Mercoledi 26/06/2019 ore 08:49:26
Home Corso di Borsa Trade Blog Libro Trading Ways Trading Utility Market Forecast Disclaimer

 

Archive - February, 2012
 
Fabio Longo Trade Blog   fabiolongo.com TradeBlog  
 
Most recent entry is first.
Search blog
 
Archives 
 

Mercato Incomprensibile (29 Febbraio 2012)

29 February, 2012

In questo giorno particolare (29 Febbraio) il mercato replica la dinamica di ieri ed accentua il grado di incomprensibilità, per cosi dire, ossia di impredicibilità di breve e brevissimo termine. Sono intere settimane, tutto il mese di Febbraio, che si viaggia in un trading range relativamente stretto (16100-16850) senza completare i target rialzisti ma al tempo stesso senza scendere troppo anche per la presenza di prodotti Sed.Ex. short a grande leva. Infine a pochi giorni dal completamento di un angolo bear storicamente importante il mercato non ha nemmeno stornato sotto i minimi di riferimento (es 16100 FTSE/MIB), almeno per il momento. Non comprendiamo i motivi di questo lungo stallo.

Ne è risultato un mese estramente tedioso e privo di opportunità di trade di posizione che è quello su cui puntiamo non potendo stare incollati al TOL tutto il giorno.

La chiusura di Febbraio, come view di medio periodo, si preannuncia in linea a quanto ipotizzato ad inizio anno e quella stessa configurazione di trading range dovrebbe comunque mantenere per un altro po' di settimane.

Ultima nota da giorni sono tornati a prezzare 100 i titoli di stato Italiano (BTP) mentre quelli della Grecia fissi a 27. Non c'è più da vergognarsi per come siamo rappresentati all'estero, almeno questa è stata un bella notiza.

 

Per quanto concerne il trading grande delusione oggi su ISP e ENEL GP che eramo sicuri di liquidare in profitto su eventuali rialzi, ad esempio quando il mercato ha fatto 16600, ma non sono state certamanente le perle del listino.  L'idea era portare a casa un po di liquidità, per chiudere bene il mese di Febbraio, per poi girarla su qualche certificato leva non prima del giorno 2 Marzo. A questo punto il mercato ci sarà amico se ci consentirà nei prossimi 2 giorni di chiudere posizioni short FTSE/MIB in profitto per poi menare con questa liquidità sempre su prodotti long FTSEMIB.

 

posted on 17:58   link   . . . . .  up

 

Mercato difficile (28 Febbraio 2012)

28 February, 2012

Un'altra giornata che si chiude con un nulla di fatto e con relativa volatilità: forza-debolezza-forza la caratteristica del movimento odierno. Si apre infatti pimpanti proseguendo il movimento di ieri ma poi non si rompono le prime resistenze (es su FTSE/MIB la fan 1x2), i mercati quindi storano nel pomeriggio per poi ritornare a crescere con la fiducia dei consumatori USA e soprattutto con la fiducia in S&P500 che sempre "quatto quatto" guadagna un altro massimo e si porta ai limiti del ipercomprato.  Non commentiamo oltre per via di impegni.

 

Per l'operatività usciamo un po a testa bassa, ferito dal non aver operato day trading quando oggi l'opportunità c'era tutta, anticipando in modalità contraria tutti movimenti dell'indice nelle fasi su indicate. Ce l'avremmo potuta fare. Inoltre abbiamo visto in nostro ETF Natural GAS raggiungere nuovi minimi, con un -4% daily. Con uno sguardo al future WTI siamo quasi ai minimi da 30 anni a questa parte, o meglio mancherebbe ancora un bel pò (1$ dagli attuali 2.2$ circa ) ma il crollo dai massimi del 2006 è impressionante (veniamo da 16$ !). In accordo al piano di trading PAC Commodity only, che il 25 del mese non avevamo eseguito in quanto non c'era nulla da comprare (le 8 commodity sono sui massimi), oggi abbiamo operato su questo ETF con il secondo dei tre acquisiti previsti, appunto in area 0.1 ETF (eseguiti sotto 0.1). Non abbiamo potuto raddoppiare i pezzi perchè ieri abbiamo usato la liquidità per ENEL GP ma al prossimo livello, ed ultimo, invece di fare x6 pezzi ne faramo x10 e mettiamo a posto il PMC (se mai vedremo quel livello nightmare).

Acquisti piramidali inversi o serie delle perdite o come lo volete chiamare, noi crediamo che questa sia l'unica possibilità di rompere il culo al mercato e sulle commodity non esistono dubbi di sorta come nel caso delle azioni.

 

posted on 18:10   link   . . . . .  up

 

Mercato difficile (27 Febbario 2012)

27 February, 2012

Seduta caratterizzata da mercato volatile e con impostazione ribassista visto il nulla di fatto del G20 (no money) e i nuovi massimi del crude. Come noto questa settimana gli impianti di timing S9T sono in polarizzazione negativa, da domani per la precisione quando S&P500 passerà in angolo bear, con FTSE/MIB in angolo dei crash a target venerdì 2 Marzo. Inoltre S&P500 viene da oltre 10 sedute bullish (senza però generare ipercomprato nè segnali inversivi). Ciò nonosostante nel commento generale eravamo di view positiva perchè ci portiamo appresso da tempo, da quando il timing era tutto bullish (ossia incluso quello S9T), il mancato raggiungimento dei target rialzisti almeno su FTSE/MIB. Era molto difficile fare un forecast ed avevamo preferito il senso di "praticità" a quello di timing del mercato. Avavemo indicato le aree di watch, ossia per FTSE/MIB 16400 (fan), 16200 (grande leva prodotti Sed.ex.), 15900 (supporto S9P) mentre per S&P500 il nostro leveling 1354 . Su queste quote il mercato ha reagito: SP500 l'ha fatto su leveling 1354 mentre FTSE/MIB in area 16200.

Nel primo cerchio il pattern inversivo bullish di breve termine, coronato con il target della middle BB (in questo caso è la middle che è scesa a toccare l'indice); nel secondo caso con un'inversione che ha raggiunto la middle e poi creato una mini-esplosione rialzista - che a stento non classifichiamo come movimento acchiappa stop loss shortisti FTSE/MIB (speriamo di sbagliarci).

 

 

L'operatività è andata bene ma non benissimo. Sul primo reverse abbiamo venduto in profitto posizioni short a mezzo minishort 19400 portandoci in long:short 2:1. Dopo che abbiamo sofferto qualche ora nell'essere sbilanciati long con un mercato che pestava i bancari, abbiamo deciso di stemperare la posizione long su FTSE/MIB con un altro po di pezzi del minishort 17400, quello dell'altro giorno, lo zombi in stato di grande leva. Tutto questo solo per avere un peso relativo short con la posizione long 15000 che rischiava di passare in stato di grande leva. Altri pezzi long li abbiamo infatti ad 11400 che difficilemente passeranno in stop loss nei prossimi giorni, forse anche MAI.  Volevamo chiudere questi short a 15950 ed il mercato non l'ha fatto. Abbiamo cercato di chiuderli dopo le 17 ma il mercato ha fatto la zampata "rialzista" che non ci dispiace visto lo sbilanciamento long:short 1.6:1 .

