Martedi 19/02/2019 ore 18:42:18
Home Corso di Borsa Trade Blog Libro Trading Ways Trading Utility Market Forecast Disclaimer

 

Archive - December, 2010
 
Fabio Longo Trade Blog   fabiolongo.com TradeBlog  
 
Most recent entry is first.
Search blog
 
Archives 
 

Europa sotto pressione

30 December, 2010

Dopo l'abrupt di ieri dei mercati euro, ieri sera c'è stata perfetta ripetizione sul mercato americano, che nell'ultima ora si rimangia tutto il guadano. Oggi l'europa ha aperto male ed ha finito peggio nonostante in mattinata FTSE/MIB abbia tentato un recupero dal minimo di 20166 ma senza mai accellerare, nemmeno sui buoni dati macro USA. E' l'effetto di una ciclicità negativa che dovrebbe terminare presto ma che comunque ha palesemente risparmiato SP500 e la borsa americana, questo è un tassello che non quadra nell'impianto ciclico per le medesime considerazioni di ieri.

 

Oggi ho risolto lo "spread" DAX:long vs FTSE/MIB:short, nel senso che avrei dovuto vendere i long DAX già da giorni quando non aveva mantenuto il pattern rialsista e non l'ho fatto non so perchè. Vista l'assenza del MM RBS per tutto il pomeriggio ho piazzato un ordine sul book mezzo vuoto e qualcuno dopo le 17 l'ha comprato, di conseguenza vendevo immediatamente le posizioni short su FTSE/MIB trovando il sell al minimo (massimo del prodotto) di giornata. Rimangono le posiziono short su SP500.

Visto che con oggi è andato a stop un'altro minilong Unicredit ed il titolo si trova su un'importante supporto (1.56/55) ho provato l'ingresso long via leverage certificate a stop 1.51 (questi sono a basso spread) ma i brokeroni hanno ben pensato di tramutare il -2.5% in un -3.12% in asta di chiusura (close 1.548), pertanto dovrò gestire questa posizioni che è immediatamente fallimentare, ma che è gestibile con certificati short in alternativa ad un pesante stop che non ho voglia di sostenere. Vedremo

 

Non mi resta che farvi gli auguri per il nuovo anno ricordandovi che nel WE proverò a fare il solito forecast del nuovo anno. Ed allora, in modo molto semplice ...

 

AUGURI A TUTTI PER UN MERAVIGLIOSO 2011

  

 

posted on 17:42   link   . . . . .  up

 

Ingresso su Banca MPS

30 December, 2010

Mi sono trasferito dei soldini sul conto titoli ed ho comprato Banca Monte Paschi Siena a 0,8475. Quantunque non avrei voluto trasferire ancora soldi, l'uso dei leverage certificate (long) su questo titolo è particolarmente scomodo visto lo spread sistematico di diversi tick di sottostante che equivalgono al 5% sul primo minilong (strike 0.75 stop 0.81) ed al 3% sul secondo. Meglio quindi il titolo, sebbene senza leva, perchè eventuali stop saranno meno onerosi e ovviamente se messo nel cassetto non si deteriora mai.

Quanto al titolo una potenziale ripresa dei mercati dovrà comunque passare per la ripresa dei bancari: MPS sta nuovamente sui minimi storici (marzo 2009) anche se per adesso non ci sono segnali di reverse. Potenzialmente farà la fine di altre aziende ovvero se la compreranno i cinesi, in contanti e senza fattura, assieme a piazza del palio con tutti i cavalli di razza ed i negozi dell'intorno.

 

posted on 13:21   link   . . . . .  up

 

Abrupt nel finale

29 December, 2010

Era stata una giornata buona per i mercati UE. DAX over 7000 punti, FTSE/MIB si era spinto sulla solita resistenza 20600/700, sistematica e ripetiva  quota di resistenza S9P. UC all'attacco della suo angolo del nord, 1.62/62. Tutti allineati. Sembrava che questa giornata avesse definito un nuovo mini-setup, bullish, anche considerando che le operazioni di oggi faranno bilancio 2011 (se non vado errato regolamentazioni di 3 gg), pertanto liberi da particolari interessi di prezzi. Ed invece a mezzo'ora dalla fine si azzerano tutti i guadagni.

SP500 ancora leggermente positivo, e questo forse quello che preocuppa di più per il continuation bullish, ossia che non ci siano state correzzioni USA di rilievo, ormai da 20 gg circa in trend, sempre a piccoli passi.

 

Per me oggi è stata giornata dedicata alla pesca, prima immersione 7:30-10:30 seconda immersione 12-13.30. Mare calmissimo leggermente torbido, freddissimo (bollettino meteo dava 15° io sospetto 11-12°). Pesci avvistati 0. E' stata quindi una grande sofferenza considerando quello che comporta d'inverno l'operazione nel suo complesso. Domani è da ritentare. Nel pomeriggio solo il sell del GAS, forte anche oggi, quando faceva +5% (ETF LEVA), poi il prodotto ritraccia a +2% ma non rieseguvo ingresso perchè riservavo capitale ad azionario, poi comunque non utilizzato. Domani ci sono i dati sulle scorte. Sui ribassi in mattinata o su strappate pre-dato si potrebbe tentare un acquisto.

 

 

posted on 17:48   link   . . . . .  up

 

Buono il Timing S9T

28 December, 2010

 

Giornata davvero scarsa in quanto a volumi ed a movimenti percentuali. FTSE/MIB mal performa dopo un'apertura pompata a rialzo. Accellerazioni ribassiste, di lieve entità, in mattinata e poi sui cattivi dati macro americani che comunque lasciano il tempo che trovano. La cosa importante è che c'è un'evidente assenza dei brokeroni mondiali, impegnati in questo periodo a godersi le ferie, con il denaro rubato in borsa, fra cocaina e mignotte d'alto borgo. Moriranno anche loro.

 

Bene il nostro timing S9T che è stato comunque onorato dal mercato con chisure negative quantunque non terrificanti. Potrebbe perdurare anche domani ed in via teorica fino al 4 Gennaio, in accelerazione, ma oggi si è comunque compiuto un fatto, ossia lo stop di un minilong UC a stop 1.61 al close (close 1.605), la cui ricopertura a mano RBS potrebbe innescare il rimbalzo di questo titolo e quindi del nostro paniere. Tuttavia se ciò no avvenisse e se il titolo non si attesterà over 1.62 al close di domani avremo probabilmente un proseguimento della fase bear fino ai primi del nuovo anno, con target gli stop degli altri 2 fratellini minilong a grande leva (stop 1.56 -supportone e 1.51).

