bear trap in apertura. Non sono soddisfatto, dicevo, perchè non si supera il livello di ricopertura short  che secondo miei conti, dati al commento generale, avrebbe dovuto essere area 15227. Abbiamo avuto uno spike durato solo qualche secondo in area 15237. Non siamo quindi soddisfatti quantunque il timing S9T  è favorevole per un altro po di giorni (poi infatti torna la gente e chi si azzarda a comprare verrà fulminato) e quantunque non è detto che venga violato nelle prossime sedute/ore. Per adesso è solo una speranza. Coltiverei questa speranza solo se il mercato non torna sotto i 14876 nelle prossime ore/giorni di borsa.

 

Aperta piccolissima posizione short su indice proprio in area 15227 a mezzo leverage certificate. Ci rende meno difficile chiudere il TOL con il portafoglio tutto long già dai primi di agosto.

 

Buon calvario a chi soffre il caldo !

 

posted on 15:48   link   . . . . .  up

 

Si chiude in debolezza

19 August, 2011

Poco da dire sulla giornata di oggi. Ho seguito il mercato nel primo pomeriggio. L'apertura e' stata nuovamente in aggressione ribassista, i soliti 15-30 minuti di vendite feroci e i giochi sono stati fatti. Non ci aspettavamo nulla di diverso, anzi se vogliamo ci ha sorpreso il tentativo di recupero nelle due gambe pomeridiane.
L'America attualmente galleggia ma non promette nulla di buono. La speranza e' appesa al suo Gann Level da tenere intraday.
Rimando tutte le considerazioni al commento del WE, dove faremo l'analisi dello scenario; indipendentemente da tutto comprare sui disastri non e' mai sbagliato se fatto con intelligenza (piramidalmente e su certi livelli) e su prodotti eterni.

 

posted on 18:38   link   . . . . .  up

 

Sotto 19090: tutto da rifare

18 August, 2011

Non ci aspettavamo una giornata così fortemente negativa: Europa tutta sotto al -5%, America per adesso a oltre -4%, nuova dinamica da "sprofondo rosso" dopo che il -3% della mattinata non era stato recuperato. FTSE/MIB fa peggio degli altri mercati, con bancari da "-10 e fischia" ma anche settori industriali ben bersagliati dalle vendite. Pauroso sell-off nel pomeriggio sulla scia dei dati macro USA nient'affatto belli che si sommavano a quelli della zona euro.

 

Nei fatti si è perso il pattern bullish iniziato in area 14199, giorni orsono, che ci aveva regalato quasi 2000 punti di rialzo. Per noi area 19090 era critica e di fatti perso questo livello, ore 16, il mercato fa una specie di gap-down intraday fino ad arrivare ad un Gann Level, il 19, pari a 14876 proprio quando S&P500 fa il suo più vicino, 1034. Entrambi gli indici oggi hanno perso 2 Gann Level ma sul secondo si è avuta una reazione che però (lo dico con dispiacere) non ha superato livelli di ricoperatura (15106 FTSE/MIB) ed il mercato è tornato a scendere. Resta la speranza che i Gann Level resistano, se non lo faranno sarà un vero problema. Eravamo di vision positiva fino alla prossima settimana, ma purtroppo questo close smentisce un pò tutto anche perchè abbiamo un setup del III mercoledì del mese (S&P500) che è negativo. Non è mai bene pensare troppo in negativo ma dobbiamo prendere atto che è tutto da rifare e se non ci sono spike intraday da 300-400 punti sono tutte prese in giro per chi va cercando i minimi nell'intorno di quelli già fatti. Meglio quindi operare sui livelli di ricopertura per chi avesse proprio desiderio di fare un trade long. Non è sicuramente colpa mia se il mercato oggi ha spaccato la quota di riferimento. Noi ci abbiamo creduto.

 

L'operatività ha visto attività nel pomeriggio con 2 trade chiusi - pomeriggio sottratto al mare dopo che stamattina la pesca ha consegnato, tra l'altro, un bel cefalone da oltre 1 Kg e me ne ha negati ben 2 più grandi che si sono slamati dalla fiocina e lettaralmente scomparsi - mi dispiace per loro).

Il primo trade in 2 fasi sulla posizione short FTSE/MIB la prima vendita in area 19300 la seconda a 19150 nei pressi del nostro livello "bottom" dal quale il mercato si era temporaneamente sollevato (min 19120). Di sotto l'eseguito, non c'è affatto da vantarsene visto che il mercato è sceso poi di altri 300 punti andando sul Gann Level e ricoprendo a 15100. Il secondo trade è in effetti un nuovo acquisto di ISP: raddoppiavo i pezzi a 1.20. Andranno in eridità a mio figlio che le venderà a 10 euro l'una. 

 

Non so se domani valga la pena seguire il mercato per riunciare ad una giornata di vita visto che non c'è tanto contante destinato ad essere sciupato.

Mi scuso in anticipo se mancherò dal WEB.

 

Gentile Cliente,
con la presente Le comunichiamo l'esecuzione dell'ordine N. 20110818211864.

- Strumento: RBSFTMIBSLMS19000AB18620E310321 - NL0009861863
- Operazione: Vendita
- Quantità/Valore Nominale: 500
- Quantità/Valore Nominale eseguiti: 500
- Prezzo limite: 0.38
- Prezzo esecuzione: 0.38
- Data esecuzione: 18/08/2011 15:16:24.