 

Fatto questo piccolo compromesso eravamo abilitati a comprare altri titoli e siamo stati combattutti fra i due gemelli del gol, UCG e ISP. Entrambi ci allettavano ma forse ISP aveva qualcosa di più visto che teneva la quota numerologica di 1.44 e quindi anche la fan a 1.42. Ma alla fine tra i 2 litiganti, che già abbiamo nel portafoglietto, abbiamo deciso per ENEL Green Power. Da tempo seguiamo il titolo ma senza mai esserci avvicinati. Venerdì nei nostri segnali operativi avevamo finalmente dato un buy condizionato: Long - In apertura se negativo, stop closed sotto 1.47. Tutto molto EASY.

Il segnale non è entrato perchè incredibilmente il titolo ha aperto a 1.494, come era il close del giorno prima, ma la configurazione di candle/volumi molto simile a quella di tipo SEME c'era tutta... e quando oggi l'abbiamo vista piegare tenendo il minimo della candela seme siamo entrati con un po di pezzi, a 1.48, nel nostro caso senza STOP loss.

 

posted on 18:18   link   . . . . .  up

 

Statistiche Segnali di Trading al 25 Febbraio

26 February, 2012

Come detto a Gennaio, quest'anno commenteremo ogni 25 del mese i segnali di trading che diamo al nostro privè nei giorni feriali dalle 5 alle 6 del mattino, a parte rare eccezioni. Il motivo di questa data "strana" rispetto al classico fine mese è perchè in questa data valutiamo anche i PAC "Commodity-Only" che appunto eseguiamo in questa data (evitando il giorno 27 quando vengono accreditati gli stipendi, quando non è momento buono per eseguire acquisti in logica PAC).  Inoltre il fine mese siamo impegnati in opera di analisi e manutenzione del sito.

Da oggi in poi queste valutazioni di più ampio respiro si troveranno nella sezione Market Forecast in modo da poter essere più facilmente rintracciati all'interno del sito, sito che stiamo ristrutturando poco a poco nei ritagli di tempo prima dell'estate dove probabilmente quest'anno rallenteremo per dedicarci ad altro.

 

posted on 14:39   link   . . . . .  up

 

Debolezza ma Closed weekly su Fan 1x2

24 February, 2012

Mercati in debole rebound bullish su scia del close americano di ieri e su dati macro "non male". Si apre bene, si tentenna durante la mattinata, si provano attacchi a rialzo tutto ovviamente in grande debolezza e volatilità relativa ma alla fine il nostro mercato fa meglio degli altri con un close a +1.07 a 16487 che ci porta al close weekly sopra il valore di apertura settimanale e poco sotto quello di  next opening weekly (16492). Consideriamo questo close come una tenuta della fan in forma di "supporto" e quindi da riconfermare con forza nei prossimi giorni per evitare debacle.  Il forecast sull'andamento dei mercati finanziari della prossima settimana lo faremo nel weekend a mente fresca.

 

Per l'operatività di trading comprati in apertura al meglio un po di pezzi ISP che ha 2 supporti utili: 1.440 (numerologia 1440) testato oggi con un minimo intraday di 1.441 dopo giorni di vendite e poi la fan 1x3 che next opening weekly transita a 1.42, quindi close nettamente sopra. Volumi nella media. Pattern inversivo bullish formato al close. Titolo dato long stamane al privè.

Straddle FTSE/MIB sempre long:short 1.33:1

 

posted on 18:44   link   . . . . .  up

 

Si piega al 23 Febbraio

23 February, 2012

Non ci ha fatto piacere vedere la piegata odierna dei mercati europei e ci auguriamo che questo pattern bear su FTSE/MIB non prosegui in trend-countinuum fino ai primi giorni di marzo, quando si avrà il top della fase bear in angolo di crash S9T. La lettura positiva ribadita questa mattina si è purtroppo rilevata troppo ottimista  ma in effetti il nostro timing era corretto: dopo la data di massimo di ieri, il mercato americano ancora tiene i livelli (fase S9T ancora positiva e setup del III mercoledì del mese positivo) mentre quello italiano in fase bear S9T non riesce a completare i target e gira in modo violento.

Siamo comunque su delle quote spartiacque, almeno a questo close: siamo leggermente sotto fan 1x2 FTSE/MIB opening weekly, molto inferiore a valore di next opening weekly: se il mercato non reagisce domani con un close over fan next opening weekly non ci sono grandi speranze per il trend bull e questo non ci fa mai piacere.

 

L'operatività ha visto nel pomeriggio chiusura a 16250 di posizioni short in un micro-pattern bullish reversal, poi abbiamo ricomprato a 16360 un po di pezzi short dello zombi 17400 che avevamo lasciato giorni fà solo per  ridurre a 1.33 lo sbilanciamento long:short in un mercato che non ritornava sopra la fan bear. Tant'era lo scenario. Ci auguriamo che questi short vadano a stop, ovviamente, altrimenti puntermo, sotto certi livelli, per lo stop del nostro minolong 15000 di cui abbiamo 3000 pezzi in canna. L'importante è che non ci siano altre "anomalie" di target rispetto a quanto successo nei giorni scorsi, trattasi infatti solo di anomalie. La teoria è valida ed è di grande valore.

 

Gentile Cliente,
con la presente Le comunichiamo l'esecuzione dell'ordine N. 20120223215174.

- Strumento: RBFTMIBSLMS19400AB19012E070521 - GB00B70H0K94
- Operazione: Vendita
- Quantità/Valore Nominale: 1000
- Quantità/Valore Nominale eseguiti: 1000
- Prezzo limite: 0.305
- Prezzo esecuzione: 0.3050
- Data esecuzione: 23/02/2012 15:52:59.
- Commissioni: 2

 

 

posted on 17:56   link   . . . . .  up

 

Market Scenario al 23 Febbraio 2012

23 February, 2012

Come accennavamo ieri al close, non ci sono segnali inversivi di breve periodo: il mercato non ha generato ipercomprato e queste sedute correttive hanno evitato che si formasse. La configurazione candlestick pattern di bear reversal di tipo "crows bearish" che si è formata su FTSE/MIB e DAX è una configurazione inversiva moderata che (per definizione) richiede conferma delle sedute successive. L'analisi dei volumi sui principali titoli del paniere FTSE/MIN dimostra che, nonostante i "-3% e fischia" dei bancari, i volumi sono limitati, stemperando il valore del già debole pattern inversivo dei 2 corvi (o simile). Cosa ancor più importante sul mercato italiano siamo quasi su un area di supporto definita da MM200, fan, passaggio a bassa leva per alcuni prodotti short ecc... lasciando spazio alla regola che "nel breve periodo è molto più probabile che un trend continui che venga invertito", nei casi appunto di mercato indeciso. Lo scenario di default Grecia o default selittivo (non ho letto nessuna news - adesso me le cerco) sembra scontato da tempo e giusto una notiziona negativa rappresenterebbe una novità.

Laddove avvengano correzioni che si limitano a valori di MiddleBB il mercato potrebbe essere appetibile per ingressi long.

 

Per il timing di breve termine, martedì anche S&P500 passerà in angolo bear S9T, ma per questi giorni ancora vale una polarizzazione positiva introdotta l'altra settimana con il setup del III mercoledì del mese e con il massimo di Gann in data statica. Altri timing di medio e lungo periodo sono in scadenza da Marzo in poi.