 

Operativamente chiudevo in open lo short FTSE/MIB, per non perdere il profitto maturato, ma commettevo un errore visto il timing e visto il successivo andamento del mercato. Ovviamente con l'apertura in buon rialzo di UC il MM RBS è stato assente per circa mezzora impedendo acquisti di short e vendita di long, quindi ho venduto con scarso profitto (+4%) i minilong presi ieri solo quando il MM si è ripresentato. Nel pomeriggio rientravo short su FTSE/MIB a 20500, come protezione dei long DAX ed in linea alla visione ciclica ancora pericolosa. Bene il GAS che oggi segna un +4%. Domani occhi aperti su UC e MPS via leverage certificate (long o short).

 

posted on 17:50   link   . . . . .  up

 

Solo uno storno

27 December, 2010

Conforta l'andamento a ribasso di oggi per quanto concerne la validità degli impianti S9T che ci indicavano debolezza dal 21 Dicembre fino al 29 ed al più al 4 Gennaio. In effetti da dopo il 21 il mercato è salito ma solo frazionalmente ed oggi ha onorato la ciclicità S9T con una bella ritracciata. Per quanto concerne i mercati i bassissimi volumi non validano alcun segnale di sorta, in un verso o nell'altro, ma se vogliamo leggere la cosa in positivo il close over 20500 non apre le porte a scenari ribassisti (per il momento). Buono inoltre il signaling short su UC, purtroppo non perseguito dal sottoscritto, sul quale esistono certificati long a grande leva, uno di essi a stop 1.61...

 

Operativamente soffre molto la posizioni long su DAX ma di contro si apprezza in modo deciso il minishort su FTSE/MIB, in buon profitto, mentre quello su SP500 rimane sempre appeso (in loss) visto che nemmeno oggi l'indice americano vuole ritornare sotto i 1247 "close mensile". Non ho eseguito operazioni, ne preso decisioni di sorta, su questo spread "triplo" ma al closing ho comprato un po di minilong UC a stop 1,51  - tanto per gradire.

Vedremo nei prossimi giorni dove vorrà andare il mercato fino all'importante timing di fine Gennaio.

 

posted on 17:40   link   . . . . .  up

 

Gli eventi di Gennaio 2011

26 December, 2010

Ho costruito la timing chart del 2011 in preparazione al nuovo anno. In certi periodi è molto fitta di eventi, in altri non ci sono particolari accavallamenti.

Il periodo di Gennaio presenta la singolarità di una serie di date (setup di varia origine o completamenti di fase) in un fazzoletto di tempo molto ristretto, come mai visto nel passato. Dal 19 al 24 si hanno infatti

  • S9P top bull
  • Terzo Mercoledì del Mese
  • Time Cycle 52-week (porzione)
  • Gann Square (porzione)
  • Bradley Minor Setup
  • S9P top bear
  • Ciclo Marte (chiusura ciclo 2009)

 

posted on 17:23   link   . . . . .  up

 

Buon Natale

23 December, 2010

 

posted on 21:24   link   . . . . .  up

 

Famose na risata

23 December, 2010

Giornata poco movimentata ma con un'ennessimo progresso con attacco all'area 21000 punti FTSE/MIB. Debole invece il DAX e le altre piazze euro. Anche SP500, almeno fino adesso, risulta debole dopo 5 giorni di crescita di cui gli 2 ultimi in continuum.

 

Oggi unico trade sul GAS, vero amico del trading, fedelissimo prodotto su cui mi converrebbe operare in modo esclusivo facendo divenire il "trade blog" il "GAS Trade Blog". Oggi c'era il dato delle scorte, alle 16.30, di cui vi invito a cliccare sul calendaio economico sul link cruscottone. In pratica le scorte diminuiscono, non come scritto +184 Billion, ma -184. C'è anche il grafico e la storia dei dati aprendo l'evento. Di conseguenza il prodotto ha avuto uno sbalzo del +7% e sulla discesa è scattato il mio profit-stop a performance su PMC over 7%. Visto che le scrote sono diminuite e il prodotto scendeva, ritentavo l'acquisto con meno pezzi, acquisto che mi riusciva, a prezzi inferiori del sell, grazie ad un movimentone anomalo rappresentato in figura (grafico a minuti). Si noterà un candelone di volumi a distruggere il book: o è lo stesso soggetto che sul dato si era riempito le tasche, o è l'emittente a caccia di stop loss rialzisti (cosa più probabile) , visto che il +5% si era trasformato in un +1% per pochi secondi (stop loss automatici) Ciò in vista di potenziali movimenti bullish di rilievo. Una classica manipolazione del book. Ed immaginarlo mi sare fatto trovare più in basso. Non sono mai contento.

 

 

 

Mi congedo con una barzelletta che potrete raccontare a Natale, o per rompere "il ghiaccio" o per farsi 2 risate dopo aver bevuto Franciacorta a sufficienza (consiglio c.a. 1 bottiglia a persona). E' un po modificata da me rispetto alla versione originale e la introdurrei con titolo

 

"IMPRENDITORIALITA' ITALIANA : valori e concetti "

 

Il responsabile del programma "Marte", dell'agenzia spaziale USA, convoca a trattativa privata un tedesco, un inglese ed un italiano per valutare la migliore offerta per andare su pianeta marte. Si tratta di imbarcarsi in una navicella speciale che richiede l'intervento umano in casi di emergenza.

Budget 180K€, vitto ed alloggio esclusi e possibilità di compagnia.... :-)

 

Si rivolge all'inglese: "tu quanto vuoi per questo servizio ?"

E l'inglese risponde: "120K€, perchè 60 sono per la regina, 60 per la mia famiglia e 60 vanno a me per il mio servizio".

 

Si rivolge al tedesco: "tu ha un'offerta migliore ?"

Il tedesco risponde: "Sì, 60K€, perchè 20 sono per il raitch (o come cazzo di scrive), 20 per la mia famiglia e 20 vanno a me".

"Ottimo !" dice l'americano "prezzo competitivo e a grande ribasso rispetto il nostro budget. Questo ci fa risparmiare sui costi di progetto ecc.."

 

Si rivolge all'italiano: "tu ha un'offerta ancora migliore ??!!"

