Martedi 12/11/2019 ore 05:39:21 Disclaimer

Archive - September, 2014

 
Fabio Longo Trade Blog   fabiolongo.com TradeBlog  
 
Most recent entry is first.
Search blog
 
 

Chiusura su level 20900 FTSEMIB

30 September, 2014

Solo nell'ultima ora i mercati hanno spinto a rialzo con uno S&P500 che trascura i dati cattivi e attiva, per il momento (ci vuole il close), un segnale di bullish reversal sul daily, a target middle, posta sopra a circa 1 punto percentuale. Il nostro mercato finta a ribasso e poi si impenna, in uno scenario di aumento di volatilità, probabilmente a massacrare tutti gli shortatori del caso, fra cui i 105 followers di un noto stronzetto che twitta continuamente la sua operatività, modo diverso di essere gioventù bruciata come tutti quelli che non trovano lavoro in Italia e non lo troveranno mai più.

Detto questo il nostro FTSE/MIB non chiude sopra 20900, ne al closing ne in asta di chiusura, e quantunque è sopra level 20850 non fa quei 50 punti in più, di sicurezza, che avevamo indicato come condizione sufficiente per un trade long di posizione a target 21500. Che dire di questo ? Per noi non c'è un netto segnale long, anche se ripetiamo che per questa week aspettiamo, fra trader Draghi ed altre minchiate, il nostro indice nei pressi di 21500, con un'accelerazione sopra i 21000 circa. Ad allora, con calma e saggezza, meglio perdere 100 punti che andarsi ad immischiare in un bear market che prima o poi diventerà realtà, in ottobre, o per via di attentati ISIS o per altro di più vicino all'economia ed alla finanza. Che questo bull market, se ci sarà, è "finto" lo dimostra l'andamento di oggi che ha trascurato dati macro. Comunque non sollecitiamo affatto operatività short viste le polarizzazioni in area 21500 per questa week, direi che lo scenario è abbondamentemente discusso e quindi è d'obbigo il semaforo arancione visto il close sul level.

Per il trading: oggi ce ne siamo andati a pesca e quando siamo usciti eravamo molto deboli... tutto bene comunque. Non ci siamo sentiti di impostare altre guerre dopo quelle con i pesci, vissute appena è sorto il sole. Nel pomeriggio abbiamo solo aperto short in area 20850, un chip su certificato a strike 21500, e poi a 21900 ci siamo portati a casa una plusvalenza su certificato long a strike 20000. Sui rialzi cavalcheremo long con certificati a grande leva liquidando ENI e UC, sui ribassi take profit sul 21500 e poi sul 23000 sui livelli che posteremo domani sull'operatività FTSE/MIB.

Buona Serata con spaghetti sarago, capperi e pecorino ! :-)

 

posted on 17:49   link   . . . . .  up

 

Brutta Seduta del 29 Settembre

29 September, 2014

Rapido commento per via di imepgni. Seduta decisamente negativa sul mercato europeo che apre benone ma si ferma subito sui primi livelli di forza, fra cui "notevolissimo" il 20858 del nostro FTSE/MIB, nella prima ora, che era livello di short coverage daily (20852) su cui il mercato purtroppo si ferma senza tentare nemmeno il secondo attacco. Noi pensavamo/speravamo che questo livello potesse essere rotto dando luogo a una nuova parentesi bullish per questa week, con target 21500, invece così non è stato lasciando i mercati nello stesso scenario del venerdì, quindi bearish e con obiettivi ribassisti posti sotto i minimi della precedente settimana. Lo S&P500 recupera poi dalla negativà intraday e i mercati euro recuperano anch'essi ma non arrivano a battere il nuovo livello short coverage, orario, formatosi nella seduta odierna. Situazione quindi ancora bearish ma che non ci convince fino in fondo, come al close del venerdì, per aspetti di "timing" di questa settimana (polarizzazioni bullish residue).
Per il trading non ci siamo mossi volendo attuare trade di posizione in area 20000 oppure 21000-21500. Certamente la prima ora ci ha colto di sorpresa non avendo potuto presidiare il mercato.

 

posted on 18:03   link   . . . . .  up

 

Quel 25 settembre 2014 dei double

25 September, 2014

Oggi più che commentare una seduta di borsa commentiamo la nostra intensa giornata dei doppioni. Sostanzialmente i mercati aprono sulla parità e proseguono poi a rialzo, con il FTSE/MIB che va a nostro target (20850/870) dove si è giocata la partita del bull market, a cui ci riferivamo ieri sul blog. La seconda faccia della giornata di borsa è quella dello storno violento, esteso alle piazze europee con andamenti ben sotto il punto percentuale, movimento avviato a metà seduta ed in accelerazione sui dati USA, sull'indiscrezione dell'aumento dei tassi e soprattutto sulla piegata di S&P500 che attualmente viaggia in area 1970, fermato di nuovo dalla numerologia S9P che piega anche un bull market senza fine. Per noi oggi tanti riconoscimenti di merito sulla nostra Operativà FTSE/MIB, che sostanzialmente era "costruita sulla continuazione del rimbalzo con target middle BB daily e short coverage daily (20850/70) su cui si gioca la partita bull/bear" , con un massimo del mercato a 20869, e di cui è entrato sia il segnale long in open "se frazionale (positivo o negativo)" e sia quello short "In intraday se fatto 20850 e non superato per 1 ora", a target del movimento bull, millimetrico. Doppi "goal" quindi sull'operatività di cui i tanti attestati di merito ricevuti via SMS ed email ci hanno fatto realente commuovere: grazie per le belle parole, siamo gente del '900 e per noi alcune cose contano più dei soldi.