 

 

posted on 05:47   link   . . . . .  up

 

Tempo scaduto e target pending

22 February, 2012

Con la giornata di oggi, a meno di 1 giorno di tolleranza, scade il tempo bullish entro il quale ci aspettavamo il raggiungimento dei famosi target. Non c'è stato questo risultato anche se il mercato ci ha provato ancora nella prime ore. Pur senza aver letto alcuna news, deve essere uscita qualche notizia sulla Grecia visto che il famoso titolo di stato oggi prezzava 28 su 100 (closed). Ciò nonostante il mercato non ha invertito ancora la tendenza di fondo "bullish" e ci auguriamo che i timing non siano così precisi per poterci permette di chiudere questa "agonia" sullo straddle FTSE/MIB che è già particolarmente compromesso dopo la giornata di ieri. Siamo con il cerino in mano e non ci farebbe piacere bruciarci le dita.

 

Per l'operatività mi scuso di non aver aggiornato il privè come ogni mattina con l'analisi delle 5 visto che a quell'ora ero già in viaggio per il mare, dove sono entrato ore 6:50 per la prima cacciata con il nuovo fucile. Ecco qui il guadagano e fatto questo, alle 9, eravamo già sotto la doccia per una giornata di lavoro al cardiopalma... Aggiorniamo domani con una "special edition" sullo scenario FTSE/MIB e S&P500. Buona cena a tutti !!!!   

 

 

 

posted on 17:43   link   . . . . .  up

 

Tutto come ieri con un giorno in meno

21 February, 2012

Non è andata come credevamo e come speravamo sul FTSE/MIB: si apre in forza grazie soprattuto all'apertura di UC ma senza conquistare le quote target. Poi il mercato flette e tentenna tutta la giornata, anche con una discreta escursione in termini di punti assoluti di indice che a queste quote significa anche di punti percentuali (300 circa, oltre l'1.5% di variazione intraday). Nel pomeriggio si avvia un rebound ma poi si chiude da dove si era partiti. E' un movimento estentuante che non trova la giusta fine: mentre il tempo bullish micro/macro si esaurisce (e probabilmente non sarà seguito da un altro micro timing bullish), il mercato non ha raggiunto il suo obiettivo. Domani teoricamente è ancora data buona. Tutto come ieri ma con un giorno in meno.

 

L'operatività di trading ha visto sell delle posizioni short zombi in apertura, visto che il MM era regolarmente presente, con una perdita netta di 309 euro, confidenti che il mercato non avrebbe flesso e fosse arrivato a target in qualche minuto; giorni fà eravamo stati graziati per qualche decina di punti. Non è andata così purtroppo e quando le posizioni long sono ritornate sul PMC (sfumati 400 euro) ne abbiamo dovuto pure venderne una parte per rimanere in quasi-freeze con gli altri minishort 19100 e 19400. Questo fatto ci ha distrutto il morale, peggiorando poi quando abbiam visto Gabetti e Finmeccanica vendute a prezzi superiori ai nostri di giorni orsono. Abbiamo appoggiato la testa sulla scrivania... Ben avvertito dall'oracolo mattutino che dava giornata negativa, non ce la siam sentita di comprare altri long, quando forse dovevamo, in area 17500. In quel momento le obbligazioni Greche a scadenza Marzo 2012 erano sospese con ultimo scambio in area 36. Abbiamo pensato di comprare un centinaio di pezzi Unicredit con l'idea che domani si replicherà la pompatura in open sullo stesso titolo, permettendoci di vendere almeno quelle se il MM non ci sarà. Resta evidente l'aver fallito lo scopo della giornata per aver venduto gli short quando, in questi casi, si vendono prima le posizioni long in profitto e poi se tutto va male gli short passano a stop, se invece si è fortunati gli short si vendono meglio oppure si ritorna a comprare long in un "gioco infinito". Non so dire perchè abbia invertito l'ordine dei sell, forse perchè ero convinto che non ci sarebbe stata alcuna flessione. Gli errori si pagano sempre, almeno a casa mia. Saremo forse fortunati in amore...

 

posted on 18:19   link   . . . . .  up

 

Timing ancora buono al 20 Febbraio

20 February, 2012

Mercati relativamente volatili ma comunque in forza sin dall'apertura, tecnicamente per via delle decisioni dei musi gialli di ridurre le riserve obbligatorie delle banche e di foraggiarle con ulteriore liquidità. Anche il mercato americano prosegue in forza con un future positivo al Globex sin dalle 5 del mattino. Qui il trend è pesantemente "continuum" in quanto il mercato non cede davvero nulla ed avanza lentamente verso il suo target. Altri indici europei ben impostati.

Tutto ciò è in linea al timing bullish (data di Gann statica e setup del III mercoledì del mese), timining che ormai dovrebbe avere le ore contate (e lo si capisce forse dal valore delle obbligazioni Greche a scadenza Marzo, oggi scese a 36 su 100); riteniamo che, con tutta probabilità ed a meno di "soprese" negative sul close americano, domani in open si raggiungano gli ultimi target del mercato FTSE/MIB. Più in dettaglio i brokeroni hanno forzato il mercato al close per avere una chiusura a 16724 e quindi domani mattina ci vorrà solo una leggere spintarella all'apertura, meno dell'1%, per portare a stop uno o due prodotti Sed.Ex. ad alta leva short. Da giorni e giorni stiamo puntando su questo evento e lo scenario che si configura è che domani il MM non si farà trovare in denaro sui prodotti long dopo aver passato a stop i minishort, mettendo in crisi nell'attuazione del sell long sui target. Questo è l'unico rischio quando si applicano queste tattiche di trading e gli eventi non si verificano in intraday. Riteniamo che questi scritti rappresentino il massimo del know-how e qualcuno lo vada a spiegare al HAL9000 Google che ci ha dato rank 2 facendoci desiderare che muoiano tutti bruciati vivi.

 

L'operatività ha visto acquisito massiccio di ulteriori posizioni long FTSE/MIB appena chiuso il gap-up formatosi in apertura.  Gli ordini di sell impartiti in mattinata su tutto il pacco long non sono entrati, ovviamente, e questo non ci ha fatto piacere perchè temiamo avvenga quando indicato sopra. Ci vuole sempre fortuna nella vita, oltra la capacità di intendere e di volere.

Entra però in asta di chiusura la vendita di nostri pezzi Gabetti a 0.132 con una pedita netta di 5€. Abbiamo atteso tutto il giorno per vederli eseguiti, oltre che settimane per vederli risorgere dall'inferno, ma alla fine  abbiamo spuntato un pareggio sostanziale.

 

posted on 17:52   link   . . . . .  up

 

Nuova risorsa: Mares arbalete 75

19 February, 2012

Tutto nacque nell'agosto del 2011 quando ci sfuggì un preda da oltre 3 Kg, un cefalo d'alto mare che, in branco, si era spinto fino sulla costa per mangiare le alghe rosse che si formano con le acque cotte. Sono i pesci più buoni del creato. Molto meglio di spigole ed orate. Cefali lustrini o pinna gialla, pesci dei pescatori. Ci eravamo avvicinati a meno di 1 metro, col mio fuciletto tattico da 40 cm ad aria, montante fiocina a 5 punte. Colpimmo la preda dopo averla attesa di fronte a noi fino all'ultimo secondo, ma non riuscimmo ad infilzarla perchè il tiro non aveva sufficiente potenza, rimasero attaccate agli arpioni squame grosse come monete di 1 euro, nulla di più. E nei successivi giorni quasi ci è costata la perdita del dito medio della mano destra per il commitment a pescarlo, caricando il fucile montato ad arprione con una tavoletta in legno che si è spaccata a metà a fine corsa di carica. L'immagine di quel pesce, e di tutti gli altri che non siamo nemmeno riusciti ad avvicinare, ci compare ogni volta che pensiamo alla pesca. Abbiamo aperto un credito con il mare in quella data.