L'italianio ci pensa un po e risponde: "180K€"

L'americano dice "Ma è improponibile ! E quale sarebbero i razionali di questa proposta anche se questo non ha una grossa importanza a questo punto ?"

L'italiano gli risponde all'orecchio: " Vedrai che ti piace: 60 a me, 60 a te e 60 glieli damo ar tedesco pe annà su Marte !!!"

 

GRANDE !!!

 

 

posted on 18:01   link   . . . . .  up

 

Il terzo mercoledì di ogni mese

23 December, 2010

Ieri mi ero dimenticato di condividere questa analisi.

 

Come sappiamo il terzo mercoledì di ogni mese, nove membri di una gruppo significativo della finanza USA (dovrebbero essere Goldman Sachs, Morgan Stanley, JP Morgan, Citigroup, Bank of America, Deutsche Bank, Barclays, Ubs, Credit Suisse), ovvero i padroni del mondo, si riuniscono per fissare le strategie sui mercati finanziari. Definiscono essenzialmente come operare in modo congiunto con l'evidente obiettivo di fareprofitto , aspetto su cui non mi dilungo ulteriormente...


Non c'è dubbio dal grafico allegato che questi eventi rappresentino un signal temporale (Timing) da aggiungere alla nostra Timing Chart, a partire dal 2011, visto che le risultanze dei trend che si generano il giorno dopo sono quasi deterministiche, quantunue non sia detto che la strategia debba essere molto semplice, ossia un banale trend continuum, visto che in via teorica potrebbe essere composta da falsi movimenti soprattutto a cavallo della scadenza dei derivati. Ma comunque si è quasi sempre instaurato un trend di durata contenuta in 5-10 sedute.

 

Si noterà che nella riunione del 16 dicembre si sia stabilito un andamento a rialzo dei mercati (rally di Natale e forse di fine anno). Più in dettaglio fatto 30 oggi probabilmente si farà 31 perchè l'interesse dai maggiori player (fra cui le assicurazioni) è chiudere in bellezza l'anno solare per diverse ragioni. Tuttavia mercoledì 29 dicembre le operazioni di borsa andranno a bilancio al 2011 (3 gg di regolamentazione), pertanto al più in quella data questo trend dovrebbe subire quantomeno una diminuzione.


 



 

 

posted on 08:30   link   . . . . .  up

 

Pensando al Natale

22 December, 2010

Giornata piatta e con bassi volumi, essendo quasi Natale ed avendo già fatto il rally di Natale, ma non ancora quello di fine anno.

La giornata si articola con un andamento rialzista, non si perdono le quote quadagnate e si tentano anche attacchi alle prossime resistenze.

Qui di sotto un'analisi sull'anno FTSE/MIB con le BB daily, lasciando per un attimo da parte l'analisi di Gann che sempre mi guida. Si noterà l'ultimo segnale di reverse cerchiato in nero, affidabile nel pattern candle, che ha dato origine ad un rialzo fino anche a invertire una tendenza bear che si stava instaurando; con il test della centerline si vive adesso una configurazione simile ad una passata, arancione, anche in termini di quote oltre che di dinamiche BB. Probabilmente un punto di inversione correttiva potrà essere sulla BB superiore almeno a 21000 punti, oggi come oggi.  Over 21000 ci sono degli stop da prendere. Ciò conforta vision ulteriormente rialziste assime alla presenza di certificati RBS a grande leva su DAX.

 

 

Operativamente solo un aggiustamento di portafoglio: lo spread DAX:long vs SP500+FTSE:short procede intatto ma senza risultanze di merito,

sfoltite però un po le deboli Lottomatica a favore di un ingresso su GAS, sul -7%, nuovamente sui minimi di lungo periodo, con un close in positivo. 

Sappiamo che potrebbe andare a 0.15€ (dagli attuali 0.3) in un attimo ma è pur vero che vederlo ad 1 euro in 6 mesi non sarebbe nemmeno una follia, considerando il GAP prestazionale con il più classico Crude. Quanto a Lottomatica, come detto ad uno, non c'erano nel mio trading system segnali di reverse, a parte volumi anomali su un bottom. Un primo reverse si era già completato dopo un notevole iperventuto. Queste quote numericamente non sono importanti, quantunque questi 9 euro sono minimi storici provienti dai 35€ di una volta. 

 

posted on 17:56   link   . . . . .  up

 

Bullish Continuum

21 December, 2010

Vibrazione molto forte oggi sui mercati e soprattutto su FTSE/MIB lanciato in configurazione trend continuum, ossia senza mai cedere nulla del terreno guadagnato. Stamane prendevo atto della situazione con il close asitico ed USA di ieri ed indicavo long FTSE/MIB "in apertura se over 20357; stop intraday sotto 20340". Non si è fatto pregare il mercato aprendo in area 20500 in LAP, quindi scoraggiando ingressi, e mantendo il trend all-day-long fino a portarsi al nostro top settimanale 20600/700, nota resistenza S9P, matematicamente vinta al close a 20736. Adesso sopra abbiamo una MM200 ma comunque c'è discreto spazio a rialzo un po in tutte le analisi del caso.

Sebbene mi aspettavo un mercato a rialzo in open di settimana, il trend di questi 2 giorni è stato davvero forte. Adesso non dobbiamo essere severi con l'ipotesi bear fino a fine anno, ossia no-rally, perchè ieri era la scadenza del trend bull ed 1 giorno di ritardo è tuttosommato naturale.

 

Operativamente mi liberavo in mattinata dalla seconda rogna, meglio chiamata "cazzo per il culo" nata venerdì 17 dicembre (2 di 3): sostituzione dei rubinetti del termosifone. Sabato mattina avevo affrontato il primo, ossia cambiavo il contatore dell'acqua alla casa al mare perchè rotto dal'insolita gelata sul lungomare. Di tanti ovviamente solo il mio. Oggi, quando si son degnati di svuotare la caldaia, ho potuto procedere anche su Roma da vero manuale. Di conseguenza in open, non potendo stare dietro al trading, eseguivo ingresso long su Lottomatica in logica da cassettista, titolo da tempo nel mirino e con buoni trade eseguiti già in fine estate. Peso molto elavato (50% capitale), pertanto sotto determinate quote una parte passerebbe in stop loss.

