Giovedi 18/04/2019 ore 20:54:38 Disclaimer

Archive - September, 2013

 
Fabio Longo Trade Blog   fabiolongo.com TradeBlog  
 
Most recent entry is first.
Search blog
 
 

Flash *** Eseguito Sell UC

30 September, 2013

Abbiamo appena chiuso la posizione in profitto, a 4.608 perchè non abbiamo indentificato segnali a favore di una chiusura del GAP-down; raccolto poco più di 1 punto percentuale che allieta lo spirito del trading. Rientriamo solo su nuovi minimi, potenzialmente sul -9% a fronte di news negative dal fronte politico.

 

posted on 09:47   link   . . . . .  up

 

Flash *** Ingresso su UC

30 September, 2013

Sull'opening gap-down del mercato italiano, legato alle vicende politiche, siamo entrati su Unicredit con un po di pezzi a 4.562 prezzo di carico. Siamo confidenti in una risoluzione politica ed al di là di questo un gap down è sempre una buona possibilità di trade long o di brevissomo periodo (ore) o di più lungo periodo, perchè statisticamente si chiude. Ciò quantunque non sia buona preassi afferrare un coltello che cade (se non si è capaci ad centrare il manico). Per chi è stato più cagasotto l'area 4.2 è un buon supporto metafisico S9P.

 

posted on 09:16   link   . . . . .  up

 

Grazie Gente !

29 September, 2013

Aggiorniamo il sito dopo diversi giorni per ringraziare sentitamente tutti gli amici di fabiolongo.com per la partecipazione alle mie vicende di salute, partecipazione che è stata numerosa, discreta, sentita; ci risulta davvero difficile poter contraccambiare in modo puntuale ogni testimonanza di affetto ricevuta; vogliate accettare un semplice Grazie Gente !

Cosa dire di questa esperienza ? Senza voler entrare nei dettagli medici nella sede WEB, comunque facilmente immaginabili, lasciamo una testimonianza reale di come tutto possa finire da un momento all'altro, in circostanze paradossali; quell'evento così raro, benchè tecnicamente possibile, che si manifesta quando meno ce lo si aspetta e quanto è meno conveniente per tutti, come un cigno nero, che incredibilmilmente si raffigura nella tua vita quando sei certo che non succederebbe mai. Siamo stati fortunati, tutto sommato, a poter raccontare questa vicenda, e la cosa ci ha fatto riflettere sulle priorità della vita, consolidando alcune certezze, confermando "strategie" di vita, come ad esempio l'impossibilità , a questa età, di lasciare cose "pending" che altri non potrebbero portare a compimento. In questo senso avevamo già fatto molto nel 2013, raggiungendo tutti i traguardi tecnicamente possibili, anche se non l'indipendenza economica di mio figlio (=rendita perpetua o lavoro avviato) che è il traguardo finale della mia esistenza complessiva.

Bella inoltre l'esperienza della sanità Italiana, e non scherzo affatto signori... In primis sono stato curato (in America sarei già morto o "morente" visto che ci sarebbero voluti dai 16 a 30K€ di intervento); secondariamente ho trovato strutture ospedaliere efficienti, ben coordinate tra loro, personale medico d'eccellenza, personale infermieristico che ha lavorato anche per passione oltre che per contratto, in sostanza oltre i propri compiti specifici; Dulcis in fundo anche una vista su San Pietro, ritrovando un feeling con questa città da tempo morto e sepolto: Roma è pur sempre una parte di me... 

Dovremmo tornare a casa nei prossimi giorni e comunque riprenderemo l'attività di trading e del Privé nei tempi e nei modi che ci saranno consentiti dal fisico e dalla logisitica (es connessione Internet da Ospedale). Forse sarà l'occasione per fare tante cose che rimandiamo sempre a momenti "tranquilli".... :-)

 

posted on 16:27   link   . . . . .  up

 

flash*** 25 settembre

25 September, 2013

Ci troviamo in ospedale per circostanze non drammatiche ma serie, a quanto pare. Ne avremo per un po. 
Da capire se potremo essere operativi su web... Comunque oggi abbiamo portato in cassa buona plusvalenza essendosi avverato ns forecast. 

 

posted on 17:48   link   . . . . .  up

 

Seduta del 24 Settembre 2013

24 September, 2013

Per prima cosa ci scusiamo con gli amici del Privé per il mancato aggiornamento di questa mattina ma siamo stati impicciati da prima dell'alba fino alle 10 e non ci sembra corretto ne conveniente inserire segnali dopo l'apertura del mercato. Peraltro non c'era molto da dire oltre quanto detto ieri (Long FTSE/MIB).