 

posted on 17:52   link   . . . . .  up

 

Oggi bene sui 16000 punti

17 August, 2011

Commento da dispositivo mobile e quindi in breve.
Mercati a rialzo dopo nuova apertura tentennante. Giorni fa' le cose erano inverse, si apriva in forza (coperture e bull trap) e poi si sprofondava. Adesso le cose sono speculari e questo e' di buon auspicio in linea alla nostra vision di timing sul mercato.
?on ci e' piaciuto pero' il massimo (intraday) di SP500 sul Gann level 1207, aspetto che ci ha suggerito alle ore 16 di mettere in vendita i nostri pezzi long FTSEMIB (ordine che ho trovato eseguito a 16050 fair value) sospettando che domani si apra nuovamente in debolezza per poi finalmente vincere l'area 16000 punti per fare rotta al nostro target. rimarrei quindi di impostazione long con trade di posizione, modalità' sempre di sofferenza perché se non si soffre prima, comprando prima che il mercato giri,  si deve soffire dopo .... come giusto che sia. 
Sell quindi al massimo di giornata del nostro minilong e se domani apre in Gap up raddoppiamo i pezzi rispetto alle posizioni short. se flette allora abbiamo fatto bingo!

 

posted on 17:49   link   . . . . .  up

 

Commento del 16 Agosto

16 August, 2011

Largo anticipo del commento del close.

Giornata negativa dopo tanta corsa a rialzo; obiettivamente la flessione ci sta tutta anche nella razionalità delle "prese di beneficio" anche se i -10% e passa sui settore eneretico (Terna, SNAM ma anche male ENI ed ENEL) appaiano come brutto segnale considerando la dinamica di rotazione del paniere. Adesso si risparmia il settore bancario aggrendendo appunto quello energetico smorzando pericolosamente il rimbalzo dell'indice, ovvero ricoprendo da un lato le posizioni short sui bancari ed iniziando a menare altrove. Quando poi i dati macro non sono belli è facile trovare campo libero.

Tuttavia prima di fasciarsi la testa dovremo considerare un close FTSE/MIB inferiore alla quota ben indicata nel privè; altresi mercoledì potrebbe attuarsi un setup del III mercoledì del mese che sia buono consignandoci il nostro Target Price rialzista da qui a fine mese (sempre indicato al privè) come massima estensione di questa gamba. Manterrei quindi un atteggiamento positivo visto che la quota è ancora integra ossia trade di posizione.

 

L'operatività ha visto apertura di posizione short su indice (hedging di portafoglio) in area 15730 con target 17450 a mezzo nuovi certificati leverafage RBS, certificati dichiarati emessi il giorno 5 sul sito dell'emittente quando sappiamo che giovedì e venerdì non c'era una ceppa (oltre ETF) per cavalcare il rialzone. Non pensate di aver visto male... i certificati non c'erano. Abbiamo poi congelato il profitto con apertura di posizione long anche se vista la composizione del portafoglio ci saremmo potuti risparmiare lo straddle e portare in cassa il profitto.  Vedremo come muoverci, siamo nelle condizioni di far un 1-2 sell-sell in profitto in una sola giornata.

 

***

C'è una missione nella mia vita che con tutta probabilità mi toglierà tempo, "testa" e denaro nei prossimi mesi. E' la missione per cui probabilmente sono ancora al mondo dopo aver rischiato di uscire di scena per tanti anni. E' la missione di mio figlio, questo bambino così libero, così bello, così generoso, pieno di voglia di fare, di scoprire, di conoscere. Un'anima nera vuole togliermelo e distruggere tutto quanto fatto, nella propria pazzia e nel nome della ripicca e dell'infamità. Ho combattuto per lunghi 6 anni, gestendo quello che era un problema. Adesso siamo di fronte ad una grave minaccia. Combatterò ancora per salvarti. Non ti abbandonerò mai.

Papà.

 

 

 

posted on 15:09   link   . . . . .  up

 

Statistiche Signaling (15 Agosto 2011)

16 August, 2011

Qui di lato il resoconto dell'ultimo mese (dal 15 luglio al 15 agosto) e quello annuale.

 

Bene l'ultimo periodo con un rapporto WIN/LOST pari a 3:1, anche migliorabile se i 3 long Pending  dati l'altra settimana (Fortis, FIAT e Biancamano)andranno in porto nei prossimi giorni. E forse se avessi impostato livelli di stop loss leggermente più larghi, per i segnali dati sempre nella scorsa settimana, avremmo fatto ancora meglio. A posteriori però è facile aver ragione.

 

Annualmente rimago sotto il livello di "aspire" (3:1) pagando il prezzo degli errori fatti dopo il nostro target price di 19000 punti di giugno, quando perdemmo la fan bull 1x8 degenerando come abbiam visto. Sono stati esiti in loss relativi a segnali long dati su indice e vari bancari italiani, non credendo appunto che il pattern bullish del 2009 morisse in questo modo così violento senza opporre adeguate resistenze. Dovevam essere più "grigi" nella nostra valutazione, ossia considerare i fatti.

 

Certe volte il mio modo di costruire segnaling può sembrare troppo aggressivo ma è proprio in questo modo che si fanno i trade migliori. Ad esempio siamo entrati long sull'indice in area 14350 a mezzo ETF (ben segnalo sul privè) e senza troppa enfasi ci siam fatti oltre 1500 punti di indice in 2 giorni di borsa (il 10% dell'indice): adesso che si è generato un segnale long di Analisi Tecnica, da trattare con trade di posizione, il profitto ottenibile è comunque meno importante giacchè il movimento di rimbalzo ha già percorso 2/3 della strada. Molti hanno dato long al close del venerdì e molti lo daranno oggi: non era meglio forse mettersi long sui livelli "Nightmare" con operatività senza stop loss a mezzo di prodotti "cassettabili" ?