Nel pomeriggio decidevo per questa strategia:

  • Long Dax: pur avendoli mollati ieri, oggi ricompravo pezzi del minilong ... molto più cari di ieri. Mancano infatti degli stop di certificati short  a grande leva, che credo non tarderanno ad arrivare a chiusura di questi grandi giorni bullish.
  • Short SP500: indice che dovrebbe tornare sotto 1250 da qui a fine anno; e se l'euro si rialza la posizione short con LC dovrebbe premiarmi ulterioremente.
  • Short FTSE/MIB: completa lo "spread" DAX-SP500  con pochi pezzi in area 20710, pur sapendo che non c'erano signal per attendersi qualcosa nel breve

 

posted on 18:02   link   . . . . .  up

 

E l'Italia s'impenna

20 December, 2010

Andamento rialzista del mercato euro ed in particolare di FTSE/MIB che dopo apertura incerta trova vigore per il test dei 20357 e poi spacca forte fino in area 20500. Si ripiega nel finale sulla debolezza dei listini americani. I musi gialli stamani avevano terrorizzato i mercati con andamenti fortemente negativi additabili a varie cause. Ed invece ne esce fuori una giornatona descritta appunto dal supporto S9P a 20100/000 e dal test del nostro Gann level 20357, che da giorni segna linee di confine ben rispettate dal mercato. Qui di sotto il grafico degli ultimi 2 giorni (senza segni di reverse in BB(20,2))

 

 

Quanto al futuro del mercato non mi aspetto il rally di fine anno, per esser chiari.  Oggi il mercato dovrebbe aver segnato un top secondo gli impianti S9P e da domani dovrebbe prendere piede la ciclicità negativa di breve periodo, già in essere sul mercato americano. Quanto successo oggi dovrebbe configurarsi come uno strappa short, quantunque l'operatività che suggerisco è quella di accumulare titoli sui ribassi, da qui a fine anno.


Questa giornata mi rende orgoglioso per diverse cose: obiettivamente molto spesso sono in grado di prevedere gli andamenti del mercato, venerdì infatti proprio sul blog indicavo che qualcosa non quadrava e come da analisi del fine settimana prevedevo andamenti rialzisti almeno per oggi . Bene inoltre la ripresa dei bancari ed in particolare di MPS che oggi mette a segno una buona performance. Bene anche il forecast a rialzo su DAX ed ribasso su SP500, questo confinato da una linea Gann Square mensile a valore top segnato oggi. Insomma tanti buoni spunti ma c'è un però.

Il però è che nonostante la passione, la dedizione e talvolta l'abnegazione per la borsa, nonostante i buoni spunti, le capacità, la serietà ecc.. non riesco mai a fare grande cassa, a portarmi a casa un cazzo di bottino a 3 zeri, almeno nell'ultimo periodo del 2010. Da un lato mancano i capitali per pesare roba che non va buttata (titoli, ETF) dall'altro sono puntualmente sfortunato nel perdermi (per lavoro) i momenti chiave ed infine quelle rare volte che oso sui certificati RBS fra verso sbagliato e spread le perdite mangiano quei profitti guadagnati con fatica che piano piano mi consentirebbero di poter operare con un miniFIB. Quando manca il denaro, ma soprattuto la fortuna, la borsa (e la vita) purtroppo è tutta in salita.

 

posted on 18:11   link   . . . . .  up

 

Qualcosa non torna

17 December, 2010

Anche oggi i mercati vanno a ribasso, soprattutto quello Italiano fra i peggiori d'europa per via del  peso settore bancario, con un minimo in area 20000 punti, nostro solito supporto S9P. Qualcosa però non torna in tutto questo innanzitutto perchè la ciclicità negativa dovrebbe entrare nel pieno sono alla prossima settimana e configurarsi come movimento correttivo del mercato: qui invece sono già diversi giorni che su Italia menano. Secondariamente alcuni dei titoli paniere principale sono nei pressi dei minimi assoluti, fra cui la nostra MPS, e sembra inverosimile vederle nuovamente a rischio fallimento senza grandi novità sui fondamentali. Anzi a mio avviso alcune realtà sono palesemente sotto quotate. Obiettivamente però ci sono titoli di altri settori che sono sui massimi storici: potrebbero essere loro a generare ulteriori scese del listino qualora i bancari si assestassero su questi livelli di pricing. Lo scenario comunque è particolarmente incerto ed in queste situazioni non si dovrebbe osare. Stuiderò meglio la cosa nel WE.

 

Operativamente anche oggi una giornata pesante sul lavoro che speriamo sia l'ultima prima di Natale, con inizio delle attività sin dal mattino. Perlatro la perdita di un termosifone durante la notte non mi ha concesso di essere operativo all'alba con gli screener proprio per tamponare questo problema.

Comunque nel pomeriggio ho realizzato un ingresso long sul DAX che manca sempre di qualche stop loss minishort a pochi passi da area 7000 punti. Tengo sempre in portafoglio lo straddle FTSE/MIB congelato in perdita col grande desiderio di abbandonare una posizione ma oggi non sapevo quale fosse delle due, quantunque il supporto 20000 era per un long "al buio" che non mi sono sentito confidente di osare. Nessun segnale operativo di rilievo infine sulle BB o meglio un segnale long nel pomeriggio stranamente andato in fallimento e che fortunatamente non ho seguito per quanto detto sopra.

 

posted on 18:21   link   . . . . .  up

 

A domani

16 December, 2010

Non sono in grado di commentare oggi l'andamento del mercato in quanto sono stato assente dalle 9.30 fino a pochi minuti fa. A quanto vedo è proseguito comunque l'andamento ribassista arrivando intatto a scadenza del derivato, considerando le prime battute del martedì successive all'open +0% . In open ho congelato le posizioni long con equivalenti minishort. Vedremo il da farsi per domani. Non è bene stare con piede in 2 staffe, se non per poco. Aperta anche posizioni su MPS senza stop dopo l'open a 0.86

 

posted on 18:06   link   . . . . .  up

 

A ribasso ...

15 December, 2010

Non era sbagliata l'aspettativa di stamattina (stop loss short FIB) nata appunto dall'analisi del brutto close USA di ieri. Era sbagliata però, almeno per adesso, la proiezione del movimento FIB, bullish. In 4 anni di osservazione questa è la prima volta. A dire il vero l'open +0% di ieri non fa parte della teoria, però comunque il movimento non arriva integro al close visto che da un segno più di ieri siamo oggi su un vigoroso segno meno. Considero quindi questa una sconfitta della teoria. Vince invece il Gann level, 20357, con un minimo di oggi ad 1 punto sopra. Ma senza riconquiste dei 20600 non si va lontano.