FTSEMIB closed 2013 sep 24La giornata di oggi consegna un segno più su tutte le piazze azionarie, dandoci merito del forecast di ieri pomeriggio, ma con un rialzo senza verve. Qualcosa ci sfugge nell'analisi perchè non credo che sia un problema fare "l'ultima strappata" over 18100 FTSE/MIB e forse è proprio questo il discorso, che non si tratta di una strappata ma probabilmente di un nuovo bullish pattern che nascerà dopo una fase di consolidamento. Quello che non torna è che tutti i mercati al venerdì avevamo disegnato pattern ribassisti, eccetto FTSE 100 che è una delle piazze più importanti del mondo (in quanto a volume di contratti), e questo pattern non si manifesta. Vediamo qui di lato come sta evolvendo FTSE/MIB che ribadiamo si è fermato al primo supporto utile come aveva fatto S&P500 per tanti mesi fino a ieri. Facile a dire "vogliono fare strategi di shortisti" perchè con una dinamica del genere persino i cassettisti andrebbero a profit... lascio quindi un grande punto interrogativo sulla dinamica di questi giorni, fermo restando la short term view (bull) e quella un po più lunga (bear).

Oggi abbiamo fatto diverse operazioni:

  • buy ETFS Physical Platinum in logica PAC ed hedging portafoglio (non correlato)
  • sell 1/2 ETF FTSE/MIB anche questa volta con un errore, stavolta di prezzo (immesso 18.12 anzichè 18.22). Di conseguenza re-buy dei pezzi venduti a 18.16 con perdita di 40 punti di indice e 2 commissioni.... un altro errore del cazzo, ci stiamo rincoglionendo lentamente, non siamo più multi-tasking error-free.
  • buy BMPS a 0.21. Eravamo combattuti fra Generali e BMPS ed abbiamo scelto la "debole", e l'evoluzione per adesso ci da torto.  

Per il resto delude ENI, ma intanto siamo in posizione anche su ENEL e UC e quindi da qualche parte acchiapperemo un over-performance rispetto al paniere, speriamo nelle prossime ore iniziando a liquidare il portafoglio proprio da UC.

 

posted on 17:46   link   . . . . .  up

 

Seduta del 23 settembre

23 September, 2013

Mercati euro deboli, l'America conferma, FTSE/MIB perde meno degli altri mercati nonostante lo stacco del dividendo ENI.  Il ritracciamento azionario  è nella norma nella misura in cui i mercati sono su dei top (S&P500 è ai massimi storici) ed il movimento rialzista aveva disegnato stati prossimi all'ipercomprato; nella seduta del venerdì si erano anche disegnati deboli bear reversal pattern, ma come appuntavamo nel weekend ogni movimento bear sul mercato americano si è sempre esaurito sul primo supporto utile, forza finta che sia è una chiara dinamica del mercato.

Per quanto concerne FTSE/MIB oggi siamo arrivati sul primo supporto utileche è sostanzialmente la chiusura del gap-up di qualche giorno fà. Cosa dire del futuro FTSE/MIB ? Nel brevissimo periodo il nostro mercato potrebbe anche vivere di un rimbalzo fino in area 18100, massimo 18350 circa, trovando conferma in patter orari (ce lo giochiamo), mentre nel breve periodo (+ di 3 giorni) il mercato sembra proprio destinato a ritrcciare sia perchè con oggi termina il suo timing S9T bullish (ed infatti ha perso meno degli altri indici) sia perchè è ancor più nitida la figura ribassista su grafico daily, figura che individa target in area 17300, quota importante come supporto non solo perchè middle BB ma anche per altri fatti che non riportiamo per brevità. Questo target di middle tuttavia potrebbe alzarsi con il cresce del mercato e quindi non stiamo dicendo che area 17300 è un target ma solo un supporto importante che funge da spartiacque bull/bear di più ampio respiro...

Per il trading oggi ingresso su ENI a 17.37, valore prossimo alla quotazione ante-stacco (ha staccato 0.55 se non vado errato), quindi ENI oggi è stata relativamente forte e l'abbiamo scelta per un trade di breve periodo, a target 17100 di indice, esente stop loss come sempre, posizione da accumulare addirittura su momenti di forza con target almeno 18.8 che potebbero significare 19000 punti di indice (andando a braccio).

 

posted on 18:06   link   . . . . .  up

 

Ultima seduta estate 2013

20 September, 2013

Giornata che è stata caratterizzata da "apatia" post scadenza derivato. Il close debole USA del giovedì non ha dato spunto in apertura ai mercati euro; il nostro FTSE/MIB ha vissuto la sua apertura caratterizzata da movimenti notevoli sui pezzi ENI (che lunedì staccherà il dividendo - movimenti presenti da giorni e giorni e riconducibili a dividend washing). per tutta la giornata il FTSE si è mantenuto nell'intorno della partità ma senza superare quota 18100 (che è un nostro target). Resiste poi sui dati americani del pomeriggio, lascia aperto il gap-up di ieri mattina e chiude frazionale negativo: segnali comunque di forza nel breve periodo ma con upsize praticamente inesistenti. Scenario non diverso sulle altre piazze euro, e se non vado errato il DAX ne ha ben 3 di gap-up aperti segno che probabilmente, dopo ulteriore salita verso i suoi target specifici, sarà destinato ad un ritracciamento consistente.