 

posted on 08:39   link   . . . . .  up

 

Buon Ferragosto 2011

12 August, 2011

Buon Ferragosto a chi ha combattuto come me in questo inizio mese. Siamo andati alla grande soprattutto oggi con la vendita dei pezzi rimanenti su ETF e con quelli di BMPS dove il profitto e' stato comunque striminzito. Con riferimento al log di ieri ore 15 avevamo letto correttamente il movimento sia per quanto detto dia perché' si era superato un livello di ricopertura short sia perche' la nostra inversione di timing ha tardato un po ma doveva arrivare. Ce le godremo con qualche soldino in più mentre chi non ha osato da buon democristino e' rimasto a mani vuote... Auguri compagni combattenti!!

Buon ferragosto anche al nostro mercato con la speranza che i prossimi 15 gg siano forti a tal punto da recuperare la linea della vita da cui e' partito tutto il movimento nightmare. Molto importante questo livello per continuare a sognare. 

 

posted on 17:50   link   . . . . .  up

 

Aggiornamento 12 agosto

12 August, 2011

Oggi non ho potuto aggiornare il privè e seguire l'open. Me ne scuso.

Lo scenario sembra notevolmente migliorato.

Ieri sera intanto, via Mobile, ci siamo portati a casa 1/3 delle posizioni long in essere su FTSE/MIB a mezzo ETF. Abbiamo impostato ordini di vendita dei rimanenti 2/3 su determinati livelli. Speriamo di venderli tutti e poi di proseguire con tutti gli altri titoli che ci siamo comprati in questo periodo. Inizando da BMPS a 0.47.

Ciao

 

 

 

posted on 09:37   link   . . . . .  up

 

Come nel Marzo del 2009 ?

11 August, 2011

Anche oggi salterò il commento al close per godermi un pomeriggio al mare.  Come considerazione relativamente personale sono razionamente rassegnato, senza influenza alcuna di depressione, ad un futuro peggiore di quelli che sono stati i miei "primi" 40 anni. Belli gli anno '80 quando giravamo spensierati fra i locali Jazz romani con 50 sacchi nel portafoglio ! Lo scenario socio-economico attuale è terribile e le prospettive non solo affatto rosee, anche l'aspetto familiare peggiora con il passar del tempo, con eventi sempre più gravi e purtroppo ingestibili per chi ama i propri figli più della propria vita. Quando è arrivato il nostro turno a dover raccogliere per quanto seminato e per quanto lavorato nella vita (siamo stati eroici più che stacanovisti !) sono venute le grandi crisi a taglierci il nostro momento, che avevamo aspettato con serietà, con costanza, con pazienza, con fiducia.

 

Venendo ai mercati nel blog del 9 agosto ore 7:33 avevamo indicato una serie di livelli dove il mercato poteva invertire, prima di una potenziale configurazione di doppio minimo (FTSE/MIB 12300) a cui non credevamo e non crediamo ancora. Dopo che ieri ha funzionato almeno parzialmente il primo livello di supporto importante S9P, oggi colpilto un secondo livello (stop ultimo minilong RBS) e sfiorato l'ultimo supporto importante, quello dei 14100 con un minimo (per adesso) di 14199. Come nel marzo del 2009 prima che il mercato ripartisse furono annientati tutti i prodotti a leva RBS; al tempo il sell-off durò un mese intero (parlo a memoria) e tutti i certificati furono cancellati prima che il mercato ripartisse. Ricordo benissimo che fui uno di quelli che comprò fino all'ultimo minilong vedendone sistematicamente gli stop, con un prezzo salatissimo, prima che il mercato ripartisse per fare un 100% di performance. Se avessimo comprato titoli avremmo fatto i soldi e questo lo abbiamo imparato bene.  Oggi siamo nello stesso scenario, numericamente sopra quei minimi, ma con ricapitalizzazioni molto importanti che forse ci portano ben sotto ai 12300 come distruzione di ricchezza.

 

Anche oggi ho eseguito un ingresso long (l'ultimo - sono finiti i soldi che avevo lasciato per area 14100), e stavolta siamo entrati ben pesati su ETF FTSE/MIB Lyxor a 14.35 ossia a 14350 FTSE/MIB livello di stop del citato certificato. Nella speranza che la  storia si ripeta (ma non è mai buona prassi essere appesi alle speranze) ho fatto quello che dovevo e closed over 14703 saranno il segnale che si è superata una copertura da short e che ci sarà almeno un rimbalzo molto consistente.

 

Resta il rammarico di avere perso un trend di -5000 punti di indice, dalla perdita della fan bull 1x8, e di non aver osato short in questi giorni sui sistematici movimenti di bull trap di apertura, tutti con un successivo ripiego di -1000 punti circa. C'era da tirar fuori bei soldini... Ma è da lunedì che siamo Long permanenti sul mercato. E' andata così e non è giusto ragionare a posteriori. 

 

posted on 15:19   link   . . . . .  up

 

Aggiornamento 10 Agosto

10 August, 2011

Salterò il commento al close.

 

Il mercato non riparte, avevamo pazientato dall'inizio di settimana ed adesso abbiamo fatto il giro di boa (settimanale) e siamo sempre sotto botta. Il reverse atteso, peraltro confermato stamattina, non c'è manco un pochettino. Inoltre il nostro mercato minaccia una configurazione di doppio minimo di AT, cosa che marca malissimo perchè, come noto, non crediamo a queste configurazioni, anzi solitamente le interpretiamo al contrario della letturatura di trading.

Anche oggi stesso copione su FTSE/MIB, apertura a rialzo, addirittura in gap-up sulla notizia americana dei tassi e Quantitative Easing (+4% closed S&P500) ma poi riprende, inesorabile, il processo di vendita e di shorting.

Sotto 15200 intraday  confermato 15 minuti, ci aspettiamo un close ferocemente ribassista, area 14800 come minimo. Nulla può far cambiare le sorti del mercato se tutti stanno dalla parte della lettera e nessuno chi è liquido aspetta la tragedia...  