L'altra metà della vita è stata quel del lavoro (che ci ha visto sotto pressione dalle 10 alle 17... ma lasciamo stare) e poi quella della pesca. Dopo aver aggiornato il Privè  siamo corsi al mare visto che Isramar Mditerranean Wave Forecast indicava mare piatto sui nostri lidi. Purtroppo il mare era ancora torbido ad allora abbiamo usato la canna per uno spinning con cucchiano gran pescatore misura 3b tirando fuori due belle spiegolette da mezzo chilo l'una, che ci hanno fatto godere ben più della piottata scarsa raccimolata sul mercato, con portafoglio in forte sofferenza su alcuni titoli, ma con una doppia mozzicata (long e poi short) portata in cassa.

 

posted on 17:48   link   . . . . .  up

 

Seduta del 24 settembre

24 September, 2014

Commentiamo con grande contentezza in primis perché oggi abbiamo chiuso alcuni impegni di lavoro (finalmente !) e poi soprattutto perché Milano ha spaccato a rialzo. Non siamo tra quelli che cancellano i posti ribassisti, ed anzi abbiamo addirittura sviluppato funzioni, per la Short Term Market View, che utilizzano il time-stamp di un file per indicare quando abbiamo pubblicato l'ultimo aggiornamento e quindi nemmeno noi stessi potremmo modificare queste pubblicazioni, figuriamoci a cancellare i post... Esultiamo quindi di questo successo che oggi ci ha visto protagonisti con 400 punti a rialzo e di cui abbiamo preso profitto, in parte, in area 20590 dove avevamo costruito nostra operatività daily. Tutto ciò proprio quando il sentiment era divento bearish... con previsioni catastrifiche a cura della solita massa di teste di cazzo: non dicevamo di mettersi long  ma entrare short alla terza seduta consecutiva bearish sembrava quantomeno inopportuno !! Adesso è molto difficile lo scenario evolutivo per domani, con SP500 già sulla resistenza numerologia S9P angolo di comando 1990/5, anche se la vera forza del mercato è ben sopra la quota closed odierna, quindi una bullish continuation ci sta tutta. Ci rifletteremo.
Per il trading oltre il trade long abbiamo fatto un ribilanciamento di certificati short, vendendo parte dei leva 5 short SG per entrare sui turbo short a strike 23000 punti; trattasi solo di un change tecnico per iscrivere una minusvalenza e non pagare successiva plusvalenza, e per avere uno scenario di buon profit per mercato in area 20000 con certificati a maggior leva e senza utilizzare altro capitale. 

 

posted on 17:46   link   . . . . .  up

 

Seduta del 23 settembre

23 September, 2014

Veloce commento da dispositivo mobile. Mercati che oggi piegano ancora, terza seduta, con il nostro mercato in linea alle performance negative degli altri indici euro e con un America debole come lo era ieri, ma con primi supporti che al momento tengono. Il nostro FTSE/MIB va in trend daily e tocca Gann Level 26 a 20357, livello metafisico che coincide anche con aspetti manipolativi ben conosciuti ma per il momenti rimasti integri. C'è un rimbalzo poi abortito prima dello short coverage orario. Guardando a domani è poco probabile che ci sia  una bearish continuation o quantomeno non sembra buona prassi entrare short al terzo giorno con obiettivi in area 20000 punti, anche se la vera forza del mercato andrà misurata su short coverage. 

Per il trading piccolo acquisto si BMPS, in media ma con un incremento di solo 1/3 dei pezzi in portafoglio (no piramide), e poi acquisto di un turbo long FTSEMIB a grande leva con stop sotto 20300 confermato 1 ora e con eventuale take profit in area 20650 circa se il mercato non spacca.

 

posted on 17:39   link   . . . . .  up

 

FTSEMIB verso i 25000 punti ...