Lo scenario al close è particolarmente ambiguo e ci darà parecchio da lavorare nel weekend per il forecast della prossima week, anche se l'andamento delle commodity (molto negativo) è un altro segnale positivo per l'azionario senza considerare poi il setup del terzo mercoledì del mese. Ma comunque analizzeremo nel dettaglio nel weekend.

Oggi finisce l'estate finanziaria, il timing (statico) stagionale estivo prediceva close sotto i 16000 e pertanto ha nettamente fallito. Sappiamo che questi timing, benchè con capacità di predit ben superiore al 50%, hanno margini di fallimento e stavolta siamo caduti in questo caso. Un commento ? Pazienza.

Per l'operatività oggi andava tutto bene: ci eravamo levati dai coglioni ENI con una vendita in profitto in asta di apertura (praticamente sui massimi di giornata) e ci eravamo messi in vendita su ETF Lyxor sopra al 18.15 di ieri. Vedendo UC debole e supponendo un suo recupero (per far si che l'indice potesse fare over 18100) abbiamo inserito un ordine di acquisto sul titolo a 4.902, solo che ci abbiamo messo uno zero di troppo sul numero di pezzi da acquistare e quindi, avendo liquidità disponibile, siamo stati eseguiti prosciugando il conto trading ed espondendoci ad una vera e propria debacle. Vedendo quello che avevamo combinato, al punto che avremmo potuto rovinare tutto il lavoro di mesi, abbiamo atteso qualche minuto per cercare almeno di ammortizzare le commissioni; una forte pressione "in petto" ci ha violentato per diversi minuti, circa un qurto d'ora, poi abbiamo venduto quasi tutti i pezzi (meno quelli che volevamo comprare in origine) e qui è venuta una "seconda beffa" perchè se avessimo pazientato un altro po (ma assolutamente non andava fatto) avremmo fatto "giornatona trading" in quanto il titolo ha poi recuperato gran parte delle perdite, pur in presenza di quel gap-up aperto che ci aveva terrorizzato, prima di ritonare a scendere con decisione. Questo evento ha toltamente rotto il feeling con il mercato e l'autostima, errori imperdonabili benchè involontari... Abbiamo poi comprato altri pezzi ETF FTSEMIB Lyxor per larga confidenza in un top over 18100 ma l'errore ci ha perseguitati al punto di farci chiudere il tol ed abbandonare la seduta. 

Buon Weekend. 

 

posted on 18:03   link   . . . . .  up

 

Milano Spacca sul Movimento FIB

19 September, 2013

Davvero tutto bene oggi sul nostro mercato azionario: si avvera il forecast bullish legato al Movimento FIB, scenario rialzista MILANO SPACCA dichiarato già nel commento del weekend e riconfermato circa 72 ore fà (3 giorni) su questo sito, si avvereno le bull-trap in area 17700 e 17900 ben rappresentate nella dinamica di questi giorni, si avvera il nostro target in area 18100 con ancora manca di una manciata di punti, come minimo, prima di prendere almeno una pausa (e speriamo sia tale). Dedichiamo questo successo a coloro che credono in noi, che ci seguono appassionati giorno per giorno, che con l'analisi tecnica ci si puliscono il culo perchè hanno visto ed apprezzato l'esperienza fabiolongo.com.

Siamo ritornati da una trasferta in Germania dove la vicenda Berlusconi ha risonato anche lì e francamente continuamo a vergognarci di essere Italiani ogni qualvolta questo personaggio "performa" qualche pazzia (è forse questo il termine più corretto da usare). Questo fatto ha rovinato un po la giornata ed anche il fatto di non aver potuto godere real-time del nostro successo sullo straddle FTSE/MIB.  Nei fatti avevamo accodato al mattino presto ordini di vendita su ETF, al solito in 2 tranche, mentre come sempre non immettiamo vendita sulla posizione opposta (short) perchè può essere che non vada a stop e questa anomalia farebbe la nostra fortuna. Abbiamo trovato eseguito l'ordine a 18.05 ma non quello a 18.15 quantunque l'ETF Lyxor FTSE MIB abbia fatto proprio 18.15.  Ma guarda un po ! Non c'erano 200 pezzi in denaro per la nostra posizione in lettera... Questo fatto, che ovviamente ci fa rosicare (abbiamo anche provato a spostarlo a 17.12 dopol 17:00 - appena atterrati a Fiumicino) è chiara indicazione di come anche i pezzi di merda francesi contino i pezzi sul book e le plusvalenze da pagare, ma comunque il bombardone di pezzi a 17.05 glielo abbiamo infilato sotto l'incrocio con una pezza spaventosa, dopo 2 secondi dall'apertura. E ciucciatece er cazzo francesi de merda !!! Ad ogni buon conto domani cercheremo di gestire la rimanente parte dello straddle e la posizioni ENI che viaggia in profitto ma che non performa come da attese. L'idea è di tornare in possesso di quanta più liquidità possibile per poi preparare l'attacco alla prossima preda.