 

In apertura ci siam liberati di STM che stentava ad esplodere, quantunque 4.47 rimanga attualmente inviolato e il titolo possa rappresentare un buon investimento cassettista. Ci siamo ripagati le commissioni e quattro pizzette rosse - evitando di passare in stop loss o di rimanere impiccati (la seconda perchè vendo solo in profitto). In area 15300, non essendoci MM sull'ultimo minilong, ho proceduto ad acquisto di Banca MPS a prezzo 0.44 per azione.  Numero spartiacque essendo a matrice 11.

Siamo davvero stanchi di questo mercato shock, ma non c'è altra soluzione che continuare a comprare. Ribadisco il concetto che in tempo di crisi e di mancanza di liquidità tutto è destinato a scendere, anche l'oro, anche gli alimenti. Se metti i soldi in banca passa lo stato e te li prende, se compri i BOT non te li ripagano, se nascondi i soldi a casa allora entrano i ladri e ti li rubano tutti; ma se compri i titoli rimangono lì è nessuno te li può levare, sperando che venga un futuro migliore, quello che molti di noi si meritano - dannazzione !

 

posted on 15:06   link   . . . . .  up

 

Fino a prova contraria

09 August, 2011

Ancora una giornata di forte volatilità sui mercati anche se nel pomeriggio i 1000 punti di ampiezza di Bollinger Band 15 minuti diminuiscono a circa 400.

Nei fatti si apre in forza, a sorpresa visto il close americano di ieri sera, ancora una volta con denaro sui bancari per poi cedere il passo entro i primi 30' dall'apertura a nuovi flussi di vendita. All'asta di chiusura il mercato zompa in avanti di 100 punti circa e contestualmente Unicredit recupera 1.058 titolo e livello che in questo periodo anticipa i movimenti del mercato. Per quanto riguarda la dinamica intraday si precisa che sono diversi giorni che il mercato ha questo comportamento "simil bull trap", ovvero credo sia derivato da chiusure (parziali) di posizioni short sui bancari, quasi a significare che chi manipola e specula a ribasso inizia a "vivere alla giornata" perchè  ormai la pressione mediatica è al massimo e iniziano a mancare quegli eventi speculativi sempre più forti dei precedenti, da dopo la "storica decisione" del default americano, tali da giustificare nuove vendite e nuovi minimi.

 

La giornata segna comunque un nuovo minimo e nemmeno si può pensare di ingaggiare battaglia in modalità "serie delle perdite" o "martignala" che voglia chiamarsi perchè ci sono stati close positivi nel lungo trend ribassista iniziato diversi giorni fa. Dunque aspetteremo la violazione di un livello per entrare long con prodotti a leva. Fino a prova contraria il mercato è short, si deve ragionare così - io ritengo. Al tempo stesso alla prima prova, il primo segnale, bisogna chiudersi le orecchie e procedere in acquisto perchè quando si ricopriranno le posizioni short il rimbalzo sarà corposo, giornate di +10% su tutti i titoli del paniere. Senza pensare a quello che potrebbe accadere se oltre la chisura degli short iniziassero gli acquisti veri.

 

Sfortunati oggi nell'operatività anche se ho dato, come mio dovere, la precedenza a mio figlio ed alle sue esigenze di bambino. Non esistono deroghe nè compromessi ! Chiudevo quindi il tol proprio 5' dopo l'open immettendo un ordine short a 16110 FTSE/MIB, considerando un livello di ricopertura calcolato a 16160. Il mercato parte a razzo, in mia assenza, tocca 16071 e poi crolla di circa 1000 punti durante la mattinata. Da mobile constatavo il tutto, questo è quanto, un altro trade perduto.

Entrà però il secondo ordine, l'acquisto di STM a 4.47, dopo tanti segnali con esito "NA - Non Applicabile" dati sul privè in questi giorni. Close a +2.4%, fra i migliori del settore cicliclo, molto meglio della gemella Finmeccanica.

 

posted on 17:50   link   . . . . .  up

 

Scenario 9 Agosto 2011

09 August, 2011

Nella figura a lato lo scenario che si paventa stamattina con un future S&P500 a -2.43% dopo il feroce -6.66% closed di ieri sera. Ben visibile (a scopo didattico) la dinamica di perdita della MM200 e soprattutto la dinamica delle fan, con primo crollo sulla fan bull alla perdita della fan bear 1x8 (e mancato recupero) e nuovo crollo alla perdita della stessa fan bull 1x8, dopo candle dojy del venerdì sera che aveva contestualmente segnato una mancata riconquista di questa linea di salvezza. Oscillatori BB(20,2) su grafico daily e weekly letteralmente annientati da ipervenduto / trend bear, mentre su mensile siamo ancora nella "norma" con BBinferiore transita a 986

Il cambio di quadrante fan ha portato l'indice in una zona con target 950 a fine Agosto, scenario già indicato al commento del weekend e che nonostante tutto anche stamattina non ritengo verosimile. 

 

Per quanto riguarda il nostro mercato mi sento di dare delle indicazioni numerologiche come mio personale contributo alla comunità fabiolongo.com; ieri pomeriggio/sera, infatti, ben 5 amici mi hanno cercato per una chiacchierata, fortemente disperati e visibilmente depressi dallo scenario intraday americano; fra questi spicca un considerazione davvero emblematica "ho paura che siamo di fronte alla fine dei mercati finanziari e del capitalismo". La perdita della linea della vita ha avuto questi effetti sullo scenario tecnico-psicologico e quindi potrebbe essere arrivato il momento su cui cercare un punto di reverse; prima dei 12300 punti FTSE/MIB e lo andrei a cercare, anche oggi, fra questi numeri:

 

      • 15300/200 (S9P)
      • 14876 (Gann Level 19)
      • 14700/600 (S9P - I supporto importante)
      • 14352 (stop ultimo minilong)
      • 14100/00 (S9P - II supporto importante)
      • 14093 (Gann Level 18)
      • 13500/450 (S9P)
      • 13310 (Gann Level 17)
      • 13100/050 (S9P)
      • 12700/650 (S9P)
      • 12527 (Gann Level 16)

 

Rammento che non credo ai doppi minimi di AT pertanto se andremo giù fino a 12300 è molto probabile che continueremo fino agli 11000 punti, livello mai visto dal mercato e sul quale abbiamo costruito il nostro S9P FTSE/MIB dopo i minimi del 2009. Fino ad oggi ha funzionato ottimamente e come tutte le cose nella vita prima o poi dovrà morire anche lui. Comunque coraggio che forse ci siamo.