Ieri abbiamo comprato una nuova risorsa, un Mares ad elastico (arbalete) da 75 cm con arpione. Un sacrificio discreto perchè economicamente siamo a terra dovendo sostenere l'intero carico familiare e 2 proprietà, oltre il mutuo di una. Non abbiamo ancora avuto modo di caricarlo, la forza per portare l'elastico in puro lattice alla prima delle 3 tacche è notevole e ci ha spaventato immaginare potenza e velocità di un eventuale lancio fuor d'acqua. Il nostro modello ha anche il mulinello per il recupero della preda (più che altro gestione degli strappi del pesce). E' un fucile a guida asta integrale per una migliore precisione della traiettoria. E' fantastico. E' meglio di una motocicletta del cazzo. E siamo contenti come i bambini a Natale. L'abbiamo strappato ad un prezzaccio presso negozio di caccia in località Nettuno, proprio mentre ci chiamava l'amico Raffalele per dei consigli sugli ETF e sui PAC. Poco sopra i 100€, siamo stati bravi, considerando che è una risorsa preziosissima per la pesca e per la salute.

Con questo oggetto adesso non ci sono più scuse ! Sarà colpa delle sigarette o sarà colpa di aver scelto fondali sbagliati se non porteremo a casa, quest'anno, quella preda che ci tormenta ogni volta che pensiamo alla pesca.

 

posted on 20:28   link   . . . . .  up

 

Bene al 17 Febbraio 2012

17 February, 2012

Non ci portano male i venerdì 17: nacque un bambino di "anima solare", mio figlio Alessandro, nel Gennaio del 2003 ed oggi non solo si è rivitalizzato il portafoglio ma abbiamo anche portato in cassa qualche soldino con i trade indicati qui di sotto su Unicredit e Finmeccanica, pochi pezzi ma comunque sempre soldini rubati ai mercati finanziari. Bene anche Gabetti che teniamo nel portafoglio assieme ad altri acquisti "fallimentari" che non abbiami potuto piramidare ad inizio Gennaio quando eravamo impegnati nella guerra contro il Nightmare Unicredit (cfr. Archive Gennaio)

 

Sembra inoltre che la reazione sulla fan bull partita ieri in area 16190 sia andata a buon fine in quanto close è over fan next opening weekly. Ribadiamo tuttavia il carattere di "completamento" di qualcosa nato diversi mesi fa, quantunque ravvivato nel timing del III mercoledì del mese (timing comunque focalizzato su mercati USA). Rimaniamo delle solite idee già descritte negli articoli qui di sotto quindi ci andrebbe bene chiudere lo straddle in positivo per poi aspettare segnali netti del mercato anche a costo di rientrare a prezzi più alti di quelli di adesso. Attualmente consiglio di evitare di processare mentalmente ogni news relativa ai mercati finanziari e l'unico modo per farlo, purtroppo, e non sentirle e guardare solo prezzi e volumi sui prodotti finanziari. In questo senso le obbligazioni Greche  sono sempre a 40 su 100.

 

 

 

posted on 18:23   link   . . . . .  up

 

Contatto su Fan Bull 1x2 FTSEMIB

16 February, 2012

Con un minimo di 16178 si ha contatto e reazione sulla fan bear 1x2 FTSE/MIB che vale 16198 opening weekly. Reazione comunque non netta e non ancora in zona salvezza che possiamo considerare solo se ben sopra a 16345 che è il valore dell'opening weekly della prossima settimana.

Questa l'evidenza principale di oggi sul nostro mercato, che attualmente NON NEGA l'evoluzione sperata rialzista, cosa che potrebbe attuarsi e completarsi in modo improvviso in una manciata di sedute di borsa.

Per il resto non abbiamo seguito molto: stamattina non abbiamo avuto modo nemmeno alle ore 5 di aggiornare il privè per una serie di noie, chiamiamole "impegni" o "missione" per dar un senso a quello che facciamo da anni a questa parte. Tuttavia non ci siamo persi nulla di particolare in quanto dopo aperture ben negative i mercati hanno minacciato crash per tutta la giornata (su tutti i mercati) ma poi non hanno fatto nulla di particolare. Molto importante il minimo di oggi perchè se rotto a ribasso passerebbe a bassa leva alcuni certificati short ed ad alta leva alcuni certificati long emessi di recente, quindi segnerebbe la fine di questo "ciclo" bullish. Potremmo tollerare anche 15900/800 di indice in spike.

Non abbiamo azzardato nessuna mossa visto che i problemi sono già molti. Ci ha regalato un sorrissi il titolo Gabetti che oggi ha chiuso con un +19% e come cassettisti da 0.13 siamo quasi arrivati a pareggio. Non vendiamo mai in perdita e quindi si tratta solo di un sorriso.

Rimane fondamentale la chiusura dello straddle FTSE/MIB su cui il sovrappeso è long ma a queste quote tutti gli acquisti sono in perdita eccetto quello di ieri che era prematuro chiudere senza le evidenze del close.

 

posted on 18:14   link   . . . . .  up

 

Un 15 Febbraio a 2 facce

15 February, 2012

Parte bene la giornata borsistica che per tutta la mattina evidenzia uno stato di forza, con FTSE/MIB ben "ingarellato" al raggiungimento di target in area 16900 circa. In questa prima parte della seduta abbiamo messo in vendita i pezzi UC a 4.29 che avevamo comprato ieri a 4.08 (e non dichiarato sul sito in quanto ieri abbiamo saltato il commento) ed inoltre abbiamo cambiato 1250 pezzi long FTSE/MIB con 2000 con un certificato a strike più alto (15000) di nuova emissione. In questo modo il mostruoso sovrappeso di pezzi long totali verso la posizione short "zombi" avrebbe consegnato un deicso profitto in evento di stop dello short (è la strategia di puntare sulla mia stessa sconfitta - già accennata in precedenza).

Nel pomeriggio invece il mercato, dopo aver fatto 16700 e rotti, decide per una virata, dapprima normale ed attribuibile a normali movimenti acchiappa shortisti, poi invece più seria azzerando tutto il bel guadagno della mattinata. Non abbiamo visto eseguti i pezzi UC, quindi, ne tantomeno il sell del bombardone long complessivo e abbiamo dovuto pure comprare una migliaia di pezzi short a strike altissimo per gestire meglio questo maleddo straddle FTSE/MIB che stentiamo a risolvere: se il mercato va sotto 16300/000 punti in questa settimana  andiamo a rischio stop dei long, pertanto era giusto compensare con roba che ci darà un ritorno a medio periodo. Ma certamente è stato un passo falso, detto a posteriori, quello di non "mettersi short" in area 16600 anche se giuro che farei la stessa identica cosa se mi trovassi per 1000 volte nella stessa situazione. Trattasi quindi di rare eccezioni. Rimango quindi confidente dell'evoluzione descritta sotto.

Quanto ai daiti macro, come dati PIL, Grecia ecc... ci interessa marginalmente la cosa: pensiamo da tempo che a Marzo chiuderà "un ciclo" e che il massimo di questo ciclo è proprio in questi giorni. Ci auguriamo un close S&P500 positivo, e confermato domani sera per attuare la strategia sullo straddle FTSE/MIB, nostro unico pensiero oltre il lavoro immane e le guardie che siamo costretti a chiamare per storie familiari al limite dell'immaginabile... In bocca al lupo !