 

posted on 18:49   link   . . . . .  up

 

In Germania con la Vespa

18 September, 2013

Lasciamo due righe dalla Grande Germania, pease effettivamente molto bello, moderno, civile, anche simpatico a dire il vero, meno costoso del nostro, quantunque per noi rimanga per sempre legato alla sua origine Nazista. Poco di nuovo da dire sulla seduta di oggi: si è confermato lo scenario Movimento FIB BULL anche se tecnicamente abbiamo aperto sotto il close di ieri per 3-4 punti, ma subito il mercato si è spinto in avanti con decisione in area 17900, precedente massimo di AT, secondo target rialzista (e non ultimo...), dove si è innescato un movimento di ritracciamento che abbiamo già classificato da tempo come potenziale bear-trap. Oggi poi ci sono eventi anche politici Italiani (voto decadenza Berlusconi), oltre il setup del III mercoledì del mese (USA), a complicare lo scenario di timing e di polarizzazione pullish, e quindi a stemperare questo pattern. Dagli altri mercati inoltre non vengono movimenti di rilievo.

Dicevamo "In germania con la vespa", visto che oggi abbiamo venduto in profitto i titoli del cazzo di IMMSI, nota holding che detiene varie aziende Italiane tra cui Piaggio e Motoguzzi. Erano giorni che non riuscivamo a vederla sopra 0.43, eravamo preoccupati di tenerci i pezzi di carta in portafoglio. Venduta la vespetta ben sopra 0.43, troveremo il modo di tornare a casa in modo diverso...

 

 

 

posted on 17:31   link   . . . . .  up

 

Start Movimento FIB settembre 2013

17 September, 2013

60132 contratti scambiati, closed FTSE/MIB 17751.6  (+0.11%), leggermente superiore per FIB settembre 2013: questo il dato della seduta di oggi che ci indica che sul nostro mercato si è attuato un roll-over di contratti verso i FIB successivi (nella catena 44K sono andati a finire su quello di dicembre). E' partito quindi il movimento FIB che sebbene estremamente striminzito e caratterizzato da bear trap di AT in opening (pericoloso minimo intraday 17598), come da previsione di ieri, ci consegna un verso long e quindi un segnale buy FTSE/MIB per il breve periodo. Movimento FIBPreferiamo come sempre la conferma di domani in open, dopo di chè trascureremo eventuali setup del III mercoledì del mese che siano negativi, ed altri eventi, in quanto questo move sovrascriverà (dovrebbe, statisticamente) ogni news, movimento, fatto finanziario arrivando a scadenza intatto, in trend-continuum e con massimo +1000 punti di apprezzamento rispetto a quota 17751.

Uno sguardo agli altri mercati, generalmente deboli ed anche frazionali negativi, con aperti gap-up (come il nostro FTSE/MIB) non conforta razionalmente una view positiva sul mercato, ma sappiamo che la razionalità ha poco a che vedere con il mercato o meglio dipende da quale razionalità si usa; per il nostro modo di fare analisi e forecast mettersi short sull'indice italiano sarebbe un suicidio. Lascio poi al coraggio ed alla stategia degli altri valutazioni soggettive sull'operatività long di questi giorni.

Per il trading noi oggi non abbiamo potuto far nulla, un po perchè in open Banca Sella ha "latitato" (l'open è il nostro momento), un po perchè sul ribasso non siamo stati lesti (eravamo in macchina porca puttana), un po perchè domani mattina saremo in viaggio per un trasferta, proprio in questo timing così importante (destino ?), e non vogliamo altre noie oltre quelle di non poter fumare e di spaccarci i coglioni seduti per diverse ore. Vorrei solo una piccola rendita per garantire il futuro di mio figlio, poi saprei cosa fare portare a casa la pagnotta vivendo in semplicità ed in totale libertà...

 

posted on 17:54   link   . . . . .  up

 

Seduta del 16 Settembre

16 September, 2013

Mercati azionari in positivo per tutto il giorno, bassa volatilità intraday con dinamica bull realizzata via apertura già in forza e scarso movimento intraday, così come atteso nel nostro commento generale al weekend.  Andando al sodo il nostro mercato sembra aver trovato lo spunto per una bullish continuation; in condizioni di normalità di timing, il segnale al close sarebbe nettamente long, tuttavia la presenza della scadenza del derivato (e quindi del Movimento FIB non ancora avviato) potrebbe andare a sovrascrivere questo segnale in quanto di entità più rilevante (sebbene di breve termine). Altri elementi di timing che si presenteranno in settimana ci obbligano a diminuire il peso del segnale long ed a consigliare "prudenza" almeno fino alla conferma del Movimento FIB che aspettiamo nei prossimi giorni/ore, conferma che poi ci darà la confidenza di aggredire i broker sulle bear-trap di AT che sicuramente andranno a realizzare prima in area 16700 e poi 16900; tutto ciò al di là che il target rialzista si realizzi in questa o nella prossima week; noi andremo ad incrementare le posizioni long su FTSE/MIB in caso di conferma al segnale.