 

posted on 07:33   link   . . . . .  up

 

Ancora sotto botta

08 August, 2011

Breve commento da dispositivo mobile oggi per via di impegni ''familiari''.
La prima mezz'ora era stata davvero sorprendente e andava prefigurando una bella giornata, con quell'open in forza che francamente non ci aspettavamo per nulla. Purtroppo si e' esaurito ben presto il flusso di denaro in mera copertura da short sui bancari, copertura comunque parziale e che ha spiegato il +5% del listino. Abbiamo fatto bene a liberarci almeno dei pezzi UC presi il venerdi'.
Lo scenario rimane ancora negativo ma stamattina parlavamo di giornata di tolleranza e quindi il cose di domani sara' comunque un segnale sul mercato. Quello che marca male e che' non si e' superata, nell'euforia, la linea della vita, il massimo di 16800 la dice tutta. E' pur vero che sarebbe gia' un grande successo non vedere nuovi minimi in questo scenario catastrofista, dove ogni stronzo di turno vede i minimi del 2009 nel mirino, e quindi ci accontenteremmo di poco per continuare a sperare che il nostro timing bull funzioni prendendo profitto dal forecast. E in ogni caso su determinati livelli continueremo a comprare perché' non c'e' altro da fare... Long bancari fino all'inferno!!

 

posted on 17:58   link   . . . . .  up

 

Flash *** Sell 500 UC

08 August, 2011

Di ritorno per il pranzo ho trovato eseguiti questi 500 pezzi comprati venerdì sera a 1.058. Massimo intraday 1.153.

Tutti i commenti al close.

 

Gentile Cliente,
con la presente Le comunichiamo l'esecuzione dell'ordine N. 20110808204415.

- Strumento: UNICREDIT - IT0000064854
- Operazione: Vendita
- Quantità/Valore Nominale: 500
- Quantità/Valore Nominale eseguiti: 227
- Prezzo limite: 1.148
- Prezzo esecuzione: 1.1480
- Data esecuzione: 08/08/2011 09:29:30.

 

posted on 14:04   link   . . . . .  up

 

8 Agosto: situazione pessima

08 August, 2011

Stamattina la situazione dei future americani si presenta nuovamente pessima; nel weekend sapevamo del downgrade del debito USA (avvenuto nella notte di sabato) ma eravamo fiduciosi che il mercato l'avesse già scontato. Non sembra così. Così come avevamo volutamente trascurato, con ottimismo, il mancato recupero delle "linee di salvezza" (cfr. post sotto)  su FTSE/MIB (linea della vita) e S&P500 (fan 1x8) anche perchè le perdite non erano nettissime.

Questo scenario invece è quello che la vita ci vuol dare, in questo momento.

 

Nel PT ho indicato delle quote di ingresso long sul mercato FTSE/MIB. In generale, inoltre, quando i mercati scendono da così tanto tempo ed in modo così violento non è affatto da stupidi mettere mano su qualche titolo. Ci aspettiamo un'apertura a -4% con successivi affondi ad oltre -6%. Se del caso tenteremo qualche trade long di tipo mordi e fuggi intraday. Vedremo poi martedì sera come saremo messi, dobbiamo tollerare anche questa giornata visto che la scadenza dei timing bear era nel weekend.

 

posted on 07:03   link   . . . . .  up

 

Armistizio o minimo ?

05 August, 2011

Giornata memorabile sui mercati finanziari in ennessima apertura Nightmare per il settore europeo. Mi è piaciuto molto un articolo che ho letto nelle news di Sella sul fatto che è in corsa una vera e propria guerra contro l'Italia, forse capeggiata dai Tedeschi (e dai Francesi), per il controllo di questo paese. Parlavamo di guerra anche noi di fabiolongo.com e nei fatti si è passata così questa lunga settimana.

Dopo un netto capovolgimento di fronte, iniziato ben presto dopo l'open e coronato sui dati macro, che è andato oltre primi livelli di ricopertura e che ha spinto l'indice in terrirorio positivo, si chiude in negativo e sotto le nostre linee di "salvezza", incluso lo S&P500 per le sue quotazioni attuali. Leggeremo al close USA ma non credo ci sia molto da fare.

Si rimane tuttavia sopra un potenziale livello "di scrollo long" su FTSE/MIB qualora quello fatto a 15472 in intraday sia il minimo. La speranza è che ci sia un armistizio, scenario confortato dalla scadenza della nostra impianstistica di timing S9T che prediceva fase bear (in concomitanza Italia/USA e che non credevamo manifestarsi a magnitudo 10) e che ora predice reverse bullish, appunto senza bisogno di avere un setup. Non ci aspettiamo che già la settimana prossima regali grandi risultati, per via del Ferragosto in arrivo, e ci acconteneteremmo di vedere il mercato consolidare questo minimo, non scendere mai oltre 15950, fare punte over 16500, ridurre volatilità e camminare in trend.