 

Operativamente non ho venduto ne protetto il long perchè ipotizzavo un close su pareggio. Poi nella giornata, vissuta solo parzialmente, non ci sono stati signaling su BB che mi potessero guidare ad un bel trade. Era buono invece il Gann Level di sopra dato come bottom settimanale.

Vendevo Unipol in controtendenza al mercato: non ha rotto il pattern di ricopertura short. 

Nel mirino MPS, su supporto S9P a 0.850/0.845.

 

posted on 18:45   link   . . . . .  up

 

Commento di pre-apertura

15 December, 2010

Volevo segnalare che ieri dopo il close Italiano c'è stato un movimento sospetto del FIB. In particolare alle 17.39 ci sono stati 821 contratti scambiati che hanno portato il FIB a chiudere a 20750 da 20700. Solitamente trattasi di azioni di ricerca stop loss, che nello specifico devono aver cercato posizioni short su indice al fine di aprire la strada a movimenti ribassisti nella seduta di oggi. In effetti l'organizzazione è stata precisa visto il close americano che nell'ultima ora ha flesso in modo deciso, invitando i mercati euro oltre che i musi gialli ad un'apertura in negativo. Tutto ciò non depone a favore di un "movimento FIB" rialzista, che quindi vada a scadenza integro long rispetto ai 20600 dei giorni scorsi, quantunque questa è la mia teoria e ritengo debba funzionare. Casomai stacco tutto e me ne vado a pesca sub nonostante il gelo di questa giornata di sole.

 

posted on 08:31   link   . . . . .  up

 

Finale col segno +

14 December, 2010

Ero pronto stamattina col dito su due siluri, uno long uno short, in ragione dell'open del mercato. E cosa poteva succedere di peggio ? Che il mercato aprisse con un +0.0x% di variazione ! Che matematicamente fosse con segno + non c'è dubbio, ma era troppo risicato ed immediatemente negativo per essere quel segno positivo che avrebbe annunciato la dinamica del "Movimento FIB". La seduta poi si fa volatile e il mercato euro alla fine ritrova ottimismo sui dati macro e sull'open USA, questi sempre sui massimi, chiudendo frazionalmente positivi ma per il rotto della cuffia. Ma comunque, il verso del mercato italiano sembra essere bullish. Quantunque domani la ciclicità positiva di breve termine inizierà ad indebolirsi, il finale è col segno "+"

 

Oggi una giornata spesa per mio figlio, che doveva estrarsi un incisivo da latte che morto da anni a seguito di trauma stava ostruendo l'uscita dei nuovi. E' stata una giornata che ricorderò per sempre, perchè ho avuto il piacere di passarla con una persona davvero coraggiosa, enormenente coraggiosa e che era pure mio figlio. Ci siamo preparati sin dalla tarda mattinata, assieme, ed era contento di vivere questa esperienza della "tenaglia" in bocca. Alle fine ne ha tolti ben 2, era contento... Credo proprio che stasera verrà il topino da 20€.

Di conseguenza ho perso la borsa da metà mattinata al 16. In mattinata avrei dovuto tentare un ingresso su un signal buy ad un rientro in BB 15' ma non me la sono sentita di rovinarmi la giornata. E poi il movimento non era affatto chiaro. Era un bel trade sul signal da manuale.

Alle 16.30 però over 20700 ho comunque fatto un piccolo ingresso long, piuttosto che un missile.

 

posted on 17:56   link   . . . . .  up

 

Trading con le Bollinger Band

14 December, 2010

Trading con le Bollinger BandQuesto nuovo articolo disponibile sulla share privè costituisce un doveroso approfondimento sulla teoria delle Bollinger Band, che nel mio libricino non avevo avuto modo di trattare proprio per lo scopo di "vista generale"  e di "concetti" che intendevo dare al libro.

 

Era comunque doverso produrre un approfondimento rinnovando i concetti chiave ed aggiungendo essenzialmente considerazioni di operatività e condizioni di rafforzamento dei segnali standard delle BB, con valutazioni di volumi e candlestick pattern.

 

Ritengo che il signaling delle Bollinger Band rappresenti uno dei mezzi più validi per la previsione di breve termine degli andamenti del mercato, spesso in timeframe orari/minuti ma anche di più lungo termine (ricorrendo a compressioni giornaliere). Fra tutti gli oscillatori le BB sono con tutta probabilità l’oscillatore più valente in termini di affidabilità di segnale e di forecast oltre che generare molto frequentemente una serie di segnali operativi utili per il trading daily.

 

posted on 10:26   link   . . . . .  up

 

Pronti a far fuoco !!

13 December, 2010

Giornata di rialzo in europa con andamento dapprima volatile e poi piatto. FTSE/MIB si trova di fronte numerose resistenze come anche altri mercati fra cui SP500 a contanto con linee metafisiche e prossimi Gann Level. La chiusura europea non è sui massimi e FTSE/MIB rimane sotto 20600/700 o meglio a metà di quest'area di resistenza che rimane inviolata al close proprio perchè è forte e perchè è in angolo di comando.

 

Da notare che con i 25K contratti scambiati oggi su FIB a scadenza venerdì p.v., è partito il "movimento FIB", uno dei quei movimenti ad arte organizzati dai player finanziari al pari di quelli che oggi venivano descritti su La Repubblica e già indicati sul sito di Gabriele Bellelli a cui rimando per una piacevole lettura. Opereremo con decisione secondo mia teoria e quantunque non mi importi molto del verso del mercato mi farà enormemente piacere se sarà long sia perchè in linea al mio forecast sia perchè farebbe giustizia su alcuni personaggi del WEB. Più in dettaglio "smerderebbe" quegli ometti che nei loro articoli sono sempre pronti a criticare le previoni degli altri, senza mai dare le proprie, ed in particolare chi era contro il rally di fine anno. Altra classe di bastonati sarebbero gli eterni pessimisti shortatori dall'animo nero che proprio ieri scrivevano che da short erano pronti a girarsi... E bravi ! 

E' chiaro che il mercato ha implicazioni ribassiste visto lo scenario macro economico, ma quantunque il prossimo importante setup sarà a data 20 Gennaio per questi giorni di dicembre avevo ripetutamente consigliato di astenersi da shortare il mercato.