Per il trading oggi classico esempio del fatto che non si deve mai perdere l'attimo in fase di vendita. Nella nostra strategia weekly dovevamo prendere profitto dalle posizioni azionarie FTSE/MIB SHARES (e non da ETF FTSE/MIB che è in straddle con una posizione short a mezzo certificato shott RBS). Non abbiamo esitato stamattina su Generali con una vendita sul massimo di giornata, massimo che poi non si è più ripetuto, e questo ci rallegra ulteriormente. A noi i profitti, al broker di Generali i pezzi di carta.

 

posted on 17:42   link   . . . . .  up

 

Flash *** Eseguito Sell Generali

16 September, 2013

In apertura di seduta ci siamo portati in ca$$a il profitto su Generali con uno splendito sell a 15.13. Trading del titolone assicurativo solo su fabiolongo.com. Tutti i commenti al close.

eseguito generali

 

posted on 09:14   link   . . . . .  up

 

Intraday del 13 Settembre 2013

13 September, 2013

Eventi della vita professionale e della "logistica" settembrina ostacolano la nostra attività sul blog, anche se conserviamo sempre l'impegno "sulla parola" dell'update del privé che riusciamo a svolgere quando ancora tutti dormono. In questi giorni i mercati non hanno migliorato consistentemente i massimi rispetto a quelli già fatti in settimana: S&P500 che osserviamo sempre come faro dell'azionario ha chiuso il "Gap-dow Siriano" e si presenta sulle nostre resistenze metafisiche. FTSE/MIB non spacca (per più di 4 ore) quota 17550/600 che lo porterebbe poi fino a 18100. Altri importanti indici, come DAX e soprattutto FTSE 100, non sono in configurazioni di bull continuation. Come sempre quando non c'è un segnale (in un verso o nell'altro) vale sempre la logica del "trend", e quindi benchè scettici rimaniamo di atteggiamento positivo sul mercato anche se non news e segnali di continuation (dopo i nostri target rialzisti). Saremmo di opinione contraria già con close sotto 17400/300 FTSE/MIB e su S&P500 ci basterrebe un close negativo per allertarci su un bearish reversal. Per periodi più lunghi dei 3 giorni rimando al commento del Privé nel weekend dove avremo a che dire su tutti i vari timeframe.

Per il trading non sono entrati i nostri ordini di vendita (take profit): rimaniamo in vendita sulla Small-Cap di giorni orsono, su ENI che oggi sembra alzare la testa in rotazione rispetto ai bancari,e sull'ultimo acquisto Generali, relativamente fiduciosi di farcela se l'indice spaccasse 17600 con vigore.

***

Stiamo aggiornando il sito con alcune priorità "passate", prima di lanciare la componente video ed altre innovazioni. Avevamo tre cose pending: real time quotes senza widget e gadget del cazzo che fanno comodo solo a chi la ha fatti (ce le facciamo da soli in perl usando i dati realtime !), la massima del giorno (di trading), ed i poll che renderemo easy come quelli che si trovano sui grandi portali ( l'unica cosa è che non avendo milioni di visitatori giornalieri ci rimarranno un po di tempo e quindi saranno sondaggi su questioni di medio periodo). Speriamo di chiudere tutto nel WE.

E buon WE in largo anticipo.

 

posted on 14:46   link   . . . . .  up

 

Seduta del 11 settembre 2013

11 September, 2013

In questa seduta teoricamente intitolata alla memoria del 11 settembre Americano (ed ai morti che hanno fatto pure loro in giro per il mondo), i mercati finanziari hanno trovato forza ulteriore a continuazione del mciro-trend bull di ultimo periodo, ma con una chiusura debole rispetto ai momenti migliori della giornata. La seduta Italiana è stata caratterizzata dal "fatto politico" legato a Berlusconi, fatto che scontavamo nell'operatività e nel blog di ieri con l'acquisto su BMPS. Rappresentiamo adesso il raggiungimento del target FTSE/MIB dichiarato il giorno 9 settembre sul blog pubblico, 17550/600 FTSE/MIB, area colpita nella seduta di oggi e non superata, area di passaggio in regime di manipolazione dell'indice legata a prodotti derivati. Aggiungiamo anche S&P500 in prossimità di resistenze varie (fan, chiusura Gap-Down, BB+ ecc...). La situazione adesso è di difficile previdibilità in quanto il trend è relativamente lungo e ci avviamo alla scadenza del derivato, evento manipolativo per eccellenza che dominerà la logica evolutiva, anche se venisse un asteriode e si schiantasse su Londra e Milano il movimento non subirebbe alterazioni in quanto evento di rastrellamento di capitale e di sua contabilizzazione: leggiamo con attenzione ogni close alla ricerca dell'attivazione e del verso del "Movimento FIB".