22 September, 2014

Apriamo la settimana con un titolo ironico perchè questo 20660 FTSE/MIB è un po una liberazione anche per noi di fabiolongo.com, sempre long per natura ma con una view nettamente ribassista che nell'ultimo periodo era molto scomoda in uno scenario di "euforia" longhista e di bull market spietato. Ed oggi con in setup-stagionale, closed nettamente negativo (-1.5% FTSEMIB), c'è anche un sigillo di medio periodo. Abbiamo sofferto non poco quando circolavano tante e tante recensioni sul mercato che avrebbe spaccato, già postavamo di "segnali netti ... scenario chiaro" a firma dei mediocri in evidenza, ed oggi ricordiamo altre firme importanti che avevano dato previsioni fortemente rialziste, sugli ultimi massimi, "FTSE/MIB verso i 25000 punti.... la rottura della trend-line discendente ... Draghi, tregue sui conflitti, macinare utili ... ". Quanta merda mediatica abbiamo dovuto ingoiare (sono segnalazioni a cura di nostri conoscenti, noi non navighiamo un cazzo), quantunque nell'ultimo periodo aspettavamo almeno area 21500 (fatti 21480) per caricare il bombardone short. Ed eccoci a "festeggiare", si fa per dire, un mercato azionario negativo su tutte le piazze e con il nostro mercato peggio degli altri e che chiude sotto middle e sotto quota Draghi 20750. Brutta seduta: si apre in gap-down e subito recupera ma non si generano mai segnali oltre ricopertura short, quindi alla fine si piega e rotta quota Draghi si affonda e non si recupera più.

Per quanto concerne la prospettiva il breve termine potrà consegnari rialzi al più sulle quote di short coverage orarie e poi daily, su cui costruiremo nostra operatività FTSE/MIB. Difficile quindi dire per domani, addirittura probabile un finto rialzo in mattinata.

Per il trading acquisto short FTSEMIB in mattinata, sulla chiusura gap-down, e vendita a 20670. Piccolo profitto in cassa a calmierare tante spese avute in settembre. Acquisto ENI in tardo pomeriggio.

 

posted on 17:43   link   . . . . .  up

 

2019 S&P500

19 September, 2014

Volevamo intitolare "Manca la bull trap" ma vendendo l'andamento Americano abbiamo voluto evidenziare il massimo numerologico S&P500 che per noi è un Gann Level e quindi è valido per essere il massimo dell'anno di S&P500 (visto che poi il forecast sul mercato è ribassista). Di conseguenza non siamo più tanto per il vecchio titolo, potremmo girare lunedì in open con un brutto close USA dopo target numerologico. Oggi infatti il nostro mercato apre e procede in forza, non arriva a testare 21500 ma solo 21375 e poi piega violentemente andando in area 21000 su cui passa  l'ultimo strappa long del mercato a che fa rimbalzare ancora l'indice al di la del valore di asta di chiusura forzato a ribasso. Quindi manca la bull trap a 21500 e per il nostro modo di vedere le cose, seppur convinti che il mercato sia da shortare, nel breve periodo non vediamo "micce accese", magari lunedì avremo un'evidenza differente dai prezzi più che da ipotesi di timing (quella del setup estivo bearish ha comunque funzionato).

Per il trading ggi abbiamo seguito solo a tratti, alle 11.43 abbiamo impartito ordini di cerficati short al meglio in area 21330 FTSEMIB ed altri in area 21600; i primi poi li abbiamo messi in parte in vendita in area 21050 e li abbiamo trovati eseguiti dando una mozzicata short, modesta che sia, ma che ci ha permesso anche di ribilanciare short l'esposizione sul FTSE/MIB (dal long dell'altra settimana) che copre esattamente il portafoglio azionario. Quindi siamo in sostanziale freeze: sui rialzi venderemo certificati long e pezzi azionari aumentando l'esposizione short, sui ribassi ci metteremo long pian piano, inizialmente vendendo short in profitto magarui comprando commodity, poi compreremo titoli azionari cercandone qualcuno "a sconto".

 

posted on 18:33   link   . . . . .  up

 

Top S&P500

18 September, 2014

Seduta a rialzo sulle piazze euro, in trend, con andamento comunque limitato e chiusura frazionale eccetto DAX. Nuovo record sulle piazze Americane con S&P500 che tocca un nuovo massimo storico su BB+ anche se il valore numerologico è a qualche frazione di punto sopra e potrebbe essere il top dell'anno. FTSE/MIB apre bene, tiene e va, ma si guarda da fare allunghi consistenti in area 21500, conservando un comportamento di ambiguità, visto che è in zona bullish ma senza configurazioni da top che ci aspettiamo sempre in spike quando ci sono determinati target price. L'impressione è che il mercato domani, nonostante scada Fib, prosegua bullish per un'altra "manciata di ore", non meglio quantificabile. Pertanto vogliamo azzardare una short term ancora bullish con l'evidenzia di un altissimo rapporto rischio/rendimento che suggerisce di aspettare il mercato sul reversal short. Guardando il micro, per prevedere il macro, oggi diversi colleghi sono stati contattati dalle lore banche per informazioni circa gli investimenti sui mercati finanziari, cosa che ci lasciava subito pensare ad un fenomeno distributivo di lungo periodo, avendo uno scenario economico che difficilmente cambierà, nonostante le banche possano far profitto con la notevole liquidità in giro.

Per il trading abbiamo aperto un long x7 FTSEMIB in open venduto al close poco sopra il pareggio. Tant'è. 