 

 

Guidato dalla prudenza dopo l'open vendevo il long DAX e lo short FTSE/MIB entrambi in profitto. Poi entravo nella mia performance evaluation annuale (del lavoro che mi da la pagnotta) e quindi staccavo completamente dal TOL. Nel pomeriggio non osavo ingressi long appunto perchè aspetto il segnale di domani per far fuoco. Non c'erano nemmeno le condizioni su grafico BB a 15' per fare un grande trade mordi e fuggi. Per oggi intanto è andata bene così.

 

posted on 17:59   link   . . . . .  up

 

Giornatadi quiete

10 December, 2010

Davvero poco da dire sulla giornata di oggi: apertura a rialzo che rappresenta il massimo della giornata, poi debolezza che lasciava immaginare movimenti decisi durante la giornata mentre invece si concretizza un noioso laterale fino al close, con bassissima volatilità. E' curioso notare che quando è iniziata la debolezza dei BIG (SP500, DAX) è iniziata la riscossa dei poveri. Oggi però ritornano in forza i BIG, che testano i massimi di periodo, e i mercati minori segnano il passo.

 

Da lunedì scorso intanto è iniziato il periodo di osservazione del "Movimento FIB" che fino a stesera non ha dato segnali di attivazione dunque roll-over sul nuovo contatto a scadenza Marzo 2011. Nel frattempo quindi "i mercati" stringono il range per non dar molto spazio di manovra su posizioni fallimentari nei portafogli dei trader, probabilmente ribassiste. A sensazione, in linea alla visione di timing dei mercati, la prossima settimana avrà ancora un verso bullish e sarà confinata in un range di 1000 punti da queste quote che stanno mostrando ancora la loro valenza di resistenza. Analizzeremo bene nel weekend .

 

Operativamente ingresso short su FTSE/MIB in open con pochi pezzi. Trade non chiuso durante la giornata per scarso rendimento della posizione, fra investito e apprezzamento percentuale della posizione. Rimangono in portafoglio i long sul DAX, Tiscali e Unipol.

 

posted on 18:05   link   . . . . .  up

 

S'inchinano di fronte alle resistenze S9P

09 December, 2010

Ed oggi anche FTSE/MIB piega la testa di fronte alla forza dell'angolo di comando delle resistenze S9P, dopo aver "scoattato" alla grande nel festivo di ieri e dopo aver aperto in tono spavaldo in area 20600. Anche SP500, che sottoperforma singolarmente i mercati mondiali, è rimasto offeso dal test della di alcuni giorni fà, e ancora rintronato non riesce a riprendere forza per tentare un nuovo attacco. E così adesso i mercati sono tutti completamente allineati in termini metafisici, segno che quello che conta non è la matematica delle "percentuali del cazzo" ma la metafisica.

 

Mi preveva dare evidenza del movimento del MM RBS sull'open furioso rialzista di stamattina: per oltre 30 minuti (tempo lunghissimo per chi stava a collassà) il MM è stato assente da posizioni in acquisto minilong, ben presente in acquisto minishort ed assente da lettera in minishort. Sapete spiegarlo ? Visto che dopo il mercato è sceso non è difficile capire perchè. Fattostà che per comprare quei miserabili 2000 pezzi short ho dovuto aspettere qualcuno che ha deciso di venderli ... immettendo ordini annidati intorno al fairvalue. E non parliamo dei certificati su long su DAX di cui ho voluto comprare un po di pezzi per una sorta di spread trading con FTSE/MIB short. Anche questa è la borsa..

 

Operativamente solo da aggiungere l'ingresso cassettista su Unipol per via di un signaling candlestick "seme" seconda mia definizione (cercare sul blog). Per adesso è sempre una ricortura da short, over 0.495 circa confermato close la forza invece continuerebbe ...  

 

posted on 18:46   link   . . . . .  up

 

Flash *** Eseguti Mattinata

09 December, 2010

Qui di sotto gli ordini eseguiti; altre pezzature non sono entrate su minishort FTSE/MIB (a 20700) ne su minilong FTSE/MIB (a 20376, qui per soli 20 punti).. Tolgo tutti gli ordini e vado dal cliente con ritorno nel tardo pomeriggio. La speranza, a questo punto, che i dati macro siano buoni tanto da far zompare il DAX ed riavviarlo così verso i target rialzisti (stop loss 2 o 4 LC short a leva over 17).

 

 

 

posted on 13:24   link   . . . . .  up

 

Giornata speciale

08 December, 2010

A parte la festività religiosa, la giornata di oggi è stata speciale sia perchè ha visto i mercati europei brillare al cospetto di una debolissima america sia perchè fra i listini europei segna il passo il mercato tedesco, da mesi leader dei rialzi, lasciando il podio ai "pecorari" fra cui il nostro FTSE/MIB e l'IBEX che pompano come raramente hanno fatto (quantunque i volumi italiani non diano particolare affidabilità al movimento). 

E così anche la statistica che il DAX performa meglio del nostro mercato viene meno proprio quando sembra essere assodata. Chi avesse fatto stamattina "uno spread" long DAX e short FTSE/MIb sarebbe rimasto impiccato come nella più classica delle immancabile sorprese, quegli eventi improbabili che puntalmente si manifestano quando non dovrebbero. E' la borsa.

 

Mentre l'america rimane a testa bassa colpita dalla resistenza S9P già commentata, il nostro mercato si porta sopra il Gann Level 20357. E quel timing bullish che rimane, diciamo fino a quando pagano le trediciesime, potrebbe e dovrebbe vederlo nella stessa condizione del "faro" SP500, dunque sulla sua resistenza di comando posta in area 20600/700. E poi la corsa dovrebbe essere finita almeno per un po. 

A proposito di eguaglianze, non mi trovo daccordo con chi dice che il nostro mercato non performa: non si guardino i massimi del 2000 o del 2007, si guardi da dove siam partiti, da 12300 nel 2009. Quella è l'origine. Risorti dal "dopo guerra". La prestazione è grossomodo in linea con gli altri mercati, qualche punto di meno certamente, ma performando molto meglio all'inizio. E se oggi ci mancano dei punti rispetto ai big, mi sembra anche giusto visto cosa significa oggi il paese "Italia".

 

Operativamente bene: ho ricostruito la fiducia. Sell di tutte le posizioni short in open (non era aria...), poi non eseguivo short a 20357 perchè non in fuori BB, poi ingresso short a 20500 su un fuori BB, chiuso però troppo presto (20450), poi ingresso long a 20357 nel pomeriggio (che adesso è supporto) e sell prima del close. Poi però un errore ricaricando short che ho chiuso subito in perdita rovinando parte di quanto fatto. Evito eseguiti.