 

L'operatività è stata drammatica anche se ero preparato al peggio. Credetemi se vi dico che ero pronto a comprare long ed a vendere short e credetemi pure che NON SONO RIUSCITO a comprare un cacchio. Nella figura di sotto lo stato del mio TOL alle 9:12, scenario durato per circa 1 ora e mezza (tempo estenuante !!):

  • i minishort in mio possesso sarebbero stati prezzati 300 punti in meno ...
  • il minilong (ultimo moicano) sarebbe stato prezzato 250 punti in più... quindi non potevo nemmeno fare freeze degli short in attesa che ritornasse il fair value;
  • Unicredit (e ISP) sospesa qualche tick sopra nostro ordine di acquisito (0.97) - Impressionante minimo a 0.971 !  Sul privè avevamo indicato buy a 0.99/0.98 ma volevamo far meglio della perfezione per chissà quale ragione. Quando riapriva il -6% era già un +4% e non ci siam sentiti di entrare con un gap del 10%, lasciando quindi un ordine a 1.03 per tutto il giorno, poi comprandone una parte a 1.058 poco prima del close.

 

Diverso era operare con un derivato, che è stato sempre disponibile, ma non possiamo ancora utilizzare questo strumento. Speriamo che l'America tenga e troveremo il modo di farci rispettare. Chiuse comunque le posizioni short nel pomeriggio a 15960. Portafoglio tutto long senza leva e senza hedging. Vedremo il da farsi in funzione del close USA che sta incrementando le perdite rispetto al close Euro.

 

Buon WE.

 

 

 

 

posted on 18:00   link   . . . . .  up

 

Aggiornamento Scenario 5 Agosto - Guerra e Morte

05 August, 2011

L'ultima ora dei mercati euro ed il pomeriggio americano hanno evoluto in modo drammatico lo scenario che avevo descritto sotto. Non è sicuramente colpa nostra e purtroppo bisogna saper accettare tutto quello che viene dai mercati; nessuno di noi (e non credo nemmeno l'uomo più ricco del mondo) è in grado di constrare queste dinamiche, piuttosto si tratta di saper sfruttarle tramutandole a proprio favore. In questo senso almeno io ho perso una grande opportunità sul mercato, quella di calvalcare circa 3000 punti a ribasso (FTSE/MIB) in soli 4 giorni, evento decisamente raro. Vedremo di rifarci già dalla giornata di oggi se le condizioni lo permetteranno.

 

Qui di sotto lo scenario dei 3 indici sempre con gli stessi grafici daily con evidenza di BB e linee metafisiche major, aggiornati al close di ieri sera. Parlare di clamoroso ipervenduto e di sell-off è poco, piuttosto dovremmo usare parole come Guerra e Morte.

  • S&P500 non ha recuperato la fan (che ci auguravamo facesse dopo 7 giorni di ribasso) ed è piombato sulla bullish a supporto, con un pericoloso close al di sotto.
  • DAX  ha avuto la stessa dinamica ma la sua fan bull è ancora più sotto...
  • Il nostro mercatone non delude mai in quanto a ribassi e spacca ogni livello di supporto.

Resta evidente che tale dinamica di distruzione dovrà subire, prima o poi, una parziale compensazione con rialzi "furibondi": non sarebbe sbagliato, oggi, in questo scenario, operare a ribasso (incredibile !) ma con tutta probabilità al più lunedì assisteremo ad un minimo relativo e quindi sarei più propenso ad operatività long  - a mezzo prodotti esenti stop e scandenza ossia titoli ed ETF. Per i più coraggiosi c'è l'ultimo Minilong RBS, il cui stop sarà un netto segnale long da sfruttare con posizioni a mezzo titoli ENI, ENEL, UC e ISP.

 

 

 

 

posted on 07:16   link   . . . . .  up

 

Daje Italia !

04 August, 2011

Al di là delle considerazioni tecniche che seguono oggi come Italiano sono rimasto seriamente offeso. Vedere come il mercato ha trattato le nostre aziende e lo stato stesso (Btp), nel pomeriggio, in area 17400 FTSE/MIB, mi ha davvero colpito quasi portandomi al pianto. Tutta questa storia sta impoverendo ulteriormente il paese, gia decisamente precario perchè mal governato da decenni (e ormai sinonimo di ladri, di mafia e di bunga-bunga) ma ora bersagliato anche da forze esterne difficilmente governabili dagli Italiani stessi. Non c'è proprio da stare allegri ed in questi scenari si rinvogirsce quel mio forte senso di patriottismo e di grande amore per il paese: abbiamo scritto la storia dai romani in poi (altro che gli americani) come poeti, navigatori, scienziati, artisti, abbiamo delle terre fantastiche come nessun altro posto al mondo puo vantare (la Sicilia ed il lungomare di Anzio pieno di polpi, gronchi e spigole); oggi le nostre aziende sono delle belle realtà che fanno profitto in condizioni di mercato molto difficili, fra cui concorrenza sleale (musi gialli) e costi di risorse (energia elettrica e carburanti).  Io continuo a credere in questo paese, nella sua storia e nelle sue potenzialità : non lo abbandono e non lo cambio per nessun'altro ! E basta !

 

 

Tecnicamente è stata una giornata storica in quanto a volatilità e manipolazione. Ci sarebbe da scrivere un libro su come funzionano queste cose ma basta un descrizione per chi già conosce, almeno un po, queste dinamiche: si apre in forza sulla scia del buon close USA (che però rimaneva sotto fan), bull trap molto evidente, si inizia a piegare in accelerazione ed in trend (la mattanza dei longhisti) e per meno di 1 punto di indice non va a stop il minilong NL0009055474 (stop a 17531), uno degli ultimi rimasti in vita senza che esistano equivalenti certificati short a buona leva (quando esciranno i nuovi minishort ??!!). Sui dati macro USA delle 14.30 il mercato parte a razzo e recupera oltre 200 punti in 15 minuti. Ma immediatamente dopo viene aggredito con forza, sempre sui 2 bancari che fanno il listino, che vanno sospesi sul -5% e passa. Congelato questo deprezzamento, si bastanano gli altri titoli ed il certificato va a stop. Quando l'obiettivo è raggiunto UC e ISP possono riaprire e segnano un mero -1.7% ... che è tutto dire di come si possa far tutto sull'indice ed il contrario di tutto lavorando su 4 titoli (ENI, ENEL, UC e ISP).