 

posted on 17:56   link   . . . . .  up

 

Fault Move FIB

17 September, 2014

Commentiamo con largo ritardo per via di impegni. Mercati a rialzo quest'oggi, già da ieri su piazza America, ed il mercato euro segue andando a contraddire il nostro segnale short move, passato in fault oggi addirittura con un long tecnico su middle BB daily. Non siamo sicuramente tra i vincitori di questo Move, questo è indubbio, anche se, con altrettanta obiettività, dobbiamo riconoscere una difficoltà oggettiva di lettura e di misure: il criterio di attivazione del move non era proprio chiaro nel senso che i volumi della seduta di attivazione non erano netti. Più in dettaglio, oltre il dubbio sui 46K pezzi del lunedì (alcuni siti hanno altre misure), c'è anche il fatto che non erano stati superiori ai classici 50K pezzi, volumi che invece sono passati ieri e che, rivalutando a posteriori, facevano interpretare il move come "oggi in apertura". Dubbi anche sul roll-over sul FIB dicembre 2014. Comunque per noi è un fault almeno la lettura del move.

Operativiamente il portafoglio si è apprezzato, di poco, e quindi siamo rimasti così, senza altri impicci.

La strategia che attueremo a questo punto è short sui livelli chiave, viste le scadenze sui 3 timing di riferimento di cui quello del 21 settembre (predict sotto i 21900) attualmente in porto. Operativamente metteremo in vendita il portafoglio titoli e i certificati long x7 in nostro possesso, andando a sovrappesare mano mano le posizioni short fino a quando ci troveremo totalmente short. L'upside potenziale infatti è buono, anche se il rischio/beneficio molto alto.

 

posted on 18:51   link   . . . . .  up

 

Seduta Movimento FIB settembre 2014

16 September, 2014

La giornata apre a ribasso, lievissimo sul mercato italiano ma sufficiente a confermare il Movimento FIB bearish che indicavamo ieri. Si prosegue con affondi decisi in area 20600 FTSEMIB nelle prime due ore, ma poi i mercati europei recuperano dalla forte negatività, sul newsflow, andando a riposizionarsi sulle quote di avvio, ma mai over (trend continuum daily), anche per via di uno S&P500 che nel pomeriggio viene a supportare l'Europa con andamenti frazionali positivi. Recepurano anche le piazze Russe con ETF in recovery del +2%. In sintesi i mercati hanno chiusure frazionali negative, viaggiano sui supporti utili (es Middle BB FTSE/MIB) ma non sprofondano pur se di micro-trend bearish.

Per quanto concerne la nostra giornata è stata una di quelle sfortunate, visto che in questi casi vediamo il "bicchiere mezzo vuoto". Nello specifico ci siamo alzati alle 4 per trasferisci al mare ed andare a pescare (pur rispettando gli impegni del privé...) ma appena entrati in acqua abbiamo subito alcuni eventi negativi che poi ci hanno suggerito di non fare cose importanti sulle piazze finanziare. Colpivamo infatti un cefalo di buona stazza (over 1 Kg) che si slamava e fuggiva, e poi confodevamo una spigola di almeno 3 Kg con un tronco (il fondale è pieno di oggetti trasportati da fiumi e mare, tipo lettini, bombole del gas, rami, tubi ecc..). La visibilità era eccellente in quella che è stata la giornata più bella dell'estate (mare piatto, caldo e limpido) e quindi è stato un errore "scannerizzarla" come un tronco anche se la tara della nostra vista/scanner è impostata per pesci di stazza media. Quando si è mossa, con la grande eleganza che la contraddistingue, era tardi per pensare, abbiamo quindi sparato al meglio, puntando la coda (dove la fiocina probabilmente non si sarebbe slamata rispetto alle parti molli centrali) ma purtroppo non l'abbiamo colpita per qualche centrimento. Molto innervositi dal fatto abbiamo poi mancato diversi pesci in tana, fra cui orate belle grosse, tornando riva con oltre 6 kg di pesce ma senza quel trofeo che davvero volevamo fortemente (mai desiderare troppo una cosa). I polpi, grandi come ombrelli, i "settembrini", non rappresentano sicuramente un successo di caccia, quantunque per strapparli dalla tana abbiamo dovuto usare tutta la nostra forza, e quantunque sono fra le cose più buone al mondo. Abbiamo quindi venduto ENI, di ritorno sul TOL, in pareggio, ipotizzando che domani sarebbe crollata nel meccanismo di rotazione del paniere (Movimento FIB short) e non abbiamo fatto altre operazioni a ribasso perchè abbiamo le nostre "fisse" ed oggi era una giornata negativa.