 

posted on 18:52   link   . . . . .  up

 

Scenario al 15 febbraio 2012

15 February, 2012

I mercati non perdono punti ma stazionano comunque su delle quote limite che si configurano come spartiacque bull/bear nel breve termine. E' difficile quindi fare una previsione per l'andamento di questi giorni della settimana lavorando su base "quote".

Ciò nonostante vediamo probabile non sono una tenuta ma anche il raggiungimento dei precedenti massimi per S&P500, FTSE/MIB e DAX entro 7 giorni solari. Un pò più remota la possibilità che si possa andar oltre raggiungendo nuovi massimi, ad es. 17500 FTSE/MIB. Coma nota ieri è finito un ciclo sul nostro indice FTSE/MIB (porzione Gann Square) e quindi si va in setup, così anche oggi è il III mercoledì del mese (setup di tutti mercati per il breve periodo): capiremo quindi se l'idea di timing esposta sopra è sposata da altri fattori sempre di natura timing. L'angolo di crash S9T FTSE/MIb dovrà comunque manifestarsi con centro 2 marzo e solita tolleranza di  +-1 gg.

 

posted on 07:06   link   . . . . .  up

 

*** News domani 15 Febbraio 2012 ***

14 February, 2012

Aggiornamento rinviato a domani mattina presto, dove discuteremo dello scenario FTSE/MIB e S&P500.

 

posted on 18:12   link   . . . . .  up

 

Commento seduta del 13 Febbraio 2012

13 February, 2012

I mercati partono a razzo questa mattina e questo non ci ha fatto piacere perchè speravamo in un'apertura negativa per fra i movimenti scritti in blu nel post di qui sotto. Ci aspettavamo infatti una giornata positiva perchè oggi è l'unico giorno in cui i mercati avrebbero dovuto essere in polarizzazione positiva rispetto ad un periodo che in precedenza è stato efficiente (sorgente S9T composite) e che tornerà ad esserlo da domani. Infatti S&P500 transita in fase bullish e FTSEMIB transita in fase bearish, in angolo di crash. Nonostate  questo timing negativa ce ne sono di diversi positivi, fra cui la seconda data di massimo di Gann (timing statico), oltre i nuovi setup del III mercoledì del mese che potranno funzionare come ulteriore "carburante" per il completamento di certe "figure" tecniche. Rimaniamo quindi di view positiva nel breve termine, almeno fino a quando le fan bull di riferimento (su SP500, FTSE/MIB, DAX) saranno inviolate close weekly.

 

L'operatività ha visto un po di "amarezza" per non aver potuto fare quello che volevo. Inoltre, essendo in possesso di posizioni short a mezzo leverage certificate short "zombi" che si appresta a cambiare valore di stop loss in data 15 del mese, sono stato costretto in open a comprare altri long (passando in freeze complessivo ma con un grande sovrappeso long verso tale posizione short). Dopo le 17, sui ribassi, ho chiuso anche una posizione short in profitto, quella presa venerdì mattina, quella che avrei voluto vendere in open, rimanendo di fatto sbilanciato long.Vedremo il da farsi nelle prossime ore e lavoro permettendo. Non nego inoltre la possibilità di mettere denaro su UC domani in open se negativo. Questo titolo è quello più speculativo considerando quando successo da anni a questa parte, per non parlare dell'ultimo periodo e del fatto che i libici abbiano aderito all'aumento di capitale, forzando adesso la prorpietà a raccattare pezzi sul mercato.

 

posted on 18:10   link   . . . . .  up

 

Fra Blizzard, Basher e Downgrade PR Google

12 February, 2012

Questa settimana è stata molto pesante: al di là delle questioni familiari che rappresentano una costante negativa di questa fase della mia esistenza e che si accentuano sistematicamente nei momenti in cui invece l'unione sarebbe una risorsa in più, si sono presentate ulteriori negatività: la natura, con il micidiale Blizzard, un attacco di basher iniziato sin da dicembre 2011, il downgrade del Page Rank Google.

 

Circa il Blizzard nessuno di noi può farci nulla; siamo stati sin troppo bravi ad evitare i grandi disagi su Roma sia nella scorsa settimana sia in questa settimana, sebenne nel pomeriggio di ieri anche sul litorale di Anzio è arrivato il gelido Blizzard e ne abbiamo subito gli impatti avendo solo un termosifone ad olio che in un attico coperto da lastrico solare ha fatto nulla e poco. Abbiamo decisamente sofferto il freddo (-4 gradi stamane), dovendo ricorrere alla muta da sub per pernottare in stanze umide e gelide poco sopra 0 gradi.

 

Circa i Basher riteniamo di aver subito almeno tre "sollecitazioni short" a partire dal dicembre 2011, prima della pubblicazione del nostro forecast dei mercati finanziari del 2012 (che comunque è stato libero da ogni infuenza, ossia basato solo gli elementi analitci che erano disponibili a fine anno). Si sono presentati/e Torinesi, Pugliesi e Romani a distanza di pochi giorni l'uno dall'altro, con analisi e report molto dettagliate e del tutto unsollicited su FTSE/MIB, basate su teorie di Elliott, analisi tecnica e mercati frattali. Tutte vedevano FTSE/MIB abbondantemente sotto i 13100 nel medio periodo. Noi non siamo un sito istituzionale ma abbiamo oltre 400 visitatori ogni giorno (IP distinti) e rappresentiamo di fatto un riferimento italiano in tema di mercati finanziari e trading, grazie ad una presenza gratuita e libera ormai in essere da diversi anni. Abbiamo tracciato i loro accessi sul blog e analizzato le email, che provenivano tutte da Milano da uno stesso provider Internet. Pur se in contatto con avvocati penalisti e civilisti, nostri amici di Privè, si è deciso assieme di non intraprendere azioni nei loro confronti, pur se pronti a farli condannare laddove proseguano nell'intento criminale.

 

E da qui veniamo poi al downgrade Page Rank Google (2) avvenuto in settimana.  Molti dicono che il PR di Google serva a poco però certamente influisce nelle ricerche visto che quasi tutti utilizzano questo motore per trovare contenuti. Siamo della stessa opinione espressa qui con una variazione importante: adesso ci stanno sul cazzo e gli auguriamo di declinare fino al fallimento ! Nei fatti non ci piegeremo mai ad inserire oggetti informatici Google quali Google Analitycs, Google +1, Google Ads ecc. nelle nostre oagine WEB proprio a TUTELA dei lettori di questo sito, del loro anonimato, della libertà del mezzo Internet. Abbiamo fatto contattare, da conoscenti, persone che lavorano in Google che asseriscono che il PR dipende dal "servizio" e dall'originalità che del sito grazie ad algoritmi intelligenti sempre meno influenzati dai link in ingresso al proprio sito. Capiamo quindi che le tonnellate di articoli, di commenti al close, di forecast, di special, di scenari tecnici,  ecc... sono stati giudicati scarsi aimè dal nuovo "HAL 9000" di Internet, perchè il cervellone entra nel merito del contenuto di forecast e valida pure i segnali di trading. Meglio di un uomo. Stanno nascendo nuovi motori di ricerca, es ABOUNDEX che ad inizio anno ha già eseguito lo scanning del mio sito: ci auguriamo che possano rappresentare una valida alternativa alla dittatura americana nelle sue moltepicli forme. !