Piuttosto mi preme indicare che sto scrivendo un'appendice meritevole al mio libricino che troverete su share appena pronta, "Trading con le Bollinger Band , operartività col supporto di candlestick pattern e volumi".  E' un buon metodo di trading in qualsivoglia timeframe e francamente mancava questo approfondimento doveroso nei termini di letteratura e di best-practice.

 

posted on 18:00   link   . . . . .  up

 

SP500 china la testa

08 December, 2010

Anche oggi non si può pescare: bel tempo, mare non agitato, ma acque molto torbide per via delle acque portate da fiumiciattoli e torrenti, come suggerito dal fogliame lungo la spiaggia. Dopo oltre 1 mese di continua e dolorosa rinuncia speriamo che per Natale il destino mi regali una giornata di pesca, chiedo solo questo.

 

SP500 chiude sotto i massimi, raggiunti in formazione candle upper shadow. Lo spike si è realizzato proprio in open sull'angolo di comando delle resistenze S9P, e così anche il gigante buono americano china la testa di fronte alle armonie del Creato.

 

I musi gialli al solitano non aiutano il trading degli europei: quest'oggi è il NIKKEI a mettere a segno un close positivo addirittura in contro-tendenza con l'america, quando sistematicamente i musi gialli non fanno altro che seguire pecoroni l'andamento del close americano. Ma è ben noto che sono nostri nemici, nemici del sistema europa. Andrebbero cacciati dalle nostre terre, introdotti dazi sulle loro merci, boicottato quel po di turismo che c'è, definite politiche di export di prodotti europei che siano di bassa qualità ed alta marginalità.

 

Con tutta probabilità prenderò profitto in caso di andamenti negativi del mercato con almeno metà delle posizioni short aperte ieri in un "coraggioso" short overnight. Poi a pranzo me ne torno a Roma e vedremo il da farsi.

 

posted on 08:02   link   . . . . .  up

 

Probabile Top

07 December, 2010

Oggi brevemente.

Nonostante il timing bullish  non sia ancora scaduto, quello di oggi potrebbe essere il top: SP500 raggiunge LA resistenza in angolo di comando S9P a 1230/35 lo stesso angolo dei massimi storici di questo mercato. FTSE/MIB raggiunge la sua middle BB(20,2) daily che rispetto alla scorsa settimana si è nel frattempo abbassata di circa 1oo punti. Sono target rialzisti oggi colpiti e non superati.

 

L'operatività mi ha visto molto indiceso: non ho comprato long in open come da (corretto) signaling, non ho comprato nemmeno in area 19900, non ho shortato SP500 sul top a mezzo minishort per via di uno spread da cravattari. Ma alle 17.20 ho eseguito ingresso short visto che i mercati iniziavano ad abbassare la testa rispetto al massimo di qualche ora prima, probabile top. Ingresso a mezzo minishort 22300 a 20110 di indice.

 

Ci aggiorniamo con più calma domani all'open con un commento di preapertura.

 

posted on 18:13   link   . . . . .  up

 

Presa di Beneficio

06 December, 2010

I mercati stornano in modo netto sui rinnovati timori di debito degli stati europei. A dire il vero non mi aspettavo un ritorno così immediato del newsflow negativo, visto che il timing bullish dovrebbe durare ancora per qualche giorno. Nonostante l'evidenza della negatività di oggi rimango dell'idea che sia una seduta di prese di beneficio o di scrollo di posizioni long, invece di trend reversal (parliamo sempre di breve termine), ipotesi che sarà confermata laddove gli USA chiudano stanotte in positivo con il solito movimento "notturno" che cambia le carte in tavola quando i mercati europei sono chiusi.  Con la giornata di oggi si definisce inoltre per FTSE/MIB un trading range di congestione, ossia 20200-19800 sulla cui rottura a rialzo proverò ad operare. Andamenti negativi, invece, continueranno a lasciarmi perplesso. 

 

Operativamente oggi ho evitato ogni tipo di trade perchè la strategia dei prossimi giorni è di caricare forte su leverage certificate su indice, e quando il trading range è stretto fra spread e leva ci si fa molto male se non si ha la fortuna di beccare il verso corretto. Ed i soldi sono pochissimi. Diverso ovviamente è un FIB o miniFIB che ha spread di qualche punto di indice, ma sono strumenti che ad oggi non mi posso permettere e probabilmente nemmeno domani. Pertanto ho evitato di generare transazioni e di andarmi ad impiccare con gli spread dei LC senza che prima ci siano segnali chiari in un verso o nell'altro. L'idea per domani è quella di aprire long con target 20350 circa e poi 20600/700 dove poi mollare le posizioni per operare short a bomba con target 18000 punti nel giro di un mesetto.

 

L'altra convizione è quella di cambiare lavoro e passare al trading full-time: riuscissi ad ottenere qualche buona uscita stavolta lo farò sicuramente. Cambierei anche il modo di fare trading, ovvero long sulla forza, ingresso a mezzo titolo con 50K€, fatto l'1-2% in 2-3 ore, ci mettiamo in sacca 500-1000€ e ci godiamo la vita per quello che ce ne rimane.

 

posted on 18:03   link   . . . . .  up

 

Giornata buia

03 December, 2010

Giornata che non consegna una variazione percentuale di rilievo, ovvero 0.4% su FTSE/MIB in linea con i mercati euro, ma che è importante perchè nonostante l'oscillazione attorno alla parità chiude in zona bullish ed in particolare sopra il supporto forte S9P in area 20100/00. Essendo 20600 in angolo delle resistenze, questo 20100/000 è in angolo forte ed infatti i tentativi di rottura intraday l'hanno offeso ma non l'hanno divelto; con la chiusura di oggi a 20120, l'indice si trova però sotto un Gann Level 27, 21140, e non da segnali di proseguimento che, se fossero, lo porterebbero ad aprire fino ad area 21600 con check intermedio alla middle su BB daily.

 

Operamente la giornata è andata male. Oggi ho osato moltimisso, volendo risolvere la situazione. Dapprima molto bene durante mattinata ma poi dopo pranzo, prima del dato USA sulla disocuppazione (che è stato pessimo), mi sbilanciavo long in modo pesante e venivo travolto il 15 secondi senza nemmeno capire quello che stava succedendo - visto  che il push di Sella via UMTS non riusciva a passare tanti gli scambi erano intensi. Posizione poi tratta a stop sotto i 20000 quando sarebbe tornata quasi in pareggio al close. Nel pomeriggio altro tentativo short, di peso purtroppo, al cross-under dei 20000 aperta a 20040 ed anch'essa fallimentare, quindi stoppata a 20100.