 

posted on 17:50   link   . . . . .  up

 

Difficili letture (15 settembre 2014)

15 September, 2014

Mercati deboli quest'oggi prima per allineamento a close USA del venerdì e poi eventi freschi come dati macro USA sotto le attese, valutazioni degli impatti delle sanzioni alla Russia, attesa FOMC ed altro. Nei fatti il nostro mercato storna più delle altre piazze europee per il peso di ENI e dei bancari che performano male e si va subito a testare com precisione il livello spartiacque del breve peridio ossia area 20880 sul quale avevamo costruito la strategia intraday sull'indice (20850 per maggiore sicurezza e con check down addirittura sulle 3 ore per posizioni short). Su questo livello ci aspettavamo vita o morte, con eventuali finte, mentre il invece mercato ha innestato un comportamento difficilissimo, nella lettura, con uno stream di movimento piatto-laterale che non perderva quota della seduta Draghi (20740 FIB) ed al tempo stesso non partiva a rialzo da area 20850, andando a testare nuovi minimi ma non confermati su time frame orari. Per poco non sarebbero entrati anche due segnali opposti sulla nostra Operatività FTSE/MIB.  Esposta questa difficoltà a leggere l'andamento dei prezzi ci sarebbe anche quello dei volumi per quanto relativo al Movimento FIB, che non è che sia così netto, visti i 33K pezzi pre-asta chiusura e poi il totale di 46K pezzi di chiusura (fonte Sella.it) ma comunque dobbiamo/vogliamo considerare attivato il Movimento con verso di trend dato dall'open di domani, bull se open positivo bear se negativo. C'è poco altro da aggiungere se non che il FTSE/MIb sta eseguendo il test della sua middle daily, target ribassista del mercato dopo il pattern short della seduta post Draghi che commentavamo a suo tempo (Daily Bear Reversal Pattern FTSEMIB del 8-9), nei giorni in cui, dopo la rottura di uno pseudo triangolo e della relativa congestione, circolavano analisi positive del tipo " il grafico parla da solo indice nettamente impostato a rialzo ... bel tempo a piazza affari... situazione molto chiara ... " A noi andrebbe bene così, sempre long di approccio, ma sono andati via 800 punti di FTSE/MIB e il mercato è sul limite di una bearish continuation. Tornando al movimento FIB pubblichiamo comunque un semaforo rosso (oggi il close è negativo) da aggiornare domani mattina (proprio quando non ci saramo) secondo quando detto sopra. Ci auguriamo vada cambiato, ad ogni buon conto.

Per il trading nulla di fatto. Chiudiamo uno short a mezzo certificato a strike 21500 in area 20850 senza profitti di rilievo, e non entrano ordini di vendita su azioni.

 

posted on 18:00   link   . . . . .  up

 

Seduta di ricorrenza 11 settembre

11 September, 2014

Commentiamo in largo ritardo una seduta che non consegna verdetti in uno scenario di volatilità in congestione. Ci aspettavamo una seduta positiva, considerando la ricorrenza USA ed il suo buon close di ieri, ma in effetti non c'è stato un follow-up dopo l'apertura positiva in allineamento appunti al close USA. Fra le storie negative che hanno pesato sul FTSE/MIB c'è quella di ENI coinvolta in problematiche giudiziarie, titolo che è il macigno del FTSE/MIB e quindi l'ha sempre tenuto sotto quota di  bullish-activation, ossia 21230. Al tempo stesso sul doppio ribasso il mercato tiene sempre quota 20880 con minimi di seduta sempre over ed in configurazione tripla. Lo scenario quindi è di congestione con uscita violenta che in via teorica potrebbe essere a rialzo e di cui domani studieremo bene il dettaglio.
Per il trading acquisti su Kinexia e ENI, vendita di short FTSEMIB a 20950 e riacquisto in area 21050, a protezione del long ENI, di un migliaio di pezzi del turbo short BNP a strike 21500, da tempo in stato di grande leva, che potrebbe darci qualche soddisfazione percentuale su strappate a ribasso prima dell'avvio del Movimento FIB (probabile prossima week).

 

posted on 18:34   link   . . . . .  up

 

Ciao Alessia

10 September, 2014

Nella seduta pre-ricorrenza USA dell'11 settembre, i mercati si mantengono stabili, con riferimento al close, in una seduta avviatasi negativamente, dopo che ieri S&P500 aveva chiuso sotto level 1990, e che dopo il ribasso rimane sostanzialmente piatta a disorientare i trader dopo i movimenti violenti dei giorni scorsi . Lo scenario è ambiguo, sui pricing, e vede S&P500 al test della middle schiacciato a pochi punti dal level numerologico S9P 1990/95, mercato Italiano invece che dopo bearish pattern mantiene intatta area 20880 (bullish side) ma che al tempo stesso, sul primo rimbalzo, va perfettamente a primo short coverage formatosi sul minimo daily, ossia area 21234. Sul fronte timing sapete come la pensiamo, ma ciò non toglie che il mercato, over 20880, può andare ancora a 21500-22000 dove noi probabilmente lo shorteremo in forza. Movimento FIB a conferma, magari.

Per il trading bella vendità su Conafi Prestito a livello di short coverage 0.357, massimo di +15% di seconda sospensione. Eravamo sotto di parecchio ed in un giorno ci abbiamo tirato fuori un profitto al netto delle commissioni, davvero giocando di fino sui centesimi, senza pensarci troppo nella decisione di vendere nonostante una seduta a volumi elevatissimi. Per noi a short coverage i pezzi si vendono (tutti se pochi), non sono livelli qualunque. Comprate inoltre una manciata di posizioni short sul FTSE/MIB sui livelli di close dato il rischio USA.