Oggi abbiamo compiuto diverse operazioni, "nervosi" del fatto che dovevamo contabilizzare qualche profitto ed allegerire posizioni. Nei fatti in area 17500, visto che era un target, ci siamo "protetti" i gudagani con una posiziona short FTSEMIB a mezzo RBS levarage certificate short marchiato 21000, ed abbiamo anche aperto un long su Generali che ci piaceva come alternativa alle iper-comprate UC/ISP ed a supporto di una mancata performance ENI che non ne vuol sapere di farci fare questo trade del cazzo. Per questo ci siamo portati a casa qualche soldino su BMPS, che è una bella storia di trading (riusciamo sempre a cogliere l'attimo), scontando la notizia Berlusconi ed un rimbalzo fatto (anche se non a target di short-covarage). Domani saremo ancora in vendita sui titoli che sono in profitto, ma non su indice dove siamo in straddle con un minishort RBS a 18100 con WON Profit/Loss over 17900.

 

posted on 17:36   link   . . . . .  up

 

Flash *** Colpita BMPS (11 settembre 2013)

11 September, 2013

 

Appuntiamo la chiusura del trade su BMPS, colpita dal nostro trade avviato ieri nel tardo pomeriggio. Ci sarebbe ancora un po di spazio a rialzo ma la situazione è delicata ed il nostro portafoglio andava un po allegerito (commenteremo meglio al close).

 

posted on 14:46   link   . . . . .  up

 

Pronti a far fuoco (10 settembre 2013)

10 September, 2013

Commentiamo una seduta positiva per le piazze europee e per l'America, mercati che sembrano "trascurare" dati negativi e problematiche Siriane e FED. Meglio così, anche se non eravamo di questa idea nel weekend. Il nostro mercato ha vissuto di sottoperformance che si è esteso anche sul mercato obbligazionario, sostanzialmente per via dello scenario politico instabile, legato alla vicenda del dittatore Berlusconi e di tutta la cricca dei ladri "minor" che gli ruotano intono, con in primis in nano Brunetta che oggi ha esplicitamente minacciato la caduta del governo laddove non ricevesse supporto dai coglioni del PD. Per quello che ci interessa siamo favorevoli anche alla grazia del "grande imprenditore all'Italiana" (il fatto negativo è che c'è tanta gente che lo vota perchè sono come lui, o meglio aspiranti impiccioni), basta che ci si concentri sui problemi del paese dando almeno l'immagine di uno stato serio (come quando c'era il buon Monti che personalmente rimpiangiamo). Al di là della faccenda politica di cui non ce ne fotte un cazzo, pesano le performance di BMPS direttamente legata alla vicenda con il "baratto" ben noto e che circola da tempo su questa vicenda. Essendo convinti che non è nell'interesse dei politici fare giustizia, cambiare le cose ecc.. siamo per una risoluzione favorevole all'Onorevole Berlusconi e quindi al BMPS, ed è per questo che oggi siamo entrati sul titolo in area 0.201, con ordine immesso già dal mattino anche perchè avallato dalla presenza di supporto S9P (impianto disponibile su share privè, folder S9). Staremo a vedere se dover raddoppiare i pezzi nella seduta di domani, ma qui bisogna seguire il titolo almeno fino ai precedenti minimi storici. Al di là di BMPS siamo long ed oggi abbiamo anche messo le mani su un titoletto dato in buy ieri sul Privé e che oggi in open abbiamo trovato a prezzi meglio di ieri... ci sono movimenti sul titolo da giorni ed almeno uno short-coverage da attuare, con dinamiche potenziali di massimo esplosivo. Siamo quindi ben carichi, WE ARMED, armi piccole ma comunque numerose, pronti a colpire il nemico broker nelle prossime sedute, sperando ovviamente che proprio questa volta non cambi l'Italia (e se cambiasse forse ci farebbe più piacere pensanto al futuro dei più giovani...).

PS Per le difficoltà di accesso, in attesa dell'ADSL, abbiamo comprato un router/modem WIFI Hotspot che mettiamo fuori casa dove c'è copertura 3G. Le cose sembrano funzionare benone. Domani mattina vedremo di aggiornare come al solito entro le 6:30.