Ho perso il feeling con il mercato, il "waving" se mi è concesso coniare questo termine, quando ho venduto le UC a 1.582; da lì  il mercato mi è stato nemico pur non essendomi mai messo contro di lui, cercando di sposare il trend di breve, e mantenendo un atteggiamento positivo ed ottimista sul trading. Una giornata buia.

 

posted on 17:47   link   . . . . .  up

 

Mercato difficile

02 December, 2010

Giornata di forza per tutti i mercati ma al tempo stesso in volatilità. Nella figura qui di sotto il grafico di FTSE/MIB a 15',dal minimo degli ultimi giorni a 19000 punti fino al close di stasera. Rotti i nostri 20550 con un opening gap-up, si richiude il GAP nella mattinata, poi si tira al rialzo fini ai 20000 punti circa, per poi stornare in modo violentissimo e per poi in egual dinalica di "immancabile sopresa" ritornare sui massimi in trend-continuum andando anche a romperli per portarsi sopra area 20000 punti. Incredibile movimento. Siamo sopra, quindi, il 50% di ritracciamento a partire dai 20900 da cui era iniziata l'ultima gamba ribassista. Un vero rally di fine anno, o meglio di inzio dicembre, un mercato toro al punto da mettere paura a chi è short più di un mercato bear a chi è long: 1000 punti in 2 giorni, 500 nelle utime 2 ore.  Per me queste dinamiche giornaliere sono molto difficili da prevdere quantunque over 20600/700 avevo indicato long, ma con stop corto che sarebbe comunque stato applicato.

 

 

Operativamente dalle 10 non potevo presidiare il tol, per cui in apertura ho deciso per un freeze "democristiano" dello straddle FTSE/MIB perdendo 100 punti di indice rispetto al close di ieri ma guadagnandoci in salute, potendo lavorare in serenità. Poi nel pomeriggio, al candelone nero in figura, non mi sono sentito di sovrappesare i long, e nemmeno dopo, quantunque avrei dovuto. Al closing, ossia a 20020, ho aperto un sovrappeso short, stavolta a mezzo MS 22300, riportando in stato short lo straddle. E vedemo domani come andrà a finire perchè l'intenzione è di chiudere tutto in bilancio positivo, cosa ardua perchè iniziata con verso sbagliato e senza rimediare con profitti intermedi.

Onestamente esco oggi con tanto amaro in bocca visto che avevo creduto ad un rimbalzo dei mercati, comprando soprattutto il settore bancario che ha performato in modo gigantesco, ma ho venduto troppo presto e non ho avuto fiducia nel ricomprare ancora dimenticando che i mercati finanziari hanno come primaria caratteristica quella dell'irrazionalità e dell'incoerenza.

 

posted on 17:48   link   . . . . .  up

 

Al confine: 19550 FTSE/MIB

01 December, 2010

Mercati europei scatenati: dopo un'apertura positiva, ma comunque titubante, prendono il verso bullish in modo molto deciso animati dalla ricopertura di posizioni short sui buoni dati macro. Nel pomeriggio il news flow continua ad essere buono e i mercati strappano a rialzo in modo consistente con l'IBEX spagnolo over 4% e l'italietta comunque fra le migliori con un +2.4%. In primo piano i bancari ed in particolare la mostruosa Unicredit che a colpi di ricoperture attua un movimento di 6.5% percentuali. Tra listino si evidenzia Kerself che di rimbalzo da un numero magico chiude a +26% dopo doppia sospensione. Ritengo che la vetrina sull'azionario si debba scrivere il giorno prima (cfr. blog di ieri su Archive) per ovvia utilità operativa.

 

Area 19540-90 ha ben 5 valenze: un livello di ritracciamento di brevissimo termine, un Gann Level, un pattern 1x1 di decrescenza settimanale, il valore 0.1 del minilong con più leva, un livello tecnico. Non si può dire oggi di averlo rotto, visto che questi 5 livelli si scostano per qualche decina di punti uno dall'altro. Ed il close ovviamente è fra di loro. Quindi per adesso questo rimbalzo va considerato come tale, ed anzi si avrà campo libero solo dopo i 19700, quantunque già da 19600 si potrà provare il long a stop corto, ricordando che la ciclicità negativa è ancora presente e che solo la prossima settimana dovrebbe lascier spazio a quella bullish.

 

Operativamente vendute Banco Popolare e Unicredit a poco dal close. Aver visto un recupero così importante sul portafoglio mi ha obbligato a prendere fiato. Non ci ho guadagnato ma nemmeno perso. E si fa a tempo a ricomprarle. Inoltre dovevo tener pronta la liquidità per girarmi sullo straddle FTSE/MIb. Oggi infatti ho chiuso le posizioni long sul 19530 ed in pratica sono short 3:1 contro le long. Girarsi ad un 3:6 non è difficile e costoso, con i minilong a strike 18600 che prezzano 0.1, ma prima di farlo vorrei fossimo oltre il confine dei ribassisti.

 

posted on 17:59   link   . . . . .  up

 

Flash *** Forza Solo over 19549

01 December, 2010

I mercati rimbalzano, almeno nella prima ora. I miei conti indicano segnale di reversal (di breve termine) solo over 19549 confermato al close.

 

posted on 09:54   link   . . . . .  up

 

top of page

 

 


Trading Blog e commento sui mercati finanziari. Segnali operativi gioralieri long short per il trading in borsa. Signal buy sell di prodotti finanziari azionari e derivati. Indicazione di operatività, posizionamento, previsione e forecast sul mercato azionario. Trade Blog e Report Trading Long Short con Minilong Minishort Titoli ETF ETC CW FTSEMIB SP500 leverage certificate RBS. Analisi Trend Bull Bear e forecast con analisi di Gann (S9P S9T Gann Square Gann Level FAN), ciclicità dei mercati, signal candlestick pattern, analisi tecnica con Bollinger Band BB(20,2). Strategie e tattiche sul mercato. Trading Utilities


Chiunque acceda e consulti il sito www.fabiolongo.com e tutte le sue sezioni dichiara di aver letto, compreso ed integralmente accettato quanto riportato nel DISCLAIMER.

www.fabiolongo.com