******

Un saluto alla nostra collega Alessia, che conscevamo da 14 anni. Ieri ci ha lasciato senza un motivo, vittima di un incidente stradale (con autista fuggito e macchina rubata) che l'aveva mandata in coma pochi giorni fa, prontamente operata al cranio ma poi rimasta nel limbo vita/morte e successivamente attratta dalla luce. Alessia era una bella donna, di stile, sempre così sorridente, scherzosa, tranquilla, così la vogliamo ricordare in questo ultimo saluto. Ciao Alessia. 

******

 

 

posted on 18:05   link   . . . . .  up

 

Seduta a ribasso

09 September, 2014

Commento veloce per via di impegni. Mercati a ribasso a ribasso ma senza sprofondi, in area euro solo l'IBEX va oltre il -1% mentre l'america viaggia frazionale negativa. Close sotto quota 1990 S&P500 butterebbero un po di benzina sul fuoco che sul nostro mercato significherebbe andare a testare almeno area 20880 circa, ma per adesso il mercato rimane forte, nonostante stia procedendo in linea al bear reversal pattern di ieri, poichè mancante di quota 21500. Staremo  vedere come evolverà visto che il segnale short è valido. 
Oggi siamo andati a pescare, finalmente. Già dalle 4 eravamo in piedì per l'emozione di immergerci nell'olio blu e di potare a casa il bottino. Siamo entrati alle 6:20, appena c'era luce e siamo usciti alcune ore dopo con 7 kg di pescato. Aggiorneremo le foto della sezione pescatone a tempo debito. Per il trading abbiamo chiuso uno po di short FTSE/MIB in profit, in area 21160, con ordine automatico immesso  in tarda mattinata, per via di impegni di lavoro; eravamo un po perplessi del prezzo del certificato turbo short dopo i primi scambi e dovremo fare ulteriori indagini. Comunque abbiamo raccolto meno di quanto ci aspettavamo ma la liquidità ci permetterà di entrare long a mezzo titoli, sui prossimi ribassi, se del caso. Per oggi bene così.

 

posted on 17:42   link   . . . . .  up

 

Daily Bear Reversal Pattern FTSEMIB del 8-9

08 September, 2014

Con la seduta di oggi il nostro indice genera, numericamente, un bear reversal pattern molto debole in termini di configurazione tecnica. I mercati euro chiudono tutti nell'intorno della partità in una seduta davvero molto piatta, senza spunti di sorta ora che sono già scontate tulle le cose più belle che si aspettavano dal news-flow. Il FTSE/MIB apre sulla parità e va quasi a quota 21500, 21481 per la precisione, e sono proprio quei 9 punti mancanti a metterci la pulce nell'orecchio circa l'affidabilità del segnale bearish; tecnicamente il segnale c'è e probabilmente qualche seduta di assestamento ci sarà, ma quanto "i conti" non tornano allora diamo un doveroso beneficio del dubbio (circa trade di posizione). Ad ogni buon conto è l'America che guiderà stanotte l'andamento dei prossimi giorni e non ci meraviglieremmo di vedere un gap-down domani mattina che poi andrà a recuperare in intraday o nelle prossime 72 ore. Con questa precisazione accendiamo un semaforo rosso nella nostra Short Term Market View. Se e quando sarà tempo giusto ci toglieremo anche qualche sfizio circa le view dei 25000 punti che sono girate su internet a cura di alcune firme importanti del circuito finanziario ... che hanno imbambolito anche conoscenti con 10 cm di pelo sullo stomaco. Incredibile. 

Per quanto riguarda il trading ci siamo fermati al sell di Kinexia del precedente post, sui massimi di giornata. Eventuali ribassi ci premierebbero nella situazione complessiva di portafoglio, dove cercheremo di contabilizzare un "mordi e fuggi short" sul FTSE/MIB, mordi e fuggi in attesa che vengano tempi migliori per un trade di posizione (quando saranno tutti completamente imbamboliti... )

 

posted on 17:48   link   . . . . .  up

 

Flash *** Kinexia

08 September, 2014

Portiamo a casa un trade su Kinexia con 8 punti di Profit in pochi giorni. I target sono ambiziosissimi e non neghiamo un ritorno sul titolo a fronte di eventuali smaghinate.

 


 

posted on 10:59   link   . . . . .  up

 