 

Circa l'analisi di Gann oggi il nuovo minimo 16422 ha una buona valenza di minimo considerando che 16442 è il Gann Level 21 e che 16472 è la linea della morte e se tutto va bene (siamo ad 1 ora dal close) chiuduamo sopra proprio quando l'america tocca 1231, altro Gann Level di rilievo. Dunque i termini numerologici ci sono tutti perchè alla scadenza di un ciclo bear (4 agosto Gann Square) questo possa essere il minimo, trascurando la giornata di domani dove scade il timing bear S9T - e che già predice cambio di trend. Se ci fosse il nuovo timing bull, quello Gann Square ci porterebbe a Novembre in bella forza. Ma sono tutte ipotesi, mancano i fatti, dapprima il recupero della linea della vita e poi un close almeno sopra 17500 per dire che è finita qui...

 

L'operatività ha visto chiusura degli short sullo stop del citato minilong, poi riaperto come meno pezzi in area 16670. Mera copertura di un portafoglio "Daje Italia". In questo momento UC e ISP segnano -6.5%. Francamente non ho altri risparmi da dedicare a questi titoli (perchè sono riservati al minilong NL0009055458 - strike 14100...) ma per chi ce l'ha il rapporto rischio/rendimento è davvero interessante.

 

posted on 16:47   link   . . . . .  up

 

LA LINEA DELLA VITA

03 August, 2011

Anticipo di 1 ora il commento perchè chiudo qui il TOL. Stamattina mi son perso una grandissima opportunità di trading per far spazio alla pesca (che è andata alla grande) perchè sono le mie ferie. Dopo l'aggiornamento della share ed il post di sotto sono uscito certo che avremmo avuto il test della linea della vita, oltre che lo stop di 2 certificati RBS long presi senza pietà come sempre avviene. 16819 opening mensile (1 agosto - al 1 luglio valeva 16696) è questo il valore di una nostra linea della vita nel quadrato Gann Square 2000-2017, la stessa linea (rialzista) che nel 2009 ci supportà in area 12300 quando sembrava dovessimo morire tutti. Oggi abbiam fatto 16817 (almeno nell'open non so come andrà a finire ad 1 ora dal close) e da un lato siamo orgogliosi del risultato (preciso che in ambito ci sono altre 2 linee - una della morte ed una seconda linea delle vita di importanza minore ma di inclinazione più forte - le vedete nel grafico sotto) dall'altro ci dispiace un po esseerci persi 600 punti di intraday, visto che avevamo dato questo segnale long sulla share (non siamo di quelli che cancellano i posti "scomodi" ... ).

 

E adesso ? Adesso la vita deve uscire fuori altrimenti sono davvero guai: non sarei pessimista perchè dopo tutte le ricapitalizzazioni fatte, soprattutto sui bancari, è come se fossimo ben sotto i minimi del 2009, non lo dico avendo fatto i conti ma forse è proprio così. Del resto mi sembra che il deprezzamento dei titoli vada al di là delle prospettive più nere.

Certamente non deve spaventare uno spike mensile sotto 16819, perchè il segnale è mensile, certo non gradiremmo vederlo questo spike perchè quando il gioco diventa troppo duro allora francamente non è più un gioco ma una triste realtà.

 

Per l'operatività ho provato a chiudere le posizioni short poco prima del dato ISM ma lo riaperto subito dopo, con 100 punti di "perdita". Vedremo come procedere, domani finisce un timing bear gli altri finiscono nel weekend.

 

posted on 16:41   link   . . . . .  up

 

Looking for a change

03 August, 2011

Breve commento di preapetura. Dopo il massacro di questi giorni sul mercato europeo (che perlatro ha visto applicazione di stop loss a molti dei traderoni che vivono di abbonamenti ai loro segnali e non di trading ...) ieri sera è stato il momento del mercato americano (direi "finalmente" visto che sono stati sempre esentati dal mercato bear). In particolare S&P500 ha registrato la settima candle negativa e sappiamo di dover andar a cercare, oggi, un change perchè potrebbe essere quello di un reverse. Ciò avviene in un momento critico in termini numerici perchè si è persa la fan bear, aprendo spazi a ribasso molto profondi, ma di contro un recupero over fan (1266) sarà segnale long almeno in termini di consistente rimbalzo. Looking for a change. E se non c'è pazienza.

 

Nella figura inoltre si descrive lo scenario daily sui 3 mercati di riferimento con BB(20,2) e con presenza di linee metafisiche major. Si noterà forte similitudine di scenario SP500 e DAX, entrambi che hanno perso la MM200, che hanno perso una fan e che  stanno in "profondo" fuori banda BB, ma soprattutto che il nosto mercato è prossimo a diversi supportoni metafisici ed ha una configurazione di BB che ha più facile condizione per generare un segnale long, al close di stasera, rispetto ai due mercatoni per i quali invece la strada è ancora molto lunga. Ho indicato la strategia sul piano di trading al privè. E buon diverimento !

 

 

 

 

posted on 06:52   link   . . . . .  up

 

Sempre legnate, solo legnate

02 August, 2011

Mi scuso per il mancato aggiornamento di stamattina dei segnali giornalieri ma la connessione UMTS non funzionava. Di conseguenza non mi sono accanito e me ne sono andato a pesca con un buon risultato. 