 

E per domani trading long su Unicredit in apertura se negativo (con stop larghissimo) e take profit sul sovrappreso short FTSE/MIB ai livelli indicati sul privè, sezione totalmente OFF LIMITS al nemico americano Google.

 

posted on 15:39   link   . . . . .  up

 

Commento seduta del 10 Febbraio 2012

10 February, 2012

In questi giorni sembra che il tempo si sia fermato, come nella teoria della Fisica quando ci si avvicina a temperature di zero assoluto (-273° C). La borsa è stata aperta ed ha anche prodotto storie di notevole interesse ma l'attenzione generale mi sembra che era più per le eccezionali vicende metereologiche che per la borsa (eccezionali per noi ma niente per altri popoli abituati a scenari ben più pesanti di questo) . Il close settimanale è grossomodo come l'open, si disegna infatti su grafico weekly un dojy  con una upper shadow nei pressi dei nostri livelli target che non sono stati raggiunti per un soffio. Le ultime sedute segnano una flessione a spegnere l'ipercomprato pur senza generare segnali netti inversivi - benchè più nitidi di ieri: lo scenario attuale in sintesi è di tipo correttivo fino a quando si terrà la fan bull da cui è partito l'upside rialzista in zona "linea della vita" ma questa configurazione incontra adesso un timing sfavorevole e potrebbe degenerare velocemente per le considerazioni "pragmatiche" di prodotti derivati di cui al commento generale. Infine aumento del carattere di volatilità di breve termine, come da grafico qui di sotto a BB 15', dopo che il mercato avera instaurato un trend-continuum ammazza shortisti.

 

 

 

Oggi eravamo impegnati in diversi posti su Roma, al limite delle leggi dello spazio/tempo ma paradossalmente siamo riusciti a far tutto grazie ad una città semi-vuota, fantasticamente deserta ed abbiamo pure goduto immensamente tornando padroni della città come non succedeva forse da 10 anni a questa parte... Anche il pranzo ore 16:00 presso un risorante sardo nei pressi di via Merulano ci ha fatto rinascere quel senso di appartenenza romana: Grazie GINO !

Quello che abbiamo potuto fare l'abbiamo fatto in open sovrappesando gli short visto che eravamo in freeze ma con un 5:1 long:short verso nostro certificato short candidato a morire: avevamo puntato sulla nostra stessa sconfitta ma se la sono presa nel culo... E quest'ultimo acquisto, benchè non milionario, viaggia in profitto di 250 punti di indice. Occhio comunque nella prossima settimana quando verranno modificati i livelli di stop dei certificati ... sono capaci di metterli 500 punti sotto gli attuali livelli di stop, quindi condannarli a stop senza sforzarsi ulterioremente. Occhio.

E buon WE !

 

Gentile Cliente,
con la presente Le comunichiamo l'esecuzione dell'ordine N. 20120210202591.

- Strumento: RBFTMIBSLMS19400AB19012E070521 - GB00B70H0K94
- Operazione: Acquisto
- Quantità/Valore Nominale: 1000
- Quantità/Valore Nominale eseguiti: 1000
- Prezzo limite: 0.28
- Prezzo esecuzione: 0.28
- Data esecuzione: 10/02/2012 09:12:31.
- Commissioni: 2

 

posted on 19:19   link   . . . . .  up

 

Commento al close del 9 Febbrario 2012

09 February, 2012

Due righe velocissime per la seduta borsistica di oggi. Aprono in forza i brokeroni di Piazza Affari nel chiaro intento di portare a stop il nostro certificato short, ma per 50 punti non ce la fanno. Da qui il mercato inizia a moversi in volatilità senza concludere poi nulla ossia al momento non si ha segnale di continuation e quello di reverse è presente ma estremamente debole anche perchè il mercato americano non genera flessioni sufficienti e non c'è ancora chiusura. Evitiamo dettagli tecnici per brevità. Alcuni titoli, invece,  generano segnali inversivi (short ovviamente) e dato il peso sul listino la cosa non è trascurabile anche se per qualche giorno ancora la forza rialzista dovrebbe perdutare (fase residura in impianti di timing bullish)

 

L'operatività ha visto acquisti in forza di prodotti long per il discroso di ieri. Poi nel tardo pomeriggio freeze dello sbilanciamento a mezzo mishort 19500. Rimaniamo posizionati 5:1 long:short verso minishort a grande leva.

A domani "logistica-neve" permettendo.

 

posted on 18:35   link   . . . . .  up

 

Scenario FTSEMIB al close del 8-02-2012

09 February, 2012

Qui di sotto la nostra impiantistica Gann Fan settimanale di riferimento, sovrapposta al grafico candle daily con indicatore Bollinger Band(20,20) e Media Mobile 200. Si noterà, tra le tante cose, l'esplosione dopo rottura di figura di cuneo (coincidente con nostra fan bear), lo scenario di ipercomprato daily (senza segnali di reverse) e l'upside residuo teorico fino a linea della vita (impostazione proveniente da mensile su Gann Square) che oggi si attesta in area 17400. 

Ad oggi lo scenario chiama probabile "bull trap" in finta rottura della MM 200, in area 17000 punti, proprio nel timing S9T di forza del mercato con scadenza 12-14 Febbraio in armonia con una data di massimo di Gann e con chiusura di porzione di zona temporale Gann Square proveniente dal 9 novembre 2011 e di setup bull.

 

 

 

posted on 06:09   link   . . . . .  up

 

Ancora Forza al 8 Febbraio 2012

08 February, 2012

Ancora oggi forza sui mercati con apertura in GAP-up del nostro mercato nazionale e nuovi stop di certificati short, poi mercati che non piegano nulla, manco di un centimetro, e che al close virano a ribasso con discreta velocità con close sui minimi di seduta ma pur sempre positivi. Il nostro certificato short è quello prossimo a stop, era ben sopra i 4-5 già liquidati in queste sedute trend continuum; fu comprato 2000 punti sotto le quote di oggi (14440 come hedge portafoglio daje italia) e francamente non ci aspettavamo da gennaio una crescita "mono trend" - quantunque noto che questa settimana nei nostri impianti di timing era/è di massimo: solo dopo il passaggio di fan bull, ad oggi salita in area 16050, è passato il segnale che ci fosse nel mirino area 17000/500 - livello della linea della vita (il nostro tetto).

 

Abbiamo cercato di operare in linea alle nostre TATTICHE e quindi non abbiamo mai pensato di lasciare il prodotto short, che venderemo solo a meno di 10 punti dallo stop, denaro in book permettendo, ma puntando sulla nostra stessa sconfitta con prodotti a diversi livelli di strike, quali anche il minilong a 11000 punti - che dovrebbe essere in safety zone per tutto l'anno solare. Un po di nostalgia di Unicredit, venduti gli ultimi pezzi, ma Gabetti ci ha fatto sorridere con il +30% visto che siamo azionisti cassettisti convinti da  0.13€. Mai avremmo pensato che tutto sarebbe partito in modo così splendido altrimenti ne avremmo comprate ancora.

 

posted on 19:57   link   . . . . .  up

 

Ciao Gino !