Overlimit e forti fino alla fine

05 September, 2014

Nella seduta di ieri il mercato italiano esplodeva, con volumi sostenuti su diverse azioni bancarie del listino, grazie alle decisioni del trader Mario Draghi che tagliava di "ben" 0.1 punti il tasso portandolo da 0.15 a 0.05%. Basta poco certe volte  a far montare la speculazione, visto che non siamo dell'idea, che circola sulle recensioni delle firme importanti, che l'Europa per via dei QE vivrà una lunga stagione di forte ripresa, come Giappone od USA di alcuni anni fa, in follow-up molto ritardato, uscendo dalla deflazione e dalla mancata crescita. Tecnicamente il toro è andato over-limit, adesso è in una zona di forte resistenze, i 21250-21500-21800-22000 fan e livelli manipolativi tutti buoni per un reversal bearish e comunque livelli di grande valenza, forti come altre linee metafisiche bullish che hanno portato il mercato verso il target di 21500 per fine settembre. Questo scenario produce un trading range ampio, che trova supporti importanti ben sotto le quote di stasera, minacciando storni importanti e credo non gestibili comunque con Stop Loss corti (entrerebbero). Il rischio/beneficio è molto alto per l'operatività long, scenario costruito ad hoc ieri (+3%) per solleticare short e scoraggiare ingressi long.
Ad ogni buon conto non abbiamo un view positiva sul nostro paese per lo scenario economico, politico, sociale, lavorativo, ma il mercato adesso è fortissimo e occasioni selettive sicuramente non mancano.
Per il trading non ci siamo arricchiti in questi giorni, anche se può sembrare strano, avendo solo recuperato "svariati" -15% e fischia (su ISP, UC ed altri prodotti che non vendiamo mai in perdita) ma perso sull'hedging in modo consistente, dato il fattore di leva variabile (prodotti a strike) di alcuni certificati in portafoglio. Non ci aspettavamo andamenti sopra 21250, la leva si è fatta troppo forte e quindi abbiamo anche ricostruito uno short FTSEMIB a 21500 con un 24000 (contabilizzando una perdita).  Progressi invece sullo straddle FTSE/MIB, ed oggi anche un take profit totale su ISP e un profit parziale su UC, di cui abbiamo conservato dei chip da giocarsi sul 21500 ancora mancante all'appello. Sopra 21500 invece, se non ci saranno respiri (mercato ancora in apnea), diventeremo nettamente short vendendo pure i certificati a leva 7 long FTSE/MIB rimanendo con il bombardone short, l'hedging short di portafoglio ed il settore azionario di tipo "value investing", che magari continueremo a pizzicare man mano che lo scenario si consolida.
Buon weekend 

 

posted on 17:45   link   . . . . .  up

 

Fra le nostre soddisfazioni

05 September, 2014

Ieri è arrivata una soddisfazione, notevole, di tutt'altro tipo rispetto al trading (che in questi giorni non c'ha dato molto nonostante il boom). Mi piace condividerla, in forma anonima per rispetto di chi ci ha scritto, come "testimonial" per il Privè di fabiolongo.com.

Da un nostro conoscente, che si è legato a noi a metà del giugno 2014, abbiamo ricevuto questa email che riportiamo in forma originale.

*****************************************

Ciao Fabione, x una volta ti scrivo per festeggiare e non x tediarti con conisgli su come gestire e/o mediare posizioni in loss.

Era da maggio che ero rosso sul computo annuale di trading; bè, in data odierna, con gain strepitoso di quasi 600pti long, in leva 7, sono tornato verde.
Credo che il grosso dei meriti, anche se una parte va anche a me e al duro lavoro di studio e osservazione fatta in questi mesi, vada a te.
Mi riferisco a tanto cose: operatività daily, data alle 6.00 am da uno che si fa il culo e lavora ogni giorno, non che se ne sta in banca schiacciare tasti coi soldi altrui come fanno in tanti. Report settimanale che spesso più che un previsionale pare una cronaca post partita. Trading Ways, un pdf di 250 pag o giù di lì che però ti cambia la vita dell'approccio al trading senza troppi fronzoli, cazzate e pippe mentali. Un sacco di dispense fighe, utili e ben fatte. Timing personali e a tratti geniali. Infine ma soprattutto una persona alla quale se scrivi alle 21.00 perchè sei nella merda col trading ti risponde in poco tempo, dandoti supporto e buoni consigli, evitandoti di far ulteriori cazzate. Questo x una cifra ridicola che certi pagliacci di altri siti ti chiedono x 2 mesi di abbonamento e, in realtà, danno metà dei segnali sbagliati.
Da quando ti seguo seriamente (erano i tempi in cui non aspettavi altro che postare la testa di Golia, ricordi?!? movimento FIb di giugno) e con fiducia (quella ti assicuro che non la concedo a tutti, tu te la sei guadagnata ampiamente) di segni meno non ne ho più visti nel foglio degli eseguiti.
Scusami il pippone ma è stato un periodo veramente brutto e doloroso per me, per il trading ma purtroppo nemmeno tanto x quello a dir la verità, per cui erano 3 mesi che lavoravo duramente (per me il trading è passione ma non solo, mi applico a imparare più che posso anche perchè non trado proprio noccioline) per questo momento. Mi faceva piacere dirtelo e condividerlo con te.
Ovviamente non è che adesso mi senta lo strafigo del momento, niente affato. Però esser verdi invece che rossi ti cambia decisamente la view su tante cose.
Sappi che anche su Fol sei seguito, stimato e rispettato da tante persone comuni ma in gamba. Immagino che tu non segua ma mi faceva piacere dirtelo.
Spero tu possa continuare a fare ciò che fai che è davvero tanto.
Ora mi congedo.
Buona serata
L.