 

Nella figura a lato ecco come si possono perdere 1000 punti FTSE/MIB in 2 giorni (a meno degli ultimi minuti). C'è poco altro da segnalare nell'andamento di oggi, mercato fortemente ribassista con bancari da -5% e "fischia" e listino a -2.6% closed, dopo che si era accennata una reazione (trap) sul livello di "doppio minimo del caccchio di AT": i fondamentali a spiegare vecchie dinamiche reversive ormai non esistono più, i prezzi sono solo dei numeri.

 

Abbiamo aperto una posizioni short nel pomeriggio in area 17500 e in area 17300 ci siamo aperti un minilong a stop 15987 perchè sospettiamo che domani mattina, quando in open andranno a stop i minilong sul listino non ci sarà nè denaro sul minishort per farci far cassa ne lettera sul citato minilong targato 16000 per farci entrare a rialzo. Congeliamo quindi i 200 punti di Gain sul prodotto short.

Osservo, in risposta ad un commento alla mia attenzione, che non fa nulla quanta leva abbia un certificato. Quello che contano sono i pezzi che si comprano ovviamente se lo strike è vicinissimo (alta leva) per comprarsi 1000 pezzi ci vogliono meno di cento euro se laleva è bassa ce ne vogliono 500 ma resta evidente che ogni 100 punti di indice, 1000 pezzi rendono 100 euro, spread a parte...

 

Anche se non mi piace parlare a posteriori ci aspettavamo questa fase negativa con target il fine settimana, stiamo vedendo il completamento di alcune MILESTONE e poi verrà veramente un test importante, quello dei 16700 punti circa che se  non daà frutti ci porterà davvero in basso potenzialmente 11000 punti ma non ce ne fotte davvero un cacchio, quando la borsa scende si compra e basta !!

 

posted on 17:28   link   . . . . .  up

 

Iniziamo Bene

01 August, 2011

Ci eravamo promessi di fare fuoco e fiamme sul mercato Sed.Ex., qualche giorno fà prime delle ferie, ed in quanto a percentuale di profitto oggi ci siamo fatti davvero rispettare, anche se quando "conto il denaro" rimango deluso di non aver portato a casa qualche foglio rosso in più - come probabilmente meriterei...

Ma non siamo venali (anzi molto generosi ed un po con le mani bucate) e spesso ci accontentiamo di poco per essere contenti !

 

 

Chi aveva letto il mio forecast sui mercati finanziari, domenica pomeriggio, sapeva bene che non mi aspettavo un andamento positivo sui mercati, un po perchè in nostri timing davano ancora una piena fase bear un po perchè tutto il mondo (Web, carta stampata ecc) era convinto di un lieto fine della vicenda del default americano e quindi della ripresa dei mercati finanziari ... E già: quando a metà mattinata le cose non andavano come previsto, quelli on-line si sono affrettati a correggere il tiro dei commenti indicando che la positività si riferiva solo alla questione del default !!! Ah ! Quando peraltro il voto ufficiale al congresso non mi risulta ci sia stato, quindi quale sarebbe questa news e quale sarebbe la fase rialzista precedente alla news ?!

 

Visto il forecast (= commento fatto in anticipo e non a posteriori ) nella prima mezzora, prima che mercato avesse abortito il Gap-Up di apertura "euforica", ho vendito la posizione long su FTSE/MIB che in 2 ore di borsa aperta aveva dato quasi il 40%. Molto bene.

Ho atteso l'evoluzione e nel pomeriggio sul dato ISM ho chiuso in profitto pure lo short, anche se francamente non mi aspettavo tanto malumore sul mercato e comunque avrei potuto far anche leggermente meglio perchè dopo la perdita della fan bear era evidente che avrebbero affogato il prigioniero (FTSE/MIB) senza troppi complimenti. Sell in area 17840 - valore importante su prodotti Sed.Ex.- e quindi altri 100/150 punti c'erano tutti.

 

Resta obiettivamente possibile un rimbalzone , adesso o fra un po di giorni, iniziando proprio dai bancari anche se il nostro timing è ancora bear ed un bello stop long a 17150 ci starebbe tutto come addirittura il test della linea della vita, impianto da me ripetutamente identificato come "trap-free" che transita ben sotto le quote attuali, test ancora mancate in una fase di mercato molto favorevole perchè questo scenario avvenga: il ferro è caldo, anzi è rovente, e non credo esista momento più propizio per spingere a ribasso fra depressione permanente da news e mercato "agostano" facilmente movimentabile al di là delle menate da spread da CCT - pur se importanti anch'esse...

 

***

Per chi ama leggere e soprattutto lo fa sotto l'ombrellone c'è questo nuovo romanzo, originale, di una persona davvero squisita.

http://store.aracneeditrice.com/it/libro_new.php?id=6042

Non l'ho letto ancora, perchè non l'ho tra le mani, ma sono certo che il nostro amico Francesco abbia fatto un bel lavoro e che quindi sarà una piacevole lettura.

 

posted on 17:51   link   . . . . .  up

 

top of page

 

 


Trading Blog e commento sui mercati finanziari. Segnali operativi gioralieri long short per il trading in borsa. Signal buy sell di prodotti finanziari azionari e derivati. Indicazione di operatività, posizionamento, previsione e forecast sul mercato azionario. Trade Blog e Report Trading Long Short con Minilong Minishort Titoli ETF ETC CW FTSEMIB SP500 leverage certificate RBS. Analisi Trend Bull Bear e forecast con analisi di Gann (S9P S9T Gann Square Gann Level FAN), ciclicità dei mercati, signal candlestick pattern, analisi tecnica con Bollinger Band BB(20,2). Strategie e tattiche sul mercato. Trading Utilities


Chiunque acceda e consulti il sito www.fabiolongo.com e tutte le sue sezioni dichiara di aver letto, compreso ed integralmente accettato quanto riportato nel DISCLAIMER.

www.fabiolongo.com