07 February, 2012

Una giornata piena di movimenti per i mercati finanziari Europei che mostrano volatilità, indecisione a procedere in avanti dopo i massimi dell'open ma che alla fine vinconola perplessità e chiudono sui massimi di giornata: quindi nulla è cambiato, siamo sempre sui TOP, FTSE/MIB e DAX hanno raggiunto nostri ulteriori target rialzisti e sembra che ci sia anche spazio per un altro colpettino a rialzo prima di tirare il fiato (come giusto che sia in un mercato sano). L'ipercomprato attuale è infatti pura FORZA se non smentito da successivi pattern di reversal, come ieri per S&P500 che non segnava inversione al close e che infatti procede ancora a rialzo; i pattern di reversal ovviamente possono concretizzarsi da un momento all'altro, in un minuto, come oggi è stato per il titolo Unipol che da +20% intraday (dopo il +30% di ieri) ha girato con close -12%. L'ipercomprato di ieri da +30% è proseguito comunque un +20% e poi improvvisamente il cerino ha finito di bruciare .

 

Salutiamo una nostra conoscenza, Gino, che ci ha lasciato questa mattina. Persona di rara bontà d'animo che ricorderemo proprio per questa caratteristica ed in special modo per il suo amore per i bambini. Figura tipica Romana alla "Aldo Fabrizi", lascia un vuoto nella tradizione locale romana, ormai pervasa da razze che non si sono mai integrate con la nostra storia e con i nostri costumi, come quella di essere sempre cortesi, affacciarsi al balcone e salutare, offrire un cocomero d'estate, salutare sempre "il piccoletto" come facevano i nostri nonni della generazione romana del '900, a cui appartengo anche io. Ciao Gino !

 

- Strumento: UNICREDIT - IT0004781412
      - Operazione: Vendita
      - Quantità/Valore Nominale: 100
      - Quantità/Valore Nominale eseguiti: 100     
      - Prezzo limite: 4.292     
      - Prezzo esecuzione: 4.2960
      - Data esecuzione: 07/02/2012 12:11:35.
      - Commissioni: 2     

 

 

posted on 18:25   link   . . . . .  up

 

Seduta del 6 Maggio 2012

06 February, 2012

Non c'è molto da commentare per oggi sulla seduta odierna dei mercati finanziari: gli indici europei stazionano poco sotto e FTSE/MIB tentenna ma assolutamente non perde la quota guadagnata, dopo aver attuato una mini bear-trap in prima mattinata. L'America che si trovava invece in discreto ipercomprato misurato a BB daily accenna ad un pattern di reversal ma la seduta è appena iniziata e quindi le valutazioni sono rinviate al close. Per FTSE/MIB, circa il potenziale reversal, sappiamo che a queste quote, ovvero prima di area 17000/500 punti, sarà affidabile se e solo se attuato in intraday con movimento velocissimo (a perdiere almeno 300 punti di indice) oppure direttamente in opening; ciò per ragioni additabili a stato di grande leva di prodotti derivati Sed.Ex.  L'idea che si è maturata oggi è che il reversal abbia origine in open con apertura almeno sotto 16300.

 

Dovremmo invece commentare lo schifio organizzativo delle istituzioni ed in particolare del maganellaro di Roma che per 30 centrimetri di neve ha creato l'inferno di ghiaccio oltre che chiusura di Scuole e uffici pubblici con danni ed ulteriori disagi a famiglie e privati. Noi ce la siamo cavata essenzialmente perchè venerdì sera siamo andati verso il mare, dove il cielo era "stellato", da dove poi siamo partiti Sabato mattina verso le 9:30 per recuperare il figliol prodigo che si trovava ai Castelli Romani, senza catene e senza gomme termiche (nel rispetto della legge che vietava la circolazione solo entro GRA di Roma). Nella figura il momento più difficile, ad un incrocio su via dei Laghi, che abbiamo vissuto comunque con serenità e fiducia nel nostro istinto. Altri problemi decisamente più seri di questi sono venute da vicende familiari che si attivano sistematicamente con situazioni di disagio quali gran caldo o gran freddo, troppo piogga o neve. Iniziamo a perdere la Fede oltre che la pazienza visto il massacro a cui siamo sottoposti da anni interi ... 

Queste circostanze hanno creato una negatività nell'animo che si è poi accentuata oggi vedendo i +20-30% di Juventus, Pierrel e Unipol, titoli caldi della nostra lista trading che dovevamo sfruttare meglio.

 

L'operatività ha visto acquisto di Minilong in apertura e sell in profitto di posizioni UC in attesa dalla formazione del famoso TOP che cerchiamo in questa difficile settimana.

 

posted on 17:55   link   . . . . .  up

 

La vendetta ar go de Turone

03 February, 2012

Era il 10 maggio 1981 quando a Torino si giocava Juventus-Roma, con la Roma che doveva assolutamente vincere per recuperare il punto in meno in classifica proprio sui bianconeri (39 a 38) per avviarsi a vincere lo scudetto. Al 75 minuto Maurizio Turone mise la palla in rete, vedendosi annullato il goal per fuorigioco da Paolo Bergano, che ho trovato descritto su WEB come "uno dei tanti servi bianconeri e dell'indotto FIAT della dinastia Agnelli". Sarà vero ?! Per noi pischelli la delusione fu fortissima, avevamo già preparato un banderione con lo scudetto cucendo noi stessi la pezze di tessuto colorato giallo e rosso, fatto di 4 quadrati giganteschi monocolore, che abbiamo dovuto riporre nell'armadio con grande tristezza. 31 anni dopo abbiamo  attuato la nostra personale vendetta verso la società bianconera con un trade di posizione long senza stop, aperto in data 16 gennaio 2012 e ben raccomandato a tutti gli amici del privè oltre che al popolo WEB come forma di pubblicità "reale" (intendo previsione data PRIMA). Nostro prezzo di carico 0.151 per 2500 prezzi che oggi abbbiamo smollato a 0.179 alle ore 11:57 circa, quando il titolo esplodeva (+18% closed), allo stesso broker che ce li aveva venduti durante il violento short che aveva avviato da inizio anno e che doveva comunque andare a ricoprire; questi 15 giorni sono stati più lunghi dei 31 anni perchè il titolo ci ha fatto  attendere molto, ma come al solito, prima o poi, i serpenti saranno schiacciati, perchè la vita è più forte della morte ed il bene vince sul male. Ed inanelliamo un altro trade della serie I HAWK (indipendentemente dal valore economico assoluto portato in cassa)  e ci stringiamo in un abbraccio virtuale con MAURIZIO TURONE ! A Turone .... GOOOOOOOOO GOOOOOO GOOOOOOOO !!!

 

Poco da dire sulla giornata di oggi: prosegue la dinamica trend-continuum in uno scenario di mercato efficiente (S9T-composite); dati generalmente buoni e di quelli cattivi non gliene fotte un cazzo a nessuno perchè l'europa ha promesso che regalerà denaro alle banche; non è follia immagina che con i soldi le istituzioni finanziarie continueranno a fare trading, strategia molto meno rischiosa, per ovvi motivi, di prestare capitale alle aziende per rilanciare l'economia: le aziende non hanno le risorse economiche ? E sono tutti cazzi loro !

 

L'operatività ha visto tre operazioni: innanzitutto in open acquisti di un po di minilong targato 11450, pezzi long messi nel calderone dei miei certificati long che ho poi rivenduto in forma di minilong 13300 in area 16350 e poi 16440, nostro secondo target (raggiunto senza configurazione di spike). Abbiamo preferito vendere i pezzi long a strike alto, piuttosto che i titoli UC, sia perchè con i titoli siamo sereni qualsiasi cosa succeda (mentre con i certificati long con i mercati "pompati" un po meno), sia perchè abbiamo un maggior margine di gestione della posizione UC avendo oltre 6 punti di respiro con il titolo posizionato peraltro con target sopra i massimi di oggi. Evitiamo post ridicoli del tipo "La Gestione della posizione Unicredit", sono tutte cazzate il trading non si fa con la gestione della posizioni ma quando si compie l'acquisto, nel nostro caso durante le giornate NIGHTMARE di inizio Gennaio.
Inoltre non dobbiamo ancora gestire lo stop del nostro minishort passato in stato di grande leva perchè ci sono altri 2 zombi nel cammino, quindi rapporto short:long 1.47; nel frattempo le obbligazione Greche a scadenza 14 marzo 2012 (GR0110021236) continuano a quotare 39 su 100... il che si commenta da solo.