*****************************************

 

posted on 08:41   link   . . . . .  up

 

Seduta del 3 settembre

03 September, 2014

Con il relax geo-politico della storia in Russia i mercati ritrovano un motivo per la bullish continuation; raggiungono nuovi massimi con USA e con euro brillante incluso nostro paniere FTSE/MIB fra cui i bancari in tono di forza. A poco dal close eravamo in area 20900 con mercato praticamente su BB+ daily e con altro piccolo spazio di upside sui prossimi livelli di resistenza. Poco da dire quindi su l'evoluzione odierna il linea al forecast.
Per il trading siamo rimasti fermi, essendo posizionati long e su azionario e con ETF Russia in rebound del +5% (oramai su PMC),  ma obiettivamente il profit del portafoglio è ridicolo per via dell'oro (che ovviamente si ritratto nella tana) e soprattuto di posizioni short  troppo pesate (certificati a strike). Lo stradle sull'indice pesato long, invece, a mezzo certificati leva fissa, si apprezza per via della leva composta (e de-leva sullo short) e sarebbe nostro grande gaudio venderlo tutto in blocco, in pareggio, e ritornare in possesso della liquidità. Tant'è. Sui livelli di resistenza, tuttavia, saremo venditori di posizioni long sull'indice, lasciando gli short e necessariamente incrementando nel tempo l'azionario italiano ed internazionale in modo che le posizioni short ne siano una certa copertura. Questa potrebbe essere una strategia di fondo del nostro portafoglio su cui prediligermo titoli da value investing fra i quali la stessa ENI che abbiamo escluso a favore di Edison e company. 

 

posted on 17:46   link   . . . . .  up

 

Seduta del 2 Settembre

02 September, 2014

Mercati difficili, oggi, in quanto si procede avanti sulle piazze europee, con andamenti in allegro (musicalmente), ma che poi non tengono le quote e ripiegano sul newsflow. Tecnicamente lo scenario del FTSE/MIB è molto complesso, si trovava over 20570 per più di 1 ora, primo segnale di forza (buy) o forse meglio di bullish continuation, ma incontra subito la solita resistenza di S9P in angolo di comando 20600/700 e non ne tenta nemmeno l'attacco, andando a ripiegare sui punti di avvio daily. Tuttosommato, a parte la nota resistenza, il mercato si mantiene forte non infrangendo mai i livelli strappa-long del move avviato con le news Draghi, oggi in fase di novela con i nazisti. America invece che viaggia frazionale negativa con probabile chiusura in peggio, ma senza dare esiti di bearish reversal, quindi credo che domani in open lo scenario non sarà molto diverso da adesso.

Per il trading siamo un po sotto pressione, anche per lavoro aziendale intenso, e sostanzialmente non stiamo facendo nulla in queti giorni. Non c'è ansia di performance ma voglia di "risolvere". Abbiamo tentato un long FTSEMIB invrementando/mediando le posizioni long in nostro possesso, così come da nostro segnale e non proprio sui massimi ma sopra 20500. Quindi subiamo l'attacco del brokerage milanese e ne accusiamo alcune ferite. Tentiamo al close un long su un titoletto small cap segnalato stamattina (nel settore energia) ed al close siamo in profitto di un frazionale, unico verde del nostro portafoglio(!). Operiamo per target di settembre ma non abbiamo più possibilità di liquidità, sui ribassi, eccetto se liquidassimo posizioni short di hedging  (massicce) ma che non ci darebbero ovviamente modo di gestire tutto l'azionario in portafoglio (UC, ISP, BMPS ...). Iniziamo a convicerci che ci faranno sputare sangue per farci fare questo long.

 

posted on 18:14   link   . . . . .  up

 

Prima di Settembre 2014

01 September, 2014

Si parte di lunedì il mese di settembre 2014 in una seduta che non regala grandi emozioni. Il nostro mercato parte bene (nona candela da dx, grafico orario) ma poi storna e avvia un lungo laterale che non risolve per tutto il giorno, generando una congestione di breve termine. La situazione degli altri indici non è molto differente dal nostro mercato, ad eccezione del frazionale negativo del FTSE/MIB. Si disegna una configurazione di cuneo, su grafico orario, con ingresso dal basso e che in via teorica dovrebbe risolvere a rialzo, in linea al nostro forecast, view confortata da andamenti sopra gli ultimi strappa-long e sopra quelli su grafico daily oltre che di altri livelli tecnici di spartiacque bull/bear. L'America per adesso viaggia sempre sui massimi e questa giornata potrebbe essere archiviata come giornata di "turbolenza". Ovviamente aspettiamo che il mercato performi prima di dire che ha performato :-) 
Per il trading abbiamo venduto ENI, praticamente senza guadagni ripagandoci le commissioni, visto che il lavoro ci pressava e non ci sentiamo di aver altri pesi da gestire. Eventuali andamenti rialzisti potremmo gestirli con un certificato a leva 7, anche se, come detto nel Privè, il miglior trade in termini rischio/beneficio potremmo farlo solamente short alle quote che attendiamo.

 

posted on 18:33   link   . . . . .  up

 

top of page

 

 
www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000