 

posted on 17:33   link   . . . . .  up

 

5 punti (su 17000) per sognare (re-do)

09 September, 2013

Abbiamo perso il post precedente per via dei problemi di connessione Internet, post che era molto dettagliato .... e siamo abbondantemente adirati di doverlo riscrivere. La sintesi è che i mercati, positivi, sembrano aver trovato forza. In particolare FTSE/MIB ha superato una serie di livelli di resistenza che si raffiguravano tra 17000 e 17200: Middle BB daily a 17047, Gann Fan a 17095 opening weekly, secondo livello di short coverage a 17129 e resistenza S9P in angolo di comando (17100/200). Quei 5 punti alle 17:25, limati poi di una quarantina in asta di chiusura, ci hanno dato una segnale long sul mercato oltre ogni ragionevole livello di diffidenza. Per noi va bene così e saremo in vendita col bombardone ETF Lyxor FTSE/MIB in area 17550 e poi 18100 circa, livello che dovrebbe essere raggiunto anche grazie ad ENI (che oggi non performa ma che dovrebbe performare per lanciare il mercato italiano fino appunto al target dei 18K punti). Anche ENI è un bel cavallo oltre i soliti bancari dai pezzi "finti".
Tante difficoltà di connessione ad Internet che ci hanno fatto deprimere e/o imbestialire: non siamo riusciti a combinare un cazzo con il trading nonostante cercavamo l'attimo (in chiusura ovviamente). Dovremo risolvere la questione delle connettività in una zona in cui il segnale 3G è scarso ed altalenante... vedremo di attivarci immediatamente con ADSL ma comunque i prossimi giorni saranno difficili per l'operatività di trading-on-line.

 

posted on 18:18   link   . . . . .  up

 

Seduta del 6 settembre 2013

06 September, 2013

Anticipiamo il commento di una mezz'ora rispetto al close per via di impegni. Sostanzialmente una seduta positiva per il nostro mercato, ma senza forza a sufficienza per rompere i nostri livelli di resistenza (si rimanda ai post precedenti). Mercato ben impostato sin dalla mattina grazie alla "singolare prestazione" di ENEL ed al suo peso su paniere (titolo dato in buy al privè fabiolongo.com il 29 agosto); nel pomeriggio i dati USA aiutano il mercato che, grazie ai bancari, trova upsize fino alla nostra super-resistenza, ma mancando di ENI non ha nemmeno tentato l'attacco. Gli altri mercati non stanno supportando questo tentativo di rebound, mercati USA ed Euro sempre sulla parità, ma sapevamo che il loro timing di breve periodo (S9T) non era positivo quantunque mitigato dal setup bull del terzo mercoledì del mese. Sostanzialmente nulla di fatto e tutto come ieri, con ulteriori complicazioni in termini di congestione del mercato (almeno a mezzora dal close). 

Per il trading oggi una buona giornata: eravamo combattuti sul da farsi, entrare long in anticipo rispetto al break-out, provare uno short (parliamo di posizioni aggiuntive al portafoglio sbilanciato long), quale titolo cavalcare, entrare in open od al close ? Abbiamo deciso per un buy Ansaldo STS poco dopo le 15.33, perchè il pattern di debolezza aveva connotati di strappa-short, in configurazioni di book "magna pezzi a ribbasso", titolo che avevamo dato in buy al privè ieri mattina e che proprio ieri commentavamo su sezione Public.... ebbene poco dopo il nostro buy il titolo parte a rialzo con volumi, l'abbiamo subito messo in vendita al meglio e chiuso un trade mordi e fuggi di oltre 3 punti in meno di mezz'ora e questo ci ha fatto esultare quantunque se avessimo atteso 5 minuti ancora ne avremmo fatti quasi 7 ... (poco prima della sospensione). Comunque sia bella tradata: oggi abbiamo fatto giornata e ci siamo rafforzati il morale: WON ANSALDO STS  solo su fabiolongo.com !!!

 

posted on 17:00   link   . . . . .  up

 

Seduta del 5 settembre 2013

05 September, 2013

Sostanzialmente un untradable market in intraday, almeno quello azionario Italiano, avendo aperture già in forza, andamenti rialzisti che alla prima ricopertura short innestano correzione, minimi di breve termine che stanno sempre sopra i precedenti e quindi comprimono ancora di più il trading range giornaliero entrando in congestione sempre più forte. A livello daily, come da figura di AT classica, non siamo un uno scenario diverso ossia siamo in un movimento al più di correzione bull, già completato a short coverage ed impostato sotto la middle con target BB- ancora non colpito. E' uno scenario bearish. Non sono segnate le resistenze come articolo precedente, ma siamo sotto. Essenzialmente un mercato dove andare long significa rischiare molto per un ritorno di qualche punto percentuale prima di ritrovarsi sulle nostre resistenze. Questo per FTSE/MIB ma anche per tutti i titoli major. Che fare ?

Essenzialmente oggi ci siamo dannati l'anima per cercare un ingresso long: lavoro, contatto con l'inefficienza della metropoli, logistica da "giro d'Italia" non ci hanno consentito di essere sereni, per un trade intraday, che abbiamo comunque cercato tra i titoli dati long, fra cui alcuni che avevano superato la condizionale di ingresso, tipo Buzzi in open ed Ansaldo STS in intraday, ma che non abbiamo eseguito perchè l'ottimizzazione dell'ingresso non è andata a buon fine... ; quindi siamo rimasti senza una minchia di nuovo (per domani), con un recupero sul portafoglio rosso che non riusciamo a contabilizzare in profitto. E non ne siamo contenti, essendo long a rischio sul mercato.