 

posted on 17:49   link   . . . . .  up

 

Seduta 2 Febbario in Trend Continuum FTSEMIB

02 February, 2012

Continua il bel tempo sui mercati finanziari mentre la natura manifesta la propria forza sulla nostra penisola con eventi rari quale la neve a Roma (previsione per domani). L'apertura del mercato è sufficientemente in forza da far passare immediatamente in stop loss un prodotto Sed.Ex. zombi da molti giorni, e per me non è certamente una grande notizia visto che ho scoperto da molto tempo queste dinamiche proprio perchè frutto unico della mia diretta e dolorosa esperienza negli anni 2007-2009, dinamiche evolutive successivamente affinate in termini di quanticazione operativa e relativa evoluzione. Quanto sia costata questa conoscenza è semplice: circa 7000€, perdite gran parte associabili a sollecitazioni "long" , su stati di grande leva, di cui abbiamo conservato traccia nei nostri archivi email. Come non è grande notizia che in uno scenario come quello attuale il mercato FTSE/MIB viaggi in trend-continuum ossia con movimenti di ritracciamento (in un pattern direzionale) confinati in 100-200 punti di indice (indipendentemente se valga 10000 punti o 35000). Insomma gli amici del privè sanno bene quali sono i nostri "minimi" taget e quelli "massimi" a cui potremmo arrivare con il trend in corso: in bocca al lupo in questi giorni delicati. 

 

Detto questo, grazie alle news già commentate ieri, si allenta la pressione di fondo sui bancari ed anche sullo spread ITA/GER; non c'è dubbio che con Super Mario l'Italia abbia riguadagnato un po la faccia e la fiducia; io personalmente non provo più vergogna a sentire il telegiornale od ad aprire un quotidiano da quando ci siam liberati di quella figura NERA che ci ha condotto nel baratro economico e nel ridicolo interazionale con vicende di ogni tipo, spesso associabili alla delinquenza abituale. Ma l'erba cattiva non muore mai...

 

Per l'operatività oggi ho avuto molte difficoltà a seguire i mercati e non sono stato fortunato nell'operatività impostata al mattino: non entra in apertura il sell di un po di pezzi UC a 4.07 per qualche centesimo/millesimo di euro, non entra nemmeno il sell delle posizioni long su FTSE/MIB a 16400 fairvalue. Nel tardo pomeriggio vendevo comunque parte delle posizoni long in areea 16320, ma non riusciva il riacquisto in area 16220, a mezzo minilong 11000, dove tentavamo operazioni di trading a granvolume e quindi larghe e senza stop loss. Al close ci troviamo short:long 1.66:1, tenteremo di liquidare tutti i long nelle prossime ore, pronti a ricomprarne opportune quantità laddove il nostro minishort in portafoglio minacci il passaggio a stop loss. Siam infatti dell'idea che in questa area si formi un top almeno di breve periodo su cui lavorare in trading per tutti il periodo di febbraio.

 

posted on 18:25   link   . . . . .  up

 

Buon Inizio Febbario 2012

01 February, 2012

Sono pochi coloro che riescono ad prevedere l'evoluzione del mercato nel breve periodo con dei forecast condizionali (es se il mercato va oltre X allora arriva ad Y), molti di meno quelli che riescono a farlo nel medio periodo. Solo su fabiolongo.com invece si trovano forecast INCONDIZIONATI, a scatola chiusa, fatti per rispondere in modo univoco e chiaro alla domanda che tutti giorni un trader si pone: cosa farà il mercato, sale o scende ?

E di questi forecast incondizionati una grande quantità va in porto, e questo ci rende orgogliosi e ci da fiducia per un futuro in questa attività. Proprio ieri scrivevamo "noi anzi ci crediamo e pensiamo che questi movimenti siano "pasturazione" di shortisti dell'indice. Nostra view intatta, nostro credo immutato" per non parlare di venerdì dove affermavamo in modo assertivo assertivamente "rimaniamo di view positiva almeno nel brevissimo termine per diverse ragioni .... OMISS .... Tuttavia ci aspettiamo un indebolimento del mercato americano. Questa circostanza potrebbe essere spiegata da news in ambito euro-debito" e quando successo oggi con il long term refinancing operation del settore bancario ci rende semplicemente felici (anche se rimanda la fine della "crisi" ... ) Non siamo stati prescelti dal Signore con il dono di preveggenza, ne abbiamo influssi Satanici, Magici o Alieni, ne simili megalomanie: siamo persone semplici, di normale intelligenza, ma attenti osservatori, appassionati ricercatori, e lavoratori di implacabile costanza tali da avviare le attività alle ore 5:30 tutte le sante mattine per cercare di fare bene in questa disciplina. Questo è il motivo per cui qualcuno ci definisce MARZIANI.

 

Oggi diversi amici del privè hanno fatto bingo con KERSELF, dopo che ieri era stata la volta di CDC e l'altro ieri di PANARIA GROUP, tutte dinamiche intraday esplosive segnalate alle 5:30-6:00 della mattina stessa in cui sono esplose. Siamo contenti di questo anche se stavolta non ho seguito io stesso questi segnali: oggi infatti ho dovuto comprare posizioni long su indice da portare ai target, con un freeze Straddle FTSE/MIB, con l'idea di vendere i titoli nel portafoglio per poi andare a gestire completamente lo straddle con notevoli sovrappesi di pezzi. Altri acquisti li ho fatti al mercato di Val Melaina, alle 6:20 in apertura, comprando i carciofi e il baccalà ammollato perchè stasera magnamo a vera cucina romana, filetti de baccalà fritti e carciofi fritti secondo ricetta classica (es pastella filetti baccalà fatta con birra per renderla "gonfia" e morbida). Annaffieremo il tutto con un bel bianco Collio (ovviamente vino Veneto) per esser sicuri che il tutto scendi meglio e quanno la boccia è finita se n'annamo a dormì ancora più contenti de adesso !!!

 

posted on 18:11   link   . . . . .  up

 

top of page

 

 


Trading Blog e commento sui mercati finanziari. Segnali operativi gioralieri long short per il trading in borsa. Signal buy sell di prodotti finanziari azionari e derivati. Indicazione di operatività, posizionamento, previsione e forecast sul mercato azionario. Trade Blog e Report Trading Long Short con Minilong Minishort Titoli ETF ETC CW FTSEMIB SP500 leverage certificate RBS. Analisi Trend Bull Bear e forecast con analisi di Gann (S9P S9T Gann Square Gann Level FAN), ciclicità dei mercati, signal candlestick pattern, analisi tecnica con Bollinger Band BB(20,2). Strategie e tattiche sul mercato. Trading Utilities


Chiunque acceda e consulti il sito www.fabiolongo.com e tutte le sue sezioni dichiara di aver letto, compreso ed integralmente accettato quanto riportato nel DISCLAIMER.

www.fabiolongo.com