 

posted on 17:41   link   . . . . .  up

 

Pre-apertura 5 settembre 2013

05 September, 2013

Anche oggi, come ieri, impegnatissimi su lavoro lasciamo due righe di buon ora. Mercati in chiara configurazione tecnica di congestione. non c'è forza per salire, ma non c'è "ragione" di scendere più di tanto. Per FTSE/MIB valgono le considerazioni sui livelli di forza già indicate nell'ultimi articoli, mentre per i livelli di supporto rimando all'analisi del fine settimana al Privé, dove noi stessi tenteremo ingressi forse non su indice ma su titoli di peso come UC e ISP (ENI è già in portafoglio). La giornata di oggi sembra che sarà spiegata dai buoni dati USA su tecnoligici e produttori auto, avviando un movimento bullish di breve termine destinato a cozzare con gli ultimi livelli di short coverage. Altro "market maker" sono i COMPAGNI RUSSI che si sono schierati nel Mediterraneo e quindi nella vicenda Siriana: fortuna che ci sono loro a ricordare agli Americani che il mondo non è loro e che non possono "scoattare" più di tanto. Vedremo come evolverà la situazione dopo il via libero del "congresso dei violenti"... siamo nelle mani dei amici russi e ci sentiamo più tranquilli.

 

posted on 06:16   link   . . . . .  up

 

Intraday del 3 settembre

03 September, 2013

Anche oggi non avremo tempo per il commento al close, quindi anticipiamo all'intraday.

Da lunedì i mercati hanno trovato positività per via delle buone news di tipo finanziario, M&A (Vodafone/Verizon ed anche Microsoft/Nokia) ma soprattutto per i fatti relativi del'intervento USA contro la Siria. A nostro avviso, conoscendo la storia della nazione americana, sempre pronta a fare guerra per interessi economici legati all'industria bellica ed al petrolio, non saremmo così fiduciosi in una evoluzione pacifica. Ci ha molto sopreso la determinazione di Obama all'intervento armato: anche lui adesso vuole "esportare democrazia e giustizia", come i precedenti presidenti; evidentemente ci siamo sbagliati su di lui, è solo un negro del cazzo che fa la guerra a chi fuma le sigarette e poi bombarda le terre che non sono sue... Probabilmente il mercato finanziario è stato preso di sorpresa da questa vicenda e la lobby si è accordata con il negro per un periodo di tregua in modo da sistemare "i pezzi" sul mercato prima di conclamare la decisione ed avviare un movimento ribassista. Questo anche perchè il timing USA non è favorevole (con eccezione del setup del III mercoledì del mese, ed è per questo che ritengo siano stati presi in contropiede) e la struttura dei prezzi (metafisica Ganniana intendo) di S&P500 non era buona al close del venerdì. Ci auguriamo di sbagliarci.

Nel frattempo FTSE/MIB supera un primo livello di short coverage ed adesso, a 17100/200 si gioca la vera partita: fan 1x3 (resistenza), resistenza S9P in angolo di comando, secondo livello di short coverage. Una bella tripletta di resistenze: sopra 17200 close il mercato darà segno di vera forza.

Per il trading ieri sell di Italcementi: prima volta nella vita eravamo in positivo, non abbiamo esistato a scatarrare in faccia al broker. Oggi in open ingresso su ENI: se il mercato sale salirà anche ENI, se USA fa guerra a Siria ENI comunque dovrebbe beneficiarne.

2013 09 03

 

posted on 15:39   link   . . . . .  up

 

Finalmente Settembre

02 September, 2013

settembre 2013Con grande piacere in questo weekend abbiamo assistito all'ingresso di settembre, un mese che non ci porta mai troppe fortune nel trading ma che finalmente ha liberato la nostra terra dall'uomo metropolitano, presenza inutile, ostile alla natura e certamente non gradita al sottoscritto. L'uomo purtroppo è il più grande errore della natura ed anche il suo più grande nemico.... e quindi con piacere abbiamo assistito all'esodo e con altrattanto piacere abbiamo appreso che settembre sarà un mese bellissimo, aumentando la nostra gioa perchè potremo dedicarci alle nostre passioni pure in un clima favorevole.

Per quanto riguarda la borsa non siamo ottimisti su questa settimana, ma speriamo di sbagliarci (come sempre quando siamo pessismisti), vedendo un close asiatico positivo per via dei dati dei musi gialli e con un deal Verizon/Vodafone che potrebbe smuovere i mercati con una nuova stagione di Merge & Acquisition che solitamente si apre dopo l'estate.     

 

posted on 07:46   link   . . . . .  up

 

top of page

 

www.fabiolongo.com - P.IVA 13200411000